Notifiche
Cancella tutti

Svezia, aggiornamento.

Pagina 1 / 2 Avanti

Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4637
Topic starter  

Leggevo sul CdC una discussione in cui qualcuno mette in guardia dal paragonare la situazione di coloro che scelgono di non vaccinarsi a quella degli ebrei perseguitati durante la dittatura tedesca.

Ho provato a cercare in quale parte del mondo potrebbero rifugiarsi i perseguitati, visto che questa volta tutto il mondo pare sotto dittatura sanitaria, ho trovato questo per la Svezia

31 luglio 2021 07:26

La Svezia senza maschere si avvicina a zero morti giornaliere di Covid mentre il capo epidemiologo mette in guardia contro le "conclusioni di vasta portata" sul ceppo Delta

Mentre il CDC esorta gli americani a mascherarsi contro la variante Delta, il capo epidemiologo svedese ha sostenuto che sono necessari più dati sull'infettività del ceppo. La sua nazione senza maschere è in bilico a zero morti Covid al giorno.

Anders Tegnell ha detto venerdì che c'era "molto che non sappiamo" su Delta e ha messo in guardia dal trarre "conclusioni di vasta portata" sul ceppo di coronavirus. Ha notato che la variante circolava in Svezia "da un po' di tempo" con scarso effetto, in particolare in ambienti ad alto rischio come le case di cura.

I suoi commenti sono stati fatti in risposta ai dati appena rilasciati dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC) che suggeriscono che il ceppo Delta è più trasmissibile e potrebbe potenzialmente causare malattie più gravi. Il New York Times e altri media hanno pubblicato articoli che riportavano che il CDC ora crede che la variante Delta sia contagiosa come la varicella, ma questo confronto non sembra impressionare Tegnell.

“È difficile dire quanto sia contagioso il Delta, [perché] quando si tratta di varicella, siamo stati in grado di seguire la malattia per diversi anni. L'infettività [di Delta] sembra essere molto irregolare: in alcuni casi, una persona infetta un centinaio di persone, quindi abbiamo altre occasioni in cui una persona infetta non infetta affatto nessuno", ha detto all'Aftonbladet svedese.

In osservazioni separate, ha sottolineato il fatto che un terzo dei comuni del paese ha riportato zero nuovi casi di Covid nell'ultima settimana. Allo stesso tempo, c'è stato un aumento dei casi tra i giovani a Stoccolma e in altre grandi città.

E mentre le autorità sanitarie statunitensi stanno facendo pressioni sugli americani nelle aree "ad alta trasmissione" per mascherarsi, la Svezia ha abbandonato l'ultima raccomandazione rimanente sulla maschera - relativa al trasporto pubblico - il 1 luglio. Mentre l'agenzia di sanità pubblica svedese ha sostenuto misure come il distanziamento sociale e il lavoro a distanza , non ha raccomandazioni per l'uso di rivestimenti per il viso negli spazi pubblici.

Vilipeso dai media per aver rifiutato di imporre rigidi blocchi, l'approccio meno draconiano della Svezia alla crisi sanitaria sembra dare i suoi frutti: la nazione scandinava ha registrato un totale di otto decessi legati al Covid finora questo mese, una media di 0,25 morti al giorno . Sebbene sia possibile che questo numero aumenti a causa dei ritardi nelle segnalazioni, i decessi sono indubbiamente diminuiti negli ultimi mesi. Il 4 giugno, la Svezia ha riportato 13 morti, più dell'intero mese di luglio.

Anche i ricoveri giornalieri si sono avvicinati allo zero a luglio: nella maggior parte dei giorni di questo mese, il paese ha registrato tra 0 e 2 casi di Covid che hanno richiesto cure ospedaliere. Allo stesso tempo, i casi giornalieri sono diminuiti drasticamente da aprile.

Nonostante i promettenti sviluppi, Tegnell ha messo in guardia dal mettersi troppo a proprio agio. Venerdì ha sottolineato che la Svezia è ancora in una pandemia e ha esortato i suoi connazionali, in particolare quelli di età più giovane, a vaccinarsi.

 

Da qui:


Quota
Pfefferminz
Estimable Member
Registrato: 6 mesi fa
Post: 246
 

I perseguitati potrebbero anche rifugiarsi in Florida.

Vita normale in Florida: "Nessuna traccia di restrizioni sulla corona"

La richiesta di certificati di vaccinazione ha persino costituito un reato


RispondiQuota
cedric
Noble Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 1358
 

Proprio come la Svezia anche la Florida ha deciso di dare una sfoltita ai propri indesiderabili (vecchi, poveri ed immigrati). Secondo molti politici locali,  in  florida ci sono troppi  latinos,  sudamericani e comunisti che potrebbero votare per i democratici e quindi, visto che parecchi degli indesiderati sono già alla fame e senza assistenza sanitaria,  magari schiattano prima dei ricchi bianchi repubblicani che resteranno i soli con diritto di voto.

Tutto sommato non è poi male che il loro diabolico piano (magari avranno visto Inferno con Tom Hanks) gli si ritorca contro: fortunatamente i virus non distinguono i ricchi dai poveri. Dalla stampa svizzera di oggi

 

 

RSA NEWS del 31 luglio 2021 11:05
I casi di coronavirus in Florida sono aumentati del 50% questa settimana, precisa venerdì il Dipartimento della salute statale, mostrando un'impennata sull’arco di sei settimane che l'ha vista responsabile di una ogni cinque nuove infezioni a livello nazionale, diventando l'epicentro dell'epidemia. La pubblicazione di queste informazioni è avvenuta poco dopo che il governatore Ron DeSantis ha vietato ai distretti scolastici di richiedere agli studenti di indossare maschere quando le lezioni riprenderanno il mese prossimo. Più di 110’000 nuovi casi di coronavirus sono stati segnalati in tutto lo Stato la scorsa settimana, rispetto ai 73’000 di quella precedente.

In florida ci sono il 20% dei contagi nazionali, niente male visto che la florida ha circa 22 milioni di abitanti, grossomodo il 6% degli USA. Contenti loro, contenti tutti, soprattutto gli europei che programmano di comperare casa in florida per la pensione, magari calano le quotazioni degli appartamenti di Miami per la mancanza di richiesta.


RispondiQuota
Holodoc
Estimable Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 119
 

Chissà chi saranno questi nuovi superspreader, e perché sono solo a Stoccolma... non è che sono tutti giovani punturinati?


RispondiQuota
MarioG
Famed Member
Registrato: 7 anni fa
Post: 3044
 

@cedric

Che miseria!

Lo sa che cos'è un "caso" per il giornalista-terrorista mainstream?

Dopo un anno e mezzo siamo ancora al terrorismo dei "casi"?

Ma bisogna essere proprio dei ciuchi!

 

Per quanto riguarda la "sfoltita" dei morti di fame, ha sbagliato indirizzo: deve recarsi a New York, dove il sindaco dà la mancia (100 dollari) purchè uno si vaccini. 

De Blasio batte De Santis 20 a 0.


Pfefferminz hanno apprezzato
RispondiQuota
Deheb
Estimable Member
Registrato: 9 anni fa
Post: 144
 

@cedric

Tieni presente che anche il Tennessee ha deciso di intraprendere lo stesso diabolico piano, lo stesso progetto di sfoltimento degli indesiderati, se guardi i numeri sono proprio uguali uguali uguali, come lo sono le dinamiche dei contagi e decessi.


RispondiQuota
Tashtego
Honorable Member
Registrato: 9 anni fa
Post: 640
 

@cedric è da un po' che noto i tuoi post. Sta cercando un posto nel gruppo GEDI?


