Home / 2016 / gennaio

Archivi mensili: gennaio 2016

IL TTIP E IL TRACOLLO DELL'AGRICOLTURA IN EUROPA

DI DARIO SARMADI counterpunch.org Uno studio recente ha stabilito che il trattato transatlantico sul commercio e gli investimenti (TTIP) rischia di cambiare in maniera radicale il modo in cui operano le piccole e medie aziende agricole attraverso un impiego maggiore d’ ingegneria genetica e di carne trattata con ormoni. Gli agricoltori europei si trovano nel bel mezzo di una crisi, il latte a prezzi stracciati, piccoli proprietari terrieri in rovina e continue sanzioni dell’Europa alla Russia.

Leggi tutto »

IL SISTEMA-BESTIA CRESCE: IN NORVEGIA NON VOGLIONO PIU' I CONTANTI

DI MICHAEL SNYDER endoftheamericandream.com La più grande banca norvegese sta chiedendo una eliminazione completa e totale del denaro contante. Già sono molte le filiali bancarie norvegesi che NEMMENO toccano più i “contanti” , ma questo non basta per la DNB. Vuole che sia vietato, completamente, l’uso del contante, e stanno vendendo questa loro richiesta come un mezzo per reprimere i criminali ed il riciclo di denaro sporco. Alla fine però, la verità è che le banche vogliono costringere chiunque ad …

Leggi tutto »

IL SACRIFICIO

DI GEORGE MONBIOT monbiot.com La carne fa più danni di un volo a lungo raggio. I dati erano così allarmanti che mi rifiutavo di crederci. Li ho trovati nascosti in una nota, e in un primo momento ho pensato che doveva essere stato un errore di stampa. Così ho controllato la fonte, ho scritto alla persona che per primo li ha pubblicati e ho seguito le citazioni. Con mio grande stupore, sembrano reggere. 
Un chilogrammo di proteine ​​bovine allevate in …

Leggi tutto »

LA FED METTE IN CRISI L'AMERICA LATINA DICHIARANDO LA GUERRE DELLE VALUTE

DI ALFREDO JALIFE-RAHME jornada.unam.mx In questo articolo che ha fatto molto rumore in America Latina, Alfredo Jalife-Rahme assicura che il rialzo di un quarto di punto dei tassi di interesse della Fed non è legato all’economia degli Stati Uniti, ma risponde a una strategia internazionale. Prevede che tra le conseguenze vi saranno dei problemi economici molto gravi in America Latina e tra i Brics (BRICS è un acronimo per associare i cinque maggiori paesi economicamente emergenti: Brasile, Russia, India, Cina …

Leggi tutto »

PAESE CHE VAI. ILVA CHE TROVI…

DI ALBERTO BAGNAI goofynomics.blogspot.it Caro Alberto, sono venuto a conoscenza di una storia che mi ricorda l’Ilva di Taranto, ma come al solito in UE 28 pesi (non paesi) e 2 misure. Brevemente: vicino Marsiglia, la fabbrica americana Alteo (a Gardanne), primo produttore mondiale di allumina, riversa nel Parco Nazionale delle Calanques (7 km di distanza dalla costa) 270 mc/ora di fanghi altamente tossici (il volume di un appartamento di 100 mq ogni ora). Per non licenziare 1000 dipendenti “subito” …

Leggi tutto »

NEL SUO ANNO AL GOVERNO SYRIZA HA VENDUTO L’ANIMA AL POTERE

DI COSTAS LAPVITSAS theguardian.com Oggi è esattamente un anno dall’elezione di un governo di “estrema sinistra” in Grecia; il suo giovane e dinamico Primo Ministro, Alexis Tsipras, promise una reazione decisiva contro l’austerità. Yanis Varoufakis, il non convenzionale Ministro dell’economia arrivò poco dopo a Londra provocando sensazione nei media. Era stato eletto un Governo che disprezzava le convenzioni borghesi e cercava lo scontro. Le attese erano alte.

