Notifiche
Cancella tutti

MADURO CONVERSA CON UN CAVALLO


mystes
Honorable Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 678
Topic starter  

Ecco Maduro in cima a una collina conversando con un cavallo:

D'altra parte gli è rimasto come intercolutore solo un cavallo perchè il popolo venezuelano è affamato e al popolo non può rivolgersi  perchè corre il rischio di essere linciato.


Citazione
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2532
 

Il tragico sarebbe se il cavallo rispondesse...!

Maduro e' un dittatore ? E quale uomo politico oggi non lo e', manipolando l' opinione pubblica a suo piacimento ? Direi che gli esempi luminosi sono quelli dello pseudo/occidente, che si incensa quale scopritore di diritti che, in realta', e' il primo a negare o a corrompere. Maduro e' la reazione terzomondista a questo potere: e' il sottoprodotto di una reazione a questo sistema, reazione che non trova niente di meglio che seguirlo nella sua deriva ridicola. In altri termini: e' il figlio 'degenere' del 'cortile di casa' USA. Gli altri, quelli 'obbedienti', non e' che facciano poi molto meglio. Semplicemente, cedono il potere di comando ad altri, i soliti noti, per averne in cambio la delega ad approfittarne a man bassa: ovvero ad esser risparmiati dal carcere o dal fucile.


RispondiCitazione
mystes
Honorable Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 678
Topic starter  

@oriundo2006  Il tragico sarebbe se il cavallo rispondesse...! (???)


RispondiCitazione
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2532
 

Ovviamente era una battuta...significherebbe che Maduro e' diventato un suo pari, regredendo assai !

Comunque Maduro o altri, di dx come di sx, sono solo l'effetto dello strapotere nel continente latino-americano degli USA attraverso le logge massoniche. Opporsi significa andare dritti dritti verso il populismo in tutte le salse, specie degradate o come adesso in chiave falsamente tecnocratica, in realta' iperelitaria militarista o pseudopopulista, come oggi in Brasile con Bolsonaro ( ma so che non sei d' accordo ... ).

E' un dilemma simile a quello che abbiamo qui in Italia, e la risposta che vi e' stata e' solo apparentemente divergente, dato che i 'populisti si sono alleati agli 'elitari' solo per condividerne il bottino 'europeista' per tener in piedi il proprio bacino elettorale ( aziende del nord, ampie mafie locali, burocrazia romana ecc. ) in quanto sottoposti al ricatto della gogna mediatica o di quella giustizialista.

Insomma, tener il piede in due scarpe oggi non e' piu' possibile: o di qui o di la', sapendo bene cosa ti attende se scegli di stare dalla parte 'sbagliata'. L' unica risposta sarebbe un moderato tecnicismo pro-nazione ma si diluirebbe subito nell' impossibilita' di gratificare le masse insieme agli appetiti assai voraci delle elites globaliste, tenutarie dei media, infami e mendaci quant'altri mai. In definitiva sono queste elites che spingono, dato il loro potere immenso, verso le dittature vere o mascherate o teatrali tipo l' Argentina: il 'popolo' le subisce e basta, racimolandone le briciole derivanti dall'esproprio delle ricchezze nazionali spacciate come rimedio ai mali del Paese.

Maduro si e' opposto come prima Chavez o Lula, 'flirtando' col potere massonico prima di esser da questi esautorato. Non dimentichiamo che in America Latina il vero potere e' delle Logge ed e' totalitario e non mi stupirei affatto, anzi, se queste correnti di sx in Sud America si appoggino a correnti di logge differenti tipo quelle esemplificate da Magalli. Ma ad esempio, non e' che in Peru' le cose vadano meglio, o in Bolivia. Semplicemente il contrasto sociale e' appianato mediaticamente o attraverso i 'doni' del FMI o attraverso le fucilate dei militari.

L' imperativo categorico politico di oggi e' 'normalizzare' la situazione ad ogni costo per pervenire ad un governo globale. Bolsonaro come altri, per il fatto stesso di partecipare a consessi tipo il G20, ne e' complice, 'obtorto collo' ma non troppo: Maduro ed altri le vittime, spesso assai consenzienti attraverso Panama Papers ed altro ( fondi negli USA o altrove ). Se domani Maduro cambiasse casacca sarebbe immediatamente incensato dalla propaganda mediatica...non pensi ? E gli attacchi a Bolsonaro finirebbero se consentisse alle multinazionali quel diritto di totale saccheggio delle risorse amazzoniche oggi da riservarsi in via prioritaria alle proprie aziende nazionali...oppure se applicasse le regole assurde vigenti in Italia sul Covid.

Insomma la regola ovunque e' sorvegliare, punire o...elevare allo statuto simildivino di grandi statisti figure politicamente assai discutibili se non completamente teleguidate.


RispondiCitazione
Condividi:

I commenti sono chiusi.