Carlo Freccero: “Questa adesione acritica dei cittadini è più inquietante dell’autoritarismo”

di Carlo Freccero per “la Stampa”
www.lantidiplomatico.it

È necessario arrivare ad un punto di rottura perché la rottura si realizzi. Dall’inizio della pandemia i popoli di tutto il mondo sono scesi in piazza innumerevoli volte. Gli italiani sembravano sedati da una sorta di ipnosi. Con il green pass il miracolo si è compiuto: le piazze italiane si sono riempite. Ed è interessante notare che in piazza a contestare c’erano non solo i no-vax, ma anche i vaccinati, che, per motivi di principio, protestano per tutelare le libertà costituzionali.

Lo stesso concetto è ribadito da Cacciari nell’articolo di ieri: io mi sono vaccinato, ma la democrazia è libertà di scelta e questa libertà di scelta va difesa. Nel contesto del generale risveglio si pone il pezzo firmato congiuntamente da Cacciari e di Agamben che, bisogna dargliene atto, è stato l’unico ad intervenire dai primi giorni della pandemia con i suoi interventi quotidiani su Quodlibet. Purtroppo la sua voce è stata isolata ed ascoltata solo da minoranze. Per attirare l’attenzione di un numero sufficiente di persone, bisognava esagerare. E si è esagerato.

La somministrazione dei vaccini è stata affidata all’esercito per sottolineare il clima di emergenza, di protezione civile in cui ci troviamo. Ma per chi ha la mia età l’idea di una scelta sanitaria imposta dall’esercito ha qualcosa di inquietante come inquietanti suonano le minacce di mandare l’esercito porta a porta a «stanare» i non vaccinati. Analogamente, per quelli della mia generazione, la morte di De Donno evoca il fantasma di Pinelli. Per la mia professione nella comunicazione il primo problema che ha attirato la mia attenzione è stato da subito la mancanza di alternativa imposta al discorso pandemico.

Democrazia significa tutela del parere delle minoranze. Questo parere è stato sradicato in nome della scienza, chi lo professava è stato zittito ed insultato nei dibattiti pubblici. Nell’articolo contro il green pass, pubblicato dall’Istituto Italiano di Studi Filosofici di Napoli, Agamben e Cacciari criticano il green pass affermando che «la discriminazione di una categoria di persone, che diventano automaticamente cittadini di serie B, è di per sé un fatto gravissimo, le cui conseguenze possono essere drammatiche per la vita democratica».

L’art. 3 della Costituzione italiana vieta esplicitamente ogni forma di discriminazione. L’affermazione dei due filosofi dovrebbe quindi essere, in qualche modo, ovvia. Invece il fatto stesso che il sito Dagospia definisca l’articolo una «bomba» solo perché dissente dalla vulgata del «mainstream» è una conferma di quanto gli autori espongono nell’articolo citato e cioè del pericolo di una deriva totalitaria. Mi sembra di assoluta evidenza che un’informazione che bandisce qualsiasi forma di dissenso, sia di per sé sinonimo di propaganda.

E la propaganda ha poco di democratico. Da quando è iniziata la pandemia la televisione ci ha abituati alla consuetudine del dibattito unanimistico. Ci sono format e programmi come il talk show che hanno bisogno per esistere di un contraddittorio. Dato che gli invitati sono tutti della stessa idea, essi non sono tenuti a confrontarsi, ma fanno gara tra loro a superarsi in ortodossia ed obbedienza ai vari Dcpm ed ora a Decreti Legge che hanno sostituito la legislazione ordinaria. Mi si obietterà che tutto questo è fatto per il bene comune, un bene comune che autorizza uno stato di eccezione, previsto però in Italia, solo per lo stato di guerra (art. 78 della Costituzione).

Tutela cioè la collettività, ma anche l’individuo. E i trattamenti sperimentali sono esclusi dal codice di Norimberga, dalla dichiarazione di Helsinki, dalla convenzione di Oviedo. Il processo di Norimberga basta da solo ad evocare il nazismo. Gli imputati si difesero sostenendo di aver obbedito agli ordini. Per evitare che queste aberrazioni si ripresentassero fu stabilito un codice a futura memoria. Tra l’altro esso prevede che la sperimentazione sia ammessa solo se «il soggetto volontariamente dà il proprio consenso ad essere sottoposto ad un esperimento».

Senza accettazione volontaria l’esperimento non può avere luogo. Il vaccino è ancora in fase sperimentale. Cito dal bugiardino Pfizer e quindi faccio parlare direttamente le case farmaceutiche produttrici, perché sia ben chiaro che non sto riferendo il mio parere personale: «Per confermare l’efficacia e la sicurezza di Comirnaty il titolare dell’autorizzazione alla emissione in commercio deve fornire la relazione finale sullo studio clinico» e a lato «Dicembre 2023».

