Notifiche
Cancella tutti

E se ci contassimo?

Pagina 4 / 5 Precedente Avanti

Ted K.
Active Member
Registrato: 2 mesi fa
Post: 6
Topic starter  

Va beh. Tanto questo tipo di cose funzionano se le lancia qualcuno che ha molto seguito. Qui siamo 4 gatti, possiamo metterci pure il copricapo di penne come gli indiani o il naso da pagliaccio, al più facciamo ridere i ragazzini.


RispondiQuota
Pfefferminz
Reputable Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 271
 

@ted-k

"Qui la vera divisione è fra chi ha chiaro il concetto di libertà, e democrazia, e chi vive nel medioevo,..."

A mio avviso, occorre tener presente che, se è vero che alcuni vivono  nel medioevo e sono irrecuperabili, la maggioranza è vittima della propaganda, la quale è stata dispiegata attingendo alle scoperte della psicologia sociale. Nulla è stato lasciato  al caso. È nostro compito individuare i meccanismi che ci consentono di opporci  alla guerra psicologica in atto e ricondurre i plagiati all'uso della  ragione. 


RispondiQuota
Life
 Life
New Member
Registrato: 4 settimane fa
Post: 4
 

Ciao a tutti, è un po' che seguo, potete aggiungerne una, anzi 2 al conto.

Sono tra i resistenti, con un posto di lavoro in bilico (P.A.), con altre persone nella mia situazione abbiamo fatto un gruppo per farci tamponi e cercare di risparmiare un po'. Non siamo ancora partiti ma speriamo di farcela. Personalmente non sono a favore neanche dei tamponi, ma al momento (purtroppo) devo scegliere il male minore se voglio sopravvivere (perché di questo si tratta).

Rifletto spesso su questa situazione e con mio marito cerchiamo soluzioni. Stiamo anche cercando di aiutare quelle poche persone che ci sono vicine al lavoro (da me siamo in 2!) per aiutarle moralmente a resistere.

Ha detto bene qualcuno di voi (non ricordo il nome). Vorremmo una vita serena, e magari piu' a contatto con la natura, vorremmo riappropriarci degli abbracci veri, della socialità vera e non solo virtuale.

Per quanto riguarda il simbolo sono d'accordo! Il problema è trovare una cosa semplice che non dia nell'occhio.

Cosa ne pensate di un cuoricino verde? o comunque qualcosa di verde? potremmo sempre dire che siamo ecologisti e vogliamo il bene del pianeta. Dato che se ne parla molto, così ci potremmo confondere meglio...

mi fa piacere avervi trovato.

Grazie a tutti un abbraccio

 


Teopratico e ducadiGrumello hanno apprezzato
RispondiQuota
fiurdesoca
Trusted Member
Registrato: 5 anni fa
Post: 86
 

hai ragione Ted k. qui siamo in 4 gatti, e in tutti gli altri forum? se partisse da qui e coinvolgesse byoblu e molti altri forum saremmo in 4 gatti? perché solo alcuni medici, alcuni giuristi, alcuni avvocati e alcuni imprenditori devono metterci la loro faccia, le loro carriere la loro credibilità e noi non decidiamo di mettere la nostra con un simbolo ed emergere? riguardo al simbolo quasi qualunque cosa andrebbe bene, ma c'è la volontà e la consapevolezza di farlo? perché  non ci si accorge che il senso di solitudine fa cedere? e che proprio la frammentazione è il primo nemico da abbattere? cosa abbiamo da perdere? ma la lotta non può che essere impostata sulla deriva autoritaria quella può unire, mettersi contro il vaccino è perdente. redazione dove sei?

riguardo al simbolo una molletta da bucato mi parrebbe ottima, già pronta, diffusissima, economica, non pericolosa e facile all'uso. ma è solo una proposta.


RispondiQuota
Pfefferminz
Reputable Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 271
 

@fiurdesoca

Ripropongo il pon-pon fatto in casa con la carta di alluminio e con il nastrino, che può essere attaccato a diverse cose: alla borsetta, allo zainetto, all'uscio di casa, alla bicicletta, all'automobile, ecc.   Può anche  essere portato al collo come collier o come collana. 