Leggi tutto »

COMMISSIONE D'INCHIESTA SUL SISTEMA BANCARIO: MASSONERIA DI PROVINCIA VS MASSONERIA INTERNAZIONALE

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org È un Matteo Renzi già emarginato dalle oligarchie euro-atlantiche e indebolito sul piano interno quello che, sull’onda del decreto salva banche, caldeggia l’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta sul sistema bancario: conscio che l’affaire Banca Etruria è una minaccia mortale per il suo esecutivo, il presidente del Consiglio brandisce l’arma della commissione minacciando di disseppellire cadaveri eccellenti, capaci di compromettere i vertici di Bankitalia e (soprattutto) di Francoforte. Nonostante l’iniziativa sia destinata a scomparire nei marosi …

Leggi tutto »

FINIS EUROPAE ?

DI GIULIO SAPELLI ilsussidiario.net Finis Europae? Questa è la domanda che sempre più sentiamo echeggiare e a cui per molti è difficile trovare risposta. La ragione di tale difficoltà sta per i più nell’apparente irreversibilità del processo tecnico-istituzionale innescatosi ormai da alcuni decenni. In primo luogo a partire dall’avvento dell’euro, che ha profondamente trasformato i destini dei popoli europei. Eppure la domanda rimane e si fa angosciosa e la ragione dell’angoscia risiede nel fatto che a porla, quella domanda, non …

Leggi tutto »

COME PECHINO E HONG KONG MANDARONO A SPASSO SOROS L'ULTIMA VOLTA CHE ATTACCO' I MERCATI ASIATICI

DI ZHOU.XIN scmp.com Andiamo a vedere, con una certa amarezza, come Soros ha influenzato le monete e le economie asiatiche. La storia non si ripete, ma fa rima, amava spesso ricordare l’umorista americano Mark Twain. Così, quando la settimana scorsa l’investitore miliardario George Soros ha detto che è “inevitabile” un brusco atterraggio dell’economia cinese per un corto circuito delle valute asiatiche, possiamo perdonare la Bancha Centrale del paese se, poeticamente, ha richiamato alla memoria la giustizia di una battaglia finanziaria …

Leggi tutto »

LA DEUTSCHE BANK CAUSERA’ LA PROSSIMA CORREZIONE DEL MERCATO AZIONARIO

DI JOHN WARD investmentwatchblog.com Una delle cose che nessuno ha menzionato, la scorsa settimana a Davos, è che il numero delle società britanniche che hanno emesso un ‘profit warning’ [1] è al livello più alto dal 2008. Il fatto non è stato evidenziato perché avrebbe contraddetto narrazioni apologetiche del tipo: “i mercati sono andati fuori di testa, ma le economie di tutto il mondo sono in buona forma”. Il mio punto di vista è che la ‘Correzione n. 2’ [del …

Leggi tutto »

L'ESERCITO EUROPEO DI RISERVA

DI AGENOR asimmetrie.org Le grandi strategie sono sempre composte da una sequenza di piccole iniziative e il quadro finale diventa visibile solo quando tutti i singoli pezzi del puzzle sono stati inseriti al posto giusto. La divisione in singole iniziative permette di focalizzare le discussioni su aspetti minori, senza sottoporre la grande strategia al vaglio dell’opinione pubblica o del dibattito parlamentare. Le grandi strategie sovranazionali, poi, hanno anche il vantaggio di limitare il dibattito oltre che alle singole misure anche …

Leggi tutto »

PASCOLARE IN PARADISO: UN MARTIRE PER LA RIBELLIONE DEI BARONI

DI CHRIS FLOYD counterpunch.org RIP LaVoy Finicum (nella foto). Sei morto affinchè un giorno – e spero sia presto, per Dio! – tutti gli estremisti armati, i cui dolci contratti con il governo federale hanno spezzato i piccoli allevatori distorcendo il libero mercato per ridurre i costi, possano far pascolare il bestiame in ogni angolo di questo immenso territorio e dissacrare tutte le reliquie indiane che troveranno sulla loro strada.

