Notifiche
Cancella tutti

Alluvione in Germania. La Merkel era stata avvisata giorni prima?

Pagina 3 / 3 Precedente

Pfefferminz
Estimable Member
Registrato: 4 mesi fa
Post: 169
Topic starter  

@emilyever

La domanda per il complottista dovrebbe essere un'altra. Nella zona si sono verificate alluvioni anche nei secoli passati, l'ultima nel 1910, anche se non catastrofica come quella attuale, un'altra nel 1352. Quello che sorprende è che la popolazione non è stata allertata, che gli aiuti ufficiali sono arrivati in ritardo e che i volontari sono stati ostacolati. Questi sono fatti.

La domanda del complottista allora è:

Perché la popolazione non è stata avvisata? L'autorità competente ha ora fatto sapere di avere diramato 130 (o 150) segnalazioni. I giornalisti hanno richiesto le prove, ma non c'è finora nessuna risposta.

Perché molti degli aiuti ufficiali arrivati sul posto non hanno ricevuto l'autorizzazione ad intervenire e hanno dovuto tornare indietro? L'avvocatessa Viviane Fischer, che è stata lunedì sul posto, ha testimoniato che mentre lei andava nella zona alluvionata, file di automezzi di pompieri e protezione civile viaggiavano in direzione opposta alla sua, allontanandosi dalla zona colpita.

In questo momento è in onda una sessione speciale del Corona-Ausschuss.

Sono emersi altri quesiti:

Perché si è vietato agli abitanti del luogo di utilizzare dei droni per rendersi conto  dei danni causati dall'alluvione nelle zone non direttamente accessibili?

Perché nei giorni scorsi c'era un via vai interminabile di elicotteri che sorvolavano la zona?

Perché oggi, 22 luglio, un grande Airbus sorvola la zona a bassa quota, spaventando gli abitanti?

Perché mandano nella zona alluvionata poliziotti berlinesi, gli stessi che vigilavano le manifestazioni Querdenken di Berlino? A loro favore bisogna aggiungere che stanno lavorando alacremente a spalare fango. 

Un giornalista che si trova sul posto ha riferito che in quelle zone bazzicano i servizi segreti e che ci sarebbero dei bunker giganteschi. Penso però che nessuno del luogo li abbia visti. 

 

 

 


Hospiton hanno apprezzato
RispondiQuota
rocks
Eminent Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 32
 

@emilyever

Non credo. 


RispondiQuota
Hospiton
Trusted Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 55
 

@emilyever

Se pensiamo ad installazioni come HAARP (quella in Alaska è nota, ma non credo sia l'unica), bè qualche dubbio è legittimo

L'impianto%20HAARP%20%C3%A8%20in,solare%2C%20ma%20notevolmente%20pi%C3%B9%20deboli.

Ovviamente l'ineffabile Wikipedia la butta sul complottismo (in generale trovo la versione italiana maggiormente "ammaestrata" dell'inglese, siamo più realisti del re), non capiscono come questa smania di smontare sistematicamente ogni teoria scomoda alla lunga ottenga l'effetto contrario.


RispondiQuota
rocks
Eminent Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 32
 
Postato da: @pfefferminz

@emilyever

La domanda per il complottista dovrebbe essere un'altra. Nella zona si sono verificate alluvioni anche nei secoli passati, l'ultima nel 1910, anche se non catastrofica come quella attuale, un'altra nel 1352. Quello che sorprende è che la popolazione non è stata allertata, che gli aiuti ufficiali sono arrivati in ritardo e che i volontari sono stati ostacolati. Questi sono fatti.

La domanda del complottista allora è:

Perché la popolazione non è stata avvisata? L'autorità competente ha ora fatto sapere di avere diramato 130 (o 150) segnalazioni. I giornalisti hanno richiesto le prove, ma non c'è finora nessuna risposta.

Perché molti degli aiuti ufficiali arrivati sul posto non hanno ricevuto l'autorizzazione ad intervenire e hanno dovuto tornare indietro? L'avvocatessa Viviane Fischer, che è stata lunedì sul posto, ha testimoniato che mentre lei andava nella zona alluvionata, file di automezzi di pompieri e protezione civile viaggiavano in direzione opposta alla sua, allontanandosi dalla zona colpita.

