Notifiche
Cancella tutti

Afghanistan, menzogne, ipocrisie e ..stranezze.

Pagina 1 / 2 Avanti

PietroGE
Famed Member
Registrato: 7 anni fa
Post: 3640
Topic starter  

1) La gente, tranne coloro che hanno aiutato le forze di occupazione, non scappa per i Talebani, l'esodo dall'Afghanistan c'è da quasi 20 anni. Una buona parte dei migranti che approdano in Grecia dalla Turchia  o quelli che scelgono da più di 7 anni la rotta balcanica sono afgani. La ragione è una combinazione tra esplosione demografica e economia inesistente. Kabul aveva 500 000 abitanti 20 anni fa ora ne ha 5 milioni. Oltre all'agricoltura e al commercio di oppio e eroina non c'è niente, e questo la gente lo sa. La gente pronta a partire viene stimata in un milione, forse più. I media mentono dipingendo un clima di terrore che , tranne le inevitabili vendette, non c'è.

2)I talebani hanno ragione quando fanno notare che il loro regime è lo stesso dell'Arabia Saudita, alleata dell'occidente (e di Israele) e apostrofata come nuovo rinascimento da un ex primo ministro italiano. L'ipocrisia dei media è di tacere la parola che non può essere pronunciata : islam. I talebani infatti non hanno inventato niente : la sharia è prescritta dal Corano (dettato da Dio stesso secondo i musulmani), non esiste nell'islam una separazione tra stato e religione e pratiche medioevali come la schiavitù o le donne come bottino di guerra sono prescritte dalla religione anche se non sono accettate in molti Paesi islamici. Criticare l'islam? Guai! Si incorre nel reato di islamophobia. E poi sarei curioso vedere i risultati di un sondaggio su quanti dei 'nuovi italiani' o ('nuovi europei') islamici sono favorevoli alla sharia.

3) Alcune cose non quadrano nella vicenda della fuga degli americani. I negoziati con i talebani sono sempre stati portati avanti a Doha sin dai tempi di Trump. Il 13 Luglio un cablogramma dei diplomatici americani sul posto avvertiva le autorità americane che i talebani potevano scatenare una offensiva che li avrebbe portati a Kabul in poco tempo. E io dovrei credere che non hanno avuto neanche il tempo di portare via le armi dalle basi affinché non cadessero nelle mani del nemico? E poi quale nemico? Gente con i sandali ai piedi un fucile della WWII e un lanciarazzi che non si sa se funzionava o no, a bordo di pick-up truck che erano un bersaglio facilissimo per i droni americani? No queste cose non sono credibili. Gli americani sul posto sapevano benissimo che l'esercito afgano era uno scherzo, che avrebbe sparato qualche colpo in aria e poi si sarebbe arreso. Scommetto che le perdite da entrambe le parti sono state 'minime'. Gli americano hanno consegnato il Paese ai talebani per di più rifornendoli di armi moderne. In cambio di cosa? Partecipazione allo sfruttamento delle miniere di metalli preziosi e Terre Rare? Assicurazioni che il Paese sarebbe rimasto sotto il loro controllo e non sarebbe divenuto un'altra Libia?
Come dice l'articolo qui sotto tratto dal blog di Blondet il Pentagono aveva fatto da anni prospezioni geologiche sul sottosuolo afgano e stimato le riserve minerarie. SOno stati fregati dai talebani che ora si rivolgono alla Cina? Vedremo.

https://www.maurizioblondet.it/gordon-duff-contro-i-talebani-terrorismo-mediatico-ecco-perche/


silvano e Hospiton hanno apprezzato
Quota
uparishutrachoal
Estimable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 115
 

C'è forse il tentativo di continuare la guerra con altri mezzi, e visto che i talebani sono invincibili militarmente se continuano ad essere foraggiati anche indirettamente con l'economia di occupazione, si cerca di dissestare l'Afghanistan chiudendolo a catenaccio e aspettare l'implosione finale.

