Notifiche
Cancella tutti

NATURALE E INNATURALE


mystes
Honorable Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 614
Topic starter  

La presenza ostensiva, costante, ossessiva di omosessuali (dei due sessi), di drogati e di alcoolizzati, nelle serie tv recentemente apparse nelle televisioni di tutti i paesi (inclusa la RAI che normalmente trasmette le serie tv in fascia oraria protetta) ha il solo scopo di far apparir naturale quel che naturale non è.

Quel che scrivo io però è opinabile e potrebbe esser frutto di pregiudizi personali, mentre non è opinabile ciò che scrisse Paracelso nel trattare una materia che ai tempi d’oggi, di epidemia, scotta molta: le cause delle malattie.

Scrive Paracelso nel “Paragrano”:

Uno stato morboso del corpo è spesso causato da uno stato morboso della mente. La maggior parte delle malattie è dovuta a cause morali e il loro trattamento dovrebbe essere morale consistendo nel dare istruzioni e nell’applicare rimedi che corrispondano a quegli stati mentali che vogliamo indurre nel paziente”.

Molte malattie sono causate specialmente dall’abuso dei poteri fisiologici, in conseguenza di che gli organi perdono la loro forza e la loro vitalità”.

Ritengo che il consumo di droghe e quello eccessivo di alcool sia da comprendere tra questi “abusi”: in tal senso Paracelso è stato profetico.

I poteri sessuali possono esaurirsi prematuramente per gli eccessi, e la salute delle donne può essere distrutta dalla FREQUENZA INNATURALE CON CUI VENGONO COMPIUTI ATTI NATURALI”.

Con quest’ultima frase Paracelso mette una pietra tombale sulla pratica dell’omosessualità e chi incentiva (o stimola l’interesse e curiosità, come si va in televisione) per questa pratica INNATURALE è certamente responsabile della triste diffusione delle malattie soprattutto con riguardo alle donne che sono le prime vittime di questa insana inversione sessuale.

 


Quota
Platypus
Eminent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 35
 

L'omosessualità maschile e femminile è sempre esistita e non penso che sia, di per sé, qualcosa di innaturale visto che l'essere umano con tutte le sue attività, sessuali e non, è parte integrante di un contesto naturale. Si potrebbe opinare che, dal punto di vista biologico, non rappresenti una forma vincente di espressione della sessualità per ovvie ragioni riproduttive.

Se c'è una pratica innaturale, casomai, questa è la castità ed infatti è riservata ai pochi che si incamminano sul sentiero che porta a trascendere la natura o, almeno, a quell'aspetto della natura che incatena l'esistenza ai cicli di nascita, riproduzione e morte. 

La società del politicamente corretto è per sua natura sessuofoba, quindi sessuomane. I maschi non devono essere virili altrimenti esprimerebbero una mascolinità tossica, le femmine non devono essere femminili altrimenti negherebbero il concetto di emancipazione, i ruoli tradizionali vengono negati, invertiti e stravolti. 

Tutto ciò non ha a che fare con l'omosessualità fisiologicamente presente nel genere umano ma è un processo di ingegneria sociale volto a deviare dal suo corso naturale l'energia sessuale e qui occorrerebbe capirne il perché; progetto neomalthusiano? controllo delle masse tramite la creazione di dipendenze (Huxley docet)? qualcuno o qualcosa si nutre di questa forma di energia? In ogni modo negare la sessualità o sovrastimolarla porta comunque a stati patologici,

Lo stesso discorso vale per l'uso di droghe, un conto è la pratica rituale dello sciamano che ne prevede l'uso, un conto è lo scopo "ricreativo" che ne fanno alcuni. La cosa che trovo più aberrante, in fin dei conti, è l'uso strumentale ed ideologico che si sta facendo di queste cose; questo si che lo considero davvero innaturale! 


oriundo2006 hanno apprezzato
RispondiQuota
mystes
Honorable Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 614
Topic starter  

@derwanderer

Ciò che dici nel tuo commento è tutto giusto. Ciò che urta è l'uso sovversivo e politicamente corretto di un istinto naturale sempre esistito e che si è sempre manifestato in forme diverse.

Ciò che urta è che, tanto per fare un esempio, non c'è fiction adesso che non programma la presenza di una coppia di uomini o donne omosessuali. Soprattutto se si tratta di giovani di buone famiglie. E' evidente che c'è qualcosa che tende a stravolgere il quadro sociale e l'assetto tradizionale della famiglia.

Quanto alla droga, conosco bene l'ayahuasca sudamericana e il modo come è utilizzata dagli sciamani di là: ebbene, è giustamente nel senso della valorizzazione spirituale dell'uomo e non nella distruzione fisica e mentale che si vede nelle città quando, specialmente i giovani, assumono le varie droghe vendute illegalmente. Dietro la vendita illegale di queste droghe io ci vedo un disegno politico, mi auguro di sbagliarmi, ma la maggior parte dei giovani sono zombi.


RispondiQuota
Condividi:

I commenti sono chiusi.