Perché se vai a vedere allerte simili saranno state diramate quando poi non è successo nulla e non so se è una questione di autorità o di usanza, molto spesso le allerte meteo vengono ignorate in quanto c'è il pericolo di procurato allarme e devi fermare la vita delle persone per un tot di giorni. Di solito secondo me si fa una macabra scommessa che anche stavolta ci andrà bene (fra 4 anni sarà il turno di un altro politico...)

 

In questo momento è in onda una sessione speciale del Corona-Ausschuss.

Sono emersi altri quesiti:

Perché si è vietato agli abitanti del luogo di utilizzare dei droni per rendersi conto  dei danni causati dall'alluvione nelle zone non direttamente accessibili?

Per non intralciare o creare pericolo per i mezzi di emergenza immagino.

Perché nei giorni scorsi c'era un via vai interminabile di elicotteri che sorvolavano la zona?

Saranno state le TV e i mezzi di ricognizione per censire l'entità del danno.

 

Perché oggi, 22 luglio, un grande Airbus sorvola la zona a bassa quota, spaventando gli abitanti?

Questo non lo so, magari ha paracadutato roba?

Perché mandano nella zona alluvionata poliziotti berlinesi, gli stessi che vigilavano le manifestazioni Querdenken di Berlino? A loro favore bisogna aggiungere che stanno lavorando alacremente a spalare fango. 

Per spalare servono molte braccia ed in genere arrivano da dove ce n'è di più (Berlino) per non lasciare sguarnite altre città, magari poi usano corpi speciali che non sono utilizzati nelle normali attività, ma nella gestione di eventi grossi come le manifestazioni.

 

Un giornalista che si trova sul posto ha riferito che in quelle zone bazzicano i servizi segreti e che ci sarebbero dei bunker giganteschi. Penso però che nessuno del luogo li abbia visti. 

 

 

 

È possibile che ci siano installazioni sensibili, certo che proprio metterle lì...


RispondiQuota
Pfefferminz
Estimable Member
Registrato: 4 mesi fa
Post: 169
Topic starter  

@rocks

Grazie, rocks, hai risposto con una buona dose di buon senso a  tutte le domande. Resta il fatto che la popolazione afferma di non essere stata allertata e che l'autorità competente, l'istituto per la protezione dalle catastrofi, finora non ha risposto ai giornalisti.

Pare che le masse di acqua siano arrivate ad una velocità tale che molti, ad esempio disabili, non hanno avuto il tempo di spostarsi al piano superiore dell'abitazione. Una persona ha raccontato che quella sera stava per uscire, per andare all'osteria del paese, ma uscendo ha visto un rigagnolo d'acqua. È tornato in casa dalla moglie per dirglielo e quando è uscito di nuovo, l'acqua era già alta 50 centimetri. Da quel momento, nel giro di venti secondi, l'acqua sarebbe salita all'improvviso fino a 1 metro e 80 centimetri.

In Germania ci sono sirene dappertutto. Sembra che non abbiano funzionato.

Mi auguro che nei prossimi giorni molte cose ancora incomprensibili possano venire chiarite. 


RispondiQuota
rocks
Eminent Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 32
 

@pfefferminz

Sicuramente ci saranno indagini e qualcuno verrà accusato. È già successo anche in Italia (a Parma di recente), ma poi in genere nessuno viene condannato...


RispondiQuota
cedric
Noble Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 1326
 

Iniziamo dall'alluvione in germania, solo sessanta anni dopo le precedente

 

 

Fra il 16 febbraio ed il 17 febbraio 1962, si verificò sulle coste della Germania una gravissima inondazione conosciuta come “l’inondazione del Mare del Nord del 1962”. Il disastro colpì tutta la costa tedesca ma in particolar modo la città di Amburgo. Sessantamile case vennero distrutte e ci furono 315 vittime ad Amburgo. A causare il disastro fu un sistema di bassa pressione, denominato Vincinette, che si avvicinò alla Germania con provenienza dal Polo Nord. Si produsse una tempesta di vento eccezionale, con venti che toccarono i 200 km/h e che causarono onde altissime nella German Bight, causando rotture negli argini posti lungo la costa e l’esondazione dei fiumi Elba e Weser. gg

Sessanta anni sono un niente per l'ambiente, è esattamente come se fosse successo il mese scorso. Purtroppo, o per fortuna,  la gente dimentica in fretta gli eventi catastrofici e tutto continua come prima. Comprese le case nelle golene e sotto le dighe.

