Notifiche
Cancella tutti

Non siamo soli: resistenza fuori dall'italia

   RSS

0
Topic starter

Ieri sono stato ad una manifestazione contro l'obbligatorietà dei vaccini e contro la vaccination card, l'equivalente USA del GreenPass italiano.

Evento
La manifestazione si e' tenuta ad Olympia, capitale dello stato del Washington, ma non cercatene notizie su google. Non le troverete. L'unico media che ha riportato qualche notizia e' stato un giornale locale. Allego il link, dove potrete anche vedere alcune foto:

La ragione di questa censura dei mass media e' evidente.

1. La manifestazione e' stata assolutamente pacifica.

2. La manifestazione e' stato un successo! La polizia ha dichiarato che i manifestanti erano tra i 2500 ed i 3000. Questo e' un numero enorme per due motivi:

a. Il washington e' uno stato con una densità di popolazione molto bassa. Vi sono solo 7.8 milioni di abitanti, per una densità media di 42 abitanti per km2. Anche in circostanze normali questo numero sarebbe un numero enorme.

b. Queste non sono circostanze normali. Nessun media ha fatto annunci, nessun manifesto e' stato attaccato da nessuna parte, nessun cartellone pubblicitario e' stato visto da alcuna parte. Io l'ho saputo tramite un amico dell'amico dell'amico etc. etc. e ci siamo fatti due ore di macchina per arrivare ad Olympia. Se fosse stato possibile dare più risonanza all'evento, avremmo avuto una manifestazione gigantesca.

2. C'erano persone di ogni tipo. Nella maggioranza bianchi, il che e' ovvio data la composizione etnica dello stato, dove i bianchi sono il 75% della popolazione, ma c'erano anche persone di colore, e con mia somma sorpresa anche un buon numero di asiatici. E naturalmente c'era un forte numero di supporters di Trump, ma anche hyppies! Non l'avessi visto con i miei occhi non ci crederei nemmeno io.

3. La manifestazione e' stata incredibilmente inclusiva. Nessuno era contro i vaccini in se ma contro la loro l'obbligatorietà, ed il punto e' stato reiterato molte volte: nessuno e' contro chi si vaccina. Vi era anche un buon 5% di persone che indossava la maschera, e non hanno avuto alcun problema ad essere accettate. Su questo punto metto la mano sul fuoco perché mia moglie era una delle persone che hanno tenuto la maschera.

Date queste premesse, sarebbe stato molto difficile per i media parlare di flop o di disordini. Quindi hanno deciso di non parlarne!

Oratori
Molte persone si sono succedute sul palco nelle tre ore della manifestazione. Candidati al senato -repubblicani ovviamente-, insegnanti ed anche una ragazza di 13 anni. Nei loro discorsi si sono alternati riferimenti alla bibbia, alla costituzione, e la ipocrisia insita nel costringere le persone a vaccinarsi ed allo stesso tempo permettere un'immigrazione selvaggia di persone che sono positive ma non vengono costrette alla vaccinazione. Ma il punto centrale e' stata la condanna del ricatto "lavoro solo se vaccinato" messo in atto dall'amministrazione Biden.

Considerazioni personali
Non sono un conservatore. Non lo sono mai stato. Ma credo di avere un senso della realtà che non e' sopraffatto dall'ideologia, o almeno lo spero. Tutte le persone hanno una visione del mondo che in una certa misura viene distorta dall'ideologia alla quale appartengono, ma nei limiti dell'umano cerco di guardare al mondo in maniera non troppo distorta.
E quello che ho visto e' che nella loro imbecillita' ed arroganza i liberals hanno risvegliato la bestia. Una massa di persone che prima non votavano alle prossime elezioni voteranno e credo proprio che almeno lo stato di Washington cambierà colore. Se per tanti motivi la cosa non mi fa piacere, credo che questo sia il minimo che questi imbecilli si meritano.

Lincad

Condividi:

I commenti sono chiusi.