Aleppo ha mandato l’Occidente fuori di testa

DI MARTIN BERGER

journal-neo.org

Fino alla fine di Novembre  l’Unione Europea e Washington hanno cercato di convincere la comunità internazionale che nessuna delle parti nel coflitto siriano aveva la forza necessaria per avere il sopravvento sugli avversari nel campo di battaglia.
Allo stesso tempo, i circoli politici occidentali hanno intrapreso tutte le possibile azioni per impedire che Damasco e la Russia intensificassero la loro offensiva contro lISIS in siria, specialmente ad Aleppo.

A questo fine, il Segretario di Stato degli Stati Uniti John Kerry ha aumentato gli sforzi diplomatici per raggiungere un accordo con la Russia sulla siria prima che l’attuale amministrazione lasciasse il posto, il WP noterebbe.
Secondo questo giornale il Segretatio di Stato non si preoccuperebbe della dichiarata crisi umantaria in Aleppo, quello di cui avrebbe paura sarebbe invece che l’ammistrazione Trump possa raggiugere un altro genere di accordo con Mosca, che in fondo metterebbe gli Stati Uniti dalla stessa parte di Bashar al-Assad

E’ curioso che i funzionari UE abbiano spinto la loro propaganda ad esagerare, forzandoli a pubblicare tutte le possibili specie di false accuse contro Mosca e Damasco, accusandoli in particolare di aver bombardato scuole e ospedali.
Finora , c’Ë stato un totlae blackout sui media [occidentali] riguardo ai migliaia di civili aleppini macellati dai miliziani estremisti, che hanno impedito alla popolazione locale di scappare dai territori da loro occupati attraverso i corridoi umanitati predisposti dal governo. Finora, ci Ë stato fatto credere che gli islamisti fossero una sorta di eroi, mentre quelli che rischiano la loro vita per ripulire la citta da questa “piaga nera” erano dipinti come criminali.

A questo punto i governi di Inghilterra, Francia e Germania hanno usato il palcoscenico delle Nazioni Unite per richiedere a Damasco di stabilire una “pausa umanitaria” ad Aleppo. In ogni caso, non ne hanno approfittato per fornire aiuti agli abitanti della citta assediata, dato che l’occidente non ha fatto nessun tentativo di mandare un solo convoglio umanitario ad Aleppo.. I rappresentanti dei sopra-menzionati tre paesi, cosi come quelli USA, non anche neache avuto il coraggio di mettersi alla testa del convoglio umanitario dei russi dentro la città affiche non venisse bombardato.

Invece l’Occidente ha usato queste pause per dislocare altri islamisti in Aleppo e rifornirli con ulteriori equipaggiamenti.
C’è stato un buon numero di pubblicazioni che provano che in questo periodo i jiadisti di Ansar al-Islam furono riforniti di armi anti aeree, qunado enormi affari sono stati fatti in Europa Orientale ed Ucraina, per contrabbandare in Siria grandi quantità di armi dei tempi dell’Unione Sovietica.

Comunque le truppe siriane hanno avuto un buon successo fin qui nel liberare Aleppo, il che ha messo Washington in una situazione piuttosto bizzarra. Il Financial Times ha gia riportato che i capi dell’opposizione siriana sono stati contattati in colloqui segreti con la Russia per porre fine alle ostilit‡ ad Aleppo. Questo potrebbe condurre ad espellere gli USA dagli equilibri politici da una quantit‡ di conflitti chiave del Medio Oriente, Siria inclusa. Non appena il concetto di Washington di “opposizione moderata” svanir‡, non ci sar‡ piu alcuna scusa per mettere becco in Siria, e quei “moderati” milziani torneranno ad essere dei estremisti di Jabhat Al-Nusra.

Gli USA e l’UE sono stati messi in un evidente panico dagli sviluppi della situazione in Siria dal momento che potrebbero rivelare il vero ruolo che gli USA e i loro alleati Europei hanno giocato nella creazione dell’ISIS.
Il portavoce del Dipartimento di Stato USA Mark Toner si Ë spinto a richiedere pubblicamente alla Russia di non combattere il terrorismo internazionale in Siria. Immediatamente dopo questa richiesta, i rappresentanti di Francia Inghilterra e Germania hanno cercato di aumentare la pressione sulla Russia attraverso il Consiglio di Sicurezza ONU.

Lo stato delirante delle elita di comando europee Ë stato evidenziato al pubblico quando il Guardian ha pubblicato la loro ultima richiesta:
I Leaders europei, particolarmente i francesi, stanno privatamente avvertendo Vladimir Putin che se egli premetter‡ al presidente della siria Bshar al Assad di trasformare la prossima conquista di Aleppo  in una vittoria militare nella maggior parte del paese, spetter‡ alla russia il costo della ricostruzione

Sembra che quelli al potere a Londra Parigi e Berlino abbiano un encefalogramma completamente piatto, dato che sembrano incapaci di ricordare chi distrusse l’ Iraq Libia, Siria, Afghanistan e una serie di altri paesi. Gli Stati Uniti, con l’avido supporto fornito dal’UE, hanno assassinato centinaia di migliaia di civili, mentre distruggevano le case e le infrastrutture che servivano a quelli che risparmiavano, con il risultato di causare un vero e proprio esodo di migranti dal Medio Oriente e dall’Africa all’europa.
Quindi, in primo luogo, probabilmente dovrebbero essere proprio loro a pagare il conto [della ricostruzione], invece di costringere i paesi europei minori a fare da scudo contro i rifugiati che loro stessi hanno creato.

