Home / 2014 / novembre

Archivi mensili: novembre 2014

L’UNICO MODO PER FERMARE L’IMPERO

DI GARY FLOMENHOFT cluborlov.blogspot.it Cari amici, si avvicinano sempre di più gli ultimi giorni dell’Impero. Forse la sua fine avverrà lentamente e gradualmente, oppure rapidamente e catastroficamente. Forse sarà il caos totale o forse sarà una fine ben organizzata che procederà piano, senza intoppi. Questo nessuno lo sa, ma la fine dell’Impero arriverà, come il giorno segue la notte e come il sole segue la pioggia. L’eccessiva espansione e il superindebitamento chiederanno il conto, come è avvenuto per tutti gli …

Leggi tutto »

COME LA RUSSIA E LA GERMANIA POSSONO SALVARE L'EUROPA DALLA GUERRA

DI PEPE ESCOBAR rt.com Gli USA, la NATO e la Russia sono in una spirale folle che porterà alla guerra in Europa? È inevitabile? La possibilità è remota. Il vassallo sostenuto dagli USA Petro Poroshenko, attualmente protagonista della danza oligarchica in Ucraina, questa settimana ha avanzato la proposta che agli Ucraini in futuro, dopo le sue “riforme”, sarà chiesto di votare se entrare o meno a far parte della NATO.

Leggi tutto »

GERMANIA E OLANDA: SE SALTA L'EURO SIAMO PRONTI !

FONTE: GOLDCORE Il governo olandese e quello tedesco prepararono piani di emergenza per tornare alle loro monete nazionali, quando stava cominciando la crisi dell’euro. Questi piani restano ancora validi. Il Ministro delle finanze olandese preparò un piano per affrontare uno scenario nel quale l’Olanda avrebbe potuto tornare ad utilizzare la sua precedente valuta, il guilder. ll governo olandese organizzò dei meeting con squadre di esperti di affari legali, economici ed esteri per discutere la possibilità di reintrodurre il guilder olandese, …

Leggi tutto »

AI TEDESCHI LA DECISIONE SE ABBIAMO BISOGNO DI UNA GUERRA IN EUROPA

DI NATALIA MEDEN strategic-culture.org Difficilmente si può sostenere che il mondo stia diventando un luogo più sicuro, a cosa porterà la lotta contro lo Stato Islamico? Questa è la questione scottante dell’agenda europea. Il ministro degli interni tedesco Thomas de Maizière probabilmente non stava bluffando quando ha avvertito i suoi compatrioti dell’imminente pericolo di atti terroristici commessi su suolo tedesco. (1)

Leggi tutto »

IL CALIFFATO, UN PERICOLO CHE MINACCIA ANCHE NOI

DI GIORGIO DA GAI Ilpiave.it L’ISIS (Stato Islamico dell’Iraq e della Siria) o ISIS (Stato Islamico dell’Iraq e della Siria) inizia a prendere forma nel 2004 in Iraq, nelle provincie a maggioranza sunnita dove combattono i militanti di Al Qaeda. Il 13 ottobre del 2006, detta organizzazione si trasformerà in ISI (Stato Islamico dell’Iraq) a guidarlo sarà Abu Omar al-Baghdadi, che il 18 aprile del 2010 sarà ucciso in un operazione antiterrorismo delle forze statunitensi e irakene. I rapporti tra …

Leggi tutto »

LA RUSSIA PUO' SOPRAVVIVERE A UNA GUERRA SUI PREZZI PETROLIFERI

DI COLIN CHILCOAT oilprice.com Dopo una gelida accoglienza al vertice del G20 in Australia questa settimana, il presidente russo Vladimir Putin è rientrato anticipatamente per riposare.Almeno secondo la spiegazione ufficiale data per la sua partenza vistosamente precorsa. In fondo poteva andare peggio. La Russia si trova nella sua abituale situazione, dopo un semestre controverso, evidenziato dalla situazione sanguinosa e ancora irrisolta in Ucraina. Tuttavia, la prospettiva di ulteriori sanzioni resta basso e le riserve petrolifere della Russia sono alte.

Leggi tutto »

GRILLO, IL REVISIONISMO E LA BARCA CHE AFFONDA

FONTE: SENZASOSTE.IT Il blog di Beppe Grillo si aggiudica senza dubbio il premio per lo scoop più clamoroso della settimana con il post “Mussolini non ha ucciso Matteotti”. Sentite cosa dice -in un italiano da codice penale- Arrigo Petacco, intervistato dal blog di Beppe Grillo: “Mussolini nel 24 ha ottenuto il 68,8% dei voti vi rendete conto? Altro che violenza e che minaccia! E i socialisti, il povero Matteotti era al 18-20%. A questo punto la domanda che faccio io …

Leggi tutto »

