Lo Stato è una cost...
 
Notifiche
Cancella tutti

Lo Stato è una costruzione mentale inesistente. E' l'uomo che pensa, è l'uomo che agisce

Pagina 2 / 2 Precedente

comedonchisciotte
Honorable Member
Registrato: 16 anni fa
Post: 634
 

[quote=Sirius90;d-102995]Mises ci dice che lo Stato è una costruzione mentale che non esiste nella realtà, un'entità che non può premere bottoni, firmare ordinanze o tirare il grilletto di una pistola, perchè firme, grilletti e bottoni vengono premuti da persone in carne e ossa, non da Stati, uffici competenti, dipartimenti incaricati. E' l'uomo che pensa, è l'uomo che agisce
__________________

Anche la temperatura, il caldo e il freddo non esistono. Sono solo costruzioni mentali. ciò che realmente esiste sono degli atomi che si agitano più o meno velocemente. Sono gli atomi che si scontrano tra di loro o riescono a schivarsi.
Evidentemente anche i colori non esistono. Sono costruzioni mentali, come il caldo e il freddo.
Anche l'entropia non esiste, visto che è ancora più effimera della temperatura.
Effettivamente in parecchie filosofie si afferma che tutto il mondo è un'illusione.


RispondiQuota
ottavino
Reputable Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 304
 

Rugge;c-242122 wrote: @ottavino La tendenza al gregariato fa parte della natura dell'uomo, come di quella di molti altri mammiferi.

E allora, viva chi riesce a liberarsi!


RispondiQuota
Rugge
Utenti Admin
Registrato: 6 anni fa
Post: 67
 

ottavino;c-242124 wrote: E allora, viva chi riesce a liberarsi!

Vuoi diventare un rettile?


RispondiQuota
Rugge
Utenti Admin
Registrato: 6 anni fa
Post: 67
 

Sirius90;d-102995 wrote: Mises ci dice che lo Stato è una costruzione mentale che non esiste nella realtà, un'entità che non può premere bottoni, firmare ordinanze o tirare il grilletto di una pistola, perchè firme, grilletti e bottoni vengono premuti da persone in carne e ossa, non da Stati, uffici competenti, dipartimenti incaricati. E' l'uomo che pensa, è l'uomo che agisce

Lo diceva anche Friedman

comedonchisciotte;c-242123 wrote: Anche la temperatura, il caldo e il freddo non esistono. Sono solo costruzioni mentali. ciò che realmente esiste sono degli atomi che si agitano più o meno velocemente. Sono gli atomi che si scontrano tra di loro o riescono a schivarsi.
Evidentemente anche i colori non esistono. Sono costruzioni mentali, come il caldo e il freddo.
Anche l'entropia non esiste, visto che è ancora più effimera della temperatura.
Effettivamente in parecchie filosofie si afferma che tutto il mondo è un'illusione.

Queste poche righe smontano le basi concettualli neoliberali sull'assenza dello Stato e della società. Su quelle stesse basi, non esiste neanche l'individuo.


RispondiQuota
ottavino
Reputable Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 304
 

Rugge;c-242126 wrote: [quote=ottavino;c-242124]E allora, viva chi riesce a liberarsi!

Vuoi diventare un rettile?

Sospettavo che non avevi qualità per sostenere una discussione. Ora ne ho la conferma. Con te non può che finire in caciara.


RispondiQuota
Sirius
Reputable Member
Registrato: 5 anni fa
Post: 287
Topic starter  

@comedonchisciotte ti sfugge il punto.

@Rugge se non hai argomenti oltre i tuoi preconcetti, non attaccare chi non conosci.
Sarò trasparente quindi ti dico che discendo da una famiglia di agricoltori, i miei nonni hanno prosperato grazie soltanto al loro lavoro, stando tutti i giorni tra stalle e campi, mio nonno è partito da ragazzo a contrabbandare sigarette (tempi d'oro quando si poteva consumare solo quello che lo stato ti permetteva eggià, le Nazionali era così buone) e poi commerciando forme di parmigiano, poi grazie alla mentalità capitalista, il mercato, i profitti e le perdite, ha saputo valorizzare le sue passioni e farsi pagare per queste (che roba ingiusta eh! Capitalismo bastardo che premia l'ingegno!) e ha comprato terreni, poi altri terreni, poi una stalla, poi una casa. E pensa un pò, l'han potuto fare vendendo i prodotti che il mercato, le persone, volevano (capitalismo bastardo che permette alla gente di comprare e vendere ciò che vuole, e che elimina i comitati centrali e le file per il pane).
Cose di cui giustamente ho in parte usufruito anch'io (so che per gli amici commie le eredità sono da eliminare, ma sinceramente l'invidia logora solo chi la prova quindi tant'è).

