Home / Spazio utenti / ANTISEMITISMO OGGI

ANTISEMITISMO OGGI

“Quando una religione ha la pretesa di imporre la sua dottrina all’umanità intera, si degrada a tirannia e diventa una forma di imperialismo.

Rabindranath Tagore,

“Discorso pronunciato nel marzo 1937 a Calcutta in occasione del centenario di Ramakrishna”

DI MARCO BAZZATO

Ancor oggi si manipola realtà, storia e conoscenza per scopi politici, intimidendo con leggi per bloccare il normale percorso delle idee, annoverando punizioni detentive usando la scusante razziale e antireligiosa nei confronti di coloro che cercano d’esprimere il loro diritto di parola e d’espressione, sancito dai trattati e convenzioni internazionali che perdono consistenza e valore, innanzi alle minacce paventate ed attuate per impedire idee contrarie al pensiero unificato.
Cosa significa antisemita?
E’ essenziale capire il significato della parola Semita, il dizionario Zanichelli 2004 della lingua Italiana da questa definizione alla pagina 1668: semìta: semìta da Sem Figlio di Noè, dall’ebraico Shem. Chi appartiene ai popoli, collegati tra loro per nessi razziali, linguistici e culturali, abitanti in ampie zone del Medio Oriente, dell’Africa settentrionale e dell’Etiopia, con fortissime radici in tempi preistorici e storici. Dire che il popolo Ebraico è colpevole di quanto accade in Medio oriente, svilisce il popolo Israeliano e la volontà’ di pace dei suoi abitanti, lo stesso principio vale per i popoli palestinesi di religione musulmana e non, uniti da fratellanza non solo storica, ma anche da elementi e movimenti estremistici avulsi all’uso religioso-politico-religioso, che nulla a che fare con la Fede in qualunque nome sia nominata.

Continuare nel presente, da parte di gruppi ultra ortodossi ebraici o estremisti islamici, usare la religione come arma, servendosi del potere secolare della politica, come nei tempi buii del Cattolicesimo che istituì inquisizioni e roghi per conservare il potere temporale dell’epoca, significa che la teorica evoluzione dell’uomo nella pratica sociale è arrestata innanzi ad atti, comportamenti personali, politici e sociali, che cambiando nome e luoghi si rinnovano nella loro fobia persecutoria.

Ora come in passato, a termini di legge, si vuole far tacere le voci che si levano, non a salvaguardia dei diritti dei palestinesi nella contesa Mediorientale, ma a salvaguardia dei diritti dell’uomo sistematicamente violate nelle contese militari in ogni parte del globo indipendentemente dalle popolazioni coinvolte.

Si giunge a gridare all’antisemitismo, all’antiamericanismo, dove l’equazione essere antiamericani, significa essere antisemiti, violentando la volontà dell’individuo, obbligando necessariamente a schierarsi con l’una o l’altra barricata, mentre il distacco politico e religioso vive nell’etica personale e sociale, manipolata politicamente e mediaticamente trasformata in marchio d’infamia, prece’ l’equidistanza è considerata un male da estirpare.

Non solo il popolo Americano è vittima della manipolazione della realtà mascherata quotidianamente mascherata dai media, facendolo vivere in un terrore psicologico, conducente alla repressione della coscienza e alla libera espressione d’essere osservatori e partecipi obiettivi di quanto avviene nel mondo.

È spiacevole apprendere che un Università, tempio della cultura della conoscenza e dell’integrazione multiculturale e multireligiosa mette all’indice libri, idee, o siti considerati ostili ad Israele, dove anziché’ adoperare le migliori risorse intellettuali presenti nell’ateneo a favore d’una pace giusta, marchia sulla pelle e sulle vesti chi cerca di far emergere i fatti, indipendentemente dalla bandiere e dalle religioni.

La promessa fatta ad Abramo e al suo Popolo è valida ora come all’inizio della storia, i Figli di Sem calpestano i quattro angoli della terra, ma la superbia dell’uomo che voleva giungere a Cielo tramite la Torre di Babele, lo fece ricadere a terra confondendogli i pensieri e le lingue, fu il castigo per la superbia dell’uomo, che continua prevaricare con la forza i diritti Divini, umani, umanistici degli abitanti della sfera azzurra trasportati indistintamente nel cosmo.

Marco Bazzato
Sofia (BG), 08.01.2005
[email protected]
© tutti i diritti dell’autore

Pubblicato da Davide