Notifiche
Cancella tutti

Perché stiamo vaccinando i bambini?


Pegaso
Eminent Member
Registrato: 14 anni fa
Post: 48
Topic starter  

Quella che segue è la traduzione parziale dell'articolo:

Why are we vaccinating children against COVID-19?

pubblicato sul 'Journal fo Toxicology Reports', Volume 8, 2021, Pagine 1665-1684, e disponibile integralmente dal 14 settembre 2021 al collegamento:

https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S221475002100161X

 

Sintesi

"This article examines issues related to COVID-19 inoculations for children. The bulk of the official COVID-19-attributed deaths per capita occur in the elderly with high comorbidities, and the COVID-19 attributed deaths per capita are negligible in children. The bulk of the normalized post-inoculation deaths also occur in the elderly with high comorbidities, while the normalized post-inoculation deaths are small, but not negligible, in children.
Clinical trials for these inoculations were very short-term (a few months), had samples not representative of the total population, and for adolescents/children, had poor predictive power because of their small size. Further, the clinical trials did not address changes in biomarkers that could serve as early warning indicators of elevated predisposition to serious diseases. Most importantly, the clinical trials did not address long-term effects that, if serious, would be borne by children/adolescents for potentially decades.
A novel best-case scenario cost-benefit analysis showed very conservatively that there are five times the number of deaths attributable to each inoculation vs those attributable to COVID-19 in the most vulnerable 65+ demographic. The risk of death from COVID-19 decreases drastically as age decreases, and the longer-term effects of the inoculations on lower age groups will increase their risk-benefit ratio, perhaps substantially."

Ovvero: "Questo articolo esamina i problemi relativi alle vaccinazioni COVID-19 per i bambini. La maggior parte dei decessi pro-capite ufficialmente attribuiti a COVID-19 si verificano negli anziani con comorbidità elevate mentre i decessi pro capite nei bambini attribuiti al COVID-19 sono trascurabili. Anche la maggior parte dei decessi normalizzati post-inoculazione si verifica negli anziani con elevate comorbilità, mentre i decessi post-inoculazione normalizzati nei bambini sono scarsi ma non trascurabili.
Gli studi clinici per queste inoculazioni sono stati a brevissimo termine (alcuni mesi), con campioni non rappresentativi del popolazione totale, ed avevano scarso potere predittivo per gli adolescenti/bambini a causa della loro piccola massa. Inoltre gli studi clinici non hanno affrontato i cambiamenti nei biomarcatori che potrebbero servire come indicatori di preallarme di una loro elevata predisposizione a malattie gravi. Ancora più importante, gli studi clinici non hanno affrontato gli effetti a lungo termine che, se gravi, sarebbero a carico di bambini/adolescenti potenzialmente per decenni.
Lo scenario migliore di una nuova analisi costi-benefici ha mostrato in modo molto prudente che ci sono cinque volte il numero di decessi attribuibili a ciascuna vaccinazione rispetto a quelli attribuibili a COVID-19 nella demografia degli ultra 65enni più vulnerabili. Il rischio di morte per COVID-19 diminuisce drasticamente con il diminuire dell'età e gli effetti a lungo termine delle vaccinazioni sui gruppi di età inferiore aumenterà il loro rapporto rischio-beneficio, forse in modo sostanziale."

Dopo una trattazione dettagliata, seguono le:

Conclusioni generali

"The people with myriad comorbidities in the age range where most deaths with COVID-19 occurred were in very poor health. Their deaths did not seem to increase all-cause mortality as shown in several studies.
If they hadn’t died with COVID-19, they probably would have died from the flu or many of the other comorbidities they had. We can’t say for sure that many/most died from COVID-19 because of: 1) how the PCR tests were manipulated to give copious false positives and 2) how deaths were arbitrarily attributed to COVID-19 in the presence of myriad comorbidities."

