Notifiche
Cancella tutti

George W. Bush nel 2005 ossessionato dalla pandemia: "Se aspettiamo che arrivi, sarà troppo tardi"


Rugge
Utenti Admin
Registrato: 6 anni fa
Post: 67
Topic starter  

Da Repubblica.it

https://video.repubblica.it/dossier/coronavirus-wuhan-2020/george-w-bush-nel-2005-era-ossessionato-dalla-pandemia-se-aspettiamo-che-arrivi-sara-troppo-tardi/357612/358172?ref=RHPPTP-BS-I252667351-C12-P5-S3.4-F4&refresh_ce

In un discorso tenuto il 1 novembre del 2005 nella sede del Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti, l'allora presidente Usa George W. Bush metteva in guardia sulla possibile minaccia di una pandemia influenzale. "La pandemia non è come un disastro naturale - disse Bush ai presenti -. Al contrario di tempeste e alluvioni che colpiscono e poi regrediscono, una pandemia può continuare a fare disastri con ondate ripetute per un anno o anche di più". In quell'occasione il presidente americano disse anche che "nel caso si verifichi una pandemia, qualsiasi cosa dalle siringhe ai letti d'ospedale, dai ventilatori fino al materiale sanitario protettivo scarseggerebbe velocemente".

Le parole di di Bush sono tornate d'attualità nei giorni dell'emergenza coronavirus, che ha colto molti Paesi del mondo - tra cui gli Usa - impreparati. I media americani raccontano la genesi di quel discorso tenuto a novembre 2005, quando i suoi collaboratori più stretti pensavano a tutt'altro, per esempio al controterrorismo: le Torri Gemelle erano state abbattute solo quattro anni prima. Nell'estate del 2005, Bush rimase colpito da un nuovo libro sull'influenza spagnola del 1918 letto mentre era in vacanza in Texas. Il presidente all'epoca stanziò 7 miliardi di dollari per organizzare la risposta a un eventuale pandemia, lanciando un sito - pandemicflu.gov - che viene tuttora utilizzato. Ma il budget necessario per tenere in piedi il piano, anno dopo anno, è diminuito così come è calata l'attenzione nei confronti del progetto.

a cura di Pier Luigi Pisa


Quota
Condividi:

I commenti sono chiusi.