Notifiche
Cancella tutti

11 Settembre 20 anni dopo. Episodi da non dimenticare


PietroGE
Famed Member
Registrato: 7 anni fa
Post: 3638
Topic starter  

Ho visto ieri su La 7 la 'ricostruzione' dell'attentato dell' 11 Settembre a NY dove terroristi arabi con taglierini sono riusciti a abbattere 3 grattacieli con due aerei! Una performance unica! Si sono dimenticati di far vedere il crollo del WTC 7 (colpito da nessun aereo), causato , si dice, da un incendio. Non hanno fatto neanche vedere il buco circolare presente sulla facciata del Pentagono dopo una manovra mozzafiato che ha portato 'l'aereo' ( o forse un missile) a sfiorare il terreno, né hanno citato le critiche mosse al racconto ufficiale da gente che crede, secondo me giustamente, che le torri siano state demolite con esplosivi. Se questo è il livello del racconto mediatico, figuriamoci se comparirà mai l'episodio seguente. 

 

https://www.whatreallyhappened.com/WRHARTICLES/fiveisraelis.html
traduzione automatica

I cinque israeliani ballerini
arrestati l'11 settembre

Mentre il mondo guardava incredulo e poneva la domanda...
... Gli agenti del Mossad sono stati visti ballare di gioia.

Una squadra di sorveglianza del Mossad ha dato spettacolo in pubblico l'11 settembre.

Il New York Times ha riferito giovedì che un gruppo di cinque uomini aveva installato delle videocamere puntate sulle Torri Gemelle prima dell'attacco di martedì, e sono stati visti congratularsi l'un l'altro in seguito. ( 1 )
La polizia ha ricevuto diverse chiamate da residenti arrabbiati del New Jersey che affermavano che uomini "mediorientali" con un furgone bianco stavano registrando il disastro con grida di gioia e scherno. ( 2 )

"Erano come felici, sai... Non mi sembravano scioccati", ha detto un testimone. ( 3 )

Sono stati visti dai residenti del New Jersey l'11 settembre prendere in giro le rovine del World Trade Center e fare di tutto per fotografarsi di fronte al relitto. ( 4 )
Testimoni li hanno visti saltare di gioia nel Liberty State Park dopo l'impatto iniziale ( 5 ). Più tardi, altri testimoni li videro festeggiare su un tetto a Weehawken, e ancora più testimoni in seguito li videro festeggiare con il cinque in un parcheggio di Jersey City. ( 6 )

"Sembrava che fossero coinvolti in questo. Sembrava che sapessero cosa sarebbe successo quando erano al Liberty State Park." ( 7 )

Una telefonata anonima alle autorità le ha effettivamente portate a chiudere tutti i ponti e i tunnel di New York. Il misterioso chiamante ha detto al centralino del 9-1-1 che un gruppo di palestinesi stava mescolando una bomba all'interno di un furgone bianco diretto all'Holland Tunnel. Ecco la trascrizione da NBC News:

Mittente : polizia di Jersey City.
Caller : Sì, abbiamo un furgone bianco, 2 o 3 ragazzi lì dentro, sembrano palestinesi e girano intorno a un edificio.
Caller : C'è un minivan diretto verso il tunnel dell'Olanda, vedo il tizio dell'aeroporto di Newark che mescola delle cianfrusaglie e ha quelle uniformi da sceicco.
Mittente : Ha cosa?
Caller : È vestito come un arabo. ( 8 )
(*Nota dello scrittore: perché questo misterioso chiamante dovrebbe dire specificamente che questi "arabi" erano palestinesi? Come fa a saperlo? I palestinesi di solito si vestono con abiti in stile occidentale, non "uniformi da sceicco")

Sulla base di quella telefonata, la polizia ha quindi emesso un avviso "Be-on-the-Lookout" per un minivan bianco diretto verso i ponti e i tunnel della città dal New Jersey.

