Home / 2015 / novembre

Archivi mensili: novembre 2015

VIAGGIO NEL CALIFFATO – LA GIUSTIZIA OPPRESSIVA DELL'ISIS

DI OMAR AL-WARDI joshualandis.com Molti credono che sotto il controllo dello Stato Islamico (ISIS) si viva in un clima di terrore costante e alcuni pensano addirittura che in queste aree non esista nulla di simile alla vita normale. Io stesso ho scritto molto riguardo ai crimini e alle azioni disumane compiute da questo gruppo nell’est della Siria, in particolare a Raqqa e a Deir el-Zor ed in effetti la maggior parte di ciò che è stato scritto su questo argomento …

Leggi tutto »

RICORDATE BERNARD MARIS ? (UN'ORAZIONE FUNEBRE)

DI JACQUES SAPIR russeurope.hypotheses.org Bernard Maris è morto, assassinato da fanatici e da vigliacchi, con i suoi colleghi del Charlie Hebdo all’inizio del mese di gennaio 2015. Bernard è l’unico economista, fino a questo momento, ad avere pagato con la vita per quello che scriveva. Un libro in sua memoria sarà pubblicato a gennaio 2016 e mi è stato chiesto di scrivere il capitolo sull’economista, che conoscevo bene. Tuttavia, il testo che ho scritto per questo Tombeau (come si diceva …

Leggi tutto »

GUARDATE QUESTA FOTO

DI PEPE ESCOBAR facebook.com No comment. Ovviamente. È tutto nella foto. Questo è un tweet di Michel Onfray – l’unico filosofo francese figo degli ultimi anni. Ai bei vecchi tempi in cui parlavo di cultura post-moderna negli anni ’80 mi sarei divertito distruggendo i neoliberali del partito “socialista” francese, i quali odiano Onfray. Il Normanno filosofeggia a tweet – il remix postumo della filosofia a martellate di Nietzsche – e questi sono “oltraggiati”. Cazzate.

Leggi tutto »

UN COLONNELLO ISRAELIANO COLTO IN FLAGRANTE CON L'ISIS

DI F. WILLIAM ENGDHAL Journal-neo.org Questo non era assolutamente previsto che accadesse. Un militare israeliano, col grado di colonnello, è stato catturato a “brache calate assieme all’Isis”. Con questo voglio dire che è stato catturato da soldati dell’esercito iracheno, assieme ad una banda di terroristi dello Stato Islamico o Isis o Daesh, come preferite. Sotto interrogatorio da parte dell’intelligence irachena, pare abbia riferito parecchie cose sul ruolo dell’IDF (esercito israeliano ndr) nell’appoggiare l’Isis.

Leggi tutto »

Si prepara un intervento militare statunitense in Venezuela? Il giornalista Rafael Poleo parla di una imminente invasione del Venezuela

DI ATTILIO FOLLIERO umbvrei.blogspot.it Il giornalista venezuelano Rafael Poleo, della destra più estrema e reazionaria il 26 novembre ha pubblicato una serie di Twitter; in uno di questi segnala l’imminenza di una invasione militare internazionale in Venezuela, come quella della Repubblica Dominicana nel 1965. La Repubblica Dominicana nel 1965 fu invasa dalle forze statunitensi ed ovviamente quando il Poleo parla di una invasione internazionale in Venezuela si riferisce alle forze statunitensi.

Leggi tutto »

STATI DEL TERRORE

DI CHRIS HEDGES truthdig.com E’ quasi certo che ci ritroveremo, più presto che tardi, un altro catastrofico attacco terroristico sul territorio americano. La goffaggine dei nostri militari nel Medio Oriente; gli Stati di fallimento venuti fuori dalla mala-gestione e dal caos di Iraq ed Afganistan; i milioni di innocenti che noi abbiamo cacciato dalle proprie case terrorizzati o macellati; i falliti regimi fantoccio che abbiamo addestrato ed equipaggiato e che non combatteranno; l’immane quantità di armamenti e munizioni che abbiamo …

Leggi tutto »