E se non c'era lo stato Italia a fornire moneta obbligatoria e monopolizzata, il mercato avrebbe trovato soluzioni 100 volte migliori per permettere gli scambi.
Solo perchè gli statalisti mancano di fantasia non vuol dire che una cosa non sia possibile, come le strade, chissa come farebbe l'uomo a fare una striscia di asfalto senza lo stato? Mah.

Tutti i risultati dei miei nonni, e di tutti gli altri nonni capaci d'Italia, son stati resi possibili non dai soldi creati dal nulla, perchè i soldi da soli non valgono niente se nessuno lavora, se nessuno li accetta e li scambia, se non c'è valore alla base da scambiare.
Creare denaro non equivale a creare ricchezza, per tua informazione.
Dovresti imparare almeno le basi.

Sul piccolo discorso di Friedman, mi pare dica cose condivisibili e se no, dove sbaglia?


RispondiQuota
Sirius
Reputable Member
Registrato: 5 anni fa
Post: 287
Topic starter  

ottavino;c-242124 wrote: [quote=Rugge;c-242122]@ottavino La tendenza al gregariato fa parte della natura dell'uomo, come di quella di molti altri mammiferi.

E allora, viva chi riesce a liberarsi!

Concordo anche qui, tornando all'etica infatti si può dire che questa sia una forma di intelligenza sovrannaturale che solo l'uomo ha, il volerci accomunare alle bestie, ai mammiferi o che altro, è un modo per renderci incapaci di vedere la moralità, la nostra e quella delle cose che ci circondano e di cui discutiamo, il che porta a credere in uno stato immorale come dogma senza battere ciglio; poi da lì a dare il potere a un moderno Hitler (rivisitato magari in chiave green) il passo è breve.


RispondiQuota
lurker
Eminent Member
Registrato: 4 anni fa
Post: 35
 

Sirius90 wrote: i soldi da soli non valgono niente se nessuno lavora, se nessuno li accetta e li scambia, se non c'è valore alla base da scambiare

Questa affermazione mi trova d'accordo. La massa monetaria deve essere legata all'economia reale, cioe' ai beni e servizi che il lavoro delle persone rende disponibili sul mercato. Se, per assurdo, nessuno lavorasse e producesse qualcosa di valore per le altre persone, la massa monetaria dovrebbe essere zero.

Ora, pero', la quantita' di bitcoin disponibile non e' legata all'economia reale, perche' controllata dall'algoritmo che ne definisce e ne limita la crescita a un valore massimo prefissato.

Ora, immaginiamo di essere arrivati al momento in cui abbiamo raggiunto il limite di crescita della massa monetaria di bitcoin.

Domanda: come fa l'economia a crescere ulteriormente in assenza di nuova moneta? Qui in genere i sostenitori della scuola austriaca danno tutti la stessa risposta, ma mi piacerebbe sentire la tua.


RispondiQuota
Rugge
Utenti Admin
Registrato: 6 anni fa
Post: 67
 

Sirius90;c-242130 wrote: E se non c'era lo stato Italia a fornire moneta obbligatoria e monopolizzata, il mercato avrebbe trovato soluzioni 100 volte migliori per permettere gli scambi.

Se non lo dimostri scientificamente-storicamente, anche questo è un preoncetto.

Quello che dico io è confermato dalla Storia. Quando lo Stato ha speso, le masse hanno migliorato la loro condizione. Quando lo Stato ha imposto regole sul lavoro, ha permesso ai contadini di avere un loro pezzo di terra. Non mi pare che la Riforma Agraria sia di ispirazione liberale. Magari tuo nonno non ne ha beneficiato, la terra ce l'aveva già, piccola magari. Devi considerare il fatto che quello che ha fatto lui l'hanno fatto altri contadini di quegli anni. Conosco contadini che nemmeno hanno avuto quella spinta imprenditoriale, e che si son visti i terreni di loro proprietà diventare edificabili, prendendo un valore di 10 volte tanto. E in molti di quei terreni ci hanno costruito case popolari o da classe media, due classi sociali che non esisterebbero se lo Stato non avesse fatto politiche espansive per creare occupazione e servizi. Nell'800, l'epoca a cui tu vorresti tornare, tuo nonno non avrebbe avuto la possibilità di fare ciò che ha fatto. Ciò non toglie il suo merito ovviamente.

Sirius90;c-242130 wrote: i soldi da soli non valgono niente se nessuno lavora, se nessuno li accetta e li scambia, se non c'è valore alla base da scambiare.

Giusto. I soldi non hanno valore intrinseco. Questo si stacca un po' dalla 'tua' scuola... Giusto un po'...


RispondiQuota
comedonchisciotte
Honorable Member
Registrato: 16 anni fa
Post: 634
 

Sirius90;c-242130 wrote: @comedonchisciotte ti sfugge il punto.

Un po' scarno il suggerimento. Forse vuoi dire che gli uomini sono dotati di libero arbitrio e gli atomi no?


RispondiQuota
Pagina 2 / 2 Precedente
Condividi:

Comments are closed.