ovvero: "Le persone con una miriade di comorbidità nella fascia di età in cui si sono verificati la maggior parte dei decessi con COVID-19 erano in condizioni di salute molto precarie. La loro morte non sembra aumentare la mortalità per tutte le cause così come mostrato in diversi studi.
Se non fossero morti con COVID-19, probabilmente sarebbero morti per l'influenza o molte delle altre comorbidità che avevano. Non possiamo affermare con certezza che molti/la maggior parte siano morti di COVID-19 a motivo del fatto di: 1) come i test PCR sono stati manipolati per fornire numerosi falsi positivi, e 2) come le morti sono state attribuite a COVID-19 in presenza di una miriade comorbidità.

"The graphs presented in this paper indicate that the frail injection recipients receive minimal benefit from the inoculation. Their basic problem is a dysfunctional immune system, resulting in part or in whole from a lifetime of toxic exposures and toxic behaviors. They are susceptible to either the wild virus triggering the dysfunctional immune system into over-reacting or under-reacting, leading to poor outcomes or the injection doing the same."

ovvero: "I grafici presentati in questo documento indicano come i fragili destinatari dell'iniezione (del siero genico, ndt) ricevano un beneficio minimo dall'inoculazione. Il loro problema basilare è un sistema immunitario disfunzionale, che risulta in parte o per intero da una vita di esposizioni tossiche e comportamenti tossici. Che sia per l'incontro col virus selvaggio (circolante, ndt) o per la iniezione (del siero, ndt), costoro sono suscettibili ad una reazione eccessiva o insufficiente da parte del loro sistema immunitario disfunzionale, che conduce comunque a risultati scadenti."

"This can be illustrated by the following analogy. A person stands in a bare metal enclosure. What happens when the person lights a match and drops it on the floor depends on what is on the floor. If the floor remains bare metal, the match burns for a few seconds until extinguished. If there is a sheet of paper on thefloor under the match, the match and the paper will burn for a short time until both are extinguished. If, however, the floor is covered with ammonium nitrate and similar combustible/explosive materials, a major explosion will result! For COVID-19, the wild virus is the match. The combustible materials are the toxic expo-sures and toxic behaviors. If there are no biomarker ‘footprints’ from toxic exposures and toxic behaviors, nothing happens. If there are sig-nificant biomarker ‘footprints’ from toxic exposures and toxic behaviors, bad outcomes result.This can be illustrated by the following analogy. A person stands in a bare metal enclosure. What happens when the person lights a match and drops it on the floor depends on what is on the floor. If the floor remains bare metal, the match burns for a few seconds until extinguished. If there is a sheet of paper on the floor under the match, the match and the paper will burn for a short time until both are extinguished. If, however, the floor is covered with ammonium nitrate and similar combustible/explosive materials, a major explosion will result! For COVID-19, the wild virus is the match. The combustible materials are the toxic exposures and toxic behaviors. If there are no biomarker ‘footprints’ from toxic exposures and toxic behaviors, nothing happens. If there are sig-nificant biomarker ‘footprints’ from toxic exposures and toxic behaviors, bad outcomes result."

ovvero: "Ciò può essere illustrato dalla seguente analogia. Poniamo una persona in una cassa in metallo. Quello che accade quando la persona accende un fiammifero e lo lascia cadere sul pavimento dipende da cosa c'è sul pavimento. Se il pavimento rimane metallo nudo, il fiammifero brucia per pochi secondi fino a quando non si spegne. Se c'è un foglio di carta sul pavimento sotto il fiammifero, il fiammifero e la carta bruceranno per un breve periodo finché entrambi non si saranno spenti. Se, tuttavia, il il pavimento è ricoperto di nitrato di ammonio e simili combustibili/materiali esplosivi, ne risulterà una grande esplosione! Per il COVID-19, il virus selvaggio rappresenta il fiammifero. I materiali combustibili sono le esposizioni tossiche ed i comportamenti tossici. Se non ci sono biomarcatori 'improntati' da esposizioni tossiche e comportamenti tossici, non succede nulla. Se ci sono biomarcatori 'improntati' significativamente da esposizioni tossiche e comportamenti tossici, si ottengono pessimi risultati.

