Browsing Category

ComeDonChisciotte

Categoria generica

TEMPO SCADUTO

Da oggi Rossella è il direttore del TG5 al posto di Mentana. Proponiamo un suo articolo di febbraio 2003 che aiuta a capire il futuro dell'informazione in Italia. Tempo scaduto di Carlo Rossella Perché, dopo le prove raccolte dagli Usa, è arrivato il momento di passare all'azione contro l'Iraq. Anche prima dello…

LA MALATTIA DELL'AFRICA SIAMO NOI

Perché, a 50 anni dalla decolonizzazione, un intero continente è squassato da guerre, crisi sociali e malattie? E soprattutto, i bianchi se ne sono mai andati? DI SABINA MORANDI Perché, a quasi cinquant'anni dall'inizio della de-colonizzazione, l'intero continente è sconquassato da guerre, crisi sociali e malattie? Perché, una volta che i…

PACE PER LORO SIGNIFICA GUERRA

DI ARUNDHATY ROY A volte nei vecchi cliché c'è un fondo di verità. Non può esserci una pace vera senza giustizia. E senza opposizione non ci sarà vera giustizia. Oggi, non è solo la giustizia in se stessa a essere sotto attacco, ma l'idea di giustizia. L'assalto alle sezioni vulnerabili e fragili della società è così totale, crudele e abile…

L'ESERCITO USA E L'USO DI ARMI CHIMICHE A FALLUJA

FALLUJA, 10 novembre 2004 Viene riferito da più fonti che l'esercito USA stia usando armi chimiche e gas velenosi nella sua offensiva su larga scala contro Falluja, baluardo della resistenza irachena. Un triste ricordo delle gassazioni dei Curdi avvenute nel 1988, per mano, presumibilmente, di Saddam Hussein. "Le truppe di occupazione…

Dal teorema Calogero al ''delitto di difesa''

Gran parte delle detenzioni di cui si è occupata Amnesty International riguardano cittadini sospettati dei reati di associazione sovversiva (art. 270) e di partecipazione a banda armata (art. 306). Amnesty International si è occupata della vaghezza e debolezza delle prove impugnate per giustificare tali prolungate detenzioni. In molti casi le…

ULTIMO SALUTO

DI MARCO BAZZATO Yasser Arafat è morto, si è spento in un ospedale militare francese, il vecchio guerriero che per quarant’anni ha guidato il popolo palestinese e negli ultimi anni era costretto nel bunker a Ramallah, ha dato il suo addio in silenzio, distante dai riflettori e morendo nell’umana malattia. Il terrorista è…

USA:QUESTO PARTITO E' FINITO

DI JOHN CARUSO Sì, l'hanno veramente fatto esplodere in mille pezzi. Considerate solo per un istante la paralizzante verità della presente situazione: il Partito Democratico, sotto la guida del DLC - Democratic Leadership Council - è riuscito nell'impresa di perdere per ben due volte la Casa Bianca a favore di George Bush! No, davvero: George…

L'ASSALTO NEOCON ALL'EUROPA

DI GIUSEPPE GENNA Non esiste differenza tra il regime tecnocratico che ha deciso di creare un continente unico (quello che già esisteva, cioè il Vecchio) e il regime fondamentalista che ha deciso di distruggere un continente differenziato (cioè l'ultimo arrivato tra i continenti: il Nuovo, sezione nord). I grandi innovatori sono conservatori:…

UN IRAK SICURO E PACIFICO

DI SHERIF EL SEBAIE Più sicuro e pacifico di cosi si muore: ieri  tre membri della famiglia del "presidente" iracheno sono stati rapiti da alcuni uomini armati appartenenti ad un'organizzazione islamica che ora chiede la sospensione dell'attacco a Falluja e la liberazione di detenuti e detenute. Mi viene da pensare che Allawi non ci tenesse più…

CASO FRANZONI:VA IN SCENA IL PROCESSO MEDIATICO

DI MASSIMO FINI Martedì sera ho assistito su Rai Uno, l'ammiraglia della Tv pubblica, al processo parallelo e mediatico che l'onorevole Bruno Vespa ha messo in piedi nel suo «Porta a porta» sulla vicenda di Cogne e l'assassinio del piccolo Samuele. Se i processi si fanno in Tribunale una qualche ragione c'è. Perché in Tribunale c'è un giudice a…