Ciò può realizzarsi se Cina e Russia vengono estromesse dalla ricostruzione e può avvenire se i talebani aiutano le forze islamiche che lottano in quei paesi.

Visto che i futuri governanti talebani non mi sembrano cime in strategia politica e sono vincolate da leggi antiche e tribali pashtun che implicano valori contrari all'interesse puro e semplice..è facile che non  riescano ad accordarsi con Cina e Russia finendo in un tritacarne sociale che li vedrebbe capitolare a furor di popolo.

Come poi Usa Cina e Russia si possono accordare è un altro discorso, ma che l'abbandono dell'Afghanistan sia una polpetta avvelenata mi sembra lampante a causa degli enormi interessi minerari dell'area.

Se i talebani falliscono nel gestire la situazione verrebbero delegittimati e non sarebbero più un ostacolo ai futuri interventi "umanitari" in un popolo senza più punti di riferimento.

 

Questo post è stato modificato 2 mesi fa da uparishutrachoal

danone hanno apprezzato
RispondiQuota
cedric
Noble Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 1376
 

una volta si diceva cherchez la famme, poi  segui il danaro , adesso è la volta di segui i tubi del gas!

quindi la risposta è  TAPI (Turkmenistan,Afghanistan,Pakistan,India) e visto che a  presidiare i pozzi c'è la flotta russa del Caspio con le navi lanciamissili a medio raggio (quelle che hanno colpito in Siria con meno di 5 metri di errore) ci sarà da divertirsi parecchio.

Considerando  che il confine iraniano è a due passi dal gasdotto è ovvio che si accorderanno per  pomparci del loro  superando gli embarghi. Per ultimo il Pakistan confina con la Cina e fra Afghanistan e Cina c'è solo il piccolo Tajikistan che, guarda caso, fa parte dello SCO  (Cina, Russia, Kazakistan, Kirghizistan, Tagikistan e Uzbekistan).

Un trappolone perfetto: all'occidente europeo un paio di milioni di profughi da sfamare a vita, all'oriente  il gas del Turkmenistan  e le risorse minerarie e di terre rare dell'Afghanistan per i chip delle nostre auto elettriche.

E' brutale dirlo ma avevano visto lungo Dick Cheney (quello della Hallyburton) e  Donald Rumsfeld  (quello della General Instruments) a voler restare nell'Afghanistan per sempre, in fondo a loro bastava che qualche milione di afghani (che sono circa 33 milioni con il  60% minore di 25 anni) si ammazzassero fra loro mettendo contro le tre etnie principali (pashtun, tagiki ed hazara), ma poi Bush non è stato rieletto e Trump pensava solo ai propri quattrini.

Se Biden viene giubilato (ed è parecchio probabile) dopo le recenti scempiaggini comunicative, è possibile che ariciccino i mujiaidin (che sono cosa del tutto diversa dai taliban, almeno per chi se ne ricorda). Per ultimo Russia, Cina, Pakistan, India e Stati Uniti hanno la bomba atomica, e come ciliegina finale  India e Pakistan non aderiscono al TNP, quindi possono cedere tecnologie ed armamenti nucleari a chi vogliono, giusto per dissuadere eventuali disturbatori. Sarà un fine anno interessante (e parecchio sanguinolento...)


RispondiQuota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 7 anni fa
Post: 3640
Topic starter  

Degna di nota è la notizia che ha catapultato Bin Laden nell'Olimpo dei profeti. Cito dal sito di Dagospia :

“Biden è totalmente impreparato per diventare presidente, porterà gli Stati Uniti in una crisi”. Questa “profezia” risale al 2010 e a pronunciarla è stato Osama Bin Laden. Il leader di Al Qaeda stava mettendo a punto un piano per assassinare l’allora presidente Usa Barack Obama e l'ex direttore della CIA Petraeus, e in una lettera ai suoi fedelissimi vietava esplicitamente di uccidere Biden, qualora il progetto fosse stato portato a termine.