Sino al 2023 il vaccino sarà una terapia sperimentale con esiti futuri incerti. In questi giorni la senatrice Segre, sopravvissuta all’Olocausto, è intervenuta dicendo che è folle paragonare vaccino e green pass alla Shoah. Ci sarebbe una sproporzione tra le cose. Ma la senatrice sembra dimenticare che c’è sempre un inizio e la discriminazione è quell’inizio. Per parlare di regime autoritario non è necessario poi arrivare sino ai forni crematori. Basta che la normale vita democratica ed i diritti dei cittadini subiscano delle limitazioni.

In senso opposto va invece l’intervento di un’altra sopravvissuta all’Olocausto che milita invece sul fronte opposto, la signora Vera Sharav. «Conosco le conseguenze – dice la sopravvissuta – di essere stigmatizzati come diffusori di malattie». Il suo calvario è incominciato a piccoli passi con la segregazione ed il divieto sempre più esteso a partecipare alla vita sociale, a entrare in determinati contesti, a viaggiare.

La cosa che più mi ha colpito nell’intervento di Vera Sharav è la lucidità con cui collega il nazismo all’uso autoritario della medicina. In nome della scienza – ci dice – viene cancellato ogni principio morale della società.

Questa affermazione mi fa ricordare il fondamentale intervento di Agamben con la sua «Domanda» rivolta a tutti gli italiani. «Com’ è potuto avvenire che un intero Paese sia senza accorgersene eticamente e politicamente crollato di fronte ad una malattia?». In nome della sopravvivenza e di quella che Agamben chiama «nuda vita» (una vita privata di ogni valore che travalichi la sopravvivenza biologica ), gli italiani hanno accettato di lasciar morire i loro anziani in solitudine negli ospedali, hanno accettato di incenerire i cadaveri senza sepoltura, hanno accettato la perdita di ogni principio morale. Ed hanno rinunciato alla vita sociale.

E questa adesione acritica da parte dei cittadini è per certi versi più inquietante dell’autoritarismo del governo. È un indice inequivocabile che i meccanismi dell’autoritarismo sono già stati introiettati da tutti noi come naturali e che appartengono ormai alla quotidianità e al nostro futuro.

 

Carlo Freccero per “la Stampa”
www.lantidiplomatico.it
FONTE: https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-carlo_freccero_questa_adesione_acritica_dei_cittadini__pi_inquietante_dellautoritarismo/39602_42488/

Scelto e pubblicato da Valentina Bennati – ComeDonChisciotte.org

 

 

Notifica di
37 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
nicolass
Utente CDC
2 Agosto 2021 9:09

Bellissimo pezzo complimenti a Freccero per la lucidità e l’onestà intellettuale.. farebbe meglio a stare attento a non suicidarsi per sbaglio. Siamo ostaggio a tutti gli effetti ..ostaggio di Big Pharma che già si frega le mani pensando alla terza dose di vaccino per tenere aggiornato il Green Pass. Siamo ricattati e chiunque con un minimo di raziocinio dovrebbe esserne consapevole… ma i tentacoli delle corporazioni del farmaco non sono certo nati ieri. Dieci vaccini obbligatori per i bambini già dalla primissima infanzia con epidemia di autismo ormai fuori controllo… cicli di chemioterapia per i malati oncologici che costano 100, 200 mila euro a botta e che uccidono più del male in sé… farmaci tossici e veleniferi che intossicano il corpo e l’anima… oltre 250 mila persone muoiono nei soli Stati Uniti ogni anno per malattie iatrogene ovvero per pratiche mediche scorrette e per effetto dei farmaci tossici sull’organismo…parametri del sangue rivisti continuamente al ribasso facendo passare milioni di persone dall’essere sani a l’essere considerati malati dalla sera alla mattina. Questo per dire che ostaggio della chimica farmaceutica lo siamo da sempre… o almeno da quando la medicina naturale ovvero l’arte di curarsi con le piante officinali e le erbe… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da nicolass
gix
Utente CDC
2 Agosto 2021 9:17

Dice:”i meccanismi dell’autoritarismo sono già stati introiettati da tutti noi come naturali…”, in realtà non se ne sono mai andati, hanno sempre fatto parte della nostra cultura, come popolo abituato alla sottomissione e in gran parte incapace di elaborare i meccanismi più elementari di una parvenza di democrazia. Fanno un pò sorridere, al punto in cui siamo, certi discorsi sul rispetto delle idee e delle opinioni altrui, specie quando si hanno prove storiche e drammaticamente sperimentate, che le maggioranze quasi sempre sbagliano, se non altro perchè ingannate e convinte a seguire acriticamente un pensiero unico che mai tiene conto degli interessi del popolo. Quindi, prima di tutto, occorre tenere a mente, sempre e ad ogni costo, che il fatto che un’idea sia seguita ed approvata dalla maggioranza non è assolutamente garanzia che tale sia una idea giusta, anzi, abbiamo visto che spesso si tratta di una menzogna che le masse intendono come scorciatoia per una presunta verità. Bisogna accettare l’evidenza che ormai occorre pensare a difendersi, e per farlo nel migliore dei modi occorre prima aver individuato con chiarezza il nemico. Non piacerà a molti sapere che nelle file del nemico ci sono persone che magari potremmo persino considerare oggetto… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da gix
oriundo2006
Utente CDC
Risposta al commento di  gix
2 Agosto 2021 10:00