UNA TEORIA: UN ESEMPIO DI OPERAZIONE FALSE FLAG NELL’INVASIONE ITALIANA DELLA GRECIA AVVENUTA NEL 1940

DI UGO BARDI cassandralegacy.blogspot.it L’attacco italiano alla Grecia dell’ottobre 1940 è stato uno dei più grandi errori militari della storia e si potrebbe addirittura sostenere che sia costato alle forze dell’Asse l’intera guerra. Qui, discuto come questo attacco sia uno dei pochi casi documentati di un’operazione “false flag” strategica implementata per creare un pretesto per l’intervento militare. Gli attacchi false flag sono argomento popolare ai nostri giorni: operazioni segrete portate avanti dai governi per gettare discredito sui propri nemici militari …

Leggi tutto »

I MISERABILI ORA LO SANNO E NON ILLUDIAMOCI: SENZA UNA SOCIETA' PIU' GIUSTA E DIGNITOSA, CI TRAVOLGERANNO

DI FRANCO CARDINI ilmanifesto.info Bergoglio. Il papa lo ha detto in modo chiaro: «Il terrorismo si alimenta di paura e povertà». In Asia, Africa e America latina dove vive il 90% dei poveri della Terra, la Tv e la Rete diffondono le immagini del ricco Occidente. I miserabili ora sanno e non illudiamoci: senza una società più giusta e dignitosa, ci travolgeranno «Più che le persone, mi fanno paura le zanzare»; «Io voglio andare. Se non mi ci portate voi, …

Leggi tutto »

CHE NE FACCIAMO DI QUESTO BUCINTORO ?

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it Abbiamo nuovamente il Bucintoro. Splendida nave, davvero: ma non ha più le dorature a guazzo, i fregi e le sculture. Ha, invece, cannoni a tiro rapido, missili e (dovrebbe avere) aerei: stiamo parlando dell’orgoglio nazionale, dell’ammiraglia della flotta italiana: la portaerei Cavour. La quale, poveraccia, rischia d’essere declassata – a pochi anni dalla nascita – a semplice portaelicotteri: come uno studente al quale dicono: “no, tu, più che qualche corso d’avviamento al lavoro…”. Poveraccio, come ci …

Leggi tutto »

GLI ATTENTATI SARANNO SPETTACOLARI

DI ERIC ZUESSE strategic-culture.org Bush sapeva che l’attacco dell’undici settembre era imminente e lo voleva Un articolo straordinario del sito d’informazione “Politico” del 12 novembre, intitolato “Gli attentati saranno spettacolari” (qui), rivela che il direttore della CIA George Tenet ed il suo capo dell’ Antiterrorismo Cofer Black, avevano avvertito la Casa Bianca dell’attacco contro le torri gemelle, ma che era stato loro risposto: “Non siamo pronti al momento a esaminare questo problema. E non vogliamo innescare un conto alla rovescia.” …

Leggi tutto »

ISIS NOSTRA

DI MARCO TRAVAGLIO ilfattoquotidiano.it Magari fa comodo dimenticarlo, ma in Italia è tuttora viva e vegeta un’organizzazione terroristica che per un secolo ha fatto migliaia di morti ammazzati, che 13 e 12 anni fa mise l’Italia a ferro e a fuoco con stragi mai viste in Europa e nel mondo (salvo la Colombia e il Libano) e che da vent’anni non spara più perché ha avuto quasi tutto ciò che chiedeva: la revoca di centinaia di 41-bis per i detenuti …

Leggi tutto »

IL TERRORE GENERATO DALL’ISIS INDUCE I CAPI DELLA CHIESA A METTERE IN DISCUSSIONE L’ESISTENZA DI DIO

DI STUART LITTLEWOOD veteranstoday.com L’Arcivescovo di Canterbury Justin Welby, capo della Chiesa d’Inghilterra e della Comunione Anglicana in tutto il mondo, lo scorso fine settimana ha detto che, dopo aver parlato con Dio, ha messo in dubbio la sua esistenza. Welby stava parlando della follia omicida del terrorismo a Parigi, dove circa 130 persone sono state assassinate. Intervenendo nel programma della BBC ‘Songs of Praise’ egli ha detto che: ““Sabato mattina ero fuori casa e, mentre camminavo, pregavo e dicevo: …