Direi che un segno di riconoscimento serve a farsi riconoscere e chi pensa già di renderlo  un po' segreto o di negare eventualmente che si tratti di un simbolo di fronte a terzi, forse è meglio che rinunci. Vogliamo farci conoscere, non nasconderci.  O siamo già alle società segrete?

p. s. : Evitiamo i colori del Great Reset, verde per green economy (in arrivo) e l'arcobaleno. 

Poi, a me và bene anche la molletta da bucato, ma l'idea del pon-pon mi piace di più, tanto più che rende omaggio ad un grande della resistenza tedesca, l'ideatore Bodo Schiffmann. 

 

Questo post è stato modificato 4 settimane fa da Pfefferminz

RispondiQuota
LuxIgnis
Estimable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 149
 

Non credo se ne farà niente. Siamo qui a decidere se e come e già ci sono notevoli divergenze. Meglio ricorrere all'intuito, a quell'istinto che ci fa percepire le cose invisibili. A me non mi ci vuole molto a riconoscere qualcuno, ma c'è bisogno di conoscere un poco chi si ha di fronte e non sono in contatto con molte persone.

L'idea mi piaceva perché è semplice e come tutte le idee semplici sono vincenti ma spesso scartate. Si tende sempre a cercare soluzioni complesse, e credere che il "banale" sia inferiore. Il banale è spesso sottostimato.

E poteva portare a qualcosa di buono, anche solo come supporto psicologico nel non sentirsi soli, soprattutto per coloro che non sanno sentirsi soli. A me personalmente frega poco, sono decenni che vado contro corrente. Per me tutta questa storia della follia pandemica non è una sorpresa.

E porta unione che manca moltissimo. Siamo molto di più di quel che si crede ma molto molto disuniti

Riguardo alla segretezza, non la sottostimate anche questa. Ci sono momenti in cui bisogna indossare un "mantello nero" in cui nascondersi e ci sono momenti in cui bisogna uscire allo scoperto. Le due cose possono anche venir contemporaneamente. Decidete voi qual è meglio, ma trovarsi soli e ben identificati può essere notevolmente fastidioso e pericoloso. Io non seguirò questa strada, già mi devo muovere in sordina perché circondato senza possibilità di risposta, pensate se mi metto un bel cartello in cui c'è scritto giocondo. Non fa per me.

Quanto al segno, anche se pubblico, dovrebbe essere il più semplice possibile, ma non ridicolo, confondibile ma unico, e non deve attirare l'attenzione.

La molletta o il pon pon attirano l'attenzione perché ridicoli.

Ad esempio, un braccialetto di fili intrecciati semplice fatto con determinati colori in una determinata sequenza. Sarebbe perfetto. Facile da realizzare, mimetico, estetico, non ridicolo, ed unico in quanto è difficile dato il calcolo delle probabilità che qualcuno ce l'abbia per caso, e poi non sono più molto di moda.. Gli stessi colori li potrebbero utilizzare chi ha un locale pubblico (negozi ristoranti) semplicemente disegnando col pennarello delle bande di colore.

Ma comunque se ne possono trovare altri di segni.

 


RispondiQuota
Pfefferminz
Reputable Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 271
 

https://harlekinshop.com/collections/rubikon-kollektion

Ci sono anche le magliette e le giacche stampate con delle scritte a scelta, per coloro che vogliono uscire allo scoperto.  Questa è la collezione di Rubikon, uno dei siti di controinformazione più prestigiosi della Germania.  Esempi di scritte, traduzione dal tedesco: "Armatevi di informazioni", "Non mi toglierete mai la dignità", "Penso fuori dagli schemi, ma ho la schiena dritta", "Libertà di opinione al posto della museruola", "Pensate in modo autonomo", "La paura è il virus vero", "Smascherate il sistema", "La paura guida le masse", in inglese : "Shut down, capitalism!". O anche semplicemente il nome del sito, nel nostro caso "ComeDonChisciotte". 