La lettera è stata ritrovata insieme ad altri documenti nel complesso di Abbottabbad, in Pakistan, dove il terrorista fu ucciso, nel 2011. Il documento è stato reso pubblico per la prima volta nel 2012, ma è stato riportato alla luce (e ha un nuovo significato) dopo il caotico ritiro degli Stati Uniti dall'Afghanistan, che ha restituito il paese in mano ai talebani.

 


RispondiQuota
cedric
Noble Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 1376
 

Il vero problema di Biden non sono gli afghani massacrati per vendetta (capita in tutte le guerre civili, è successo anche  in italia) o i taliban che prendono possesso delle risorse minerarie paese.

L'incubo  di Biden sono i 5.000/10.000 civili americani sparsi per l'Afghanistan che nessuno sa dove si trovino (parole di Biden in persona) e che nessuno sa come riportare a casa, vivi o morti.

Si ripropone ingigantita la situazione dell'ambasciata di Teheran nel 1980 con i 53 ostaggi liberati solo per intercessione degli algerini(!). Pero'stavolta  si tratta di evacuare parecchie migliaia di civili americani e non qualche decina. In piu' tutto quello che parte ed arriva via aria da Kabul ed altri aereoparti è sotto il tiro dei lanciarazzi dei taliban. Basta premere il grilletto per abbattere un aereo al decollo pieno di kerosene e  fare mille morti arrosto in un colpo solo. Americani e talebani devono assolutamente fare un accordo che consenta il recupero, magari ricorrendo agli algerini come 40 anni fa.

Nel frattempo si comincerà a paragonare Biden a Carter e sarà la fine per i democratici alle prossime elezioni di medio termine. Certo che vedere colonne di camion scortati dai taliban mentre portano in salvo i civili americani ammucchiati come animali farà la gioia dei report di guerra e degli esperti di comunicazione di massa, al passo Kyber ed al ponte sull'Amu Darya stanno già vendendo i biglietti per godersi lo spettacolo del passaggio, manco fosse la targa Florio.

Tanto per cambiare è imminente una nuova guerra di riscatto morale e militare americano e i governanti europei che lo sanno bene stanno già preparando le carte per la requisizione di alloggi privati che dovranno ospitare qualche milione di profughi disperati ed affamati, visto che il sultano di Costantinopoli ha già triplicato il prezzo di vitto ed alloggio per i profughi siriani ospitati in Turchia. Pare che abbia già detto ad Angela che il suo albergo è pieno e che lei ne cerchi un'altro per i nuovi ospiti.


RispondiQuota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 7 anni fa
Post: 3640
Topic starter  

@cedric

Sai qual'è il vero problema dei democratici, dei repubblicani e dei tutti gli americani? Se anche Biden dovesse dimettersi e essere esautorato con l'impeachment chi gli succederà sarà la Kamala Harris, una che di politica o di amministrazione non ne capisce un emerito piffero. Lei è stata messa in quel posto per il colore della pelle e basta, cioè come 'quota' razziale. È il dramma di tutta la società americana che sta pagando un prezzo altissimo alla multiculturalità. Questo il risultato nelle scuole :

https://www.nytimes.com/2009/10/30/education/30educ.html

Un nuovo studio federale mostra che quasi un terzo degli stati ha abbassato i propri standard di competenza accademica negli ultimi anni, un passo che aiuta le scuole a stare al passo con le sanzioni previste dalla legge No Child Left Behind . Ma abbassare gli standard confonde anche i genitori su come i risultati dei bambini si confrontano con quelli di altri stati e paesi....Ha scoperto che 15 stati hanno abbassato i loro standard di competenza in lettura o matematica di quarta o ottava elementare dal 2005 al 2007. Tre stati, Maine, Oklahoma e Wyoming, hanno abbassato gli standard in entrambe le materie ad entrambi i livelli, secondo lo studio.....

Un processo che viene giustamente appellato come Dumbing Down of America. 


RispondiQuota
cedric
Noble Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 1376
 

Certo, è interessante disquisire sul basso livello degli studenti americani.

