Notifiche
Cancella tutti

Draghi sostituisce Arcuri e combatte il Covid con il generale Figliuolo della NATO


marcopa
Illustrious Member
Registrato: 11 anni fa
Post: 7599
Topic starter  

www.circolovegetarianocalcata.it

 

Draghi sostituisce Arcuri e combatte il covid con il generale Figliuolo della NATO

Tra i vari titoli presenti nel ricco curriculum del generale Francesco Paolo Figliuolo, nuovo commissario all’ emergenza Covid, c’è anche il Nato Meritorious Service Medal la massima onorificenza riservata ai militari dell’ Alleanza Atlantica.

Il generale Figliuolo ha guidato per alcuni anni il contingente NATO in Kosovo e la missione italiana in Afghanistan.
NATO Meritorious Service Medal Assegnata per eccezionali servizi individuali alla NATO.

Le prime reazioni alla nomina del generale Figliuolo alla sostituzione di Arcuri sono positive ma solo dal centro destra e da Italia viva, non ho letto al momento reazioni del centro sinistra, che evidentemente con questa scelta del nuovo premier è stato colpevolizzato per la sua gestione dell’emergenza Covid.

Certo lasciavano perplessi i molti incarichi che Conte aveva affidato ad Arcuri che non è all’apparenza una persona che ama prendere le decisioni dopo una discussione collettiva.

Però l’emergenza Covid è un problema che riguarda la salute pubblica e non la difesa nazionale, e dovrebbe essere il SSN e non l’ Esercito ad occuparsene.

Se il SSN è da rinforzare allora va rafforzato, ma non sembra questo il primo pensiero del nuovo premier.

Draghi si conferma sempre di più commissario della UE e dell’Alleanza Atlantica, ha buon gioco a prevalere sulle debolezze della politica italiana ed anche sulle nostre di debolezze, della sinistra disinteressata si, ma a sua volta divisa e poco reattiva e quindi non adeguata alla situazione.. Abbiamo sicuramente anche limiti nelle nostre capacità, ma la passività nella situazione attuale è imperdonabile.

Marco Palombo – Comitato Roma No War

Questa discussione è stata modificata 1 mese fa da marcopa

Quota
Etichette discussione
esca
 esca
Prominent Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 991
 

Un militare per la gestione delle questioni di ordine sanitario......per civili.

Uno normodotato direbbe: e i bravi medici dove sono finiti? 

 

Sembra un paradosso, sennonche' le armi biologiche, per dirne una al vento, sono di pertinenza dei laboratori militari sperimentali: non si possono muovere accuse di mancata coerenza.


oriundo2006 hanno apprezzato
RispondiQuota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2358
 

Esca: allora, a voler essere definitivamente complottisti, il generale potrebbe servire a mantenere 'covered' l' origine del virus nonche' la successiva gestione dello stesso, che definire opaca e' un eufemismo da inguaribili 'cuor contenti'... Al buon momento arriverebbe il segreto militare a coprire tutto. E il nostro generalissimo potrebbe fregiarsi di un'altra medaglia.


RispondiQuota
esca
 esca
Prominent Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 991
 

Why not? Oltretutto, con onori e meriti al nuovissimo (insomma....) altissimo benemerito whateverittakes per aver ripristinato l'immagine (di facciata) di quella funzione a dir poco squinternata per via dell'imbarazzante predecessore.

Onori e meriti da parte dei megadirettori d'orchestra.


RispondiQuota
marcopa
Illustrious Member
Registrato: 11 anni fa
Post: 7599
Topic starter  
Rischio contagi Covid nelle scuole italiane ? Mandiamoci le Forze Armate....
di Antonio Mazzeo
 
Inutile prendersi in giro. Stato e Regioni non intendono investire un euro per mettere a disposizione degli istituti scolastici medici e infermieri per monitorare i possibili rischi di contagio da Covid-19 tra gli studenti e gli insegnanti e consentire attività didattiche in presenza più regolari e più sicure. Che fare dunque? La proposta più gettonata al vaglio dell’esecutivo Draghi è quella di istituire task force di medici militari per il pronto intervento in caso di focolai nelle scuole di ogni ordine a grado. Così, dopo i controlli dell’esercito davanti agli ingressi degli istituti per impedire gli assembramenti di genitori e alunni, ecco ancora una misura funzionale al processo di militarizzazione della sanità e del sistema educativo-scolastico.
 
Autore della proposta di impiegare nelle scuole i militari con le stellette il dottore Agostino Miozzo, da un anno coordinatore del Comitato tecnico scientifico (Cts) della Presidenza del Consiglio. Sollecitato dal neoministro dell’istruzione, l’economista Patrizio Bianchi, Miozzo ha spiegato che il migliore supporto della Protezione Civile per non chiudere le scuole potrebbero essere le “unità mobili” con le forze armate, in grado di offrire sempre una forte specializzazione medica. Come anticipato dal quotidiano la Repubblica e da Oggiscuola.com, il coordinatore del Cts avrebbe illustrato al ministro Bianchi i punti chiave del piano strategico da varare prima che esploda la terza ondata della pandemia.
 