Leggi tutto »

TUONA IL RUBLO, MERCATI IN FIAMME

DI PEPE ESCOBAR rt.com Diciamolo: per i Russi sarebbe un enorme spreco di sudatissima valuta estera tentare di contrastare un attacco alla loro valuta, un attacco che semplicemente non sono in grado di contenere da soli, poiché l’intero potere finanziario statunitense è contro di loro. La Banca Centrale Russa ora dovrebbe vendere rubli a tutto spiano e costruirsi le riserve auree. Beh, in un certo modo, sta accadendo. La settimana scorsa, la Banca Centrale della Russia ha stimato che le …

Leggi tutto »

NEL GIORNO DELLA MEMORIA

DI BARBARA TAMPIERI Ilblogdilameduck.blogspot.it Nel Giorno della Memoria, Lameduck ft. Federico Nero B. Che dici Federico, riusciamo a celebrare un 27 gennaio diverso dal solito, senza retorica più o meno pelosa e cappottini rossi, al netto del politically correct e dell’autocensura, gettando invece qualche secchiata d’acqua gelida in faccia a chi, ancora una volta, non sta vedendo, o meglio, sta negligendo il rischio di una possibile nuova catastrofe in Europa? Nuova ma terribilmente simile a quella Shoah = catastrofe del …

Leggi tutto »

IN DIFESA DEI FURBETTI DEL CARTELLINO

DI MASSIMO FINI ilfattoquotidiano.it Difendo i “furbetti del cartellino”. Intanto nel decreto legge le misure punitive non sono graduate e rischiano di dar luogo a sperequazioni e a iniquità sostanziali. Un conto è se io sono un assenteista cronico, ed è giusto quindi che sia sanzionato, altro è se, “una tantum”, bigio un giorno di lavoro o, eludendo il controllo del dirigente, esco un ’ ora per prendere una boccata d’aria e un caffè sfuggendo alle mefitiche macchinette aziendali. In …

Leggi tutto »

UNIONE EUROPEA E POTERI FORTI STANNO PREPARANDO UNA MAIDAN 2.0 IN POLONIA ? PARE PROPRIO DI SI

DI MAURO BOTTARELLI rischiocalcolato.it Il 10 gennaio scorso in venti città polacche si sono tenute manifestazioni e cortei a favore della libertà di espressione e contro la controversa legge sui media appena promulgata dall’esecutivo di destra di Diritto e giustizia (PiS). Su invito del Comitato della difesa della democrazia (Kod), la cosiddetta espressione della società civile che in dicembre scorso ha difeso l’autonomia della Corte costituzionale e che pare abbia legami con l’Open Society di George Soros, la gente è …

Leggi tutto »

ANDARE A TAVOLETTA: L’ACCORDO SUL GAS TRA ITALIA ED IRAN GETTA NELLA POLVERE LE SANZIONI

FONTE: SPUTNIKNEWS.COM L’accordo raggiunto tra la compagnia di sviluppo per gas e petrolio Saipem e la Compagnia Nazionale del Gas iraniana durante la visita in Italia del Presidente Rouhani è notevole per i propri benefici sia politici sia economici. Così ha sostenuto l’esperto di energia Omid Shokri Lunedì la Saipem italiana e la NIGC iraniana hanno firmato un memorandum d’intesa per cooperare in grandi progetti riguardo il gas naturale ed il petrolio in Iran.

Leggi tutto »

MENO MALE CHE NON E' SUPERCAR !

