Notifiche
Cancella tutti

La Baviera inaugura l'apartheid vaccinale


Simsim
Trusted Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 89
Topic starter  
  •  

29-4-2021

Twice-vaccinated persons exempt from quarantine requirement in Bavaria

From now on, persons who have already received both doses of the corona vaccine are exempt from the quarantine requirement when entering Bavaria. Accordingly, the exemption applies specifically to persons who do not show any symptoms and have been vaccinated for at least 15 days with the second dose of a vaccine approved in the EU. For this purpose, vaccinated persons must have proof of vaccination (yellow vaccination passport or confirmation from a doctor or vaccination centre) in German, English or French. However, the exemption from the quarantine requirement does not apply to vaccinated persons entering from areas of variant of concern. Furthermore, the already existing regulations on the requirements to register, test and provide proof upon entry continue to apply.

 

I vaccinati con doppia dose esenti dall'obbligo della quarantena in Baviera

Da oggi, le persone che hanno già ricevuto la doppia dose di vaccino sono esenti dall'obbligo della quarantena all'ingresso in Baviera. Di conseguenza, l'esenzione riguarda specificamente le persone che non mostrano alcun sintomo e che sono state vaccinate da almeno 15 giorni con uno dei vaccini approvati dalla UE. Per ottenere ciò, i vaccinati devono avere una prova del vaccino in tedesco, inglese o francese (passaporto vaccinale giallo o conferma da un dottore del centro di vaccinazione). In ogni caso, l'esenzione non riguarda persone provenienti da aree affette da varianti. Inoltre, la vigente regolamentazione dell'obbligo di registrazione, di test e di presentazione di prova continua ad essere valida.

 

Sono completamente andati fuori di testa. Perché in pratica è un esenzione per la sola Francia (oltre che per i tedeschi e chi vive in Germania) o per chi può presentare un pass in inglese, che esclude l'area di pertinenza delle varianti ( il che confessa che il vaccino fallisce probabilmente contro le varianti) ed in più  confessa ancor di più che il vaccinato è facilmente portatore del virus. In ultimo, comunque devi passare attraverso la burocrazia della registrazione sul sito, al termine della quale in base ai requisiti, e magari comunque all'accettare di sottoporsi ad un tampone, puoi risparmiarti i primi 5 giorni di quarantena.

La Merkel prometteva vantaggi per i vaccinati, ed eccone un primo, psicopatico esempio.

 

Questa discussione è stata modificata 6 giorni fa da Simsim

Quota
Pfefferminz
Active Member
Registrato: 1 mese fa
Post: 8
 

"Vogliono abituarci all'irrazionalità" (Fulvio Grimaldi). Nel caso specifico vogliono far passare il messaggio che è lo Stato che concede o sottrae a suo piacimento i diritti umani. Bisogna fare molta attenzione e mettere bene in chiaro che i diritti fondamentali sono inalienabili. L'uomo nasce libero, ancora prima che esista uno Stato. Con le vaccinazioni elargiscono ora dei "privilegi" che altro non sono che i diritti che prima avevano  illegalmente sottratto. E la gente ci casca, anche quella molto colta, anzi forse più loro di quelli poco acculturati. Esulta, perché ora, dopo la vaccinazione, può viaggiare. Si potrebbe chiedere: "Per quanto tempo ancora?" 


RispondiQuota
Simsim
Trusted Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 89
Topic starter  

Allora Pfefferminz, intanto c'è un problema: la gente ragiona così perché è da un anno in prigione, nella paura, ha bisogno di una via d'uscita, che però non c'è all'interno dell'attuale gioco e con l'attuale classe dirigente. Non li giustifico naturalmente, perché in tanti non ragionano così, ma cerco di descrivere la logica.