Cosa dovrebbero fare Angelona e compagni, dire a tutte le centinaia di migliaia di persone che vivono nelle golene di sloggiare  ogni volta che piove un pò di più e magari di andarsene per sempre? Ma siamo pazzi, a settembre ci sono le elezioni!

 

Passiamo ai terremoti in Sardegna, terra senza terremoti nella cultura televisiva.

 

 

Negli ultimi decenni non sono stati pochi i terremoti di energia non esattamente trascurabile localizzati in Sardegna oppure in mare, a poche decine di chilometri dalle sue coste. Il 18 giugno 1970  un terremoto di magnitudo Mw 4.8 (secondo il nuovo Catalogo Parametrico dei Terremoti Italiani CPTI15) localizzato nel Mare di Sardegna, alcune decine di chilometri a nord-ovest di Porto Torres, viene avvertito distintamente anche lungo le coste liguri e in Costa Azzurra. Sette anni più tardi, il 28 agosto 1977, è la volta di un terremoto di magnitudo Mw 5.4 localizzato in mare, un centinaio di km a sud-ovest di Carloforte. Anche se la distanza è considerevole, la scossa viene avvertita in modo molto sensibile in tutta la Sardegna meridionale e provoca panico a Cagliari. Più di recente, il 26 aprile 2000, due forti scosse (la maggiore di magnitudo Mw 4.8) localizzate nel Tirreno centrale, poche decine di km a est di Olbia sono avvertite in gran parte dell’isola suscitando spavento lungo la costa nord orientale, in particolare a Olbia e Posada.

Il fatto che gli epicentri siano in mare significa poco perchè le ondate di tsunami possono arrivare anche parecchio all'interno ed anche senza tsunami lo scuotimento puo' fare danni enormi. Inoltre da quelle parti c'è il grande vulcano attivo sottomarino  Marsili. Quando si darà da fare sul serio (e non se, ma quando) la sardegna passerà brutti momenti.

Non c'e' assolutamente nessuna speranza e soprattutto non c'è alcun rimedio o qualche sistema di alert precoce. Semplicemente non c'è e si continuerà a morire annegati nel fango e sotterrati vivi nelle case crollate.

L'unica speranza è che accada dopo le elezioni.....

 


RispondiQuota
Pfefferminz
Estimable Member
Registrato: 4 mesi fa
Post: 169
Topic starter  

Mentre i soccorritori lavorano senza sosta, gli abitanti del luogo fanno la fila per vaccinarsi contro il Covid. 


RispondiQuota
Pfefferminz
Estimable Member
Registrato: 4 mesi fa
Post: 169
Topic starter  

Aggiornamento

I soccorritori di Querdenken hanno dovuto lasciare Ahrweiler dopo pochi giorni e altri volontari hanno ricevuto una diffida che intimava loro  di lasciare la scuola adibita a deposito e ambulatorio medico entro 24 ore. L'aiuto dei volontari, i primi ad arrivare sul posto dopo il disastro, non era gradito.

Ora è successo un fatto inspiegabile: il dott. Bodo Schiffmann aveva raccolto dai suoi simpatizzanti un importo di 700.000 € da devolvere a chi era stato colpito dall'alluvione. Alcuni sindaci della zona colpita hanno rifiutato l'importo. Il dott. Bodo Schiffmann aveva deciso di offrire i 700.000 € a tre famiglie con bambini e anziani disabili che hanno perso tutto, ma Paypal ha bloccato l'importo per 180 giorni senza spiegare il motivo e ha avviato la chiusura del conto. Ora il dott. Bodo Schiffmann è costretto a ricorrere alle vie legali. 

La domanda che sorge da questa triste vicenda è: come può permettersi un privato di bloccare un conto corrente senza indicare i motivi?  La chiusura del conto ha a che vedere con le opinioni del dott. Schiffmann? 

 

 


RispondiQuota
Pfefferminz
Estimable Member
Registrato: 4 mesi fa
Post: 169
Topic starter  

Avevo accennato al fatto che correva voce che nella zona in cui i soccorritori di Querdenken operavano ci fosse un tunnel.

