Home / 2013 / marzo

Archivi mensili: marzo 2013

CHAVEZ E L'ECONOMIA POLITICA VENEZUELANA

DI LUCIANO WEXELL SEVERO rebelion.org Benché lo scenario degli ultimi mesi fosse prevedibile, sembrava che in pochi fossero preparati alla morte di Hugo Rafael Chávez Frías. In questo momento di costernazione, perplessità e profondo dolore davanti alla perdita del leader boliviano, si è ritenuto importante pubblicare questo breve scritto che contiene una sintesi dello sviluppo della politica economica venezuelana dall’inizio dello sfruttamento petrolifero. Le tesi centrali di questo articolo sono state già pubblicate in altre occasioni e sono state trattate …

Leggi tutto »

LA SORPRESA PASQUALE DI NAPOLITANO UN COLPO DI STATO PREPARATO A COLPI DI RINVII ?

DI ANTONIO DE MARTINI corrieredellacollera.com L’agonia di questa repubblica mi ricorda quella del maresciallo Tito. Ogni qualche giorno i chirurghi affettavano tre centimetri delle gambe in cancrena in un rito solo in apparenza crudele e insensato. In realtà cercavano di guadagnare tempo e rinviare l’Annunzio del decesso, sapendo che scomparso lui sarebbe apparso l’orrido fantasma della guerra civile. Non sapevano cos’altro fare. Ricordo ancora la prosopopea della Slovenia che subito iniziò la procedura di secessione nella convinzione che sarebbe andata …

Leggi tutto »

CON SCAPPELLAMENTO A DESTRA

DI MARCO TRAVAGLIO ilfattoquotidiano.it “Gol mancato, gol subìto” è una regola ferrea del calcio. Ma non solo. L’altroieri M5S aveva un rigore a porta vuota: l’ha tirato in tribuna. E, con la partecipazione straordinaria di Napolitano e Bersani, ha perso un’occasione unica di spingere l’Italia verso un po’ di futuro. Ieri le lancette della politica hanno ripreso a camminare a ritroso verso il peggiore passato. Anziché andarsene in anticipo, accelerando l’elezione del successore e la soluzione della crisi, come pure …

Leggi tutto »

ITALIA SOTTO ATTACCO: LE QUINTE COLONNE DELLA FINANZA INTERNAZIONALE PRESENTI NEL GOVERNO

DI FEDERICO DEL CORTIVO europeanphoenix.it Federico Dal Cortivo per Europeanphoneix ha intervistato Marco Della Luna, autore del libro “Traditori al governo? Artefici, complici e strategie della nostra rovina”. L’Italia è oramai da anni sotto attacco, non militare, non c’è ne bisogno essendo la penisola dalla fine della Seconda Guerra Mondiale occupata militarmente dagli Stati Uniti, ma economicamente. Gli obiettivi fin troppo chiari, distruggere completamente il sistema Italia che era fatto anche d’imprese anche a partecipazione statale, lo Stato sociale, le …

Leggi tutto »

VI FIDATE DELLA SICUREZZA DI SKYPE E DEGLI ALTRI SERVIZI CRIPTATI?

FONTE: TESTOSTERONEPIT.COM Google, Facebook, Microsoft, Apple e gli altri riescono a sapere praticamente tutto su di noi tutto il tempo. Al contrario degli umani, i loro server non dimenticano mai e gli strumenti per estrarre informazioni non fanno che migliorare. Inserzionisti, ladri di identità, compagnie di assicurazione, impiegati, chiunque, nonché ovviamente le autorità stanno cercando di mettere le mani di questi dati. Ognuno a modo suo. Tuttavia, la strada alle informazioni delle autorità (parlando in senso ampio, dal momento che …

Leggi tutto »