IL MISTERO DI MRS. PALESTINE

Suha Arafat fa la parte della cattiva. Ma lo scontro con la dirigenza palestinese va oltre i soldi DI PAOLA CARIDI Suha Arafat non è un personaggio popolare, per le strade palestinesi. Tanto più impopolare, ieri, dopo il ballon d’essai gettato dagli schermi – guarda caso – di Al Jazeera. Popolare nel mondo arabo, ma popolarissima tra i…

CHE DIO CONDANNI L'AMERICA

Briciole di saggezza dal Vecchio testamento DI ROBERT JENSEN Dopo aver sentito i discorsi di Kerry e Bush, di riconoscimento e di vittoria rispettivamente, terminare entrambi con l'immancabile "Dio benedica l'America", ho deciso di chiudere tutti i miei discorsi politici futuri con l'invocazione "Dio condanni l'America", citando la Bibbia a…

USA, LA WATERLOO DEI LIBERAL

Napoleone dovette perdere due volte prima di capire, dopo Waterloo, che la sua sconfitta annunciava un cambiamento storico; Bush ha dovuto vincere due volte perché i liberal percepissero che stiamo entrando in una nuova era. La posta in gioco non è l'Iraq ma un nuovo ordine mondiale e il ruolo degli Usa nel XXI secolo. Dobbiamo tuttavia…

GENTILE REDAZIONE GENERALE LIBRERIA FELTRINELLI

... laddove riscontrasse la mancanza di libri appartenenti alle nostre edizioni, siamo disponibili a considerarli copie omaggio Gentile attenzione direzione generale Libreria Feltrinelli Largo Argentina, per conoscenza alla stampa Gentile Giuliana Dolci,

THE ROVING EYE: The real fury of Fallujah

By Pepe Escobar "The Romans create a desolation and call it peace." - Tacitus "The enemy has a face. It is Satan's. He is in Fallujah, and we are going to destroy him." - Colonel Gary Brandl, US Marines President George W Bush is "reaching out" to Fallujah - the first major foreign policy initiative of the second Bush…

ZONA CREPUSCOLARE / SHALOM, HAVER

“Oggi ho saputo che i sondaggi indicano che il 60% degli israeliani spera che Arafat muoia. E’ una notizia che mi fa molto male e mi fa andare in collera. Quando l’unico partner che abbiamo avuto, Yitzhak Rabin, venne assassinato, so che molte furono le famiglie palestinesi che versarono lacrime per la sua morte. L’altro fronte può…

La giustizia come mezzo di controllo e oppressione

di Carsten HeinrigsTutti sappiamo quello che accadrà: lo spettacolo dei processi contro Saddam e altri membri del precedente governo iracheno. Gli occupanti e i loro rappresentanti iracheni hanno disperatamente bisogno di un colpo propagandistico per giustificare se stessi. Cosa c'è di meglio che costruire la demonizzazione di Saddam, miscelare…

LA MONTAGNA NON PUO' ESSERE SCOSSA DAL VENTO

La vita senza Arafat DI RAMZY BAROUD Se la malattia del leader Palestinese Yasser Arafat e l'inattesa partenza per la Francia rappresentano la conclusione di un'era, come hanno notato alcuni in maniera avventata, questo è perché l'assenza di Arafat, anche come un simbolo vivente, è un questione portatrice di grandi conseguenze. Ma detto…

CHOMSKY A BARNARD SULLE ELEZIONI USA

Caro Chomsky, sono Paolo Barnard* della RAI di Roma, autore del servizio "L'altro terrorismo" che ha visto la sua inestimabile partecipazione. Mi posso immaginare come lei si senta in questo momento. Tuttavia non possiamo mancare di vedere i due punti che seguono. 1) Quattro anni di attivismo civile senza precedenti, di dimostrazioni di massa,…

SECONDO UN VECCHIO RACCONTO AFRICANO,…

DI FRANCESCO GESUALDI ..., il potere è gestito da tre uomini. Per primo viene quello con la corona che definisce le regole. Poi viene quello col fucile che fa rispettare le regole definite dall'uomo con la corona. Infine viene l'uomo con i soldi che può comprare sia l'uomo con la corona, sia l'uomo col fucile. Nessuno sa in quale…