Leggi tutto »

ANIMALI IN BATTAGLIA: DIESEL, DOBRYNYA E LA CERTEZZA DI UN SENTIMENTO

DI BINOY KAMPMARK counterpunch.org Quando si è diffusa la notizia della morte di un cane poliziotto, un pastore belga di nome Diesel, avvenuta alla fine di un ultimo atto di resistenza da parte di alcuni sospetti militanti dell’ Isis a St. Denis, la filiera industriale, che fa leva sui sentimenti per vendere, ha tempestato il web con hashtag come #Jesuischien. Secondo Jean-Michel Fauvergue che ha diretto l’assalto della polizia, “non c’erano dubbi sul fatto che l’intervento di Diesel avrebbe salvato …

Leggi tutto »

LA GUERRA DEL SULTANO ERDOGAN… ALLA RUSSIA

DI PEPE ESCOBAR Andiamo al punto. Il fatto che la Turchia abbia abbattuto un Su-24 russo con un F16 Made in USA senza il benestare o almeno un “supporto” precedentemente concordato da parte di Washington ci invita ad una sospensione dell’incredulità. La Turchia è un semplice stato vassallo, il braccio orientale della NATO, che è il braccio europeo del Pentagono. Il Pentagono ha già diramato una smentita – il che, considerando il loro stellare record di fallimenti strategici non può …

Leggi tutto »

ATTESO UN ATTACCO A SCIAME: PARIGI E’ STATA LA PROVA GENERALE. L’ESPERTO ISIS: “4000 COMBATTENTI GIA’ IN EUROPA”?

DI CLAUDIO MESSORA byoblu.com “I fatti di Parigi sono stati una prova generale. Quattromila combattenti sono già in Europa, dormienti. Sono arrivati per mezzo di un contrabbandiere turco nel 2014, e sono pronti a colpire. La conferma del Mossad e di Anonymous. Sarà un attacco a sciame, metterà l’Europa in ginocchio”. Bruno Ballardini è un saggista, esperto di comunicazione strategica e analista. Pochi mesi fa ha pubblicato ISIS® Il marketing dell’apocalisse, in cui analizza le ragioni storiche e le tecniche …

Leggi tutto »

GUERRA, FREDDO E SCONFORTO, LA CRISI DELLE CASE IN EUROPA

DI GRAHAM VANBERGEN truepublica.org I prezzi degli immobili in quasi tutti i 28 Stati membri dell’UE sono aumentati, crescendo più rapidamente dei redditi. La correzione dei prezzi del periodo sucessivo al 2008 è svanita per effetto della politica – delle banche centrali mondiali – degli interessi a zero ed il rapporto prezzo-rendita non si è ancora riallineato, creando altro debito che alimenta la bolla immobiliare.

Leggi tutto »

ISIS: MISTERI, CRIMINI E MISFATTI …

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Bad Neighbors: guardati dai vicini! Sta di fatto che Bruxelles è una strana città, una stessa sede per jihadisti, Nato, Ue … tutti insieme appassionatamente. Come fanno a coesistere tutti nello stesso territorio? Beh … non occorre grande ingegno, dato che nel mercato di Molenbeek per esempio, insieme a cavoli e peperoni si possono acquistare armi, bombe, attrezzature militari, assoldare jihadisti per ogni eventualità, procurarsi anche grossi quantitativi di Captagon, il nettare degli dei, quella droga …

Leggi tutto »

CHE SENSO HA UNA GUERRA MONDIALE “PREVENTIVA” CONTRO LA RUSSIA?