“Con le nuove varianti c’è il sensato rischio che si riapra un ciclo di chiusure degli istituti scolastici”, ha dichiarato Agostino Miozzo. E data l’impossibilità (leggi: lo scarso impegno) di impiegare in tempi rapidi i medici delle Asl per i controlli anti-Covid, ecco allora essere “più efficace allestire unità mobili di pronto intervento sanitari della Protezione civile e dell’Esercito, capaci di intervenire nella stessa mattinata nell’edificio scolastico dove si segnala un cluster di coronavirus per identificarlo, circoscriverlo e avviare in tempi immediati i tamponi necessari per dare certezze a studenti e docenti e non chiudere l’intera struttura scolastica”. Insomma una task force per tamponare, distanziare e contenere, riproducendo nelle scuole le strategie CIMIC (cioè civile-militare) adottate in tutti gli scenari di conflitto bellico, con la Protezione civile sempre meno civile e più militare, autoritaria, gerarchizzata e centralizzata. Continua in: antoniomazzeoblog.blogspot.com

RispondiQuota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2358
 

Questa deriva era gia' in potenza tempo addietro...adesso e' evidente e chiaramente mostrata. Due cose semplici semplici: la prima. L'apparato 'civile' dello stato non funziona. Rubano a man bassa e sono dei cialtroni incompetenti, ingarbugliati in una matassa deliranti di norme e sottonorme incomprensibili a tutti. Secondo. La militarizzazione e' sotto forma EI, esercito italiano, ma e' NATO: questa organizzazione sta bypassando le democrazie per costituire la longa manus europoide al massimo livello e massima efficacia. La democrazia e' sostituita da pseudo governi 'tenici' in realta' composti da front men di un potere a carattere militare, finora occulto ma ora in piena evidenza: questo potere si regge su saperi, intelligence, collusioni, infiltrazioni, conoscenze riservate ( e connesse capacita' di ricatto ) tali da essere oggi egemone nelle realta' statuali locali.

Conclusione. La deriva non si fermera' qui. Aver messo Draghi al massimo potere civile e' il canto funebre della nostra democrazia. Ne rimane la forma quando la sostanza si e' dileguata.


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1362
 

E' dall'inizio di questa pandemia che insisto sul ruolo PRIMARIO dei militari, inascoltato. Il laboratorio di Wuhan non era civile, basta il livello di sicurezza a capirlo, ma anche le relazioni con altri laboratori e governi esteri. Ho persino evidenziato (QUI) le strette relazioni in Italia e nel mondo tra agenzie governative, difesa, geopolitica e amministrazioni raccontando la semplice successione dei governi in italia dalla prima repubblica al famigerato governo d'Alema che è centrale per capire questo avvicendamento e il motivo per cui per il drago è così importante guadagnare la presidenza della repubblica e garantire la continuità ai gesuiti, come adesso Mattarella, riprendendo il titolo di un articolo apparso su fanpage.it che parlava di Figliuolo, sperando che il tema strategico-militare-religioso, così centrale per capire i nostri tempi, tornasse sotto la lente dell'attenzione.

Vedo che ancora siamo lontani, dal mettere insieme i punti esterni all'economia. Preferiamo invece insistere sulla questione economica come se tutto possa esaurirsi nella condanna di certe figure, importantissime ma non esaustive per spiegare il momento e quindi comprenderlo abbastanza da affrontarlo.

Almeno emotivamente parlando.


RispondiQuota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2358
 

Salve @Gioco: scontiamo sui punti esterni all'economia ancora la vecchia vulgata marxista che li vedeva fenomeni secondari fortemente dipendenti dalla prima. Oggi non lo sono, hanno acquisito una dimensione specifica che deve esser capita e trattata come una variabile indipendente di massimo livello, capace di influire sui sottosistemi che strutturano la nostra societa', tra cui l'economico in senso stretto. Nessuno puo' pensare che il signor Fiat o il signor Carrefour siano gli elementi dominanti del complesso gioco politico attuale, come nessuno puo' credere che sia il 'capitalismo' denudato dagli epifenomeni a condurre il gioco in totale solitudine. L'aspetto militare e' 'strategico' proprio perche' punto di intersezione tra tutti questi aspetti sistemici: ne e' IL PUNTO DI INTERSEZIONE FONDAMENTALE.

Ogni riferimento alla caduta dell' Impero romano e' puramente casuale...


RispondiQuota
marcopa
Illustrious Member
Registrato: 11 anni fa
Post: 7599
Topic starter  

Purtroppo è vero.

Il predominio economico degli USA e del mondo occidentale si basano sulla forza militare, e per questo difficilmente gli USA declineranno senza scatenare un conflitto mondiale.

 

Paradossalmente era molto più facile per gli USA mantenere il proprio dominio finché era in vita il patto di Varsavia a sostegno dell' URSS e la Cina era davvero un paese di socialismo reale.

 

Ora che Russia e Cina sono paesi capitalisti dove operano moltissime imprese che fanno affari con moltissime imprese del mondo occidentale,

 

è davvero molto più difficile ricacciarle nell' angolo.

 

Abbiamo già visto che Biden ha dovuto mantenere atteggiamenti ostili contro la Cina, anche se sottolineando più i diritti umani che la competizione economica, ma l' ostilità alla Cina e alla Russia sono necessarie agli USA, anche se possono non bastare,

 

basta vedere come il vaccino russo si stia facendo apprezzare già da ora anche in Europa.

 

 


RispondiQuota
Condividi:

I commenti sono chiusi.