Gli attivisti tedeschi indossano delle magliette con su scritto un articolo della Costituzione. 

Il pon - pon e la molletta da bucato non sono ridicoli e anche se lo fossero, che importanza ha? 

Opto per la molletta da bucato, perché ce l'abbiamo tutti in casa. E se è ridicola, tanto meglio, perché così, quando sei in fila al supermercato, tutti ti chiedono perché hai una molletta attaccata allo zainetto e questo ti dà il pretesto di fare due chiacchiere. 

 


RispondiQuota
LuxIgnis
Estimable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 149
 

L'idea delle magliette non è male, lo dico davvero ma sempre se si vuol fare da bersaglio.

Cosa credete? Che chi di dovere non lo sappia dopo 5 minuti? E cosa accade se incontrate una pattuglia di pubblici ufficiali? Certo mica vi condanneranno per una maglietta, soprattutto se vi è stampato uno o più articoli della costituzione, ma vi assicuro che passerete dei brutti momenti. Esperienze del passato. 

Forse per la molletta può anche andar bene ma non quella da bucato, quelle piccoline da cartoleria che sono uguali a quelle del bucato. Basta solo scegliere il colore od i colori se si vuol scegliere una combinazione di colori particolare ed identificativa.


RispondiQuota
fiurdesoca
Trusted Member
Registrato: 5 anni fa
Post: 86
 

mi permetto di dire che questa è una guerra e che in palio c'è il nostro diritto di esistere.

sono anni che giocano sulla paura, il massimo lo hanno raggiunto negli ultimi due anni. qualcuno può avere un sesto senso nell'intuire chi gli sta di fronte, ma la maggioranza no. a cosa serve stare rintanati? siamo già spacciati se continuiamo cosi, e la solitudine farà crollare i titubanti. e perché nascondersi, non stiamo complottando niente, stiamo cercando di difendere i nostri diritti. corriamo pericoli? si, ma non si fanno valere le nostre idee senza correrne.

ricordatevi la canzone Sammarcanda, il protagonista nello scappare dalla morte gli va incontro.

non stiamo facendo cosi anche noi che per conservare la nostra sicurezza la stiamo perdendo?


RispondiQuota
LuxIgnis
Estimable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 149
 

@fiurdesoca

hai detto bene è una guerra. E siccome è una guerra potresti leggerti l'arte della guerra o qualche manuale militare e capire che ci sono momenti in cui è bene essere presenti in forze per controbattere e ci sono momenti in cui devi stare nascosto ed agire in incognito. 
Non vuol dire stare rintanati. E' strategia. 

Inoltre questa è una guerra dove il nemico ce l'hai dentro casa! Non c'è un campo di battaglia.

Poi fate come vi pare.

P.S. quel cazzone di Vecchioni ha preso per la sua canzone pari pari una storia antichissima della tradizione medio orientale.


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 14 anni fa
Post: 1666
 

Raga, la molletta mi piace! Pratica, comoda, semplice, non da nell'occhio. La maglietta anche, ma magari non per chi non ha piacere a esporsi troppo e poi fra poco dovrebbe essere una felpa con il freddo se no nessuno la legge sotto i vestiti. Diciamo che è l'opzione B per i "temerari" che possono permetterselo, dato che siamo in Italia, non in Germania e qui è più facile intercettare poi esaltati covidioti da cui è bene prendere le distanze e poi le felpe iniziano ad avere costi importanti e punterei al risparmio.

Il colore direi che andrebbe bene quello di CDC. Mi sembra un rosso-arancio. Non so se ha un nome specifico, ma non credo sia necessario essere pignoli, un rosso chiaro andrebbe benissimo. Sul tipo direi che ognuno può scegliere e se non ha di meglio può andare bene anche quella da bucato, basta che sia una molletta con colore identificabile, poi ogniuno s'arrangia come può e per quel che trova in casa. Se però si trovano quelle da ufficio piccoline, non sarà brutto tenerla su bavero della giacca adesso che andiamo verso l'inverno o appesa a un taschino. Si può mettere e rimuovere rapidamente e questo è un altro vantaggio...