Bianco, furgone Chevrolet del 2000 con il cartello "Urban Moving Systems" sul retro visto al Liberty State Park, Jersey City, NJ, al momento del primo impatto del jet di linea nel World Trade Center Tre persone con un furgone sono state viste festeggiare dopo l'impatto iniziale e la successiva esplosione . L'ufficio dell'FBI di Newark richiede che, se il furgone si trova, trattiene le impronte e trattiene gli individui. ( 9 )
Quando un furgone che corrispondeva a quella descrizione esatta è stato fermato poco prima di entrare a New York, i sospettosi "mediorientali" sono stati arrestati. Immagina la sorpresa degli agenti di polizia quando questi sospetti terroristi si sono rivelati essere israeliani!
Secondo ABC 20/20, quando il furgone degli israeliani è stato fermato dalla polizia, l'autista del furgone, Sivan Kurzberg, ha detto agli agenti:

"Siamo israeliani. Non siamo noi il tuo problema. I tuoi problemi sono i nostri problemi. I palestinesi sono un tuo problema". ( 10 )
Perché pensava che i palestinesi fossero un problema per la polizia di New York?
La polizia e gli agenti sul campo dell'FBI sono diventati molto sospettosi quando hanno trovato mappe della città con determinati luoghi evidenziati, taglierini (gli stessi oggetti che presumibilmente avrebbero usato i dirottatori), $ 4700 in contanti infilati in un calzino e passaporti stranieri. La polizia ha anche detto al Bergen Record che i cani antibomba sono stati portati al furgone e che hanno reagito come se avessero sentito l'odore di esplosivo. ( 11 )

L'FBI ha sequestrato e sviluppato le loro foto, una delle quali mostra Sivan Kurzberg che accende un accendino di fronte alle rovine fumanti in un gesto apparentemente celebrativo. ( 12 )

Il Jerusalem Post ha poi riferito che un furgone bianco con una bomba è stato fermato mentre si avvicinava al ponte George Washington, ma l'etnia dei sospetti non è stata rivelata. Ecco cosa riportò il Jerusalem Post il 12 settembre 2001:
I servizi di sicurezza americani durante la notte hanno fermato un'autobomba sul ponte George Washington. Il furgone, carico di esplosivo, è stato fermato su una rampa di accesso al ponte. Le autorità sospettano che i terroristi intendessero far saltare in aria l'incrocio principale tra il New Jersey e New York, ha riferito Army Radio. ( 13 )

"...due sospetti sono in custodia dell'FBI dopo che un camion carico di esplosivi è stato scoperto intorno al ponte George Washington... L'FBI... dice che nel camion c'erano abbastanza esplosivi da causare gravi danni al ponte George Washington."
Scarica video WMV (545kB)

È stato riferito che il furgone conteneva tonnellate di esplosivo ( 14 ).

La cosa davvero intrigante è che 20/20 ( 15 ) della ABC , il New York Post ( 16 ) e il New Jersey Bergen Record ( 17 ) hanno riportato chiaramente e senza ambiguità che un furgone bianco con degli israeliani è stato intercettato su una rampa vicino alla Route 3, che conduce direttamente al Lincoln Tunnel.

Ma il Jerusalem Post, l'Israel National News (Arutz Sheva) ( 18 ) e Yediot America ( 19 ) hanno tutti riferito, in modo altrettanto chiaro e inequivocabile , che un furgone bianco con israeliani è stato fermato su una rampa che porta al ponte George Washington , che è parecchie miglia a nord del Lincoln Tunnel.

Sembra che in realtà siano stati coinvolti due furgoni bianchi, uno fermo ad ogni incrocio. Questo non solo spiegherebbe i rapporti contrastanti sul luogo effettivo degli arresti, ma spiegherebbe anche come tanti testimoni oculari credibili abbiano visto festeggiare "mediorientali" in un furgone bianco in così tanti luoghi diversi. Spiega anche perché il New York Post e Steve Gordon (avvocato dei 5 israeliani) hanno originariamente descritto come tre israeliani sono stati arrestati, ma in seguito hanno aumentato il totale a cinque....

