Notifiche
Cancella tutti

Giletti senza Amici


mystes
Honorable Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 606
Topic starter  

Massimo Giletti è un ottimo giornalista e conduce il programma “Non è l’Arena” con molta competenza e serietà.

Ma nell’ultima puntata, quella di domenica scorsa, caro Giletti, sei scivolato sulla classica buccia di banana.

Il modo como hai intervistato il dott. Amici mi ha molto preoccupato, perché ha mostrato una faccia del giornalista Giletti che ignoravo, quella di amico dei cosiddetti scienziati che difendono il vaccino contro il Covid, e lo difendono, tout court, senza se e senza ma.

Amici ti stava spiegando, nel suo stile forte e virile (stile sempre più mal compreso e mal digerito) che lui ha curato il virus senza registrare morti: questa notizia invece di essere apprezzata è finita nel tritacarne degli amici dei gruppi farmaceutici; il dott. Amici ha poi aggiunto di non essere nemico dei vaccini, ma che prima di somministrarli, chiede ai suoi pazienti di leggere e sottoscrivere le istruzioni dove sono descritti gli eventuali effetti collaterali che i nuovi vaccini contro il Covid possono produrre sugli ammalati.

Apriti cielo! I tritacarne, cosiddetti scienziati, implacabili non volevano farlo più parlare e tu, caro Giletti, ti sei alleato con loro concludendo l’intervista, orribile a dirsi, con l’accusa al povero Amici di essersi drogato, (letteralmente: ti sei fatto) per aver sostenuto e difeso se stesso e le sue prestazioni.

Concludo con una semplice considerazione: Giletti offendendo Amici ha solo offeso un medico onesto che ha salvato vite umane e così facendo Giletti si è posizionato a fianco degli imbonitori a pagamento delle industrie farmaceutiche e dei globalisti. Caro Giletti avevi in mano un bel programma e sei finito come Ammannato!

 

Questa discussione è stata modificata 3 mesi fa da mystes

Quota
esca
 esca
Prominent Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 994
 

Quel personaggio e' riuscito a conquistare, con le sue inchieste colorite, belle e giuste a tutela dell'indifeso, la simpatia di grandi porzioni di popolazione.

L'atteggiamento inquisitorio nei confronti di chi, oggetto dell'inchiesta come parte che causa l'offesa, viene debitamente "sculacciato" dal conduttore, suscita in fondo allo stomaco dello spettatore una sorta di rivalsa per le ingiustizie di una societa' supercorrotta, e un senso di fiducia che da qualche parte, qualcuno, prende ancora le difese degli onesti. Una scappatoia.

E' in realta' un abile personaggio, in superficie decisamente meno sgradevole di altri. Ma lavora, esattamente come altri,  al soldo delle emittenti della propaganda 24/24 h. Non ci puo' stare una sua sincera presa di posizione nelle questioni cruciali per gli architetti del disastro. Non e' proprio possibile, verrebbe dematerializzato all'istante. 

La tivu' al servizio dell'utente: basta cambiare canale e ci trovi tutto quello che vuoi. Ma il suo vero volto e' quello di un'entita' che non si ferma di fronte a nulla, non ha compassione per nessuno e all'occorrenza spiana tutto sotto i suoi potenti rulli.

Se lo guardi bene si vedono due grandi corna e un lunghissimo naso.


RispondiQuota
Condividi:

I commenti sono chiusi.