Una possibile forma di difesa, anche se lo riconosco è una difesa in seconda battuta in quanto accetta la parte principale delle asserzioni vacciniste, è DISCRIMINARE FRA I VACCINI.
Non tutti sono uguali, alcuni hanno il nanografene che si presta ad applicazioni ‘complottiste’, altri sono ‘tradizionali’, altri ancora pur non legalmente approvati in Eu hanno tuttavia dato prova di efficacia indubbia ( Sputnik nelle sue varianti ).
Proporrei dunque agli specialisti che pure animano questo blog di esaminare le diversità e farcene un riassunto esplicativo da poter utilizzare in via ‘polemica’.
A parte ciò, sempre per evitare una forma di monolatria antivaccinista che pecca di estrema criticità verso tutto ed è dunque facilmente attaccabile proprio dagli apologeti del ‘sistema’, proporrei di evidenziare le cure alternative già presenti e quelle che fra poco lo diverranno grazie a farmaci attualmente allo studio o in sperimentazione.
Insomma, chiedo un semplice ‘bigino’ per raccapezzarsi in una materia che sta diventando troppo complessa…probabilmente apposta…

oriundo2006
Utente CDC
Risposta al commento di  gix
2 Agosto 2021 10:10

Concordo. Sottolineo come il riferimento ‘di scuola’ alle passate vicende storiche sia sempre assolutamente di ‘copertura’ verso quanto altri ha fatto e organizzato: che come sempre è occultato e sminuito dal presunto ‘male assoluto’. Insomma, paradossalmente ingigantendone le ‘colpe’ si imputa al nazismo di non esser stato estraneo a quanto altri già faceva ( sia in Russia che altrove ): ovvero di non esser stato ‘perfetto’ !
Onestamente, mi sono stancato di veder uomini di indubbia cultura ripetere tesi ideologizzate a strumento di parte. Quello che conta è non dare spazio alla manipolazione del genere umano, cosa che vede incontestabilmente OGGI all’avanguardia i presunti difensori della ‘democrazia’ e dei ‘diritti umani’.

PietroGE
Utente CDC
Risposta al commento di  oriundo2006
2 Agosto 2021 11:52

E se proprio uno vuol fare riferimenti al passato, sarebbe giusto non dimenticare gli esperimenti umani dove civili sono stati trattati da cavie per studiare l’effetto di nuove armi, come nelle città giapponesi o tedesche, o anche sui propri soldati (americani) costretti ad operare vicino ad esplosioni nucleari. Si dirà : allora non era chiaro quali conseguenze nefaste avevano le radiazioni sul corpo umano. Beh la stessa cosa si potrebbe dire sugli effetti a lunga scadenza dei vaccini con terapia genica.

Giovanni01
Utente CDC
Risposta al commento di  PietroGE
2 Agosto 2021 12:52

Senza allontanarci troppo nel tempo e nello spazio, pensi a quante vittime ha fatto l’industria chimica.
Proprio lì vicino, stoppani. Ricorda?

Rnamessaggero
Utente CDC
2 Agosto 2021 9:47

Dopo anni di studi e ricerche sul tema democrazia non ho ancora trovato o letto soluzioni . La maggioranza ignora è ignorante , manipolabile , alla maggioranza puoi vendere il freno a mano per aerei in volo , può credere che la scienza è riuscita ad inventarlo . Alla sacrosanta tutela delle minoranze andrebbe aggiunta anche la tutela dei minorati , che sono la maggioranza appunto . Per votare andrebbe istituito un concorso , se lo superi , rispondi correttamente alle domande , dimostri di avere un minimo di coscienza e scibile , allora puoi far parte di quella minoranza tutelata che va a votare . Restate tutti in casa perché in giro c’è un virus pericoloso è comprensibile , sottoponetevi ad un esperimento genico e verrete premiati con la possibilità di andare più o meno ovunque è tutt’ altra cosa , la minoranza si sveglia per forza se i bambini iniziano a fare domande ai genitori .
Grazie Freccero , come sempre .

gnorans
Utente CDC
Risposta al commento di  Rnamessaggero
2 Agosto 2021 19:51

Quanto a minoranze c’è anche una minoranza di psicopatici e altri disturbati che arrivano regolarmente al potere.
Questa minoranza è tutelatissima, mentre una sana discriminazione su base psichiatrica all’ingresso di certi palazzi risolverebbe una marea di problemi.