EVVIVA LA NOIA CULLA DELLA FANTASIA

DI MASSIMO FINI ilfattoquotidiano.it Teresa Bolton, una scienziata inglese esperta di problemi dell’infanzia, dell’adolescenza e dell’apprendimento, sostiene, in uno studio, che la noia è “la linfa segreta della creatività”. È vero in due sensi solo apparentemente contraddittori. La noia ti spinge a uscirne e nello stesso tempo ti aiuta. Non è un caso se alcuni genietti della Tv (Carlo Freccero, Antonio Ricci, Fabio Fazio, Aldo Grasso, Tatti Sanguineti), il più moderno dei mezzi di comunicazione prima dell’avvento di Internet e …

Leggi tutto »

INPS AL COLLASSO. ADDIO PENSIONI

DI VALERIO LO MONACO ilribelle.com Una azienda con un patrimonio di 41 miliardi che nel giro di un paio d’anni ne avesse persi così tanti da farlo scendere a soli 15, verrebbe considerata sana oppure oppure desterebbe se non altro l’interesse di andarne a capire il motivo? E ancora di più: nel caso in cui questa “azienda” fosse di importanza fondamentale non solo per i suoi azionisti ma per l’intero Paese del quale fa parte, sarebbe il caso, a livello …

Leggi tutto »

NEGLI USA IL 37% DELLE PERSONE SONO COMPLETAMENTE PERSE

DI MARK MORFORD Information Clearing House e SFGate Il 6% degli americani crede negli unicorni. Il 36% crede negli UFO. Un enorme 24 % crede che dinosauri e uomini uscissero insieme. Il 18% ancora crede che il sole ruoti intorno alla Terra. Quasi il 30% crede che il cloud computing riguardi… le nuvole vere e proprie. Un incredibilmente triste 18%, ad oggi stesso, crede che il presidente sia un musulmano. Non sono carini? E i cittadini della Florida?

Leggi tutto »

E ORA CHI RISCHIA DI PIU' E'… GRILLO

DI MARCELLO FOA Il Cuore del Mondo Andate a riascoltarvi il discorso con cui Napolitano affidò l’incarico a Bersani, c’era scritto tutto: il presidente voleva continuità rispetto al governo Monti ovvero voleva un governo di intesa tra destra e sinistra con un premier accettabile da tutti, dunque sopra le parti. Bersani era morto in partenza come avevano capito tutti tranne lui, che ha commesso lo stesso errore di Monti: per vanagloria personale ha perso due volte. Non ha ottenuto l’incarico …

Leggi tutto »

PERCHE' COMPETITIVIT NON FA RIMA CON EQUITA'

FONTE: TESTOSTERONEPIT.COM Un  termine intimidatorio, “competitività”,  è stato sbandierato come il vero problema, quello che sta portando i paesi europei, in particolare quelli bloccati della zona dell’euro, ad  un rapido precipizio nel loro fallimento. Per risolvere questo problema servono “riforme strutturali”, o l’”austerità”, che vengono invocati senza tener conto di quanto sangue potrebbe macchiare le strade. E un elemento centrale di queste riforme strutturali è la riduzione del costo del lavoro. In Europa nel settore privato, il costo del lavoro  …

Leggi tutto »

GRILLO, BERSANI, NAPOLITANO E IL GIOCO DELLE PARTI

DI FRANCO MARINO senzasoste.it Il governo non c’è ancora e fra gli elettori e i cittadini si fa fatica a capire la situazione. La faccia buona e propositiva di Bersani cerca di lasciare il cerino in mano a Grillo che rimanda al mittente con tanto di offese. Berlusconi, invece, cerca di aggrapparsi al governo per evitare una Craxi strategy. In verità stiamo assistendo solo ad un gioco delle parti, ad un copione che ognuno deve recitare per evitare di essere …

Leggi tutto »

LA CONQUISTA DELLA NATURA E QUELLO CHE ABBIAMO PERSO

DI LEWIS H. LAPHAM asiatimes.com 
La casalinga londinese Barbara Carter aveva vinto la gara di beneficienza “Regala un desiderio” e aveva chiesto di poter baciare e coccolare un leone. Il mercoledì sera successivo era in ospedale in stato di choc e con evidenti ferite alla gola. La signora Carter, 46 anni, era stata portata al recinto dei leoni nel Safari Park a Bewdley. Mentre si sporgeva per accarezzare una leonessa, Suki, questa le si è avventata contro e l’ha atterrata. …

Leggi tutto »

(EU)CARESTIA

DI MARCO DELLA LUNA ilcorrieredelleregioni.it UE e BCE impongono una carestia monetaria che manda in rovina i paesi deboli, e la giustificano con false teorie L’Italia e altri paesi soffrono sì di inefficienza e corruzione, ma soprattutto di carenza di liquidità, per pagare i debiti esistenti e per fare investimenti. Non c’è abbastanza denaro per pagare i debiti, quindi i debiti vanno in default, le banche stringono i cordoni, la liquidità si restringe ancora di più, la domanda interna cade, …

Leggi tutto »

COME USCIRNE (SENZA DANNI) PER NON FARSI RAPINARE DALL’EUROPA

DI CLAUDIO PERLINI ilsussidiario.net Intervista al Professor Alberto Bagnai Quanto avvenuto a Cipro dovrebbe insegnarci molto. Innanzitutto che esistono diversi modi di vivere in Europa e nell’Unione, ma anche che il dibattito su tale permanenza non può essere condotto in modo astratto. La sovranità nazionale passa troppo spesso in secondo piano, tutto in nome dell’Europa, delle regole impostaci e di misure che, pur sembrando spesso impopolari, mantengono il Paese ancorato a una politica comunitaria che ci fa sentire protetti. Il …

Leggi tutto »

DISFARSI DEL DENARO. SUBITO

DI VALERIO LO MONACO ilribelle.com A questo punto l’unico modo per tentare di preservare la propria ricchezza è quello di vivere in regime di clandestinità fiscale. Dunque ragioniamo. Da una parte l’utilizzo del contante non solo è scoraggiato, ma sta diventando praticamente fuorilegge (già lo è, in parte, ad esempio per transazioni per importi superiori a 1000 euro). Dall’altro lato, l’unico modo per fare delle transazioni senza utilizzare del contante è quello di servirsi delle Banche. Queste, una volta che …

Leggi tutto »

SCOVA E DISTRUGGI: LO STUPRO DELL'IRAQ

DI PEPE ESCOBAR Asia Times L’invasione dell’Iraq dieci anni dopo Come prima cosa, liberiamoci (più o meno legalmente) di tutti i mitografi: la violenza carnale subita dall’Iraq è il più grande disastro umanitario dei nostri tempi causato dall’uomo. E’ essenziale tenere a mente che tale violenza è diretta conseguenza della distruzione del diritto internazionale messa in atto da Washington; dopo l’Iraq, chiunque può servirsi della guerra preventiva citando come precedente le campagne di Bush e Cheney nel 2003. Ancora oggi, …

Leggi tutto »

E I NOSTRI SOLDI ? E LE BANCHE ITALIANE ? E L’EUROPA ? LE DOMANDE CHE NESSUNO PONE OGGI

DI SERGIO DI CORI MODIGLIANI Libero pensiero “Ma se i soldi prestati dalla BCE al governo irlandese vengono creati dal nulla, perché i cittadini dovrebbero svenarsi e privarsi dei loro risparmi per rimborsare del denaro che una volta rientrato alla base verrebbe distrutto o bruciato? Che senso ha mettere in ginocchio un’intera nazione per dei semplici bit elettronici o delle voci contabili all’interno del bilancio di una banca centrale? Non sarebbe più giusto che la parte di debito dovuto alla …

Leggi tutto »

UN PROGETTO DIABOLICO DIETRO ARROGANZA E PREPOTENZA

DI TYLER DURDEN zerohedge.com La settimana scorsa, quando abbiamo commentato una proposta dell’Eurogruppo, assolutamente idiota (poi bocciata e sostituita da una altrettanto idiota “risoluzione bancaria” che dissanguerà solo i depositi non assicurati ) di tassare tutti i conti bancari, per scherzo avevamo detto che quello poteva essere solo l’ultimo stratagemma ereditato dallo status quo per raggiungere un semplice obiettivo: spingere tutti i risparmiatori del continente ( e poi del mondo) a ritirare i loro soldi, per sottrarli ad un maligno …

Leggi tutto »

CATENA DI COMANDO ? E QUALE ?

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it Adesso si dimettono anche i ministri. Va beh… “met’al an sla fnestra” (posalo sulla finestra) diceva mia madre, ricordando i cantori erranti che giungevano per Natale e per Pasqua a porgere gli auguri (in cambio d’elemosina) e dei quali era difficile scorgere chi fosse il più povero, se gli “auguranti” o gli “augurati”. Così accogliamo le dimissioni del Ministro Terzi di Sant’Agata (complimenti per il nome, se Villaggio facesse ancora Fantozzi lo userebbe di sicuro) non …

Leggi tutto »

CIPRO E LA FINE DELL'EURO

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Le televisioni tutte accese a bordo del traghetto tra Syros e il Pireo e sintonizzate su un programma di informazione eccezionale per la sua durata e anche per le circostanze del dramma… felice a Cipro, hanno finito per lasciarsi sfuggire la grande notizia : “il Parlamento cipriota ha respinto il piano dell ‘Eurogruppo”. Numerosi passeggeri hanno manifestato la loro immensa gioia: “Ben fatto per questi Tedeschi e il loro 4° Reich che regna sull’Europa finita. I …

Leggi tutto »

IL BILDERBERG NOMINA IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

DI IDA MAGLI italianiliberi.it In un recente passato, che appare però lontanissimo, era stata promessa agli Italiani l’elezione diretta del capo dello Stato. Naturalmente non se n’è fatto nulla. In una cosa sola i nostri governi, quali che siano le loro ideologie e i loro orientamenti politici, sono tutti “montiani”: decisi e rapidissimi soltanto nell’aumentare le tasse. Per tutto il resto tempi biblici in attesa che svanisca anche il ricordo delle promesse fatte. Dunque niente elezione diretta del Presidente. Ma …

Leggi tutto »

EUROPA STA NASCENDO UNA DITTATURA. FUGGITE, SCIOCCHI !

DI DEBORA BILLI Crisis L’Europa è una dittatura, bisogna uscirne il prima possibile. Senza chiedersi cosa sarà della bolletta della luce o della rata del mutuo, perché non ci lasceranno né luce né casa. Siamo in mano a dei pazzi furiosi. Trovo questo bel post sul blog di Alberto Bagnai, ad opera di Alex, che così riflette: L’unica cosa amaramente buona di questa crisi è che ho capito come nascono le dittature, che SI, è proprio vero, più che da …

Leggi tutto »

GLI ULTRAMILIARDARI

DI ALFREDO ZAIAT Pagina 12 I paesi economicamente più forti del mondo stanno attraversando il sesto anno di recessione economica. Gli Stati Uniti, l’Europa ed il Giappone non possono uscir fuori da questa situazione con politiche che abbinano l’espansione monetaria per salvare le banche con la restrizione fiscale nell’ambito socio-lavorativo. Malgrado gli insoddisfacenti risultati, le grandi potenze persistono nell’applicazione di questa strategia. Qualcuno sostiene l’idea, cercando introdurla nell’immaginario collettivo delle persone, che nelle grandi crisi perdono tutti, sia ricchi che …

Leggi tutto »