 

Riguardo la razionalità e l'irrazionalità, dobbiamo dirci innanzitutto che sono due concetti completamente relativi. Diventa un problema quando si parla di vita, di morte e di salute, perché quelli invece sono tre concetti assolutamente ancorati al reale, sui quali non c'è una scala di valore. O stai bene o non stai bene, o sei vivo o sei morto. Acceso, spento. Quindi sei razionale o irrazionale rispetto a quelli, e oltre quelli non c'è nulla in termini gerarchici.

Noi siamo stati allenati ad una certa irrazionalità negli ultimi 40 anni. Perché ci è stato fatto passare per normale che dovessimo perseguire l'obiettivo dell'integrazione europea costi quel che costi. Quell'obiettivo ad oggi ha fatto male a tutti: ha fatto male all'Italia, che è progressivamente finita nel baratro in cui è, ha fatto male persino alla Germania, il cui livello di capacità lavorative nel suo popolo è decisamente limitato sotto tanti aspetti. Se la Germania entrasse in una crisi seria, si avviterebbe su se stessa in un decimo del tempo dell'Italia, che in quanto a resilienza (oggi una parolaccia, ma nel suo senso più puro non lo sarebbe) non ha nulla da invidiare a nessuno al mondo.

 

Per tornare all'oggi, il problema vero è che stanno toccando la salute, la vita e la morte di tutti, che come abbiamo detto hanno una razionalità non negoziabile. Ma loro ci stanno applicando una razionalità parallela, fatta di potere, denaro, controllo e trasformazione sociale. Le scelte fatte sembrano irrazionali perché...beh perché la salute la vita e la morte non hanno una razionalità negoziabile. Non funziona una razionalità diversa in quel contesto. Ma la razionalità che stanno applicando, se riferita ai loro piani, è terrificantemente certosina.

 

Certo, senza dei media completamente asserviti, non durerebbe. Non durerebbe senza tante cose che sono state messe in campo in parallelo, perché di fronte alla razionalità della vita e della morte, tutto passerebbe in secondo piano. Stanno mentendo al mondo e stanno facendo mentire chi è sotto di loro, regalando interessi di bottega ai quadri intermedi per portarseli dietro, fino ad ora dove regalano diritti che erano già nostri a chi si vaccinerà, come anche tu hai detto del resto.

 

Proveranno fino in fondo a non obbligarti direttamente ma a portarti ad una scelta personale per sfinimento. Qualcosa li sta frenando ancora su questo, perché avanzano un centimetro alla volta, ed è sempre un avanzamento più retorico che sostanziale. Lo sfinimento però c'è tutto, ai limiti della provocazione, come se volessero che la gente andasse su tutte le furie ad un certo punto per giustificare magari un ordine marziale e dei tso.

Non so come si resti coi piedi a terra in tutto questo. O meglio, lo so, un punto fisso c'è. La salute, la vite, la morte, e quella razionalità che non è negoziabile. Quanto più lontani sono da quella, tanto più sbagliate saranno le nuove scelte che faranno.


RispondiQuota
Simsim
Trusted Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 89
Topic starter  

@Pfefferminz

Vedo che sei da poco sul forum. Qui avevo lasciato una parziale argomentazione allargata sul concetto di razionalitá di cui parlavamo a commento di uno degli articoli. Non so se non avevi risposte da dare o se hai perso la risposta, ma ora che ti ho menzionato direttamente, se l´hai persa, puoi recuperare il commento. Bis gleich 🙂 


RispondiQuota
DjTarty
New Member
Registrato: 3 giorni fa
Post: 1
 

In realtà, secondo il mio modesto parere, il testo dice tra le righe che "l'obbligo è sospeso" a meno di provenienza da zone affette da "varianti". Che cosa diavolo significa? Le varianti (e poi quali? Che li riconosce scusate? Esiste un bollettino giornaliero delle varianti e della loro diffisione geografica? Chi lo valida questo bollettino? Ogni nazione ha il suo? O ne esiste uno comune?) sono ovunque. Tutte sono ovunque.