Rnamessaggero
Utente CDC
Risposta al commento di  gnorans
2 Agosto 2021 23:49

Concordo sul principio , temo però che la psichiatria sia complice dei politici , solo così mi spiego un gran numero di fenomeni sociali , vedi ad esempio il TSO come arma punitiva e repressiva verso i dissenzienti o i libero pensanti .

gnorans
Utente CDC
Risposta al commento di  Rnamessaggero
3 Agosto 2021 7:16

Lo temo anch’io, comunque se si diffondesse il principio sarebbe già qualcosa.

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da gnorans
ignorans
Utente CDC
2 Agosto 2021 10:23

“Mi sembra di assoluta evidenza che un’informazione che bandisce qualsiasi forma di dissenso, sia di per sé sinonimo di propaganda”.

In verità “l’occidente” è nient’altro che propaganda. Anche prima del covid era così. Ed è per questo che chi aveva ed ha altre idee ha rinunciato da tempo a diffonderle, tanto l’occidente è un muro impenetrabile. L’occidente è la somma dei suoi difetti, è costruito sui suoi difetti.
In occidente non si parla mai di cose interessanti, di cose centrali, di cause, di cose risolutive. E’ tutto uno sfarfallare. Anche il covid è assolutamente marginale. Anche questa discussione. Il nocciolo rimane sempre intoccato.
Ad esempio, il fatto che stia accadendo quello che sta accadendo, avrebbe dovuto suscitare un’emozione, un pensiero sullo stato, sulla società, della serie: “Mio Dio, abbiamo costruito un mostro! (lo stato, le istituzioni)” Ma questo pensiero non si manifesta, non si rivela. Per questo posso dire che nessuno capisce nulla.

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da ignorans
danone
Utente CDC
2 Agosto 2021 10:29

Se le punte di diamante del pensiero critico di questo paese, sono i Freccero e i Cacciari, non ne usciremo tanto presto e tanto facilmente da questa pandemenzia. Tutti personaggi cresciuti attaccati alla mammella di mamma elite e di papà mainstream. Freccero poi di tv e palinsesti se ne intende, e non mi sembra che abbia fatto granchè per alzare il livello dell’ informazione e della qualità mediatica di questo paese, e non è nemmeno tra i peggiori. Su Cacciari filosofo de sinistra, sorvolo, sebbene nel degrado totale di quell’area, anche le pulci emergono di un pochino sul piattume generale. Stessa cosa che vale per i Santoro, che ho sentito osannare come esempio di vero giornalista critico. Bene, quando il Santoro faceva del becero anti-berlusconismo ideologico h24 cos’era, un grande giornalista-comunicatore anche allora? Servizio pubblico da fossa biologica. Questa è tutta gente diventata ricca, famosa e privilegiata nel sistema, co-responsabili di aver affossato lo spirito critico di questo paese, come tutti i video-intellettuali di sta cippa, se non addirittura averlo accoppato per sempre. Certo, le critiche le sanno fare oggi che si accorgono che la me.da è arrivata fino sotto lo zerbino di casa loro. Inascoltabili e improponibili, mandateli a… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da danone
Rnamessaggero
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
2 Agosto 2021 10:33

Mandarli a lavorare per davvero , azzarola se ci vai giù pesante , preferirebbero morire .

IlContadino
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
2 Agosto 2021 10:44

Ciao Danone, condivido ciò che scrivi, e di brutto, anche le virgole, ma noto che ancora non sei sceso in piazza, non hai visto cosa c’è laggiù, oh mio dio! Sei di sicuro andato al bar e al supermercato, ma non in piazza, il livello di smarrimento che c’è tra quelle persone è enorme, ripeto: enorme. Perché siamo in pochi e soprattutto perché il distacco tra quelli coi cartelli in mano e quelli seduti al tavolino del bar spritz e patatine è abissale, sembra quasi incolmabile. I Freccero e i Cacciari (filosofo di sta minchia) non parlano a noi, non ce l’hanno con chi ha ancora il cervello che funziona, si rivolgono agli spritzomani, cercano di colmare il vuoto che li separa dal genere umano, fanno più o meno il nostro stesso lavoro, ad un altro livello, dà retta, lasciali fare, non scartare il grasso, in tempo di guerra ogni buco è trincea;-)
Buona giornata!

danone
Utente CDC
Risposta al commento di  IlContadino
2 Agosto 2021 13:22

Capisco cosa intendi, piutost che gnit, mei piutost.
Freccero poi mi sta anche simpatico.
Secondo me, intelligente com’è, non mi stupirebbe che sia, dentro, anche un no-vax.
Diciamo che quando vedrò in piazza fra gente comune, i Freccero e i Cacciari, mi ricrederò su di loro.
Per ora li considero ancora braccia rubate al lavoro manuale, come tutta l’intellighenzia ufficiale di questo paese.

