Notifiche
Cancella tutti

Berlusconi  

  RSS

mystes
Honorable Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 549
19 Novembre 2020 , 14:26 14:26  

Berlusconi non si smentisce. Berlusconi è il prototipo dei traditori e dei tornacontisti. Oggi è con Forza Italia e in presunta sintonia con la destra. Domani ha già cambiato idea ed è pronto ad allearsi con la sinistra e con quel poveretto di Conte. Non si smentisce mai, fa parte della sua natura.

Quando era primo ministro ha dato un calcio nel deretano al presidente Gheddadi (il quale, detto senza perifrasi, era sua amico personale) e col quale avrebbe potuto fare accordi vantaggiosi per l'economia italiana. In tal modo ha aperto la strada ai bombardamenti americani, ai vantaggi francesi (che non vedevano l'ora di mettercelo in quel posto per fotterci il petrolio libico) e alla inevitabile uccisione per mano americana e benedizione francese del colonnello Gheddafi.

Ecco, questo è Berlusconi, l'uomo più infido e più perfido che ha annoverato la politica italiana. Era riuscito a suonare il piffero di Salvini, finora, e la chitarrina della Meloni, ma quando ha visto che nè l'uno nè l'altra avevano chance di tornare al potere, ha pensato subito di fare quel che è suo costume fare, voltare loro le spalle e fare un fischio a Conte e al suo amico Renzi: per favore, amici miei, non c'è un posticino anche per me?... Io con Mediaset mi dimosterò amico!...


Quota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 11 anni fa
Post: 2229
19 Novembre 2020 , 18:24 18:24  

Vero. Ma sono legami ideologici dx o sx che sono 'superati' da obbedienze massoniche e da accordi di altissimo livello, ben oltre i parlamenti, oggi defunti quanto a luoghi apicali di scambio di idee. Zero su zero...e del resto basta vedere foffo o' diskjokey o la maestrina con le labbra pitte per capirlo. B. fa da sempre il suo gioco, a metà tra interessi di bottega Mediaset, suoi tornaconti personali legati alle indagini, ambizioni mai sopite ma oramai irrealizzabili ( vedi l'elezione del prossimo pres della rep ), orientamenti recepiti dal gran camerlengo di questa orrida e risibile repubblica dei mandolini ( non lo cito ma avete capito chi è questo figuro viscido ). Non è più primattore B. e punta a farsi controfigura decisiva: è attendibile come i chili di cerone sulla sua faccia.


RispondiQuota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 3289
19 Novembre 2020 , 19:02 19:02  

Berlusconi non fa più politica da anni, si interessa solo del lavoro di una vita, cioè delle sue aziende. FI è oggi più che mai il partito azienda, diretto da un uomo di 84 anni che non lascia eredi politici. Chi dei suoi vuole continuare a fare politica oggi sta già pensando di lasciare FI alla prima occasione. Se vota quello che decide il governo finisce la carriera politica facendo la ruota di scorta dei comunisti, non credo che accetterebbe, l'altra opzione è entrare nella maggioranza ufficialmente ma questo sarebbe un disastro sia per i 5S che per l'avvocaticchio che teme un rimpasto perché ci potrebbe essere un nuovo capo del governo. La mossa di cooptare FI come parte della maggioranza può diventare un boomerang, invece di destabilizzare il cdx destabilizzerà il governo.


RispondiQuota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 11 anni fa
Post: 2229
19 Novembre 2020 , 20:54 20:54  

Non sono troppo d'accordo. La politica la fa eccome, è al centro della sua stessa vita imprenditoriale, al centro dei suoi interessi aziendali che tutela al meglio appunto facendola: i suoi tiggì sono più politici che mai e i suoi assist valgono eccome. In questo modo sostiene ad esempio la vulgata sul covid notte e giorno, contando balle e mezze verità, suadendo e minacciando complottisti e altri dissidenti. Del resto era uno dei pochi che poteva alzare il telefono e chiamare direttamente capi di stato come Putin e altri: queste relazioni sono a vita. Ed è altrettanto chiaro che la fa 'covered', cioè coperto dai segreti di loggia, dirigendone una sua personale, tra l' altro ( ed in cui non mi stupirei se ci fossero tanti ex-comunisti…). Tieni conto che appena il Mattarella ha parlato di unità subito si è precipitato a dirsi disponibile. Sono uomini che agiscono in molteplici vesti, nessuna esclusa ed i cui potere è 'dark'. Non sarebbe tanto amico attraverso Letta del Vaticano: nota che mai gli scandali del Papa e confraternita sono decrittati e raccontati a dovere, mai, specie se si tratta di offuscare il prestigio di una delle colonne portanti della pseudo-normalità italiana. Dunque è potente, talmente potente che le sue televisioni non sono mai state scalfite da alcun conflitto di interessi. E non è fare 'politica' questo ?


RispondiQuota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 3289
19 Novembre 2020 , 21:34 21:34  

Beh no, questo è l'esempio lampante dell'intrallazzo del quale B. è sempre stato maestro da quando si è procurato i soldi per Milano 2 a quando ha ottenuto le frequenze per le sua reti televisive. Se lui facesse politica veramente il suo partito non sarebbe allo sbando come è ora con gente che ha la valigia pronta per cercare altri lidi politici. Lo sanno Renzi e Calenda che hanno fatto i due partitini con o scopo di raccogliere i resti di FI e di cercare di far risorgere la balena democristiana. Illusione, sarebbe come far risorgere i dinosauri. Ricordo che quando faceva politica sul serio il suo partito, PdL, è arrivato al 30 - 34% nelle elezioni. Ma erano altri tempi.

