Home / 2012 / maggio

Archivi mensili: maggio 2012

PER NON DIVENTARE UNA PERIFERIA DI UN SUPERSTATO DI TECNOCRATI

DI GERRY ADAMS ilmanifesto.it Ieri l’Irlanda è andata alle urne per approvare (o bocciare) il fiscal compact Dove sta andando l’Europa ? Nelle scorse settimane ci sono state elezioni in diversi stati europei. Gli elettori in Gran Bretagna, Italia, Grecia, Germania e Francia sono stati tutti chiamati alle urne. L’attenzione dei media si è concentrata soprattutto sui risultati in Francia e l’elezione di un presidente socialista, François Hollande, e sulla Grecia, dove i partiti di governo hanno visto il loro …

Leggi tutto »

IL CONTESTO O QUEL CHE POTREBBE ACCADERE NEL PAESE DEL GOLPE PERMANENTE

DI HS comedonchisciotte.org Nota dell’autore: mi preme rivolgere le mie più sentite scuse agli anarchici del FAI (Federazione Anarchica Italiana), la più antica forma di auto organizzazione anarchica italiana per non aver rimarcato nel mio articolo “Che cosa cova sotto le macerie” le dovute differenze con la galassia “anarcoinsurrezionalista” e con coloro che si fregiano della sigla FAI per condurre operazioni provocatorie. Personalmente non condivido le idee espresse dagli anarchici ma ritengo doveroso chiudere ogni porta a coloro che vogliono …

Leggi tutto »

LO SPETTACOLO DEL SISMA

DI FRANCO ARMINIO ilmanifesto.it Non hanno detto o non ho sentito neppure un nome dei morti, conta solo il numero. E tutte le parole che dicono alla fine tengono lontano il dolore, il dolore del padre che aveva rimproverato il figlio perché non studia o perché si ritira tardi, il dolore di vedere un corpo tumefatto, dentro la tasca il telefonino intatto, la camicia bianca piena di polvere, il pantalone grigio con una macchia di sangue che pare un bicchiere, …

Leggi tutto »

CALCIO SCOMMESSE, MONTI: FERMIAMO IL CAMPIONATO. DICE BENE MA PER SBAGLIO

DI DEBORA BILLI crisis.blogosfere.it Monti vuol fermare il calcio, dimenticando l’ordine pubblico. Non vuole dare soldi pubblici alle squadre continuando a foraggiare le banche, proprietarie di squadre. Che razza di intreccio è mai questo? E’ solo per la triste concomitanza con il terremoto in Emilia che l’Italia tutta non è in rivolta contro il Presidente del Consiglio, che ha appena affermato: Forse ci vorrebbe uno stop al calcio di due o tre anni. Trovo inammissibile, e me ne sono occupato …

Leggi tutto »

MARIO MONTI ODIA LO STATO. E CI DICONO CHE LO SALVERA’

(quello che non ho potuto spiegare a L’Ultima Parola venerdì scorso) DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Mario Monti, il criminale che sta smembrando il futuro delle prossime due generazioni di bambini italiani e tutta la nostra ricchezza residua, è un fanatico discepolo del Libero Mercato. Il Libero Mercato è possibile solo e unicamente a condizione che lo Stato cessi di esistere, poiché lo Stato moderno è nato con la funzione primaria di proteggere la gente dalla furia predatoria del Libero Mercato. …

Leggi tutto »

HONI SOIT QUI MAL Y PENSE

DI GIANROBERTO CASALEGGIO corriere.it Lettera aperta di Gianroberto Casaleggio al Corriere della Sera Caro direttore, le scrivo in merito al mio ruolo nel MoVimento 5 Stelle. Nel 2003 ho lasciato la mia posizione di amministratore delegato in Webegg di Telecom Italia, un gruppo multimediale che si occupava di consulenza e di applicazioni internet, e ho fondato con altri soci la Casaleggio Associati, una società di strategie di Rete. Internet è un tema che mi appassiona e di cui mi occupo …

