Home / 2014 / giugno / 23

Archivi giornalieri: 23 giugno 2014 , 23:10

IL GAS EUROPEO IN UN VICOLO CIECO CE LO CHIEDE LA WESTINGHOUSE

DI PYOTR ISKANDEROV globalresearch.ca Gazprom ha introdotto un sistema di pagamento anticipato per le forniture di gas all’Ucraina. Questo è il risultato di una politica auto-distruttiva e provocatoria messa in atto dall’Occidente. Invece di mettere l’Ucraina in condizione di trovare un compromesso, gli Stati Uniti e l’Unione Europea hanno spinto la situazione in un vicolo cieco, che sarà utile solo agli interessi dei politici e di alcuni uomini d’affari degli USA. Ma tutto questo è una grave minaccia sia per …

Leggi tutto »

COME E' POSSIBILE CHE LA GENTE NON SI PONGA QUESTE DOMANDE ?

DI LORENZO CARNIMEO orizzonte48 Mi limito ad alcune brevi considerazioni. a) Sostanzialmente, mi par di capire che la formula sulla quale si insista, tanto in Europa quanto in Italia, sia sempre il logoro e fallimentare “rigore più crescita”. Solo che, dato che non possono dirlo apertamente, mascherano il tutto dietro una cortina fumogena di concetti vaghi e parole astruse, nella speranza che la gente non se ne accorga. b) Difficile, peraltro, che la gente possa accorgersene. In realtà, è mia …

Leggi tutto »

BILANCIO SU GRILLO. CON OUTLOOK NEGATIVO

DI FEDERICO ZAMBONI ilribelle.com Sette anni esatti dall’annuncio, nel giugno 2007, del primo V-Day, che poi si svolse il successivo 8 settembre. E quasi cinque dalla costituzione ufficiale, il 4 ottobre 2009, del MoVimento 5 Stelle. In assoluto non sono moltissimi, ma sembrano comunque abbastanza per una valutazione complessiva dell’attività politica di Beppe Grillo. Specialmente in una fase, come quella attuale, in cui la crisi del 2007-08 ha fatto emergere con ancora più forza la questione fondamentale del nostro tempo: …

Leggi tutto »

A WASHINGTON RULLANO I TAMBURI DI GUERRA

DI PAUL CRAIG ROBERTS paulcraigroberts.org Vorrei tanto poter dare ai miei lettori solo buone notizie, o poterne dare anche solo una. Ma, ahimé, le cose buone hanno cessato di far parte della politica statunitense ed è ormai impossibile poterle trovare nelle parole e nei fatti che provengono da Washington o dalle capitali dei suoi paesi europei vassalli. Il mondo occidentale si è arreso al male. In un articolo pubblicato da Op-Ed News, Eric Zuesse appoggia la mia tesi che Washington …

Leggi tutto »