Questa "roba" è solo spazzatura che serve a illudere i poveri dementi che leggono che non hanno più restrizioni (a pura discrezione di chi gliele può rimettere in qualsiasi momento.. Eh sa.. le varianti.. cosa ci vuole fare..) e pensano.. "come ho fatto bene ad andare a fare il vaccino all'iuniversità bovina.." 

Eh già.. fatto proprio bene..

Questo post è stato modificato 1 giorno fa da DjTarty

RispondiQuota
Simsim
Trusted Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 89
Topic starter  

@djtarty Certo che é cosí, non cambierá nulla per praticamente nessuno. Di fatto decidono loro a tavolino (come sempre e come in ogni stato del resto) quali sono le zone pericolose. L´ho visto accadere a piú riprese, l´Italia é passata da paese a rischio a paese non a rischio, e poi piano piano hanno cominciato a differenziare tra regioni, finché non sono diventate tutte di nuovo a rischio durante la cosiddetta seconda ondata. Io non torno in Italia dall´estate scorsa per queste ragioni, e sto aspettando l´ultimo momento anche quest´estate per capire se riusciró a fare ferie senza la doppia quarantena.

Nel frattempo il destino mi ha dato una mano. Sono in home office da Novembre ormai, e da un paio di settimane sono ufficialmente slegato da una postazione fissa. Per cui l´idea é che quest´estate torneró giú, e prolungheró la permanenza a volontá in base a come vanno le cose. Perché l´aria tedesca puzza di marcio, ma quella bavarese puzza di SS.

Questo post è stato modificato 1 giorno fa 2 tempo da Simsim

RispondiQuota
Pfefferminz
Active Member
Registrato: 1 mese fa
Post: 8
 

@simsim

"Wir gehen alle davon aus, dass im naechsten Jahr Impfstoffe zugelassen werden. Wir wissen nicht genau, wie sie wirken, wie gut sie wirken, was die bewirken, aber ich bin sehr optimistisch, dass es Impfstoffe gibt."

Tratto dal nuovo libro del prof. Bhakdi, nel capitolo pubblicato su Rubikon, dal titolo" Impfrausch".

Bhakdi aggiunge: "Da hat er mit allem Recht gehabt."

("Contiamo che l'anno prossimo verranno autorizzati dei vaccini. Non sappiamo di preciso come agiscono, non conosciamo il loro grado di efficacia, che effetti avranno, ma sono ottimista che ci saranno i vaccini." Bhakdi aggiunge: "Ha ragione in tutti i punti")

Riprendo questo brano da un mio precedente commento, perché la frase citata del prof. Wieler esemplifica egregiamente cosa significhi "abituare" i cittadini "all'irrazionalità". La frase è priva di senso, ovvero, fa passare il messaggio che l'autorità da cui dipende la salute di ognuno, mette a disposizione un "qualcosa di indefinito" che però verrà sicuramente etichettato come "vaccino". Ti dicono in faccia la verità, senza batter ciglio, perché il cittadino medio teledipendente non riesce neanche lontanamente ad immaginarsi che chi lo governa possa essere malvagio. Per i tedeschi poi in modo particolare, perché per loro lo Stato è "Vater Staat" e il padre non farebbe mai del male ai figli. Anni fa lessi una frase in un commento qui su ComeDonChisciotte che da allora mi è rimasta impressa nella mente: "... stanno distruggendo la logica.". Ebbene, se nei decenni scorsi hanno seminato via via dosi omeopatiche di distruzione della logica, ora è tempo di raccolta. È in questo ambito che vedo l'irrazionalità dilagante, quello della comunicazione e del bispensiero orwelliano che festeggia il suo trionfo, mentre mi riesce difficile associare la dicotomia dei termini alle categorie concettuali che hai introdotto. 

 

Questo post è stato modificato 1 giorno fa 2 tempo da Pfefferminz

RispondiQuota
Condividi:

I commenti sono chiusi.