Home / 2018 / ottobre / 17

Archivi giornalieri: 17 ottobre 2018 , 15:50

Il dilemma fatale di Humpty-Dumpty

  DMITRY ORLOV cluborlov.blogspot.com C’è una filastrocca inglese che fa: “Humpty Dumpty sedeva sul muro Humpty Dumpty cascò sul duro Cavalieri, cavalli, fanti e fantocci Non ne misero più insieme i cocci.” Viene spesso presentata come un indovinello e ai bambini viene suggerito che Humpty sia un uovo. Questa, naturalmente, è la risposta sbagliata, quella giusta, come tutti i bambini bene aggiornati dovrebbero sapere, è che Dumpty è il dollaro americano. Ma ritorniamo alla filastrocca: perché tutti gli uomini del …

Leggi tutto »

L’ultima previsione di Hawking: Una Razza di Superumani artificiali conquisterà il Mondo

DI TYLER DURDEN Zerohedge.com L’ultima previsione del fisico Stephen Hawking prima di morire, sette mesi fa, fu che la razza umana si sarebbe divisa : esseri  “superumani” ricchi e geneticamente modificati che dominavano esseri “non migliorati”. Hawking, che è morto a marzo, ha lasciato  una raccolta di saggi e di articoli su quelle che chiamava  “le grandi domande“, che servivano per preparare un libro che verrà pubblicato martedì prossimo. Con delle Brevi Risposte alle grandi domande, H. immagina che le persone …

Leggi tutto »

#METOOGAZA, e TIBET*

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Conversando con Noam Chomsky il 2 ottobre su temi del tutto personali ho appreso dell’esistenza dell’appello #MeTooGaza, un appello che seguì l’ennesima e risaputa strage in stile Gestapo ad opera della Israeli Defence Force su civili Palestinesi disarmati il 30 maggio scorso. Noam Chomsky, come Ilan Pappe, come Norman Finkelstein, come Abby Martin, come altri anonimi cittadini del mondo come me, si sono uniti a questo appello che deve durare finché l’assedio israeliano di Gaza sarà …

Leggi tutto »

SULL’AUTONOMIA DEI POPOLI

Di Flores TOVO Comedonchisciotte   C’è una frase di Hegel, riguardante la distinzione sovrana fra i singoli Stati e fra i rispettivi popoli sul piano storico, che colpisce  non solo per la sua profondità concettuale, ma soprattutto per la sua chiaroveggenza. Questa frase così dice: “Coloro i quali, riguardo ad una collettività che costituisca uno stato più o meno autonomo e abbia un centro proprio, parlano di desideri di perdere questo punto centrale e la sua autonomia con un altro …

Leggi tutto »