Da lì, la storia diventa ancora più sospetta. Gli israeliani lavoravano per una società di traslochi Weehawken nota come Urban Moving Systems. Un impiegato americano di Urban Moving Systems ha detto al The Record of New Jersey che la maggioranza dei suoi collaboratori erano israeliani e stavano scherzando sugli attacchi.

L'impiegato, che ha rifiutato di fornire il suo nome, ha dichiarato: "Ero in lacrime. Questi ragazzi stavano scherzando e questo mi ha infastidito". Questi ragazzi dicevano: "Ora l'America sa cosa stiamo passando". ( 20 )
Pochi giorni dopo gli attacchi, il proprietario israeliano di Urban Moving System, Dominick Suter, ha lasciato la sua attività ed è fuggito dal paese per Israele. Aveva una tale fretta di fuggire dall'America che alcuni dei clienti di Urban Moving System sono stati lasciati con i loro mobili bloccati nei magazzini ( 21 ).

La partenza di Suter è stata brusca, lasciando dietro di sé tazze di caffè, panini, telefoni cellulari e computer sparsi sui tavoli degli uffici e migliaia di dollari di merci in deposito. Suter è stato successivamente inserito nella stessa lista dei sospetti dell'FBI del dirottatore capo dell'11 settembre Mohammed Atta e di altri dirottatori e sospetti simpatizzanti di al-Qaeda, suggerendo che le autorità statunitensi ritenevano che Suter potesse aver saputo qualcosa degli attacchi. ( 22 )
Il settimanale ebraico The Forward ha riferito che l'FBI ha finalmente concluso che almeno due degli israeliani detenuti erano agenti che lavoravano per il Mossad, l'agenzia di intelligence israeliana, e che Urban Moving Systems, il presunto datore di lavoro dei cinque israeliani, era un'operazione di facciata. Ciò è stato confermato da due ex ufficiali della CIA e hanno notato che i furgoni dei traslochi sono una copertura comune dell'intelligence. ( 23 ). Gli israeliani sono stati tenuti in custodia per 71 giorni prima di essere rilasciati in silenzio. ( 24 )

"Non c'era dubbio che [l'ordine di chiudere l'indagine] provenisse dalla Casa Bianca. Al quartier generale della CIA si è subito pensato che questo sarebbe stato fondamentalmente un insabbiamento in modo che gli israeliani non fossero implicati in alcun modo nell'11 settembre". ( 25 )
Molti dei detenuti hanno discusso della loro esperienza in America in un talk show israeliano dopo il loro ritorno a casa. Ha detto uno degli uomini, negando che stessero ridendo o felici la mattina dell'11 settembre, "Il fatto è che veniamo da un paese che vive quotidianamente il terrore. Il nostro scopo era documentare l'evento". ( 26 )

Come facevano a sapere che ci sarebbe stato un evento da documentare l'11 settembre?
Non ci vuole Sherlock Holmes per collegare i puntini degli agenti del Mossad israeliano che ballano - ecco lo scenario più logico:

1. I "movimenti" israeliani hanno acclamato gli attacchi dell'11 settembre per celebrare il successo della più grande operazione di spionaggio mai portata a termine nella storia.
2. Uno di loro, o un complice, chiama quindi un centralino della polizia del 9-1-1 per denunciare i fabbricanti di bombe palestinesi in un furgone bianco diretto all'Holland Tunnel.

3. Avendo così pre-inquadrato i palestinesi con questa telefonata, gli attentatori israeliani si dirigono invece verso il ponte George Washington , dove lasceranno il loro furgone della bomba a orologeria e scapperanno con i complici dell'Urban Moving.

4. Ma la polizia reagisce in modo molto saggio e proattivo chiudendo TUTTI i ponti e i tunnel invece del solo Holland Tunnel. Questa mossa inavvertitamente sventa il gioco di depistaggio degli israeliani e porta alla loro stessa cattura e detenzione di 40 giorni.