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it Capisco che, nel tritacarne dell’informazione, tutto fa brodo: domani crollerà una torre in Valacchia proprio sopra un supermercato e dopodomani un caimano si mangerà un bambino in Florida, di notizie per stupire ce ne sono sempre. Anche l’ultimo amore di Belen, oppure un gol fantasmagorico che ci farà rimpiangere Maradona…però…che un’Audi gialla scorrazzi per una settimana sulle strade (anche contromano in autostrada!) del Nord-Est è una notizia, non una bufala inventata per chissà quali scopi. La …

Leggi tutto »

VIRUS LETALE IN UCRAINA : 20 MORTI E 200 IN OSPEDALE

FONTE: ZEROHEDGE.COM Nel bel mezzo del cosiddetto “cessate il fuoco” in Ucraina, i bombardamenti ancora continuano in molte regioni, come scrive la Donbass news agency, che denuncia anche che più di 20 soldati ucraini sono morti e oltre 200 sono ricoverati in ospedale per un virus mortale chiamato “California Flu”, apparentemente diffusosi da un laboratorio USA nei pressi della città di Kharkov.

Leggi tutto »

I MISTERI FINALI ATTORNO A BLACKSTAR DI DAVID BOWIE – ELVIS, CROWLEY E LA ‘VILLA DI ORMEN’

E DI JUDE RODGERS theguardian.com L’ultimo album del cantante è stato esaminato nei suoi contenuti, ma ciò non ha fermato i fan più ossessionati dallo scavare ancora più a fondo per maggiore chiarezza Circa due settimane dopo che ci è stato detto “Guardate quassù, sono in paradiso”, siamo ancora ossessionati dalla morte di David Bowie. I detective del pop stanno trovando indizi criptici circa la sua scomparsa nel suo ultimo album, Blackstar, così come un tumblr che la star stessa …

Leggi tutto »

LA MIA RICETTA PER IL 2016 ? UN CROLLO…PRESTO E SPESSO

DI DMITRY ORLOV cluborlov.blogspot.it Credo che non siano in molti a voler seguire le mie previsioni; non molti almeno tra i miei familiari, amici, conoscenti o voi che leggete. E questo è bene perché, se c’è una cosa che ho imparato più e più volte è che non c’è forza nel numero. E’ l’esatto opposto: la possibilità che un dato trucco funzioni è inversamente proporzionale al numero di volte che si tenta, o al numero di persone che lo tentano. …

Leggi tutto »

IL PIU' GROSSO FALLIMENTO DI PUTIN

DI THE SAKER sakeritalia.it Qualunque cosa possa succedere in futuro, Putin si è già assicurato un posto nella storia come uno dei più grandi leaders russi di tutti i tempi. Non solo è riuscito letteralmente a resuscitare la Russia come nazione, ma in poco più di un decennio l’ha riportata al rango di potenza mondiale, perfettamente in grado di sfidare l’Impero Anglo-Sionista. Il popolo russo ha valutato correttamente l’entità di questo successo e, secondo numerosi sondaggi, lo sostiene con la …

Leggi tutto »

GOLDMAN-SACHS E IL PREZZO DEL PETROLIO (LA SPERANZA E’ DI FAR AFFONDARE LA RUSSIA)

DI MIKHAIL LEONTYEV russia-insider.com Il prezzo del petrolio sembra muoversi irresistibilmente verso lo zero, sulla base delle aspettative di una Cina sempre più in crisi e del petrolio iraniano che si appresta a inondare i mercati mondiali, provocando un aumento dell’offerta sulla domanda. Almeno questo è quello che vogliono farci credere.

Leggi tutto »

VENTUNESIMO SECOLO: UN' EPOCA DI FRODI

DI PAUL CRAIG ROBERTS paulcraigroberts.org Negli ultimi anni del XX secolo la frode diventò un elemento stabile della politica estera USA sotto una nuova forma. Sotto falsi pretesti Washington smantellò la Jugoslavia, poi la Serbia, tutto allo scopo di portare avanti una agenda mai dichiarata. Nel XXI secolo la stessa frode si è replicata molteplici volte: Afghanistan, Iraq, Somalia e Libia sono state distrutte; l’Iran e la Siria avrebbero fatto certamente la stessa fine se il Presidente Russo non avesse …

Leggi tutto »

LA ROCCAFORTE E’ STATA VIOLATA: PER FINANZIARE LE INFRASTRUTTURE IL CONGRESSO UTILIZZA I FONDI DELLA FED

DI ELLEN BROWN ellenbrown.com Lo scorso Dicembre, con l’approvazione di un epocale ‘disegno di legge’ volto alla realizzazione delle necessarie infrastrutture, il Congresso ha finalmente violato l’’indipendenza’ della Fed facendo ricorso, per il loro finanziamento, alle sue riserve ed ai suoi dividendi bancari. Ma questo ‘disegno di legge’ potrebbe essere solo l’inizio. Alcuni esperti, fra i quali il ‘candidato al Congresso’ Tim Canova, sostengono che il Parlamento dovrebbe andare oltre e autorizzare che i fondi per le infrastrutture vengano concessi …

Leggi tutto »

USCIRE DALLA NATO ?

DI BRUNO ADRIE brunoadrie.wordpress.com Il 17 novembre 2014, in un’intervista di Cadena Serr, Pablo Iglesias dichiarava che il giorno in cui sarebbe diventato capo del governo, avrebbe tentato di far uscire la Spagna dalla NATO, organizzando un referendum con il quale la propria nazione avrebbe deciso sovranamente il ritiro dall’Alleanza. “Io sono un patriota e non mi piace che ci siano militari d’altri paesi in suolo spagnolo”. Poi aggiungeva: “Credo che la NATO ci faccia correre dei rischi”.

Leggi tutto »

COME HITLER ARRIVO' AL POTERE

DI TYLER DURDEN zerohedge.com Hitler giunse al potere per una serie di motivi documentati, alcuni dei quali erano razionali, altri emotivi. In ogni caso, il mondo continua a chiedersi come un pazzo furioso abbia potuto salire al potere in Germania e la maggior parte dei tedeschi, fino ad oggi, continua a fare di tutto pur di evitare un altro movimento autoritario. Anche se credo che (questo sentimento) oggi sia ancora vivo, un grande movimento autoritario sta guadagnando terreno (il fondamentalismo …

Leggi tutto »

SI ACCETTANO SCOMMESSE SUL DOPO RENZI

DI EUGENIO ORSO pauperclass.myblog.it Noi uomini della strada, che della stanza dei bottoni non vediamo manco l’ombra, che non sappiamo come agiranno domani mattina i poteri esterni o la massoneria, che non parliamo con i loro impiegati politici in salottini privati o (regolarmente intercettati) al telefonino, possiamo solo affidarci alle nostre più o meno scarse capacità predittive, per cercare di capire quale sarà la prossima tegola che ci cadrà addosso, sperando che non sia quella mortale.

Leggi tutto »

I SEGRETI DIETRO IL PROSSIMO CROLLO MONDIALE

DI PEPE ESCOBAR sputniknews.com Il Forum Economico Mondiale di Davos è sommerso da uno tsunami di smentite, e persino di smentite che non smentiscono, che sostengono non ci sarà un seguito al crollo economico del 2008 Ma ci sarà … ed il palcoscenico è già pronto. Trader del Golfo Persico selezionati, tra cui alcuni occidentali che operano nel Golfo confermano che l’Arabia Saudita sta scaricando almeno un trilione di dollari in titoli e schiacciando i mercati a causa degli ordini …

Leggi tutto »

LA FEDERAL RESERVE DA' IL VIA ALLE OSTILITA'

DI ARIEL NOYOLA RODRIGUEZ reseauinternational.net Il sistema della riserva federale degli Stati Uniti (acronimo FED) ha finito col farlo: ha dichiarato aperte le ostilità mercoledì 16 dicembre alle ore 14 (ora di Washington DC), annunciando la decisione di alzare il prezzo del denaro dello 0,25%. In questo modo, il tasso d’interesse dei fondi federali (federal funds rate), quello che le banche si applicano fra di loro per i prestiti d’un giorno, è passato da un massimo del 0,25% dal 2008 …

Leggi tutto »