"Adequate safety testing of the COVID-19 inoculations would have provided a distribution of the outcomes to be expected from ‘lighting the match’. Since adequate testing was not performed, we have no idea how many combustible materials are on the floor, and what the expected outcomes will be from ‘lighting the match’. "

Ovvero: "Adeguati test di sicurezza delle vaccinazioni COVID-19 avrebbero fornito una distribuzione dei risultati attendibili dalla 'accensione del fiammifero'. Poiché non sono stati eseguiti test adeguati, non abbiamo idea di quanti materiali combustibili siano sul pavimento e cosa ci si possa aspettare dalla 'accensione del fiammifero'."

"The injection goes two steps further than the wild virus because 1) it contains the instructions for making the spike protein, which several experiments are showing can cause vascular and other forms of damage, and 2) it bypasses many front-line defenses of the innate immune system to enter the bloodstream directly in part. Unlike the virus example, the injection ensures there will always be some combustible materials on the floor, even if there are no other toxic exposures or behaviors. In other words, the spike protein and the surrounding LNP are toxins with the potential to cause myriad short-, mid-, and long-term adverse health effects even in the absence of other contributing factors! Where and when these effects occur will depend on the biodistribution of the injected material. Pfizer’s own biodistribution studies have shown the injected material can be found in myriad critical organs throughout the body, leading to the possibility of multi-organ failure. And these studies were from a single injection. Multiple injections and booster shots may have cumulative effects on organ distributions of inoculant!"

Ovvero: "L'iniezione va due passi oltre il virus selvaggio perché 1) contiene le istruzioni per preparare la proteina spike, che molti esperimenti mostrano essere la causa di danni vascolari e di altro tipo, e 2) aggira molte difese della prima linea del sistema immunitario innato entrando, almeno in parte, direttamente nel flusso sanguigno. A differenza del caso del virus, il l'iniezione assicura che ci saranno sempre dei materiali combustibili sul pavimento, anche se non ci sono altre esposizioni o comportamenti tossici. In altro parole, la proteina spike e il LNP circostante sono tossine con il potenziale di causare una miriade di effetti avversi sulla salute a breve, medio e lungo termine anche in assenza di altri fattori causali! Dove e quando questi effetti si verificheranno dipenderà dalla biodistribuzione del materiale iniettato. Gli studi sulla biodistribuzione di Pfizer hanno dimostrato che materiale iniettato può essere trovato in una miriade di organi critici in tutto il corpo, portando alla possibilità di insufficienza multiorgano. E questi studi consideravano da una singola iniezione. Iniezioni multiple ed i richiami possono avere effetti cumulativi sulla distribuzione del siero negli organi!"

"The COVID-19 reported deaths are people who died with COVID-19, not necessarily from COVID-19. Likewise, the VAERS deaths are people who have died following inoculation, not necessarily from inoculation.
As stated before, CDC showed that 94 % of the reported deaths had multiple comorbidities, thereby reducing the CDC’s numbers attributed strictly to COVID-19 to about 35,000 for all age groups. Given the number of high false positives from the high amplification cycle PCR tests, and the willingness of healthcare professionals to attribute death to COVID-19 in the absence of tests or sometimes even with negative PCR tests, this 35,000 number is probably highly inflated as well.
On the latter issue, both Virginia Stoner [85] and Jessica Rose [86] have shown independently that the deaths following inoculation are not coincidental and are strongly related to inoculation through strong clustering around the time of injection. Our independent analyses of the VAERS database reported in Appendix 1 confirmed these clustering findings."