 

 


Pfefferminz hanno apprezzato
RispondiQuota
LuxIgnis
Estimable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 149
 

@gioco

Quelle d'ufficio si trovano facilmente a costo di prenderne un pacco da 100 a 10 euro (controllato, anche di legno colorato che sono carine ed utile per tante cose). Ma immagino non sarà difficile trovarne una in un negozio di cancelleria o di materiali per ufficio.

Si il colore è un arancione.

 


RispondiQuota
fiurdesoca
Trusted Member
Registrato: 5 anni fa
Post: 86
 

per LuxIgnis, so bene che vecchioni ha copiato. 

riguardo all'arte della guerra riconosco di non aver letto mai nulla. ma se si vuole essere pratici o vinciamo la dimensione della paura e dell'isolamento, e per fare questo è necessario esporsi oppure periamo. il temporeggiare, ora, fa solo il gioco del nemico. capisco la prudenza ma mi pare che certe posizioni nascondano solo pavidità. molti altri, sanitari, giuristi, avvocati ecc. si stanno esponendo. e noi? 


Pfefferminz hanno apprezzato
RispondiQuota
LuxIgnis
Estimable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 149
 

@fiurdesoca

Per ora ci lasciano giocare ma come sta andando la situazione potrebbero benissimo andare oltre. Già sono andati oltre e prevenire è meglio che curare.

Siamo già esposti. Questo è un forum pubblico.

Il mio discorso è diverso.


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 14 anni fa
Post: 1666
 

@fiurdesoca, @ted-k, non sono d'accordo sui 4 gatti. La Home di CDC raccoglie diverse decine di migliaia di utenze in costante crescita e gli iscritti aumentano di giorno in giorno. Certo, non siamo tanti poi ad usare il blog, questo è vero, però nemmeno 4 gatti. CDC fa paura, tanto più perché è un sito dove si può ancora ragionare, non occorre essere troppi per ragionare perché la logica è un virus potentissimo che poi si espande a macchia d'olio, per questo è stato più volte menzionato come "pericoloso sito complottista" dagli organi eletti dal governo a vigilanza sulle fake e da esponenti che si sono autoincensati a fake-checker a cui certamente in altri periodi avremo regalato un premio "darwin awards" ma che in quest'epoca di distopiche follie suicide sono seguiti da un massa considerevole di persone che li considerano oggettivamente capaci di individuare fake. Ne ho a pacchi di persone care, amici che si riferiscono di continuo a siti "ufficialmente" individuati a tale scopo e che sappiamo benissimo essere i primi dispensatori di fake della rete in assoluto.

Per loro un luogo come CDC è il massimo del talebano, non ci si avvicinerebbero nemmeno per scherzo, come fosse un sito pedopornografico. Ciò nonostante CDC cresce e cresce perché c'è tantissima altra gente che sbarca qui comprendendo perfettamente la situazione e lo sforzo straordinario che stanno facendo i gestori del sito. Personalmente vedo ogni giorno nuovi iscritti che alimentano questo blog. Un solo iscritto che entra nell'arena è già una minaccia in questa guerra che ci ha dichiarato il governo che lo sà, quindi c'è da aggiungere la precisa volontà di combattere, la sola che può dare sufficiente coraggio e forza per partecipare. Dobbiamo comunque tenere presente che centinaia di "followers" continueranno a leggerci senza partecipare perché ci vuole comunque abbastanza forza e coraggio per farlo e non tutti se la sentono.

Eppure, paradossalmente a costoro mando un silente ringraziamento, profondo e di cuore, perché qualsiasi cosa accada, loro rimarrano testimoni di quello che qui avviene, testimoni del fatto che non c'era nessuna fake, solo il tentativo di difendersi da accuse palesemente criminali ed eticamente insostenibili di un governo che ha trasceso il semplice buon senso umano.


RispondiQuota
Pagina 4 / 5 Precedente Avanti
Condividi:

I commenti sono chiusi.