DI F. WILLIAM ENGDAHL journal-neo.org Washington continua a collezionare brutte figure internazionali a causa della sua manifesta inabilità di contrastare l’impressione, ormai diffusa nel mondo, che la Russia, che spende meno del 10% di quanto spende il Pentagono in termini di bilancio annuo per la Difesa, sia stata in grado di fare di più contro l’ISIS in sole 6 settimane in Siria che quanto l’intera mitica campagna di bombardamenti della US Air Force non abbia risolto in quasi un anno …

Leggi tutto »

PERCHE’ DOPO GLI ATTACCHI TERRORISTICI DI PARIGI NON E’ CAMBIATO NIENTE

DI PEPE ESCOBAR rt.com Le notizie diffuse dalla stampa di regime dicono: “Dopo Parigi, tutto cambia”. Non credo proprio. Partiamo dal fronte diplomatico. Invece del cosiddetto Gruppo Internazionale di Sostegno alla Siria – composto da 19 attori politici – che si riunisce regolarmente a Vienna per l’attuazione del processo di pace in Siria, ora la priorità è la guerra; una guerra remixata al terrorismo non di al-Qaeda, ma di ISIS / ISIL / Daesh. Nella foto: La gente riunita intorno …

Leggi tutto »

AGGRAPPATEVI AL VOSTRO PORTAFOGLI: INTERESSI NEGATIVI, GUERRA AL CONTANTE E UN BAIL-IN DA 10.000 MILIARDI DI DOLLARI

Di ELLEN BROWN In tempi d’incertezza ‘cash is king’ [1], ma i banchieri centrali stanno muovendosi sistematicamente per eliminare questa possibile opzione. Si tratta davvero di uno stimolo all’economia, o siamo davanti ad una profonda e oscura minaccia? Ricordate quel vecchio annuncio che mostrava una coppia d’anziani sdraiata su una spiaggia, intitolato ‘Lasciate che il vostro denaro lavori per voi’? O la scena del ‘Mary Poppins’ [2] in cui viene consigliato al giovane Michael di mettere i suoi ‘due penny’ …

Leggi tutto »

AEREO RUSSO ABBATTUTO IN SIRIA, GLI SVILUPPI E LE CONSEGUENZE

DI ROBERTO QUAGLIA megachip.globalist.it La Turchia abbatte un bombardiere russo in Siria e i principali giornali italiani non riescono a fare di meglio che includere nei titoli la surreale dichiarazione orwelliana di Obama: “La Turchia ha il diritto di difendersi.” In Germania il quotidiano Bild supera tutti arrivando a titolare nell’edizione online: “Putin attacca la Turchia”.

Leggi tutto »

L'AUTUNNO IN PALESTINA

DI ISRAEL SHAMIR unz.com L’autunno in Palestina è meraviglioso: fichi di un color verdazzurro, fin troppo maturi, melograni non raccolti e beccati dagli uccelli, spessa uva tendente al rosso. Questo è il momento della raccolta delle olive e i cittadini di Betlemme e della sua città gemella, Beit Jala (ognuno possiede un terreno con alberi di ulivo) portano pesanti sacchi pieni di olive verdi e nere al frantoio locale equipaggiato con macchinari di ultima generazione italiana. Osservano attentamente come aquile …

Leggi tutto »

GHOST SECURITY GROUP: “ANONYMOUS HA STRATEGIA INADATTA E OBSOLETA”

DI CHRIS BARLATI crudiezine.it WASHINGTON – Ghost Security Group è un nascente gruppo di hacker che ha sviluppato una strategia informatica del tutto innovativa per la lotta al cyber terrorismo, e che recentemente ha criticato le operazioni condotte fino a questo momento dall’organizzazione informatica Anonymous. A seguito degli attentati di Parigi, il gruppo di hacker Anonymous, il cui marchio distintivo è rappresentato dalla maschera di Guy Fawkes, ha dichiarato guerra allo Stato Islamico e ha fino a oggi, stando a …

Leggi tutto »

IL DOLLARO USA HA GIA’ CAUSATO UNA RECESSIONE MONDIALE E LA FED NON FARA’ CHE PEGGIORARLA

DI MICHAEL SNYDER theeconomiccollapseblog.com La settima economia del pianeta, il Brasile, si è ritrovata stretta in una morsa recessiva, al pari della maggior parte degli altri paesi Sudamericani. Ma non è soltanto il Sudamerica a fare esperienza di notevole declino economico. E’ da poco noto come il Giappone (terza economia mondiale) sia sprofondato in recessione. Come il Canada. E come la Russia. I pezzi del domino iniziano a cadere giù uno per uno e sembra proprio che la crisi economica …

Leggi tutto »