RispondiQuota
cedric
Noble Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 1358
 
 
Postato da: @tashtego

@cedric è da un po' che noto i tuoi post. Sta cercando un posto nel gruppo GEDI?

 

Ohibò, sarò mica [IRONIA] attenzionato[\IRONIA]? Battute ironiche a parte, servono due parole sul gruppo GEDI dacchè  [IRONIA] un tale affronto meriterebbe un duello  con le antiche armi dell'ahn-woon e della  lirpa [\IRONIA]

 

 

a fine 2019 la Cir di Rodolfo De Benedetti (figlio di Carlo di De Benedetti  tessera xxx nr yyy) ha venduto alla famiglia Agnelli-Elkann, tramite la holding Exor i per 102,4 milioni di euro la quota di controllo di Gedi (il 43,78%) Attualmente  GEDI è editore di la Repubblica, La Stampa, Il Secolo XIX, 9 testate locali, il settimanale l'Espresso e altri periodici. Fanno parte del Gruppo anche 3 emittenti radiofoniche nazionali (Radio Deejay, Radio Capital, m2o). GEDI opera nel settore internet e raccoglie la pubblicità, tramite la concessionaria Manzoni, per i propri mezzi e per editori terzi. Presidente di GEDI è John Elkann e Amministratore delegato Maurizio Scanavino.

1) Carlo de Benedetti è colui che in una intervista  disse "xxx, fratello del mio amico yyy il generale, un giorno venne nei miei uffici dell’Olivetti per propormi l’iscrizione alla loggia Montecarlo, interna alla P2. Chiesi perché dovessi diventarne membro, lui mi rispose: Quando ci sarà entrato lo capirà”.  Quando il mese prossimo saranno pubblicati gli atti desecretati di P2 e Gladio vedremo se davvero ha rifiutato l'affiliazione

2) John Elkan è stato presente agli incontri del Bilderberg fin da quando ha ereditato la vecchia FIAT sabauda

Dubito fortemente che la società olandese di John Elkan (la Exor) che fruisce di un regime societario che in quanto al controllo azionario risale alla Compagnia Olandese delle Indie Orientali e che ha ereditato la vecchia linea editoriale di Carlo de Benedetti accetti anche solo una delle mie idee.

Purtropppo per te, questo forum è uno dei pochi  in cui si possano ancora trovare spunti di informazione davvero notevoli che accrescono le mie conoscenze. Pero' un luogo in cui si cercano rassicurazioni e conferme alle proprie idee è parecchio noioso e quindi non so fare a meno di esporre le mie prospettive anche se talvolta sono difformi dalla linea editoriale del forum (lo so che dire che un sito di informazione alternativa abbia una linea editoriale è un ossimoro, pazienza)

Per avere riconoscimenti e gratificazioni si va (in modo metaforico) al bar dello sport che supporta la propria squadra (fora i foresti), per accrescere conoscenze si discute con chi ha una prospettiva diversa. Si  impara molto di più dalla discussione  che  non dal consenso (sperando che qualche anziano del villaggio non confonda la discussione con la provocazione, capita.....) . Di certo in questi sei anni con 1323 post  io ho accresciuto molto le mie conoscenze.

Cordialità!


RispondiQuota
cedric
Noble Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 1358
 

@mariog @Deheb

l'aspetto interessante è che De Basio è un democratico mentre  tutti gli stati del sud degli USA  in cui è molto più alta l'incidenza dei contagiati sono repubblicani: Tennessee, Arkansas, Louisiana, Mississipi, Florida e South Carolina. Considerando le locali politiche di  discriminazione verso i neri, i  latinos e gli  ispanici e soprattutto le  nuove leggi che limitano l'accesso al voto [ironia]così i pezzenti la smettono di votare negri e femmine come presidente [\ironia] non è poi improbabile un piano, o se non proprio un piano almeno delle vie prioritarie, per dare una sfoltita agli indesiderabili.