Leggi tutto »

LA PROVA CHE MONTI MENTE ARRIVA DALLA BOCCONI

DI GIANCARLO NICCOLAI byoblu.com C’è un po’ di confusione sull’Economia, su che cos’è e a che cosa serve. E’ comprensibile, visto l’uso scriteriato e folle che ne ha fatto Monti, assieme a molti altri. Se seguite Byoblu.com sapete più o meno tutto quello che c’è da sapere, ma quello che forse non si è ancora capito bene, però, è che coloro che si definiscono “economisti”, ossia scienziati che studiano l’economia, hanno decretato la “morte dell’economia di mercato” da almeno quarant’anni. …

Leggi tutto »

GLI ORIZZONTI SENZA LIMITI DEL CAPITALISMO

DI CLAUDIO GALLO atimes.com Intervista a Costanzo Preve TORINO – Costanzo Preve (nella foto), 69 anni, di genitori italiani e con una nonna armena, non ha mai avuto una vita facile; ha scelto la strada della filosofia senza compromessi, lontano dai circoli accademici e dalle mode culturali. Si è laureato a Torino, ma il suo percorso intellettuale si è compiuto a Parigi, con insegnanti come Jean Hyppolite, Louis Althusser, Jean Paul Sartre, Roger Garaudy e Gilbert Mury.

Leggi tutto »

L’EURO E IL NAZIONALISMO

DI ALBERTO BAGNAI goofynomics.blogspot.it Gentile Prof, non la conosco se non da questo video che ho visto e che mi è stato saggiamente consigliato da una mia amica. Non capisco niente di economia, non l’ho mai studiata nè spero la studierò, però ho molto apprezzato il suo linguaggio chiaro, logico e ironico. E ho ridacchiato come un idiota leggendo qua e là il suo blog. Bene, tutto questo per dirle che nel suo intervento video una cosa che mi ha …

Leggi tutto »

TERREMOTI IN EMILIA – FRACKING ALL’ORIGINE DEL SISMA ?

FONTE: OGGINOTIZIE.IT I geologi stanno studiando gli effetti e soprattutto le cause dello sciame sismico che ha colpito, e sta colpendo, la regione emiliana e non solo. Per la precisione, sotto la lente di ingrandimento degli esperti vi è quella che tecnicamente viene definita la Dorsale Ferrarese. Gli scienziati dell’USGS – il Servizio Geologico statunitense – hanno ricatalogato in magnitudo 6.0, dal 5.9, quella che originariamente è stata la scossa principale dello scorso 20 maggio, con ipocentro a 5,1 km …

Leggi tutto »

LA MAQUINA INFERNAL EUROPEA FA INGRIPPARE LA SPAGNA

DI AMBROSE EVANS-PRITCHARD telegraph.co.uk La Spagna sta precipitando in un vortice debito-deflazione. Niente a che fare con quello che sta succedendo in Grecia. Non è il risultato di stravaganze di bilancio dei decenni passati, e non è nemmeno un mito wagneriano. Il collasso del paese è il risultato, matematicamente certo – e ampiamente previsto – della feroce contrazione monetaria e fiscale che grava su una economia che lotta per superare il crollo del settore immobiliare.

Leggi tutto »

SE ORA MASSACRANO I NOSTRI FIGLI

DI GABRIELE ADINOLFI noreporter.org Una trama inquietante tra Orwell, Fleming, Werner, Dracula e i geni che ci governano L’accusa mossa per il massacro dei bambini dal governo siriano ad Al Qaeda (o più propriamente a ciò che quest’ologramma rappresenta sia nell’immaginario collettivo che nello scacchiere delle guerre asimmetriche) ha un senso. L’organizzazione fantasma, fondamentalista islamica di stampo wahabita e d’influenza saudita, esprime un’azione politico-terroristica ben precisa, volta a far saltare i regimi laici ed anche a colpire gli sciiti, e …

Leggi tutto »