Il limbo dei moderati

di Furio Colombo Il New York Times del 4 novembre non ha dubbi. Queste elezioni sono state un grande scontro tra radicali e moderati. I radicali sono i repubblicani che hanno vinto, i moderati sono i democratici che hanno perso. Da oggi, nel giornalismo americano, la parola “radicale” , nel senso tipicamente americano di…

LA MENZOGNA DEL ''GOLDEN RICE''

Nei Giorni scorsi alcuni quotidiani di area cosidetta "liberal" come "L'Indipendente" "Il Foglio", "Il Riformista", e "L'Opinione" hanno pubblicato una lettera aperta al Presidente del Consiglio contro il bando degli Ogm (blocco delle semine transgeniche) proposto dal Ministro delle Politiche Agricole Alemanno. Il decreto sarà in discussione…

BERLUSCONI E PUTIN, INSIEME VERSO LA META

DI GIULIETTO CHIESASi mormora che Silvio Berlusconi sia venuto a Mosca per ricevere anche lui un regalino. Vladimir Putin, uomo sicuramente pragmatico, ha dimostrato negli ultimi tempi che valgono per lui molto di più i buoni rapporti politico-economici che non qualche manciata di chilometri quadrati di territorio o qualche pacchetto di azioni.…

LA MAFIA GODE OTTIMA SALUTE

Parlare di mafia oggi è scomodo. Per questo dobbiamo urlare che essa continua ad esistere Non è solo questione di pallottole o bombe, la mafia si ingrassa nei settori più remunerativi; che cosa dicono e fanno gli evangelici contro questa cultura di morte DI FRANCESCO SCIOTTO Tre notizie degli ultimi giorni. La prima: i giudici hanno…

SU CON LA VITA

Michael Moore propone 17 motivi per non disperare dopo la vittoria di Bush DI MICHAEL MOORE Cari amici, Ok, che schifo. Davvero che schifo. Ma prima che vi buttiate troppo giù cerchiamo, con le parole di Monty Python, di “guardare sempre al lato positivo della vita!”. Dopo le elezioni di martedì ci SONO alcune buone notizie. Ecco 17…

IL REDIVIVO OSAMA HA VOTATO PER BUSH

DI GIULIETTO CHIESA I miei 24 lettori sanno che io ho pensato, e scritto, a più riprese, che Osama bin laden era (“probabilmente”) già morto da tempo. Ora che è “riapparso”, quegli stessi lettori si chiederanno se sono disposto a correggermi. Il fatto è che io non penso ci sia molto da correggere. Nei tre anni abbondanti in cui Osama bin…

DA FORZA SOCIALE E OPERAIA A GALASSIA DI INTERESSI LIBERTARI

Iniziato il processo di autocoscienza tra gli esponenti democratici DI MAURIZIO BLONDET «Che Bush avrebbe conquistato una maggioranza popolare schiacciante si poteva prevedere già guardando le foto di coppie gay festanti dopo le nozze davanti al municipio di San Francisco». Ciò che rende notevole quest'analisi è che non appare su un…

LA VITTORIA DI BUSH

di Truman Burbank Dunque Bush ha vinto. La prima sensazione è di rabbia. Come al solito ha vinto il peggiore. Certo, se avesse vinto Kerry cambiava ben poco. Ma ha vinto Bush e questo è preoccupante, perché in questo modo il piano dei neocons è più forte che mai. La guerra infinita (Enduring Petroleum, mi pare si chiamasse) dell'impero…

ARAFAT, L'ADDIO ALL'EROE

DI NELSON MANDELA "Quando le future generazioni prenderanno in esame la storia del XX secolo, considereranno senz'altro la lotta per l'autodeterminazione dei popoli oppressi e colonizzati uno dei momenti più significativi di quest'epoca. La diffusione in tutto il pianeta di queste lotte per l'autodeterminazíone dà la misura della vastità che…

PERCHE' GLI OPERAI SCELGONO BUSH

DI NICHOLAS D. KRISTOF Vivere da poveri, votare da ricchi Scrivo di martedì, seduto su carboni ardenti, senza conoscere i risultati delle elezioni. Ma se i sostenitori di John Kerry stanno festeggiando o cercando asilo all'estero, dovrebbero comunque sentirsi malissimo per i milioni di allevatori, operai e cameriere che hanno finito per…