Negli USA ci sono circa 350 milioni di persone, circa 35 milioni (uno su dieci)  si sono infettati  e fra questi ultimi circa 600.000 mila (poco meno di 2 su 100) ci hanno lasciato la pelle. Sarebbe interessante vedere quale sia la percentuale dei morti fra i bianchi da un lato e fra i neri ed i laninos dall'altro, il tutto diviso fra stati democratici e stati repubblicani.

Qualche giovane volenteroso potrebbe darsi da fare con una tesina da un quarto di credito.


RispondiQuota
Pfefferminz
Estimable Member
Registrato: 6 mesi fa
Post: 246
 

@cedric

"...e fra questi ultimi circa 600.000 mila (poco meno di 2 su 100) ci hanno lasciato la pelle."

Caro Cedric, vorrei soltanto insinuare un dubbio sul numero dei decessi Covid segnalandoti un video di Samuel Eckert, attivista antilockdown tedesco, che però ha alle spalle uno stuolo di specialisti di statistica che vogliono restare anonimi.

Samuel Eckert ha preso in considerazione i dati elaborati dallo Statistisches Bundesamt tedesco (Istituto di Statistica del Bund), disponibili a inizio luglio 2021 solo nella misura del 92%, riferiti alle cause di morte, quindi tante categorie con i relativi numeri. Con procedimenti statistici ha poi ottenuto i valori per il 100% dei dati (Hochrechnung/proiezione) per renderli confrontabili con quelli del 2019. Con un altro procedimento statistico ha calcolato quale sarebbe dovuta essere l'evoluzione dei dati del 2019 proiettati nel 2020. Ad esempio, se nel 2019 sono deceduti un numero tot per malattie cardiovascolari, quanti decessi ci si aspetta nel 2020 on la stessa causa? Il numero dei decessi Covid nel 2020 invece è conosciuto: 41.502.

La domanda che ci si pone è questa:  questi 41.502 decessi costituiscono una nuova categoria che si và ad aggiungere alle altre categorie conosciute?

Confrontando i dati delle proiezioni basate sui dati del 2019 (Samuel Eckert li chiama "equivalenti")  e i dati reali del 2020, ci si accorge che mancano all'appello  39.561 decessi. Nelle diverse categorie di "cause di morte" ci sono stati  39.561 decessi IN MENO di quelli che ci si sarebbe aspettato nel 2020 rispetto al 2019.

Questa cifra di 39.561 è pericolosamente vicina a quella dei decessi Covid di 41.502.

La spiegazione di Samuel Eckert è questa: c'è stato uno spostamento da quasi tutte le categorie di causa di morte verso una nuova categoria chiamata "decessi Covid". 

Sarebbe un po' come dire che il Covid non esiste e che tutti i decessi Covid  o quasi sono avvenuti per altre cause. 

Chi ha dimestichezza con la statistica può ovviamente controllare i calcoli di Samuel Eckert, essendo tutti i dati grezzi disponibili sul suo sito.

 


RispondiQuota
Deheb
Estimable Member
Registrato: 9 anni fa
Post: 144
 

@cedric

come hai detto, il virus non discrimina tra democratici e repubblicani (per quello che può significare....)

Qua puoi vedere l'etnia dei decessi Covid in USA (White, Black, Hispanic, Asian)

 

Questo un pò più generico ma molto "etnico" e ufficiale:

 

L'unico stato federale fuori media è Washington DC....

Ho vinto quacchecossa?? Magari un quarto di cent.


RispondiQuota
emilyever
Trusted Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 90
 

@pfefferminz

A conferma di quello che scrivi sui dati, il prof Raoult nel suo video settimanale ieri è andato giù durissimo affermando che i dati sono truccati, sono  passati  e organizzati dalle case farmaceutiche, che nei paesi occidentali c'è una profonda corruzione e commistione fra politici e big pharma, e sarebbe l'ora che gli scienziati tornassero in laboratorio a studiare e sequenziare i virus, che i medici curassero stando vicini ai malati, e i politici discutessero innanzi tutto, anche in vista delle elezioni presidenziali di questi profondi conflitti di interesse. Interessante era stata anche la notazione, fatta in un altro video, che basta, nei paesi occidentali, confrontare i dati del livello di corruzione con quelli della mortalità per covid, e si vedrà che coincidono. A partire dal 13' del video in francese si parla di dati e corruzione.