Aggiungo solo che secondo me, B. non sa neanche che cosa vuol dire massoneria. Lui è li, nella sua loggia, per fare conoscenze e ottenere favori, il resto non lo conosce e non gli interessa. È il classico atteggiamento nepotistico-mafioso fatto di 'conoscenze', raccomandazioni, faccendieri. Non che negli altri Paesi non ci siano, in Italia però sono sempre in primo piano e contano molto.


RispondiQuota
mystes
Honorable Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 549
20 Novembre 2020 , 13:52 13:52  

@pietrogeInfatti B non sa neanche dove sta di casa la massoneria sia quella sana che quella deviata, ma sa bene dove sta di casa l'onorata società


RispondiQuota
mystes
Honorable Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 549
21 Novembre 2020 , 13:30 13:30  

Ho letto tutti i commenti con i quali concordo e quando non concordo li capisco e li condivido, ma aggiungo una sola cosa: l'Italia che continua a parlare di Berlusconi non è un paese serio!...


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1195
22 Novembre 2020 , 0:12 0:12  
Postato da: @mystes

Ho letto tutti i commenti con i quali concordo e quando non concordo li capisco e li condivido, ma aggiungo una sola cosa: l'Italia che continua a parlare di Berlusconi non è un paese serio!...

Premesso che non sono qui di certo a difendere l'indifendibile e che ogni volta che ho aperto bocca mi sono trovato a calmare le veementi repliche tanto di quelli che hanno seguito (e seguono tutt'ora) B. perché gli devono molto (spesso tutto) quanto "gli altri", cioè quelli addestrati dallo stesso "mainstream"  (qualsiasi cagata sto ennesimo inglesismo vorrebbe dirci) a odiarlo, per i motivi più sbagliati.

B. è stato di certo un mediocre imprenditore che giocava (sporco) tra i tavoli del mercato nazionale come tanti (tipo i Benetton?) solo piccolo piccolo (rispetto ai "colleghi" internazionali) e con la mania delle minorenni (però almeno sessualmente mature - indubbiamente - perché in tanti preferiscono bambini e li ottengono). B. ci ha regalato Drive-In e credo che quello show ne incarni lo spirito caciarone, gradasso e grossolano, tette e culi compresi. Questo ha fatto la sua fortuna in un paese prevalentemente di bigotti. Adesso un pochino meno.

La sua passione per le minorenni però (dicevo ai critici di B.) non è mai stata sgradita alle signorine in questione o ai genitori (fino a prova contraria) dal momento che B. aveva l'abitudine a compensare tutti bene (MOLTO bene) non dimenticando mai nessuno. Insomma, se te ne esci da casa di B. con un braccialetto di brillanti da qualche milione tendi a difenderlo (e tua madre con te) perché non si sa mai che finisca la gallina dalle uova d'oro, o no? Non aveva il vizio del @GioCo ma le mani bucate (e la mania sessuale) di sicuro e sono davvero tanti quelli che gli devono la casa, il lavoro e spesso vere e proprie piccole fortune per questo. Faceva schifo? Si, ma in un paese di bigotti e falsi cristiani forse non è stato solo un male. Era un politico corrotto? Beh, in imprenditoria si dice "aveva fiuto per gli affari", per ciò è una questione di punti di vista. Era mafioso? Di sicuro i suoi amici, ma in Italia se conti qualcosa non puoi tenere fuori falla porta chi conta davvero. Martelli ci ha provato, ne avete più sentito parlare?

A dire il vero non può (e di certo non vuole) nemmeno la City o la borsa di NewYork, figuriamoci un quaquaraqua come B. che tra i tanti pregi di certo non aveva quello del coraggio o dello spirito di sacrificio. A lui piaceva la bella vita e di tutto il resto non gli è mai importato un fico secco.

Forse, e dico forse, non è parlarne la cosa peggiore, perché nel bene e nel male è stata una pagina di storia italica quella che ha scritto il cavaliere senza cavallo (ne onore). Non la peggiore. Ma non penso proprio che rappresenti ne l'Italia, ne gli Italiani. Rappresenta una specifica categoria sociale fatta di opportunismo mercantile che in ambienti Vip tende decisamente alla psicopatia, alla fragilità e alla dipendenza a volte da droghe a volte da menti grige ben più pericolose e nascoste. L'una non esclude l'altra. Quelle menti grige che se scontenti, possono scipparti tutti i canali tivvù e metterti al guinzaglio dei centri sociali, per il gusto di sputtanarti. Perché un Vip è meno di un cane, di lusso ma pur sempre un cane che se non scodinzola al padrone finisce al canile, bene che vada.

Chissà quando inizieremo a capire che una società di questo tipo non può strutturalmente offrire di meglio. Tolto un Andreotti, arriva B. poi un Tremonti, poi un Conte, quindi ... Draghi? Forse Belzebù in persona? Bah, comunque è il sistema che seleziona il peggio e a ogni cambio siamo sollevati di aver perso "il meno peggio", solo perché cambiando strada "abbiamo lasciato la vecchia per la nuova via" senza sapere dove ci porta la nuova, solo dove ci aveva portato la vecchia. Ieri B. oggi Conte ... in tanti ieri erano convinti che B. avrebbe portato una ventata di novità positiva e invece ci ha portato via l'innocenza degli anni '80, in tanti oggi sono convinti della buona fede di C. mentre ci sta portando via l'economia e la vita sociale a cui eravamo affezionati.

Eppure, se tanto mi da tanto e C. cade ... non arriva Biancaneve al suo posto ... o No?


oriundo2006 hanno apprezzato
RispondiQuota
Condividi:

Comments are closed.