Notifiche
Cancella tutti

E’ ora di dire no! Ed è ora di chiedere un indagine!  

   RSS

1

FONTE https://www.nogeoingegneria.com/effetti/salute/e-ora-di-dire-no-ed-e-ora-di-chiedere-unindagine/

Sito: Nogeoingegneria.com

Autore: La Redazione

Articolo:

 

La disobbedienza civile diviene un dovere sacro quando lo Stato diviene dispotico o, il che è la stessa cosa, corrotto. E un cittadino che scende a patti con un simile Stato è partecipe della sua corruzione e del suo dispotismo. Ghandi 

 

 

LETTERA APERTA

ALLE AUTORITA  ITALIANE

 

 È incomprensibile che, nonostante un lockdown globale senza precedenti con conseguenze molto gravi, non sia stata convocata alcuna commissione d’inchiesta con i più qualificati esperti di varie discipline per indagare sul SARS-CoV-2 (naturale o artificiale che sia).

Chiunque possa essere ritenuto responsabile della pandemia (l’OMS ha accettato di indagare in questa direzione dopo che 100 Paesi lo hanno chiesto), il punto principale da chiarire è la base per determinare i reali rischi e gli effetti, e non può che essere un’indagine approfondita del virus stesso.

I dati raccolti e i fatti avvenuti negli ultimi mesi sollevano più domande che risposte.
Ad esempio, è stato riconosciuto che il 
panico, le diagnosi errate e quindi cure sbagliate, notizie e numeri fuorvianti sulla mortalità per COVID19 (la comunicazione quotidiana del tasso di mortalità generale ha dato l’impressione di morti da coronavirus – mancanza di differenziazione della causa di morte con e/o da SARS-CoV-2, che è stata scoperta grazie al rapporto dell’ISS, tamponi inattendibili) e altri fattori, hanno notevolmente distorto il quadro nelle prime settimane.

Si invitano le autorità sanitarie italiane a indagare sulle cause dell’aumento dell’incidenza anomala della malattia nel Nord Italia e soprattutto in Lombardia – rispetto ad altri Paesi – e a comunicare i risultati delle loro indagini alla commissione d’inchiesta da istituire (nazionale e internazionale).
Lo stesso vale per Madrid e New York. I 
dati degli esperimenti in Svezia devono essere integrati nella valutazione del rischio del SARS-CoV-2. 

Le risposte devono essere elaborate su base scientifica, tenendo conto dei fattori scientifico-sanitari, economici e sociali, poiché i nostri diritti fondamentali sono attualmente (e continueranno ad essere) fortemente limitati e la vita sociale della popolazione regolamentata, controllata e pesantemente influenzata e condizionata (distanza sociale, mascherine, misure igieniche). 

I diritti umani come la libertà di movimento, di riunione e i contatti sociali sono un bene prezioso e non dovrebbero essere limitati dall’arbitrarietà di norme vaghe, ma sono necessarie prove scientifiche e trasparenti.

Su cosa si basano le decisioni dei politici e delle autorità? La limitazione dei contatti sociali è davvero significativa e costruttiva, può essere giustificata la situazione di stallo nell’economia e nella società, o causerà ancora più malattie e morte?
Vogliamo che le restrizioni ancora più massicce sui diritti fondamentali si ripetano e diventino la norma?
Solo poche persone si ammalano gravemente, anche se molte sono infette.
Il danno alla società e all’economia può essere giustificato? Chi si prende le responsabilità?

 

Pertanto, si chiede

l’istituzione di un comitato scientifico d’inchiesta con competenze multidisciplinari per analizzare e definire il reale potenziale di rischio del SARS-CoV-2 e di conseguenza valutare e determinare la proporzionalità delle misure adottate in relazione ai rischi per la salute umana.

NoGeoingegneria

 

2 Risposte
0

E' un lancio di lettera, senza però ancora indrizzo concreto. Da elaborare. 

0

In Germania è stato accolto l'invito a diffondere  la richiesta, sta diventando un mantra nei siti di informazione indipendente.

Abbiamo bisogno di una Commissione di inchiesta!!!

Nel frattempo la pagina fb di Nogeoingneria è stata punita dal fakechecker. 

Questo post è stato modificato 2 mesi fa 3 tempo da Maia
Condividi: