Notifiche
Cancella tutti

Siria, Biden, e non solo - Appello internazionale per porre fine alla punizione collettiva dei civili siriani


marcopa
Illustrious Member
Registrato: 11 anni fa
Post: 7559
Topic starter  

https://oraprosiria.blogspot.com/2021/01/oraprosiria-si-unisce-allappello.html

" OraproSiria si unisce all'appello internazionale per porre fine alla punizione collettiva dei civili siriani    

Patriarchi, esponenti delle Chiese del Medio Oriente e più di 90 personalità in tutto il mondo oggi hanno chiesto al presidente degli Stati Uniti Joe Biden di revocare le sanzioni economiche che stanno causando gravi danni alla popolazione civile della Siria, come richiama il Relatore speciale delle Nazioni Unite sulla coercizione unilaterale, Prof. Alena Douhan.

I firmatari della Lettera Aperta hanno affermato che "questa forma di punizione collettiva della popolazione civile sta portando la Siria verso una catastrofe umanitaria senza precedenti". Tra i firmatari ci sono membri di parlamento, attivisti per i diritti umani, leader cristiani, non solo della Siria, operatori umanitari, ex diplomatici e militari.

 

Appelli identici vengono inviati oggi dai firmatari di questa Lettera Aperta ai governi di altri paesi, tra cui Regno Unito, Francia, Germania e Svizzera. Tutti questi Stati hanno aderito alla campagna di sanzioni condotta dagli Stati Uniti contro la Siria, anche se non autorizzata dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

Chiediamo di aderire e rilanciare l'appello, per mettere fine alla sofferenza di un popolo innocente."

 

Nel post di Oraprosiria il testo della lettera appello e i nomi dei firmatari. Ho letto ora lo scritto del blog Oraprosiria e spero che una analoga iniziativa venga avviata anche in Italia.

Marcopa

 

Questa discussione è stata modificata 1 mese fa da marcopa

Quota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2311
 

Ciao Marco, non penso che simili iniziative, pur lodevoli come si dice, abbiano un minimo di realismo.

Ho letto adesso, ma la notizia è stata sottaciuta da tutti, che Victoria Nuland torna di nuovo all’amministrazione della Casa Bianca nel ruolo di Sottosegretario di Stato per gli affari politici, la terza posizione più importante nel Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ( da Controinformazione ). Questo significa un chiaro addio alla politica trumpiana di riduzione dell’ impegno militare estero e di conseguente rinnovo dell’aggressione militarista. Biden, un falco incredibilmente promosso a imbiancata colomba ( ma ricorda l’episodio della colomba in San Pietro … ) con questa nomina ha fatto chiaramente capire che la sua politica verso Siria, Ucraina, Iran e tutto il resto del mondo sarà una politica di lacrime e sangue. 


RispondiQuota
Condividi:

Comments are closed.