gix
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
2 Agosto 2021 10:57

Così come potremmo rimanere interdetti dal fatto che fra le file del nemico, pronti a sparare contro di noi, potremmo trovare persone che ci dispiace considerare tali, e che magari avremmo preferito non combattere, altrettanto dovremo accettare di doverci difendere insieme a persone che non ci piacciono nemmeno un pò. Ma certe rese dei conti sono inevitabili, oltre che storicamente ricorrenti.

danone
Utente CDC
Risposta al commento di  gix
2 Agosto 2021 13:28

Vero Gix,
il problema non è personale, vorrei precisarlo. Non avrei problemi con nessuno che mi manifesti sincerità d’intenti.
Dubito che certa gente ben in vista già da prima, solo perchè fa certe dichiarazioni, in un momento in cui si accorgono (chissà perchè non prima) che vengono toccati direttamente, siano le voci migliori da ascoltare.
Sono sempre pronto a ricredermi.

Cataldo
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
2 Agosto 2021 13:27

Non sono certo tra i miei riferimenti, ma il giudizio su Frecciero è sbagliato, nell’ambito della RAI ha sempre lavorato per dare spazio a tutti i personaggi ed i concetti “scomodi”, non mi sembra corretto rappresentarlo un esempio di “mainstream”, proprio per la sua visione pluralistica dei messaggi e dei linguaggi che ha sempre perseguito ; comunque anche le più becere produzioni di solo 10 anni addietro appaiono come tv illuminata, al confronto con la propaganda continua e asfissiante di oggi.

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Cataldo
danone
Utente CDC
Risposta al commento di  Cataldo
2 Agosto 2021 13:29

Contento te.

AlbertoConti
Redazione CDC
2 Agosto 2021 11:06

E’ sempre un piacere ascoltare una persona intelligente, e molto più corretta della media della sua classe sociale, soprattutto in questo buio momento di dittatura dell’idiozia. Tuttavia Freccero sbaglia di grosso con questa frase: “Questo parere (delle minoranze) è stato sradicato in nome della scienza” Lo so che è un artificio retorico, semplicemente descrittivo della abominevole narrazione dominante. Ma è comunque l’errore di fondo su cui si basa questa tragedia dell’equivoco, dell’ignoranza imposta dall’alto a un popolo terrorizzato ad arte proprio per renderlo ancor più disponibile a farsi “ignorantizzare”, a farsi prendere per i fondelli. Il “parere delle minoranze” non è stato sradicato in nome della scienza, bensì in nome della negazione della scienza, imposta con la banale menzogna ripetuta e resa autorevole da tutte le prostitute di regime, dal capo del governo in giù (o forse anche in sù?). Quando Burioni dice che la scienza non è democratica, arrogandosi il diritto esclusivo di rappresentarla, è come uno che bestemmia in chiesa. E con lui c’è l’intero coro dei bestemmiatori in chiesa, selezionati e promossi dalla propaganda mainstream. La realtà scientifica, da Galileo in poi, è esattamente l’opposto di questa burionata grottesca, e che gli ignorantizzati si bevono, ma non… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da AlbertoConti
Rnamessaggero
Utente CDC
Risposta al commento di  AlbertoConti
2 Agosto 2021 11:32

Hai detto bene , infatti Eintein capiva una cippa di fisica quantistica , Galileo resta sempre l’ unico . Di questi tempi , anche una sola goccia di buon senso intellettuale non va sprecata , ognuno dà quel che può . Dopo questo tuo intervento posso spegnere il pc e andare a lavorare tranquillo e soddisfatto , dalle 14 alle 22 , complimenti per la moderazione e razionalità .

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Rnamessaggero
Gino
Utente CDC
Risposta al commento di  Rnamessaggero
2 Agosto 2021 17:05

Da ciò che dici, deduco che tu non sappia granché di Albert Einstein: 1. che la fisica quantistica nacque per il suo merito → il contributo di Planck probabilmente sarebbe consistito, per almeno molti anni successivi, in una misteriosa e strana nozione di un’inspiegabile anomalia 2. e anche il fatto che essa poté poi progredì con grande rapidità, dipese almeno per il 50% dal suo contributo successivo → 2.1. fu Einstein a porre in evidenza il notevole valore del contributo di de Broglie, sulla base del quale Schrödinger poté poi sviluppare la nozione d’equazione d’onda (in una notte d’amore clandestino e di follia – in un modo stranamente e in notevole misura analogo a come qualche mese prima Heisemberg era invece riuscito in una notte a sviluppare definire e formulare la sua visione alternativa, seppure molto più parziale e molto più incompleta, di quella stessa nozione quantistica). → 2.2. Einstein fu il capofila dell’unica corrente eretica che per qualche anno poté sopravvivere nel mondo della fisica quantistica (ipotesi della sua incompletezza, soprattutto in conseguenza del conflitto tra il suo intendimento e quello neopositivista, venne emarginato e sistematicamente poi deriso oltraggiato e calunniato – probabilmente la tua cattiva opinione di Einstein… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Gino
Rnamessaggero
Utente CDC
Risposta al commento di  Gino
2 Agosto 2021 23:23