5. Per coprire questa storia, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti raduna oltre 1000 arabi per violazioni minori dell'immigrazione e li mette nelle carceri dell'area di New York. Gli israeliani diventano quindi meno evidenti poiché il governo ei media possono ora affermare che gli israeliani erano solo trasgressori dell'immigrazione catturati nella stessa rete di molti altri arabi.

6. Dopo diversi mesi, i "superiori" dell'FBI e del Dipartimento di Giustizia sono in grado di mettere gradualmente da parte gli agenti dell'FBI locali e liberare gli israeliani in silenzio.

I media mainstream compiacenti hanno completamente ignorato la connessione israeliana. Immediatamente dopo gli attacchi dell'11 settembre, i media erano pieni di storie che collegavano gli attacchi a bin Laden. I chiacchieroni televisivi, gli "esperti" e gli scribacchini di ogni genere hanno nutrito un credulone pubblico americano con una dieta costante della propaganda più oltraggiosa che si possa immaginare....

"Le prove che collegano questi israeliani all'11 settembre sono riservate. Non posso dirvi delle prove che sono state raccolte. Sono informazioni riservate".
Funzionario statunitense citato nel rapporto Fox News di Carl Cameron sulla rete di spionaggio israeliana .

 


Quota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2493
 

Ma Pietro, il cittadino medio vuole sentirsi dire questo, vuole la propaganda di stato…ovvero la menzogna organizzata dai soliti noti. Implicitamente lo sa ma è convinto che la menzogna serva all’ America. Vive di odio ed intolleranza indotta mediaticamente, se ne pasce felice. Sono gli USA nel loro complesso ad essere una nazione criminale.


RispondiQuota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 7 anni fa
Post: 3638
Topic starter  

E c'è anche la storia dell'uomo più 'fortunato' del mondo Larry Silverstein, il quale aveva acquistato per 3.2 miliardi di dollari le torri gemelle a fine Luglio e le aveva assicurate per 3.55 miliardi. La cosa strana era che le torri dovevano essere bonificate per l'amianto, una procedura che sarebbe costata milioni di dollari, ma che volete, quando si dice 'preveggenza'!. Cito Wikipedia altrimenti mi date del complottista :

La mattina dell'11 settembre 2001 Silverstein aveva in programma un appuntamento con alcuni uomini d'affari all'ultimo piano della Torre Nord del WTC, ma la moglie Klara insistette perché il marito annullasse l'appuntamento per una visita medica.

Pensa tu che fortuna!!!!! E poi le battaglie legali per avere i soldi dalle assicurazioni. Lui voleva il doppio del pattuito perché, diceva, gli aerei erano 2!! Il giudice non ha accettato questa richiesta ma ha aumentato a oltre 4 miliardi la cifra. Il 'fortunato' si è portato a casa circa 800 milioni di profitto netto.

Nelle torri lavorava di solito un grande numero di ebrei americani (sono più a NY che in Israele) ma, stranamente, quel giorno molti sono restati a casa.


oriundo2006 hanno apprezzato
RispondiQuota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2493
 

Guarda, noi possiamo cumulare prove, indagare a fondo, mostrare senza ombra di dubbio le nostre tesi, ma l’americano ‘profondo’, quello che da alimento allo ‘stato profondo’ essendone sua proiezione indotta, non gliene importa niente. Vogliono dominare nel mondo, solo loro e nessun altro, e sono disposti a tutto per questo. L’unica maniera per interrompere questo legame mentale e reale tossico è una guerra atomica che faccia davvero i reset globale: ma sarebbe una dimostrazione inutile, in quanto distruggerebbe tutto, il falso come il vero, rendendo impossibile ogni prova. Da ciò si capisce come gli Usa nel loro complesso siano dominati da un potere maligno: ma la maggioranza lo vuole.


RispondiQuota
Condividi:

I commenti sono chiusi.