LA DEMOCRAZIA E' FINITA

DI MASSIMO FINI ilfattoquotidiano.it All’indomani delle elezioni amministrative della primavera del 2012 in un articolo intitolato “Ecco perché il voto del 2013 potrebbe segnare la fine della democrazia” (Il Gazzettino, 11 maggio 2012) di fronte a un’astensione che stava montando di tornata in tornata, scrivevo: “Nel 2013 (…) l’astensione potrebbe diventare valanga. I partiti non sembrano rendersi conto che stanno ballando sull’orlo di un vulcano in eruzione. La crisi ha aperto gli occhi ai cittadini che scoprono di essere presi …

Leggi tutto »

IL RISCHIO CHE GLI USA CONTROLLINO L'INTERO GOLFO DEL MESSICO !

DI THE SAKER informationclearinghouse.info Ridicolo come titolo non è vero? Vi piace? Beh, si tratta solo di una piccola variazione di un Titolo della BBC di oggi: Comandante Nato avverte che la Russia potrebbe avere il pieno controllo di tutto il Mar Nero Ecco un estratto dall’ articolo: Un alto esponente dell’esercito russo, il Gen. Valerii Gerasimov, ha lanciato un avvertimento sul fatto che la “militarizzazione” della penisola della Florida, potrebbe servire agli USA per esercitare il controllo su tutto …

Leggi tutto »

ESTRATTO DAL GEAB n. 89: LA CRISI DEL SETTORE PETROLIFERO

FONTE: LEAP2020 L’attuale calo dei prezzi del petrolio, causato da questa strategia della disperazione, è sulla buona strada per distruggere l’industria del petrolio e del gas. La crisi ucraina, lontana dal permettere all’Occidente di mettere le mani sulla Russia, sta costringendo questo paese a ripensare la sua dipendenza dell’Europa per vendere il suo gas (71).

Leggi tutto »

COS'E' ANDATO STORTO ?

DI PEPE ESCOBAR rt.com L’accordo sul nucleare iraniano entra nella zona di pericolo I P5+1 e l’Iran stanno negoziando sottostando al Piano Congiunto di Azione siglato nel Novembre 2013 a Ginevra – che prevede di fermare alcuni aspetti del programma nucleare iraniano in cambio di un alleggerirsi delle sanzioni, non della loro eliminazione. Dopotutto alcune di queste sanzioni illegali non hanno nulla a che vedere con il programma nucleare iraniano e devono essere rimosse dal Congresso USA.

Leggi tutto »

INDOVINATE CHI ADESSO NON RIESCE A FINANZIARSI SUI MERCATI DI EURO?

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Come è noto, l’invenzione dell’euro ha distrutto le monete nazionali, che ogni Paese creava da solo e dal nulla, e ora tutte le nazioni dell’Eurozona devono finanziarsi sui Mercati di Capitali privati per avere moneta (l’euro) per la spesa pubblica. Quindi emettono titoli di Stato per il valore di cui necessitano per la spesa, e sperano che i mercati glieli comprino tutti. Sappiamo come sono andate le cose per anni: i Mercati non si fidavano più …

Leggi tutto »

ISTRUZIONE E CAPITALE (PARTE PRIMA)

DI ROSANNA SPADINI E TONGUESSY comedonchisciotte.org Abbiamo una delle più belle Costituzioni del mondo. Scritta con il sangue delle vittime della Seconda Guerra Mondiale, nella sua visione originaria si prometteva di offrire a tutti gli italiani la possibilità di vivere in pace in una società libera ed egalitaria. L’istruzione è uno dei punti cardini del pensiero che animò i Padri Costituenti: istruzione obbligatoria e gratuita per svariati anni e diritto al proseguimento dello studio per i più meritevoli anche se …

Leggi tutto »

MISSOURI-MAIDAN

DI FEDERICO DEZZANI Riceviamo e volentieri pubblichiamo Perché le proteste americane non evolveranno in un regime change in stile ucraino. Come trasformare un’insurrezione in colpo di stato: la CIA è solo un emulo, il maestro è sempre Leon Trotsky. Auto rovesciate da una massa brulicante di manifestanti inferociti, edifici che vomitano denso fumo nero dai vani vuoti delle finestre, manipoli di rivoltosi che al crepuscolo si riscaldano attorno ai copertoni in fiamme, saccheggi dei negozi al calare della notte, pungente …

Leggi tutto »

IL TOCCO DEL MALE: CHI TOCCA I RUSSI MUORE (DA SALVINI A LE PEN)

DI GIANNI PETROSILLO conflittiestrategie.it Come nel film il Tocco del male del 1998, interpretato da Denzel Washington e Donald Sutherland, chiunque viene sfiorato dai russi viene immediatamente posseduto da un demone che trasforma gli uomini in assassini della democrazia, persecutori di gay, violentatori di donne, violatori dei diritti umani e di tutte le altre amenità del politicamente corretto, tanto in voga nelle nostre culture decadenti.