Le stranezze della fisica quantistica Passarono molti anni, prima che comprendessi i dubbi di Einstein sulle misteriose implicazioni della teoria dei quanti. Non sapevo che nel 1935 aveva stupito gli sviluppatori della teoria facendo notare loro che, secondo la teoria stessa, l’osservazione influenzava istantaneamente ciò che succedeva a distanza senza coinvolgere alcuna forza fisica. Aveva deriso tale influenza etichettandola come “azione sinistra” che non poteva davvero esistere. Un altro aspetto che disturbava Einstein era l’idea che, sempre secondo la teoria, quando si osservava un piccolo oggetto, come per esempio un atomo, in un determinato punto nello spazio, era l’atto di osservare in sé la causa del suo trovarsi proprio lì. Lo stesso vale per gli oggetti più grandi? In linea di principio, sì. Per ridicolizzare la teoria quantistica, Einstein aveva una volta chiesto a un fisico suo collega, scherzando solo in parte, se riteneva che la luna fosse al suo posto soltanto quando la guardava. Secondo Einstein, prendere seriamente la teoria quantistica significava negare l’esistenza di un mondo fisico reale indipendente dall’osservazione. È un’accusa pesante. La teoria quantistica non è solo una delle tante teorie della fisica, è la struttura portante sulla quale si basa in definitiva tutta la fisica.” Il quanto… Leggi tutto »

Rnamessaggero
Utente CDC
Risposta al commento di  Gino
2 Agosto 2021 23:28

Ho scritto la risposta ma è passata in attesa di approvazione , l’ algoritmo non ha digerito il [email protected] alla materia… che ridere , spero te lo facciano leggere .

ton1957
Utente CDC
2 Agosto 2021 11:40

”Con il green pass il miracolo si è compiuto”
Troppo presto per parlare di miracolo, piccoli gruppi divisi su tutto che ancora non hanno affrontato la prova del fuoco (quella vissuta sulla loro pelle dai NO-TAV).
Mi sfugge anche lo strano comportamento di chi pagato per eseguire ordini, per disperdere manifestazioni non autorizzate, si toglie l’elmetto e resta fermo ad osservare. Qualche semplice di spirito, tra i manifestanti, applaude anche, probabilmente non ha fatto il militare, dove la prima cosa che ti insegnavano é che un soldato non pensa, ubbidisce. (chi pensa non puó fare certi mestieri)
L’idea che mi sono fatto é che lo scopo del green pass sia giá stato raggiunto (esacerbare gli animi,dividi ed impera) ma alla fine non sará introdotto o se introdotto non sará utilizzato perché sarebbe un autogol per i leccavax.
Con il green pass se le varianti e gli infetti aumenteranno, diviene difficile dare la colpa ai non vaccinati costretti a vita ritirata.
P.S.
Tra l’altro, mi pare che da domani entriamo in semestre bianco, (pensione assicurata) e forse,in parlamento, si ricorderanno della volontá popolare (anche alla luce di prossime elezioni in grandi cittá)

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da ton1957
Holodoc
Utente CDC
Risposta al commento di  ton1957
2 Agosto 2021 13:02

Le elezioni…? Ma c’è la PANDEMIA!!!

ton1957
Utente CDC
Risposta al commento di  Holodoc
2 Agosto 2021 14:48

Si prende tre piccioni con una fava, le faranno nei centri vaccinali in concomitanza con la terza dose ormai certa e mentre si aspetta Crisanti resuscitato, che si é giá lamentato perché si tampona poco, passa lui in persona per il tampone. (cosa non si farebbe per pagare il mutuo)

BrunoWald
Utente CDC
Risposta al commento di  Holodoc
2 Agosto 2021 22:59

In Perú ci sono appena state elezioni politiche in due turni (aprile e giugno), con enormi assembramenti, più una sequela di manifestazioni quotidiane di opposte fazioni, spesso immense… Questo, nel bel mezzo di una terribile “seconda ondata” che secondo i media avrebbe ucciso decine di migliaia di persone. Nessuno sembra notare l’incongruenza. Per strada non ne incontri uno senza mascherina. Anche da soli in macchina, o in motocicletta. Un sacco di giovanotti sani e robusti girano con doppia mascherina e schermo di plastica, poi magari vanno a far casino in piazza con centomila persone.
Alla gente puoi far credere, e far fare, qualsiasi cosa: basta che gestisci la televisione.

Primadellesabbie
Utente CDC
2 Agosto 2021 11:45

“…E questa adesione acritica da parte dei cittadini è per certi versi più inquietante dell’autoritarismo del governo. È un indice inequivocabile che i meccanismi dell’autoritarismo sono già stati introiettati da tutti noi come naturali e che appartengono ormai alla quotidianità e al nostro futuro.”

Ho sottolineato il vocabolo fuori luogo in questa ineccepibile considerazione dell’autore.