Ebbene sì, il tunnel esiste e risale alla prima guerra mondiale. Negli anni Sessanta/inizio Settanta vi fu costruito in massima segretezza un bunker antiatomico per 3.000 esponenti della classe dirigente tedesca. In anni più recenti, una parte del tunnel è stata adibita a museo. Il seguente video è stato prodotto a suo tempo per la televisione pubblica. È interessante vedere come avessero pensato ad ogni minimo particolare, anche a diversi pezzi di ricambio per i macchinari. La costruzione del bunker era segreta, ma alla sera gli operai andavano a bere una birra in paese e, in stato di ebbrezza, raccontavano tutto... 

Questo post è stato modificato 2 ore fa da Pfefferminz

RispondiQuota
Pfefferminz
Estimable Member
Registrato: 4 mesi fa
Post: 169
Topic starter  

EURO DI RICOMPENSA ️

Un gruppo di avvocati offre una ricompensa di 10.000 € a chi è in grado di comunicare nome e cognome del responsabile della chiusura del conto PayPal del dott. Bodo Schiffmann. 

4 agosto 2021

Cari lettori, 

noi creatori di coraggio sosteniamo la verità e la sincerità!

Siamo rimasti inorriditi nell'apprendere ieri che PayPal ha congelato il conto PayPal di Bodo Schiffmann senza motivo .

Il grande scandalo : riguarda anche il pool di denaro che Bodo Schiffmann ha istituito per le vittime dell'alluvione, poiché questo è collegato al conto PayPal. Una delle conseguenze è che il denaro urgentemente necessario non può essere versato a  tre famiglie. Uno schiaffo in faccia a queste persone che hanno perso tutto!

Maggiori dettagli possono essere trovati in questo video di Bodo:

 

Il video originale è disponibile qui su Telegram sul canale “Alles Ausser Mainstream”.

Come quasi sempre in questi e simili casi, il responsabile di questa decisione si nasconde dietro la facciata dell'azienda. Non vogliamo più accettarlo! Questo gioco a nascondino deve finire!

Con la presente offriamo 10.000 EUR per la prima persona che ci fornisce il nome del responsabile - all'interno o all'esterno di PayPal - e che fornisce anche prove affidabili per questo! *

Allo stesso tempo, ovviamente, anche gli avvocati di Bodo Schiffmann sono impegnati a indagare su possibili comportamenti illegali di PayPal. Oltre a ricevere i 10.000 euro, un informatore può anche aiutare a chiarire un atto illegale.

Per favore condividi questo appello ovunque e invialo a tutti i contatti che hai direttamente su PayPal! Ciò aumenta le possibilità di trovare l'informatore!

Per la verità!

Ecco le condizioni esatte per ricevere i 10.000 EUR:

Una persona deve essere nominata in modo tale (es. nome, cognome, azienda di appartenenza, lavoro) che sia inequivocabilmente chiaro chi sia.

La persona nominata deve essere la persona causalmente responsabile. Se, ad esempio, c'è stato un ordine che è stato poi trasmesso all'impiegato responsabile su più livelli, si tratta della persona all'inizio della catena degli ordini. Tuttavia, possiamo pagare importi inferiori per referenze a persone coinvolte nella catena di comando.

Prova che la persona nominata era causalmente responsabile del blocco del Dr. Bodo Schiffmann è, deve essere resiliente e legalmente sicuro .

Noi, Mutigmacher eV, dobbiamo conoscere l'identità dell'informatore; possiamo garantire l' anonimato per il pubblico .

Se tutte le condizioni sono soddisfatte, i 10.000 euro verranno pagati sotto forma di regalo come ringraziamento per il coraggio.

Se più persone forniscono contemporaneamente un'informazione corrispondente, l'importo verrà diviso proporzionalmente.

Eventuali ambiguità in merito a queste condizioni possono essere chiarite in anticipo in qualsiasi momento. Le opzioni di contatto possono essere trovate qui .La tua squadra di Mutigmacher eV

Questo post è stato modificato 1 ora fa da Pfefferminz

RispondiQuota
emilyever
Trusted Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 85
 

vediamo se giustificheranno un giorno la chiusura dei conti correnti dei non vaccinati: risarcimento per le varianti procurate?


RispondiQuota
Pagina 3 / 3 Precedente
Condividi:

I commenti sono chiusi.