EVITIAMO DI DARE ALL’ISIS ESATTAMENTE QUELLO CHE VUOLE

DI STEPHEN WALT foreignpolicy.com Quando si verifica un evento sconvolgente come gli attentati di Parigi, sappiamo come reagirà il mondo. Ci sarà sgomento, espressioni di solidarietà e partecipazione, discorsi infiammati dei politici e frenesia mediatica. Purtroppo queste reazioni, peraltro prevedibili, danno ai responsabili, almeno in parte, quello che volevano ottenere: attenzione per la loro causa e la possibilità che i bersagli, pur involontariamente, facciano qualcosa che favorisca le mire radicali degli attentatori. È proprio in questi momenti che è maggiormente …

Leggi tutto »

L'ABBATTIMENTO DI UN CACCIA SU-24 RUSSO E' UN INCIDENTE MOLTO GRAVE

DI JACQUES SAPIR russeurope.hypotheses.org L’abbattimento di un aereo russo da parte di caccia turchi, con la probabile uccisione dell’equipaggio a bordo, rappresenta un incidente molto grave dalle conseguenze forse inestimabili. L’atteggiamento tenuto fin qui dal governo turco è irresponsabile e provocatorio. Il fatto che il governo di Ankara abbia richiesto una riunione della NATO, quasi fosse il paese aggredito, rappresenta un ulteriore fattore di preoccupazione.

Leggi tutto »

SOLO UN CASO ? COME L'INDICE DELLA PAURA HA PREVISTO 5 STRAGI TERRORISTICHE

DI ENRICO MARRO ilsole24ore.com Probabilmente è solo una coincidenza. Sta di fatto che – quando l’economista Stefano Fugazzi di Abc Economics ha provato a esaminare il comportamento dell’indice della paura (ossia il VIX, che misura la volatilità implicita di Wall Street) – si è trovato davanti a una sorpresa. Le stragi di Parigi di venerdì scorso, quella di Charlie Hebdo a gennaio, ma anche le bombe a Londra del 2005, quelle sui treni di Madrid del 2004 e l’attacco all’America …

Leggi tutto »

ORA CHE LA GUERRA STA ACCADENDO

DI SANDRO MOISO carmillaonline.com Parigi – Londra, patto di guerra. Così titolava in prima pagina il “Corriere della sera” ieri mattina. Poi, nella stessa giornata, un caccia russo Sukhoi 24 è stato abbattuto nei cieli turco-siriani su ordine del premier Ahmet Davutoglu e la Russia ha schierato le proprie navi davanti alla costa turca. L’esplodere dei grandi conflitti è sempre stato preceduto dal manifestarsi di una grande “voglia di guerra”. Voglia che si manifesta nelle dichiarazioni pubbliche e nei discorsi …

Leggi tutto »

PROVE DI GUERRA: BUONA LA PRIMA ? – AGGIORNATO ALLE 22.30

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org Aggiornamento ore 22.30 “Turkey, like every country, has the right to defend its territory and its airspace” dice il sempre evanescente Barack Obama, sottolineando che non ha dettagli aggiuntivi da fornire circa l’abbattimento del SU-24 russo. Anche il segretario della NATO, il norvegese Jens Stoltenberg, ammette candidamente che tutte le informazioni di cui dispone l’Alleanza nord atlantica sono di provenienza turca ed il portavoce americano dell’operazione Inherent Resolve, colonnello Steve Warren, sposa senza esitazioni la tesi …

Leggi tutto »

ARGENTINA, RESTAURAZIONE NEOLIBERALE DI MACRI, LA FINE DEL MONDO?

DI GENNARO CAROTENUTO gennarocarotenuto.it C’è un elemento nel voto presidenziale argentino, che porta alla Casa Rosada il neoliberale duro e puro Mauricio Macri, sul quale non bisogna smettere di porre l’accento. Dodici anni di governo di centro-sinistra, a 32 anni dalla caduta dell’ultima dittatura, si sono conclusi con un voto di ballottaggio tirato (51/49) e con una transizione come nelle regole di una democrazia solida. Dopo un lungo ciclo progressista, ora è il turno della destra. Sta a quest’ultima, non …

Leggi tutto »