Ovvero: "I decessi segnalati per COVID-19 sono persone che sono morte con COVID-19, non necessariamente da COVID-19. Allo stesso modo, le morti VAERS (il sistema di segnalazione degli eventi avversi da vaccino degli Usa, ndt) sono persone che sono morte dopo l'inoculazione, non necessariamente per l'inoculazione.
Come affermato in precedenza, il CDC ha mostrato che il 94% dei decessi segnalati aveva comorbidità multiple, riducendo così i numeri attribuiti dal CDC rigorosamente al COVID-19 a circa 35.000 per tutte le fasce d'età. Dato l'alto numero di falsi positivi dovuto agli elevati cicli di amplificazione del test PCR (la reazione a catena della polimerase, ndt) e la 'propensione'degli operatori sanitari ad attribuire il decesso al COVID-19 pure in assenza di test o talvolta anche con test PCR negativo, questo numero di 35.000 è probabilmente anche molto gonfiato.
Su quest'ultimo numero, sia Virginia Stoner [85] che Jessica Rose [86] hanno dimostrato indipendentemente che i decessi successivi all'inoculazione sono non casuali e sono fortemente legati all'inoculazione attraverso un marcato raggruppamento attorno al momento dell'iniezione. Le nostre analisi indipendenti del database VAERS riportato nell'Appendice 1 hanno confermato questi risultanza di raggruppamenti."

"Additionally, VAERS historically has under-reported adverse events by about two orders-of-magnitude, so COVID-19 inoculation deaths in the short-term could be in the hundreds of thousands for the USA for the period mid-December 2020 to the end of May 2021, potentially swamping the real COVID-19 deaths. Finally, the VAERS deaths reported so far are for the very short term. We have no idea what the death numbers will be in the intermediate and long-term; the clinical trials did not test for those."

Ovvero: "Inoltre, gli eventi avversi del VAERS sono storicamente sottostimati di circa due ordini di grandezza, quindi il numero di morti per inoculazione anti COVID-19 nel breve termine potrebbe essere nelle centinaia di migliaia per gli USA per il periodo da metà dicembre 2020 a fine maggio 2021, sommergendo potenzialmente le vere morti da COVID-19. Infine, i decessi VAERS riportati finora sono per il brevissimo termine. Non abbiamo idea di quali saranno i numeri per i morti a medio ed a lungo termine; gli studi clinici non hanno fatto prove per quelli."

"The clinical trials used a non-representative younger and healthier sample to get EUA for the injection. Following EUA, the mass inoculations were administered to the very sick (and first responders) initially, and many died quite rapidly. However, because the elderly who died following COVID-19 inoculation were very frail with multiple comorbidities, their deaths could easily be attributed to causes other than the injection (as should have been the case for COVID-19 deaths as well).
Now the objective is the inoculation of the total USA population. Since many of these potential serious adverse effects have built-in lag times of at least six months or more, we won’t know what they are until most of the population has been inoculated, and corrective action may be too late."

Ovvero: "Gli studi clinici hanno utilizzato un campione non rappresentativo, più giovane e più sano, per ottenere la EUA (autorizzazione per l'uso in emergenza, ndt) per l'iniezione. A seguito dell'EUA, le inoculazioni di massa sono state inizialmente somministrate agli ammalati gravi (ed agli operatori di primo soccorso) e molti di essi sono morti abbastanza rapidamente. Tuttavia, poiché gli anziani che sono morto dopo l'inoculazione anti COVID-19 erano molto fragile con più comorbidità, la loro morte potrebbe facilmente essere stata attribuita a cause altre rispetto all'iniezione (come avrebbe dovuto essere altrettanto il caso per i decessi per COVID-19).
Ora l'obiettivo è l'inoculazione totale della popolazione degli USA. Poiché molti di questi potenziali effetti avversi gravi hanno un ritardo incorporato di almeno sei mesi o più di tempo, non sapremo quali essi saranno fino a quando la maggior parte della popolazione non sarà stata stata inoculata e potrebbe essere troppo tardi per un'azione correttiva."

 

 

... sarà tardi per un'azione correttiva!


Quota
Etichette discussione
Condividi:

I commenti sono chiusi.