E in secondo luogo, vogliamo parlare della reponsabilita di Washington?

 

Martin Berger Ë un giornalista freelance e un analista geopolitico, scrive esclusivamente per la rivista online “New Eastern Outlook” (Nuovo Panorama Orientale)

Fonte: http://journal-neo.org

Link: http://journal-neo.org/2016/12/03/aleppo-has-sent-the-west-into-panic-overdrive/

3.12.2016

Scelto e tradoptto per www.comedopnchisciotte.org a cura di ANDRA BATISTOTTI

9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Mylan Key
Utente CDC
4 Dicembre 2016 19:31

Va bhe l’ ISIS e’ all’ angolo assieme agli Usa Occidente. Ma non e’ finita. Pensavate la creazione isis e pensavate il fantastico 11 / 9 ? E quello che e’ gia’ passato ? E quello che abbiamo ? Pure da noi dopo referendum e per il mondo, ne vedremo delle nuove e al peggio, e oggi c’e’ l’ incastro a inceppo chiamato Russia. Sara’ protagonista assieme agli inventori globalisti, del confronto , fino alla fine . Noi oltremodo abbiamo al rogna IT UE Buona visione . Aime’ . Il mondo e’ nella stessa palta. Sotto come sopra . Tempi duri .

Mylan Key
Utente CDC
Risposta al commento di  Mylan Key
4 Dicembre 2016 22:32

Da Blondet TRUMP METTE AL PENTAGONO IL GENERALE ANTI-NEOCON Se Trump persiste e non lo demoliscono , l’ espansione interna a ricchezza nuova politica di Trump , e pure quella estera , portera’ ancora piu’ in alto gli Usa internamente e come egemonia globale, a tal punto, che con strategie varie, pure la Cina si pieghera’ . A quanto prospettato da Blondet nella sua raccolta dati del termometro della nuova Governance Usa, il distacco dei Sionisti dagli apparati militari , politici , Cia e finanza , sembra netta . E con l’ aggravante del riconoscimento e realizzazione della Palestina come stato. Mette in luce che, i neocom Sionisti e Usa, tolti da una poltrona, ritornano poi nei ruoli degli affari privati delle lobby finanza , dove gli armamenti sono una voce forte e indissolubile della politica Usa. Chissa’ dove la piloteranno . ( Su politico.com, ieri c’era un articolo riguardo a taiwan, dove Trump risultava uno se non il piu’ azionista a guadagni nella vendita di armi . O Taiwan o in altri stati , lo citava grammaticalmente, il piu’ ) . A grandi linee, comunque cambiasse la poltica Usa Trump, smarcandosi dai Sionisti Israeliani , gli stessi, hanno valenze… Leggi tutto »

PersicusMagus
PersicusMagus
Risposta al commento di  Mylan Key
4 Dicembre 2016 22:41

Neocon in inglese significa neo conservatori.
In Francia invece significa un’altra cosa.
Hollande per esempio è un neocon francese.

Mylan Key
Utente CDC
Risposta al commento di  PersicusMagus
4 Dicembre 2016 22:54

Ok, ma sempre di quella risma sono, dipende da che parte a vincere o perdere o a capacita’ stanno alla fine , ma la corrente porta ad un unico lido . Non se ne salva uno. Il mondo e’ immischiato in un’ unica atmosfera. E c’e’ chi ci arriva prima o chi dopo, con tutte le valenze apparenti belle o brutte che siano. Della stessa pasta e’ il tutto. La vera misura del metro, l’ hanno sforata e alterata senza via di ritorno. I conti non tornano piu’ e non torneranno piu’. Grazie della precisazione.

Persicus Magus
Persicus Magus
Risposta al commento di  Mylan Key
4 Dicembre 2016 22:58

Ti è sfuggito il calembour.

Mylan Key
Utente CDC
Risposta al commento di  Persicus Magus
5 Dicembre 2016 0:42

calembuor, parola nuova, ho cercato il significato. Nn capisco se mi e’ scappato a me ovvero usato , o mi e’ sfuggito perche’ non l’ ho considerato. In merito a cosa ? So ignorante e tardone .

Persicus Magus
Persicus Magus
Risposta al commento di  Mylan Key
6 Dicembre 2016 20:44

Calembour è “gioco di parole”.
“Con” in inglese sta per “CONservatore”.
In francese invece “con” significa “coglione” e “connard” è “coglionazzo”.
Se cerchi su Google, Hollande+connard, vedi quanti risultati arrivano.

Umberto
Umberto
5 Dicembre 2016 0:32

Mandateli qui gli “chef” dell’ altro articolo, a preparar grazia per gli ultimi che sono già primi. Loro e la gazzarra di leccaculo che senza averne nemmeno profitto si erge a baluardo della difesa della merda. Altro che fois gras. Nei forni, insieme ai loro padroni che li hanno inventati.

antifemminismoragusa
antifemminismoragusa
5 Dicembre 2016 1:31

Tracollo culturale, economico e adesso anche militare degli yankees,
really good. Gli usa si arrendono in europa e
in siria all’asse Russia-Cina. Ma è una resa solo temporanea se non si
taglia la testa, la prossima mossa sarà farsi amica la Russia ( dividi e
impera )…