Archivi giornalieri: 19 Giugno 2020 , 14:00

Facebook censura la campagna politica di Trump per istigazione all’odio, in realtà il simbolo incriminato appartiene all’Antifa

DI TYLER DURDEN zerohedge.com La CNN ha appena confermato un rapporto inizialmente pubblicato dal NY Daily News secondo cui Facebook ha rimosso un annuncio della campagna politica di Trump 2020 per violazioni delle norme contro l'”odio organizzato”. Facebook removed 88 ads. More from @oneunderscore__ & @BrandyZadrozny: All of the identical ads featured an upside-down red triangle, a symbol used by the Nazi party in World War II to identify political dissidents in concentration camps. https://t.co/EPiehFUwQS — Sally Shin (@sallyshin) June 18, …

Leggi tutto »

La spinta di Anthony Fauci alla ricerca pericolosa ha contribuito a creare la pandemia COVID-19? (1a parte)

Cominciamo con il primo capitolo di questo lungo articolo di Matthew Cullinan Hoffman per LifeSiteNews. Riteniamo che leggerlo tutto di seguito sia un’impresa per pochi coraggiosi ma, d’altra parte, siamo convinti che si tratti di un articolo di estrema importanza, ottimamente documentato sotto tutti i punti di vista, e che pone interrogativi esistenziali sui quali è bene riflettere, visto che sono in gioco, senza esagerazioni, la salute, la libertà, la democrazia e l’economia del mondo intero. La storia del mondo …

Leggi tutto »

Un potere ostile e “narcotico”

Roberto Pecchioli accademianuovaitalia.it L’estensore di queste note ha fama di rompiscatole, ipercritico, bastian contrario, per quanto preferisca definirsi un ribelle alla Juenger, un anarca che “passa al bosco”, come il grande autore del Lavoratore e Sulle scogliere di marmo.  Talvolta, dinanzi agli spropositi cui assistiamo, la reazione è insieme di rabbia e dolore, come un cane a cui qualcuno abbia calpestato la coda. I cosiddetti buonisti, poi, riescono a scatenare in noi reazioni scomposte; mentono spudoratamente oppure hanno smesso di …

Leggi tutto »

La grande svendita / Così l’Italia termina il “lavoro” del ’92

DI GIANLUIGI DA ROLD ilsussidiario.net Senza entrare nei meriti o demeriti politici, nelle scelte di politica economica, nelle visioni di sviluppo e di crescita, l’Italia può correre un grande rischio: quello di una progressiva deindustrializzazione e di una perdita di strategia produttiva e di sviluppo tra i paesi dell’Occidente. In quest’ultimo trentennio, con l’anno fatidico del 1992, l’Italia è entrata in una classica “crisi”, che ha soprattutto i connotati del cambiamento traumatico e la necessità di delineare gli scenari del …

Leggi tutto »