Pfefferminz hanno apprezzato
RispondiQuota
cedric
Noble Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 1358
 

@Deheb

grazie per i link, era giusto quello che cercavo, soprattutto quello del KFF con dati recentissimi.
Domani mi diverto ad calcolare le percentuali dei morti in funzione delle percentuali (!) delle etnie e a metterle su una mappa.

ps. direi che una birra te la sei guadagnata....


RispondiQuota
cedric
Noble Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 1358
 

@pfefferminz

andro' a vedere  i dati grezzi, della germania.

Nel frattempo dai dati ISTAT italiani pare che ci siano almeno 100.000 morti in piu' rispetto alla media negli utimei 20 anni (circa 600.000 all'anno)  e almeno 70.000 nati in meno sempre rispetto alla stessa media. Magari è una fluttuazione statistica come quella del 2017 quando ci furono 50.000 morti in piu' rispetto alla media, quasi tutti vecchi morti di influenza stagionale ( se ne  parlo' anche qui su CdC)

Una conseguenza secondaria delle morti in eccesso e dei minori nati è  forte calo della popolazione residente (parzialmente compensato dal minor numero di emigrati , di solito intorno ai 250.000 annui, quasi tutti laureati o professionalizzati)

Anche qui da noi pian piano se ne stanno andando gli improduttivi (vecchi, malaticci, bimbi piccoli che non fanno lavorare le mamme, ecc) e magari qualcuno gli sta dando una mano cogliendo la ghiotta occasione contingente....

Qualcuno ha già letto l'annuncio ufficiale degli olandesi (con villa a Torino) di Stellantis, nome nuovo ma sempre FIATTAIOLI restano,  circa la necessità di cambiare lo status quo degli (infingardi) lavoratori italici abbassandone le retribuzioni per ammortizzare(!) i costi della riconversione verso le auto elettriche?

 

 


RispondiQuota
Pfefferminz
Estimable Member
Registrato: 6 mesi fa
Post: 246
 

@cedric

Riferisco un punto sul quale Samuel Eckert, che ha analizzato i decessi Covid di diversi Paesi europei, Italia compresa, ha insistito:

Quando si confrontano i decessi avvenuti in anni diversi, non si devono considerare i numeri assoluti, così come li troviamo nelle statistiche ufficiali, ma occorre considerare le fasce di età. Se ho capito bene, i numeri delle diverse fasce di età devono essere  elaborati per stabilire la percentuale di decessi dovuti a morte naturale a causa dell'età. Non so come si facciano questi calcoli, ma se non se ne tiene conto, si arriverà a conclusioni differenti. 

Ad esempio, se la fascia di età da 90 a 100 anni  comprende molti individui, è ovvio che con il passar del tempo ci saranno più decessi, perché a un certo punto la vita finisce. Quindi una popolazione composta da molti anziani avrà un tasso di mortalità naturalmente  più alto rispetto ad una popolazione giovane.

È in seguito a questo modo di valutazione dei dati che il gruppo di Samuel Eckert ha stabilito che ad esempio in Germania nel 2020 la mortalità è stata al di sotto della media, rispetto agli anni precedenti. 

Qui di seguito i video di Samuel Eckert sulle statistiche per Italia e Germania per il 2020 (è disponibile il PDF con tutti dati utilizzati), eventualmente anche la versione in inglese:

 

Questo post è stato modificato 2 mesi fa da Pfefferminz

RispondiQuota
Pagina 1 / 2 Avanti
Condividi:

I commenti sono chiusi.