Leggi tutto »

SCOOP: IL PIANO SEGRETO DELLA GERMANIA PER USCIRE DALL'EURO

DI CHARLES SANNAT economiematin.fr «Signori tedeschi, siate i primi!». Questo il titolo di un articolo che pubblicai l’8 dicembre 2011. A tre anni di distanza non ritiro nessuna delle analisi fatte allora, che anzi confermo punto per punto. Diciamo che tutti i problemi dell’euro stanno sempre là e continuano a perdurare. Non è stato aggiustato nulla dal 2011. Abbiamo solo speso del tempo. Resta l’essenziale: ci avviciniamo di nuovo ad un periodo di crisi esistenziale. Ci saranno due modi per …

Leggi tutto »

RENZI FA IL LOBBISTA PER IL DENARO DIGITALE DI BILL GATES

FONTE: COMIDAD.ORG Al di fuori della comunicazione ufficiale, molti commentatori hanno opportunamente notato che le dichiarazioni di Matteo Renzi sul prossimo abbandono dello scontrino fiscale in nome della mitica “tracciabilità”, hanno come vero obiettivo l’eliminazione del contante per adottare il denaro elettronico, altrimenti detto, all’anglosassone, “denaro digitale”.Una parte consistente della stampa di corte è andata immediatamente in appoggio delle dichiarazioni depistanti di Renzi, prospettando un quadro catastrofico dell’evasione fiscale che sarebbe favorita dallo scontrino. Nella foto: Melinda e Bill Gates

Leggi tutto »

PU L’INTRODUZIONE DI UNA MONETA COMPLEMENTARE ESSERE UNA ALTERNATIVA ALL’USCITA DALL’EURO?

DI ENRICO FERRINI Geopolitica-rivista La crisi che ha colpito i paesi periferici dell’Eurozona ha sollevato il dibattito circa l’opportunità di uscire o meno dall’unione monetaria. L’introduzione di monete complementari, in coesistenza con la valuta principale, costituisce tuttavia una terza via non ancora contemplata seriamente a livello politico ma che conferirebbe più flessibilità e sostenibilità all’intero sistema economico. La moneta continua ad essere il fulcro dell’economia e, per come è concepita oggi, costituisce probabilmente la principale causa dei suoi stessi problemi. …

Leggi tutto »

UN TROTSKY AL FMI: IL NOME STRAUSS-KAHN FA SUONARE QUALCHE CAMPANELLO?

DI MIKE WHITNEY Counterpunch Il Fondo Monetario Internazionale ha finalmente ammesso di essersi sbagliato nel 2010-2011 quando raccomandò l’austerità e ora concorda sul fatto che avrebbe dovuto attendere almeno che le economie di USA e UE avessero ripreso il loro percorso di crescita sostenibile, prima di consigliare di tagliare i deficit di bilancio e di ridurre la spesa pubblica. Secondo un rapporto pubblicato dalla divisione di ricerca del FMI, Independent Evaluation Office (IEO): “Le raccomandazioni del FMI su un consolidamento …

Leggi tutto »

JOBSACT: FINTA OPPOSIZIONE E FINTA DISSIDENZA

DI STEFANO ALI ilcappellopensatore.it La votazione di ieri sul JobsAct: finta opposizione e finta dissidenza vengono allo scoperto. Imperativo: garantire i numeri a Renzi La Camera è composta da 630 deputati. Dal che discende che il numero legale sia di 317 deputati (il 50%+1). Non è così strettamente definito il numero che forma la maggioranza. In caso di “plenum” coincide con il numero legale, ma il plenum è, di fatto, irraggiungibile. Ieri, ad esempio, erano in missione 42 deputati.

Leggi tutto »

DUBBI E RACCONTI DI UN POVERO PROFANO

DI HS comedonchisciotte.org Tutte le maschere van giùormai non ne han bisogno più…da “La presa del potere” di Giorgio Gaber E la massoneria ?In questi anni in cui si è assistito a una certa diffusione della pubblicistica e della produzione generale di opere saggistiche e letterarie dal sapore “complottistico” con tanto di tenebrose e inafferrabili sette e congreghe intente a manovrare e a tenere le fila dei destini del mondo – uno su tutti il famoso Priorato di Sion del …

Leggi tutto »

IL VERO SIGNIFICATO DEL REFERENDUM SVIZZERO SULL’ORO

DI PAUL CRAIG ROBERTS counterpunch.org Fra pochi giorni il popolo svizzero andrà alle urne per decidere se la Banca Centrale Svizzera dovrà detenere il 20% delle sue riserve sotto forma di lingotti d’oro. I sondaggi mostrano che questo requisito è sostenuto dai meno abbienti, e contrastato dagli svizzeri ricchi che investono in azioni. I risultati di questo sondaggio offrono una nuova visione su quale sia la vera ragione alla base del Quantitative Easing della Federal Reserve e della Banca Centrale …

