Archivi giornalieri: 16 Maggio 2020 , 18:26

Come la biosicurezza ci porterà al Neo-Feudalesimo digitale

Pepe Escobar strategic-culture.org Il filosofo italiano Giorgio Agamben si è messo in una (controversa) prima linea esaminando quale nuovo paradigma potrebbe emergere da questa nostra attuale situazione di disagio pandemico. Recentemente, ha richiamato l’attenzione su uno straordinario libro, pubblicato sette anni fa, dove già era evidenziato tutto. In Tempetes Microbiennes, Patrick Zylberman, professore di Storia della Salute a Parigi, aveva dettagliatamente illustrato il complicato processo attraverso il quale la sicurezza sanitaria, fino ad allora ai margini delle strategie politiche, era …

Leggi tutto »

Universitas

di Paolo Becchi paolobecchi.wordpress.com È meglio fare lezioni ed esami in un’aula o davanti a un computer sul divano di casa? Devo ammettere che da docente universitario, ormai da qualche decennio, non avrei mai pensato di pormi una domanda del genere. Perché?   Vi spiego come faccio (o meglio: facevo) lezione e stando alle valutazioni degli studenti, che sono pubbliche, con un ottimo risultato. Entravo in aula, accendevo computer e proiettore per le slide: leggevo la prima di queste sullo schermo, …

Leggi tutto »

GLI INVISIBILI

DI ALESSANDRO GUARDAMAGNA  comedonchisciotte.org Da pochi giorni sono state vinte le riserve del M5S sull’iniziativa fortemente voluta dal ministro dell’Agricoltura Bellanova per regolarizzare i braccianti agricoli clandestini. Si tratterebbe di un’iniziativa all’insegna della civiltà, dovuta ad altri esseri umani e voluta per combattere la piaga del caporalato nel Mezzogiorno. Da oggi in poi questi esseri umani non saranno più “invisibili”. Il ministro minacciava di stracciarsi le vesti e di abbandonare la carica se questa iniziativa non fosse stata accolta; lo …

Leggi tutto »

Uno sguardo al Venezuela: Un ex berretto verde e un disertore volevano catturare Maduro

DI ANTHONY FAIOLA, SHAWN BOBURG e ANA VANESSA HERRERO washingtonpost.com Per chi si era messo al sicuro in Colombia, l’arrivo di una America che si presentava come muscolare è sembrava una liberazione. Avevano radunato un insieme disertori della polizia e delle forze armate venezuelane che vivevano in baraccopoli e accampamenti lungo le strade,  per una missione segreta che doveva liberare la loro patria dal governo socialista dell’autocratico Presidente Nicolás Maduro.  Era la fine della primavera dello scorso anno e quegli uomini …

Leggi tutto »