DEDICATO AGLI ELLISSOIDI CHE SOSTENGONO ASSAD

(OVVERO LA STORIA DI UN RAVVEDIMENTO OPEROSO) DI CLAUDIO MARTINI main-stream.it/ Ieri il regime siriano ha bombardato un sobborgo di Homs, città martire, uccidendo svariate decine di persone, molte delle quali bambini. Niente di così strano: il regime massacra i siriani da più di un anno con tale intensità e ferocia che quasi ci sfugge il motivo per cui il mainstream, solitamente silente su questo tema, abbia dedicato un poco della sua attenzione a quelle piccole vittime. Nella foto: Pierre …

Leggi tutto »

NUOVE RACAK, IN SIRIA OVUNQUE

DI FULVIO GRIMALDI fulviogrimaldi.blogspot.it I due più grandi ostacoli alla democrazia in Occidente sono, primo, la diffusa illusione tra i poveri di avere una democrazia, secondo, il terrore cronico dei ricchi che la si possa conquistare. (Edward Dowling, 1941). Impiccano l’uomo e frustano la donna / che rubarono l’oca dal prato comune / ma lasciano libero il vero mascalzone / che ruba il prato all’oca comune. (Poesia anonima del 17° secolo). Nella prima dichiarazione dopo l’eccidio, il portavoce ONU assegna …

Leggi tutto »

CORRIDOIO 5. I FANTASMI DELL' ALTA VELOCITA'

DI LUCA RASTELLO repubblica.it Doveva collegare l´Europa da Lisbona a Kiev Per vedere a che punto è ci siamo messi sulle sue tracce Ecco il racconto del viaggio nell´Alta velocità che non c´è. In Italia la conosciamo per le proteste in Val Susa, ma la Torino-Lione è solo una parte della linea ferroviaria che dovrebbe collegare l´Europa da Lisbona a Kiev. L´abbiamo percorsa tutta. Scoprendo che: Portogallo e Ucraina hanno rinunciato, la Spagna ha scelto i pullman, in Ungheria non …

Leggi tutto »

VENDOLA, DI PIETRO, BERSANI, GRILLO: COSA SI MUOVE A SINISTRA ?

DI ALDO GIANNULI aldogiannuli.it Sino ad un mese fa, la situazione della sinistra era sostanzialmente questa: Ferrero stava attaccato alla giacca di Vendola elemosinando un accordo elettorale ma Vendola (e con lui Di Pietro) non se ne dava per inteso, perché stava attaccato alla giacca di Bersani, sperando di consacrare l’intesa di Vasto ma Bersani –insidiato dagli orrendi moderati che albergano nel suo partito- stava attaccato alla giacca di Casini per decidere se fare alleanza solo con lui o sia …

Leggi tutto »

CASA, DOLCE CASA: LA NATO OCCUPA CHICAGO

DI PEPE ESCOBAR Asia Times Adesso l’inno suona bene o male così: Avanti, bimba, Non vorresti tornare Indietro allo stesso vecchio posto Casa, dolce casa: Chicago, il cerchio d’acciaio Robert Johnson deve star sputando fuoco nella sua tomba blues, dato che la NATO, per il suo 25esimo summit, sta occupando Chicago come se fosse Kabul, con gli Americani trattati alla stregua di cerchi concentrici di Talebani. Il Dipartimento di Sicurezza Nazionale ha nominato il summit un “Evento Nazionale di Sicurezza …

Leggi tutto »

SIRIA, ESECUZIONI DI BAMBINI, MANIPOLAZIONI BELLICOSE E LIBANIZZAZIONE…

DI MARINELLA CORREGGIA sibialiria.org Quel che è certo è che da mesi la violenza più atroce e incredibile (settaria?) in Siria ha corso comune. Quel che è certo l’orrore di molti bambini e adulti trucidati, a Hula, in Siria. Un atto diabolico. Dolorosissimi i video (con ambientazioni diversificate) che mostrano quei piccoli corpi. Ma sugli autori del massacro e sulle dinamiche le versioni sono come al solito opposte. Le fonti dell’opposizione li attribuiscono all’esercito. Il regime siriano nega ogni responsabilità, …