Peccato che noi siamo sul continente europeo e che dovremo, con le buone  o con le cattive, ospitare oltre dieci milioni di profughi fornendo loro vitto ed alloggio gratuito per tutta la durata della loro vita.

Facciamo due conti, in turchia ci sono 4 milioni di profughi (siriani, pakistani, afghani, ecc) per i quali paghiamo già vitto ed alloggio a vita. In Iran ci sono 3 milioni di profughi afgani ai quali il governo iraniano paga vitto ed alloggio a vita (in realtà li paga l'europa tramite xyz) e siamo a 7 milioni. Mettiamoci adesso altri 3-4 milioni di afghani che cercheranno di andarsene, siamo già a oltre 10 milioni di disperati pronti a tutto per sopravvivere. Se Turchia ed Iran decidono di sfrattarli tutti, dove credete che andranno? Che si fa, li prendiamo a cannonate coi i chiodi o li arrostiamo con i lanciafiamme? O li lasciamo morire di fame e di sete come fecero i romani ad Alesia?

Pero' resta una domanda, ma che ci facevano 10.000 civili americani in giro per l'afghanistan? Pare che non avessero compiti nè militari, nè amministrativi o governativi ma solo commerciali....

Tornando all'interessante tema accademico dell'istruzione,  perchè non si prova a far fare 733 diviso 47 a dieci italiani (magari del nord) che passano per strada? Ovviamente senza la calcolatrice o lo smartphone ma usando solo carta e penna. Sarebbe davvero divertente.

 


RispondiQuota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 7 anni fa
Post: 3640
Topic starter  

Sui medi nostrani non sanno più quello che dicono e anche a destra si sono rincoglioniti. Vogliono prendere solo donne e bambini, idiozia folle. Basta che qualcuno faccia un ricorso dal giudice e quello imporrà il ricongiungimento familiare così il milione di donne e bambini diventeranno i dieci milioni di profughi. La storia dell'asilo per profughi di guerra va rivista. Cosa succederebbe se scoppiasse una guerra tra Cina e India, 3 miliardi di persone avrebbero diritti all'asilo in Italia e in Europa. Follia pura! L'asilo va rivisto e io lo dico ormai da anni. Si deve ritornare a quello che era in origine cioè un diritto di asilo per i perseguitati POLITICI, non per gli altri. I politicanti nostrani ormai in preda al buonismo becero e suicida credono che l'Italia sia un Paese grande come la Russia e ricco come la Svizzera. Nessuno fa notare che riusciamo solo con i debiti a garantire un minimo di welfare per la nostra gente e vogliamo importare milioni da aggiungere all'esercito degli assistiti. Mentre sulle prime pagine dei giornali i politici facevano a gara a chi voleva più migranti, un trafiletto sull'ultima pagina  annunciava che il debito pubblico a Giugno ha raggiunto il nuovo record di 2.696,2 miliardi.


RispondiQuota
Simsim
Estimable Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 175
 
Postato da: @pietroge

1) La gente, tranne coloro che hanno aiutato le forze di occupazione, non scappa per i Talebani, l'esodo dall'Afghanistan c'è da quasi 20 anni. Una buona parte dei migranti che approdano in Grecia dalla Turchia  o quelli che scelgono da più di 7 anni la rotta balcanica sono afgani. La ragione è una combinazione tra esplosione demografica e economia inesistente. Kabul aveva 500 000 abitanti 20 anni fa ora ne ha 5 milioni. Oltre all'agricoltura e al commercio di oppio e eroina non c'è niente, e questo la gente lo sa. La gente pronta a partire viene stimata in un milione, forse più. I media mentono dipingendo un clima di terrore che , tranne le inevitabili vendette, non c'è.

Mi scuso per le  risposte sempre in ritardo di questo periodo, ma sono in un vortice di cose abbastanza insano lavorativamente parlando.