La burocrazia tiene viva la pratica della discriminazione: nel principio e nelle pieghe della burocrazia c’è tutto il necessario per celebrare la discriminazione come rito individuale e collettivo ad ogni piè sospinto, e la consuetudine con questa barbarie è terreno di cultura e tirocinio per vigilantes e vigilati di ogni età e condizione.

Gli italiani respirano burocrazia in dosi letali e a pieni polmoni, con le conseguenti “necessarie” discriminazioni, fin da bambini sui banchi di scuola e, prima, all’asilo.

Per questo sono, e sono stati, i primi della classe in questo e “altri” esperimenti sociali nel passato remoto e prossimo.

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Primadellesabbie
Cataldo
Utente CDC
Risposta al commento di  Primadellesabbie
2 Agosto 2021 14:35

Mio padre aveva solo la 5° elementare, ha iniziato a lavorare da orfano di padre a 8 anni, mi ha insegnato molte cose, ma una in particolare è relativa alla burocrazia.
Lui lavorava alle poste, ma non in ufficio, era un guardafili, andava in giro a sistemare i cavi del telegrafo prima e del telefono poi, ma era comunque inserito in una burocrazia, mi ha sempre detto, in altre parole, che la burocrazia è l’unica forma di mediazione del potere verso il singolo. Senza burocrazia siamo tutti alla mercè del potere, è solo l’esistenza di regole di funzionamento burocratiche che può dare inizio ad una forma di mediazione che ci permetta di avere dei diritti rispetto il potere.
Non a caso questi provvedimenti sono presi in condizioni di emergenza e sono fuori dal percorso burocratico istituzionale, valgono in funzione dello stato di emergenza che li ha causati, sono corpi estranei nella burocrazia reale, utilizzano delle scappatoie dalle regole burocratiche.
Noi invece dobbiamo esigere un corretto funzionamento della burocrazia, attraverso i suoi sistemi, esigere un controllo costituzionale della produzione legislativa .
Se il governo, come sta facendo, preme per sovvertire l’ordine burocratico-amministrativo, allora iniziano i problemi.

uparishutrachoal
Utente CDC
Risposta al commento di  Cataldo
2 Agosto 2021 16:13

Schiavi del potere o della burocrazia..!
Ma sia il potere che la burocrazia bevono basarsi sul buonsenso..e se non c’è..l’orrore è servito..
Se invece c’è..potere e burocrazia sono disciplinati..
Il problema è che il buonsenso non si studia a scuola e non ci sono lauree o specializzazioni nell’argomento..
Eppure è la cosa più importante..
Il potere come la burocrazia sono pratiche automatiche..fanno a meno della coscienza..e finché non insegniamo ad essere consapevoli..a osservare semplicemente noi stessi senza fini che non siano il semplice esistere bene..nessuna soluzione al vivere male potrà essere trovata..

Primadellesabbie
Utente CDC
Risposta al commento di  Cataldo
2 Agosto 2021 18:13

Non la penso diversamente, ma noi viviamo in una overdose di burocrazia e di mentalità burocratica. Non c’è nessun Paese che ci stia a pari in questo campo, e la burocrazia, se lasciata agire senza dover rispondere ad un vertice della piramide attivamente e rapidamente responsabile e garantista, picchia duro ovunque. Hai giustamente tirato in ballo il potere, ma qui nessuno si assume la responsabilità di esercitarlo e risponderne, pur mediato, e magari sbagliare lasciando le proprie impronte e giocandosi così la carriera, succede che, scendendo di gradino in gradino, provvedono le mezze maniche delle varie amministrazioni a riempire i vuoti, esaltandosi con misure punitive e opportuniste omogenee ai loro pensieri e interessi. Potrei fare degli esempi di veri e propri imbrogli messi a segno dalla burocrazia (con qualche sforzo perché mi sono impegnato a dimenticare). Noi viviamo immersi in regolamenti inappropriati, e hai voglia di far valere la Costituzione, qualche legge vigente o almeno il buon senso, a chi capita capita e, secondo la vulgata prevalente: poteva pensarci prima! Dai salotti pretenziosi al bar sport (e talvolta anche su CdC), quando viene esposto un problema, volonterosi pensatori immaginano con spiazzante naturalezza articolate soluzioni basate su provvedimenti burocratici dai quali… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Primadellesabbie
Violetto
Utente CDC
2 Agosto 2021 18:07

C’è un problema di fondo che per quante informazioni si possano cogliere fuori dal mainstream, nella controinformazione, queste sono carenti.

Per esempio, cosa si sa di che cure usano in altri paesi, come il Giappone, ma in via ufficiale ?
Niente.