AVERE UN CONTO CORRENTE E' AVER INVESTITO IN UNA BANCA ORA

DI GIOVANNI ZIBORDI cobraf.com Le banche italiane si stanno lentamente sgretolando di nuovo, Unicredit, Banco Popolare, Intesa, Ubi Banca stanno tutte sfondando di nuovo i minimi degli ultimi 4 o 5 mesi. Quello che è successo nelle banche di Cipro è che la Troika (UE, BCE, FMI) ha decretato che chi ha un deposito bancario è in realtà un investitore nella banca, perlomeno sopra i 100mila euro. Cioè hanno detto che un conto corrente in una banca non è un …

Leggi tutto »

PERCHE’ LA CRISI DI CIPRO E’ PEGGIO DELLA CRISI DEL KREDITANSTALT DEL 1931 E DI QUELLA ARGENTINA DEL 2001 ?

DI MARTIN SIBILEAU sibileau.com Come per ogni evento possiamo pensare a Cipro in termini politici ed economici. Un’analisi politica a due dimensioni La prima dimensione tocca la storia geopolitica della regione e le riserve di gas naturale recentemente scoperte. Fin dal lontano 1853, l’anno della guerra di Crimea nel Mar Nero, questa regione era considerata di rilevante interesse politico, per le stesse ragioni di oggi: evitare l’espansione della Russia nel Mediterraneo e la guerra fu causata dalla rottura degli equilibri …

Leggi tutto »

LA PEDINA CIPRIOTA

DI THIERRY MEYSSAN megachip.info Washington è stata pronta a usare la crisi finanziaria cipriota per attuare la strategia di acquisizione di capitali che ho descritto tre settimane fa su queste colonne (1). Con l’aiuto della direttrice del Fondo monetario internazionale, la statunitense Christine Lagarde, ha rimesso in causa l’inviolabilità della proprietà privata nell’Unione europea e ha tentato di confiscare un decimo dei depositi bancari, in apparenza per salvare la banca nazionale cipriota colpita dalla crisi greca. Va da sé che …

Leggi tutto »

LA NUOVA ERA DI POVERTA' ALIMENTARE FA PENSARE ALLE CIVILTA' ESTINTE

DI LESTER R. BROWN ipsnews Il pianeta è in una fase di transizione, da un’era di abbondanza di cibo ad una di scarsità. Nell’ ultimo decennio le riserve mondiali di cereali sono crollate di un terzo. A livello planetario i prezzi degli alimenti sono più che raddoppiati, innescando così una corsa alla terra ed inaugurando una nuova geopolitica del cibo. Il cibo è il nuovo petrolio, la terra è il nuovo oro.

Leggi tutto »

PROTESTE POPOLARI DIFFUSE ? ARRIVA L'ESERCITO SOVRANAZIONALE

DI CARLO SCALZOTTO contropiano.org Non capita spesso che un sito finanziario si occupi (criticamente, per di più) di repressione sociale. Ma questo articolo dal sito Finanza No Stop incuriosisce davvero. Austerità crescente… l’ultima Follia UE: l’Esercito Comune contro i DISPERATI L’Esercito Comune contro i Disperati. Intanto in Polonia si reclutano i gorilla, stessa cosa nelle vie della moda milanesi e romane (abbiamo appena iniziato). Il Coinvolgimento del Gruppo Visegrad e gli incontri particolari di Merkel  e Hollande. Bruxelles, Varsavia – La …

Leggi tutto »

ARMI DI DISTRAZIONE DI MASSA

DI MRSTEWIE Premessa Sono stato un timido partecipante ai meet-up di Grillo, agli albori dei primi v-day. Ho partecipato come volontario nella mia città, ma non ho mai aderito ai meet-up. Non perché non ci credessi: al contrario, ho molto creduto nelle nuove parole ed i nuovi argomenti che Grillo portava avanti già nel 2006. Anche oggi, sebbene sia molto più cinico, come ogni italiano sano di mente, non posso far altro che covare la speranza che un cambiamento non …

Leggi tutto »