Blondet avrá le sue buone fonti per dire ció, ma non  so perché, avevo giá immaginato di mio una  cosa simile leggendo tra le inesistenti righe della propaganda attuale fatta di immagini di gente che fugge e di ammassi all´aeroporto. E mi é bastato un elemento per capirlo, cioé che per quanto possano essersi sbrigati e per quanto ci abbiano  mostrato  gli elicotteri, gli americani non sono spariti in blocco dall´Afghanistan, e avremmo giá notizie di scontri  sanguinosi. Invece il limite, é stato ribadito, é il 31 agosto, segno che esiste uno spartito ordinato per questa situazione, deciso probabilmente (o accettato) dagli Stati Uniti, dai Talebani e da chi gli sta dietro.


RispondiQuota
IlFiccanaso
Active Member
Registrato: 3 mesi fa
Post: 18
 

MOVIMENTO 5 STELLE, BILDERBERG e AFGHANISTAN

Giuseppe Conte si sta preparando per le prossime elezioni e recentemente Beppe Grillo si è recato presso l'ambasciata cinese a Roma. La Cina appoggerà l'elezione di Conte perchè vuole usare l'Italia come testa di ponte per completare il collegamento della propria strada della seta: (Europa+Nord-Africa).
Come da titolo condivido chi sono i reali proprietari del Movimento 5 Stelle ovvero elite finanziaria globalista con affari lucrosi tramite le coltivazioni di oppio in Afghanistan. Se avete la tessera disditela, non votateli più o continuate a non votarli.Fate girare/condividete l'informazione.

https://www.databaseitalia.it/genesi-del-m5s-storia-di-uninfiltrazione-delle-elite-ultramondialiste/


RispondiQuota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 7 anni fa
Post: 3640
Topic starter  

@ilficcanaso

Buono a sapersi.


RispondiQuota
cedric
Noble Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 1376
 
 
Postato da: @ilficcanaso

La Cina appoggerà l'elezione di Conte perchè vuole usare l'Italia come testa di ponte per completare il collegamento della propria strada della seta: (Europa+Nord-Africa).

 

Giuseppi Conte si potrà candidare solo alle elezioni legislative del 2023, sempre che non si scannino subito dopo le elezioni del presidente della repubblica (che NON sarà Draghi, ma  xxxx).  E' invece Enrichi Letta che si presenta alle suppletive di settembre in quel di Siena, zona dove abbondano i cinesi che seguiranno docilmente le indicazioni di Xi. Sarà eletto di certo.

Tanto vale mettersi l'anima (per chi ancora crede che esista) in  pace,  la Cina completerà il suo progetto di One Road ed One Belt, cioè vincere per terra e per mare, gli manca solo il cielo per fare compagnia all'antico puzzone nostrano.

La Cina pianifica per i prossimi venti anni, l'Europa per i prossimi venti mesi, l'America per i prossimi venti giorni, con il loro slogan "moderata ricchezza per tutti piuttosto che ricchezza per pochi"  i cinesi di Xi incanteranno le classi medie europee, prese ogni giorno a calci perchè non servono più ai padroni europei.

E quando i gonzi cittadini europei si accorgeranno della fregatura saranno già tutti nei campi a piantare riso nel fango, ed in italia ci sono ottimi terreni per far crescere ottimo riso.

 


RispondiQuota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2495
 

Sono sotto covid appena dimesso e dunque assai poco lucido...chiedo venia. Vorrei solo fare notare che:

In quei Paesi ( ci sono andato vicino ) la cosa principale e' la PAROLA DATA, nel Pashtunwali come ad esempio nel Kanun albanese. Se tu abbandoni un amico hai CHIUSO: quale che sia l' amico, le ragioni della guerra e tutto quanto. SOPRA tutto valgono i rapporti personali ( data anche la natura impervia dei luoghi e la estrema poverta' ). Averne fatto strame implica la fine del mito del XXI secolo, quello USA.  E la fine dei miti e' piu' dirompente della caduta materiale delle loro basi: adesso miliardi di musulmani hanno un ragione in piu' per DISPREZZARE Uncle Shmuel col culo a strisce e le loro femmine per stare zitte e quiete.