Si ripete sempre le stesse cose ma di notizie e informazioni determinanti ce ne sono poche e prese dalle stesse agenzie di stampa oppure sono opinioni di vari personaggi.

mingo
Utente CDC
2 Agosto 2021 22:43

Come è stato possibile si chiede Freccero? Beh io direi che da questi avvenimenti che sono ancora in corso, si capisce come milioni di Italiani o Tedeschi (ma può valere per qualsiasi popolo che ha vissuto il totalitarismo) negli anni del fascismo e nazismo si siano sottomessi senza pensare o criticare ad essi e non dico il popolino semi analfabeta di quel periodo ma di tutte quelle persone con un po’ di istruzione e oltre .
Ora ci risiamo ma vediamo anche le risposte a quei “come era possibile”….Beh signori è possibile e ci vuole veramente poco per arrivarci .
Non permettiamogli di arrivare fino infondo al loro piano e cerchiamo di resistere e combattere ,nel nostro piccolo si intende ma più siamo e più forti diventeremo.

cedric
Utente CDC
3 Agosto 2021 15:56

cito dal sor freccero (ex consigliere amministazione RAI ed ex direttore RAI2 con reddito lordo stimato superiore a 400.000 euro annui) «Com’ è potuto avvenire che un intero Paese sia senza accorgersene eticamente e politicamente crollato di fronte ad una malattia?». In nome della sopravvivenza e di quella che Agamben chiama «nuda vita» (una vita privata di ogni valore che travalichi la sopravvivenza biologica ), gli italiani hanno accettato di lasciar morire i loro anziani in solitudine negli ospedali, hanno accettato di incenerire i cadaveri senza sepoltura, hanno accettato la perdita di ogni principio morale. Ed hanno rinunciato alla vita sociale. Il sor Freccero sa bene che l’istinto di sopravvivenza travalica tutto. L’uomo vuole sopravvivere a qualunque costo (fa eccezione l’istinto di accoppiarsi) e gli italiani per la prima volta hanno visto la morte collettiva dal vero invece che in televisione. Quando gli italiani hanno realizzato che tre contagiati su cento crepavano e crepavano con i tubi infilati in ogni buco del corpo ed appesi a pancia in giù in una amaca, si è attivato l’antico istinto primordiale di sopravvivenza. Trentamila morti al nord italia in un paio di mesi, mucchi di cadaveri infetti bruciati sulle pire comuni perchè i… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da cedric
BrunoWald
Utente CDC
Risposta al commento di  cedric
4 Agosto 2021 22:08

Mi dispiace contraddirla, ma gli italiani non hanno “realizzato” una cippa: sono solo rimasti davanti al televisore a bersi a bocca aperta le strxxxate che gli venivano raccontate dai professionisti della propaganda. Come sempre. Se possedessero ancora un “antico istinto primordiale di sopravvivenza” si sarebbero da tempo ribellati in massa: invece si lasceranno condurre al macello, sociale e non solo, come i pecoroni che sono. La citazione della colonna infame, pire e lazzaretti fa ridere i polli: se ci fosse stato qualcosa di simile alla peste, ne sarebbero morti a milioni; le cifre ufficiali – che sono ampiamente gonfiate – parlano invece di centomila morti durante il primo anno di emergenza. Ora, in Italia muore ogni anno oltre mezzo milione di persone per malattie cardiovascolari, tumori, ecc – eppure misteriosamente questi pazienti sono stati abbandonati al loro destino. Non è un pò contraddittorio? Che non esistano cure è una menzogna di regime, come molti di noi sanno per esperienza personale e come è stato dimostrato dai tanti medici che disobbedendo agli ordini hanno continuato a curare con successo i loro pazienzi anziché abbandonarli come prescritto da OMS e governi. Se ci sono stati molti decessi è appunto perché la mafia… Leggi tutto »

gianB
Utente CDC
4 Agosto 2021 0:31

Sorvolo su Cacciari, Agamben e Freccero dicendo che parlano un “linguaggio” che serve per far ragionare chi parla lo stesso “linguaggio”. Apprezzo anche la diffusa preoccupazione, che si fa ben presente anche nei commenti, del bisogno di contestare la validitá, oltre che del vaccino, anche del cosidetto “green pass” dal punto di vista morale e giuridico. Ma quello che mi interessa far notare é che se si usano solo le armi della morale e della giurispudenza (costituzione) si usano le armi sbagliate. Non perché non siano legittime, tutt’altro, sono piú che legittime, ma é su un’altro piano che l’avversario basa la propria forza: la basa sul piano della scienza (la sua é pseudo-scienza, ma la spaccia come scienza). Ebbene é assolutamente quindi sul piano della scienza che bisogna combattere e dimostrare la falsitá delle pretese. In particolare mi riferisco al “green pass” ed i punti a supporto sono cosí elementari che si puó definirli semplicemente logici senza neanche scomodare la scienza: 1-la prova del tampone da effettuare 48 ore prima é chiaramente impraticabile a meno che non si voglia installare un centro tamponi ad ogni entrata di edificio di sorta o fermata di mezzo di sorta; 2-la presunta immunitá standard… Leggi tutto »

37
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x