Leggi tutto »

GREXIT: PAPADEMOS E IL BAUBAU DELLA CATASTROFE

DI AMBROSE EVANS-PRITCHARD blogs.telegraph.co.uk L’ex premier greco Lucas Papademos (nella foto) ha fatto una stima delle conseguenze di un ritorno alla Dracma. “Alcuni dei calcoli che ho esaminato suggeriscono che l’inflazione potrebbe accelerare fino al 30%, o addirittura al 50%, a seconda dell’impatto degli eventi sulle aspettative e dalla forza degli effetti secondari dell’aumento dei prezzi sui salari,” ha detto al Wall Street Journal. Potrebbe succedere, ma non c’è alcun motivo per cui debba succedere. Sarebbe il risultato di un …

Leggi tutto »

CON FACEBOOK GLI AZIONISTI HANNO SBAGLIATO FESTA

DI MATT TAIBBI rollingstone.com Dalla California Mark Zuckerberg ha suonato la campanella di apertura per il NYSE. Una protesta è stata presentata (1) dagli azionisti di Facebook contro Mark Zuckerberg, Facebook, Morgan Stanley e altri. Si basa su un concetto molto semplice: quando gli analisti interni hanno capito che i risultati di Facebook sarebbero stati inferiori alle attese, l’azienda ed i suoi banchieri non l’hanno spiegato a tutti, ma hanno “scelto a chi far sapere” quelle informazioni : un piccolo …

Leggi tutto »

COME OSAMA RIELEGGE OBAMA

DI PEPE ESCOBAR asiatimes.com Un accordo sul nucleare con l’Iran? Un ritiro organizzato dall’Afghanistan? Una leggera ripresa dell’eurozona? Prezzi del petrolio stabili? Scordatevelo. L’elettore estero cruciale per Obama II alla Casa Bianca è un Osama bin Laden. Chiamiamola la strategia vincente “Obama inchioda Osama”. Non c’è da sorprendersi che la strategia vincente sia stata subappaltata al binomio Hollywood/Pentagono. Washington ha perso la guerra del Vietnam, ma l’ha vinta sullo schermo. La regista vincitrice del premio Oscar con il film “Hurt …

Leggi tutto »

MONTI E CHI GUADAGNA 5 EURO ALL’ORA

DI MARCELLO FOA blog.ilgiornale.it Ci sono immagini che non richiedono commenti. Guardatevi lo stralcio dell’intervista concessa dal premier Mario Monti alla Sette (vedi più sotto, ndr). Formigli gli chiede: se lei avesse un figlio ventenne, laureato che guadagna 5 euro all’ora con un contratto da precario che cosa gli direbbe: vai via dall’Italia? Come lo convincerebbe a restare?

Leggi tutto »

MILLE E CENTO MODI DI LAVARE QUEL SANGUE

DI HS comedonchisciotte.org Nella grigia monotonia quotidiana – con tutto il suo estenuante e incessante carico di problemi e di affanni – veramente pochi momenti finiscono per rimanere impressi nella mente e ad accompagnare il resto dei nostri giorni. La loro irruzione è apparentemente inaspettata e imprevista e perciò foriera di inquietudini e foschi presagi. Personalmente non posso fare a meno di dimenticare quei giorni della mia infanzia in cui il paese seguì con il fiato sospeso la sorte dell’onorevole …

Leggi tutto »

NON SMETTETE DI GRATTARE ADESSO

DI CLAUDIO MESSORA byoblu.com Paolo Barnard ha ragione. Ma sbaglia. Paolo Barnard sbaglia. Ma ha ragione. Succede sempre così, quando sei border line. Avere ragione pur avendo torto, e viceversa, è il prezzo che si paga quando si sta in bilico, a cavallo tra due mondi: quello apparente, illusorio dei media che proiettano una lente deformante sulla realtà e ne selezionano solo alcune aree, mettendole al centro e mantenendole a fuoco, di modo che tutto il resto scompaia, come se …