Secondo: vent'anni fa in Afghanistan c'era il 5% con internet: oggi siamo al 95%. Il che significa che le masse hanno immediata coscienza del loro potere, delle loro possibilita' e di quello che succede nel mondo. Una forza dirompente: contare balle non e' piu' possibile. L' ideologia e' finita.

Terzo. La caduta di Kabul e la ripresa dei Talebani ha lanciato un messaggio subliminale a queste masse islamiche: ANCHE NOI POSSIAMO FARCELA sapendo oltretutto il grado di corruzione gigantesca di Pakistan, grande sponsor di tutti i movimenti identitari a base islamica, questo Paese e' il primo della lista. Perche' ? Perche' l' Islam e' comunitario, molto di piu' del cristianesimo ad esempio e nessuno sopporta piu' le gigantesche differenze di potere e di danaro. Il califfato significa questo agli occhi di queste masse: condivisione del bottino, cioe' della ricchezza sociale. Costi quello che costi: Allah e' con noi.

Quarto. Limitandoci al Pakistan questi ha 230 MILIONI, il 70% sono giovani. Il Bangaladesh supera i 160 milioni sempre di popolazione giovane, istruita e ... islamica, cioe' non piu' disposta ad attendere per far valere i propri diritti. Facendo un rapido calcolo molto per difetto significa che qualsiasi ipotesi politica 'islamica' puo' contare almeno su 30 milioni di adepti.

Fine: quanto tempo pensate ci vorra' perche' questi mostafazzin alla persiana, con le loro ciabatte a buchi prendano in mano un kala si riuniscano e diano finalmente l' assalto ai reguli delle satrapie del Golfo, inetti e viziosi ?

3 anni, 5 anni ? Io dico meno. Dopo non si fermeranno, siatene certi. Cominciate dunque a studiare il Corano.


Hospiton hanno apprezzato
RispondiQuota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 7 anni fa
Post: 3640
Topic starter  

@oriundo2006

Come stai? Spero bene. Quanto all'Afghanistan le cose si stanno facendo molto complicate per la competizione con il ISIS. Capisco ora la prudenza dei russi e anche quella dei cinesi nel valutare la situazione. L'Afghanistan è diventato una bomba in tutti i sensi :

-Esplosione demografica

-Inesistenza di una economia capace di sostenere la popolazione. Unica merce da esportazione l'oppio e l'eroina.

-Interpretazione letterale del Corano. I media occidentali per ignoranza e malafede parlano di 'radicalizzazione' 'estremismo islamico' o semplicemente aboliscono la parola 'islam' perché che ci sono milioni di islamici in Europa. In realtà sia i talebani sia l'ISIS sono gli islamici più vicini al messaggio originario dell'islam codificato nel Corano. Non esiste una 'teologia talebana' esiste l'islam e basta.

-Rapporti con una buona parte del mondo islamico, sparso un po'  in tutto il mondo, che attraversa gli stessi problemi.

-Se è verissimo che gli USA hanno in passato cercato di usarli per i loro interessi (ad esempio contro i sovietici) ora si accorgono che gli sono sfuggiti di mano. Hanno aperto il vaso di Pandora e ora sono tra i primi a pagarne le conseguenze. Gli altri saremo noi.


oriundo2006 e Hospiton hanno apprezzato
RispondiQuota
Hospiton
Trusted Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 84
 

@oriundo2006

Addirittura ricoverato Oriundo? Mi spiace, spero ti stia riprendendo...se può consolarti non hai perso un grammo di lucidità! Per quanto riguarda il tuo commento e quello di Pietro niente da aggiungere, situazione letteralmente esplosiva (infatti l'ISIS torna a farsi sentire, oggi attentato all'aeroporto di Kabul con decine di morti). La gestione dei profughi sarà da brividi, considerando il quadro europeo.


oriundo2006 hanno apprezzato
RispondiQuota
Pagina 1 / 2 Avanti
Condividi:

I commenti sono chiusi.