Leggi tutto »

IL TENTATIVO DI DISTRUGGERE L'INDIVIDUO

DI JOHN RAPPOPORT jonrappoport.wordpress.com Quel che è finito è l’idea che questo grande paese sia votato alla libertà e prosperità di ogni individuo che viva in esso. E’ l’individuo che è finito. E’ il singolo, solitario essere umano che è finito. E’ ognuno di voi là fuori, che è finito. Perché questa non è più una nazione di individui indipendenti; è una nazione di circa 200 e passa milioni di transistor, deodorati, sterilizzati, più bianchi-del-bianco, totalmente inutili come esseri umani …

Leggi tutto »

FALSE FLAG: PASSATO, PRESENTE E…FUTURO ?

DI ADRIAN SALBUCHI rt.com Per coloro che credono alle “teorie del complotto” e amano il concetto di “False Flag” (cioè, l’idea che quando una nazione – di solito molto potente – ha bisogno di un pretesto per fare guerra a un’altra nazione -di solito più debole – riesce ad orchestrare un “attacco” contro sé stesso per poi incolpare l’altro paese, utilizzando questo attacco per scatenare il conflitto). Naturalmente questo non è così semplice da comprendere e a molti può sembrare …

Leggi tutto »

BEI DISCORSI SUL CLIMA

DI DMITRY ORLOV cluborlov.blogspot.it L’accordo non vincolante sul clima che gli Stati Uniti e la Cina hanno appena firmato consentirà alla concentrazione di anidride carbonica atmosferica della Terra di superare le 500ppm entro la fine del secolo, superando quindi di molto le attuali 400 ppm. Storicamente, questa concentrazione è sufficiente a produrre un Artico senza ghiacci, ad elevare significativamente il livello degli oceani e a creare un ambiente non più in grado di sostenere la vita di grandi popolazioni umane.

Leggi tutto »

ECCO A COSA SOMIGLIERA’ IN FUTURO IL SISTEMA FINANZIARIO

DI SIMON BLACK sovereignman.com Migliaia di anni fa, quando i Faraoni dell’antico Egitto morivano, venivano sepolti, con tutto l’oro che possedevano, in una tomba costruita appositamente per loro. L’idea era quella di allontanare i ladri con trappole ed ostacoli di varia natura, in modo che questa specie di semidei potesse godere delle sue ricchezze per l’eternità. L’idea ha funzionato. Nel caso di Tutankhamon, il suo oro non è stato toccato né dai ladri né da disperati esattori delle tasse per …

Leggi tutto »

PERCHE' LE DIMISSIONI DEL CAPO DEL PENTAGONO CHUCK HAGEL SONO IMPORTANTI

FONTE: STRATEGIC-CULTURE Le dimissioni a sorpresa del Segretario alla Difesa Chuck Hagel – come dicono dovute alle forti pressioni della Casa Bianca – sarà la notizia più discussa lungo i viali del Beltway nei prossimi giorni. Ma forse la notizia più significativa, riguardo alla politica estera, è arrivata sabato mattina presto. Il New York Times ha scritto che nel 2015 gli USA allargheranno la loro missione in Afghanistan, e che le loro truppe prenderanno direttamente parte ai combattimenti contro i …

Leggi tutto »

LE TEORIE DEL COMPLOTTO E LA CREDIBILITA' DEI BLOG

DI THE SAKER vineyardsaker.blogspot.it Cari amici,Noto con un certo sgomento quanto alcuni (molti?) di voi siano ancora saldamente legati ad uno schema mentale che vede in qualsiasi “teoria del complotto” un errore della logica. Le reazioni al (provocatorio) articolo di Koenig su Ebola e HIV sono un tipico esempio di questo tipo di sbandamento nella logica. Quindi mi sembra che sia arrivato il momento di mettere in chiaro alcuni dei presupposti di base di questo blog.

Leggi tutto »

LA DESTRA NEO ARISTOCRATICA PLANETARIA ALL'ATTACCO DELLA FORTEZZA ITALIA. E' IL RISULTATO DELLE ELEZIONI

DI SERGIO DI CORI MODIGLIANI Libero Pensiero E’ lui, il grande trionfatore di queste elezioni regionali, in Emilia e in Calabria. L’uomo per tutte le stagioni. L’esponente italiano -dopo e insieme a Mario Draghi- più importante e rappresentativo del compatto fronte neoconservatore, neo-aristocratico e reazionario, che intende portare fino in fondo il piano strategico delle elite privilegiate della finanza, per il definitivo asservimento dei popoli, quello che i massoni progressisti definiscono “un controiniziato”.

Leggi tutto »