Leggi tutto »

MEGLIO BEPPE GRILLO CHE IL SUICIDIO

DI SERGIO DI CORI MODIGLIANI sergiodicorimodiglianji.blogspot.it Tutto ciò come risultato del vuoto immondo lasciato dagli intellettuali venduti Il più grande trionfo dell’oligarchia finanziaria sovra-nazionale, acquisito definitivamente nell’arco degli ultimi vent’anni, consiste nell’essere riusciti a “monetizzare l’esistenza” degli individui. Questo sì, a loro insaputa. Poco a poco, hanno condotto una strategica battaglia iniziata verso la fine degli anni ’70, con l’ottima scusa della guerra fredda. Hanno iniziato costruendo, in diversi luoghi del pianeta, delle centrali operative della comunicazione globale, accogliendo ingenti …

Leggi tutto »

LA CRESCITOMANIA

DI ERNESTO CELESTINI peacelink.it A pensarci bene per i ragazzi degli anni 50, i “baby-boomers” come li chiamano in America, la vita non è andata poi così male, visto che hanno evitato di andare in guerra, quella che hanno tanto combattuto con le loro idee. Idee predicate e soprattutto cantate durante la “Rivoluzione dei fiori nei cannoni”, quando parlavano di pace, di libertà, di uguaglianza, di parità tra i sessi .…. E poi sono stati una generazione che ha lottato …

Leggi tutto »

LA GIAMAICANIZZAZIONE DELL'EUROZONA

DI MARK WEISBROT Guardian.co.uk Imponendo tagli di bilancio e austerità, la BCE sta condannando paesi come la Grecia e la Spagna ad una zona di tramonto economico. La Giamaica, una nazione insulare anglofona caraibica con 2.9 milioni di abitanti può apparire lontanissima dall’Europa. Il reddito pro capite del paese di 9,000 UsDollars è ottantottesimo nel mondo rispetto ai paesi dell’eurozona che sono tre/quattro volte più ricchi. Ma questi ultimi si trovano ora ad affrontare un problema comune e benché nessuno …

Leggi tutto »

GLI ESPERTI

DI GZ cobraf.com Warren Mosler (nella foto) è un soggetto particolare, un trader di bond che ha fatto i soldi anni fa con un suo fondo specializzato in arbitraggio stile Lehman che vive da dieci anni in una piccola isola dei caraibi con la mania dei motori e dell’insegnare gli aspetti tecnici del sistema monetario (a mezzanotte è ancora lì che ti spiega il meccanismo degli addebiti ed accrediti e riserve delle banche centrali, poi passa ai complicati schemi fiscali …

Leggi tutto »

LA CINA FARA' DELLO YUAN UNA MONETA AUREA ?

FONTE: ZERO HEDGE Se la Cina sostenesse la sua moneta con riserve auree, si potrebbero verificare profondi effetti su investitori e consumatori … Larry Edelson scrive : So per certo che Pechino vuole che il suo yuan diventi un valuta sostenuta dalle sue riserve auree, proprio come era in origine il franco svizzero. Dare una copertura allo yuan con un po’ d’oro significa certamente aiutarlo a diventare una moneta internazionale di grande rilievo.

Leggi tutto »

LA LOTTA DIETRO LE QUINTE PER IL DESTINO DI SAIF AL-ISLAM GHEDDAFI

DI ALEXANDRE MEZYAEVstrategic-culture.org I procedimenti legali contro Saif al-Islam Gheddafi, figlio di Muammar Gheddafi, si sono sviluppati durante una insolita situazione che non ha precedenti nella storia della Corte Penale Internazionale (ICC). Il fatto è che la Corte stessa sta facendo ogni sforzo per distruggere il caso, e così non affrontare l’ imputato. Tutto cominciò pochi giorni fa con una strana fuga di notizie dalla ICC tramite una fonte ufficiale: il sito internet della Corte Penale Internazionale.

Leggi tutto »