Home / 2010 / dicembre

Archivi mensili: dicembre 2010

UN NUOVO MODELLO DI SOCIETA' DOPO LA CRISI

DI KATE BODYCultureChange.org Questo rapporto comincia con gli Stati Uniti e si conclude con una presentazione di un testimone del collasso finanziario dell’Argentina e della reazione basata sulla comunità di dieci anni fa. Non dovrebbe essere necessario un caso limite come il totale collasso economico e politico in argentina del 2001 ad insegnarci come diminuire la nostra vulnerabilità ai fattori di stress economico e politico. Ad ogni modo, non dovremmo neanche ignorare i racconti storici sull’elasticità della comunità nei disastri …

Leggi tutto »

TU SEI IN AZIENDA E TU IN MIRAFIORI

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Aggiornamento Il Più Grande Crimine. 6 Sia chiaro che io sto parlando a te, tu che stai a Ospedaletto in provincia di Treviso, e che sei appena stato al bar a discutere con un amico sul piano di mobilità presentato ieri nell’azienda dove lavori, gran brutto clima, hai detto. Mi spiace per gli altri lettori, sta roba non è per loro. E sto parlando a te, che abiti a Lodi e hai passato il pomeriggio all’agenzia …

Leggi tutto »

LE DIECI PREVISIONI OLTRAGGIOSE DI SAXO BANK PER IL 2011

DI EMMANUEL GARESSUS letemps.ch Nel 2010 si sono realizzate tre delle dieci previsioni “a bassissima probabilità”. Nick Beecroft, consigliere di SaxoBank, spiega che nel 2011 il Congresso bloccherà la politica della Fed. Ogni anno, gli economisti di SaxoBank stabiliscono una serie di dieci previsioni borsistiche definite “oltraggiose”. Si tratta di previsioni poco probabili, ma che se si dovessero realizzare il loro impatto sui portafogli sarebbe straordinario. L’idea s’ispira allo scrittore Nassim Nicholas Taleb e ad ai suoi cigni neri. L’anno …

Leggi tutto »

UNIRSI ALL’ ITALIA

DI MARCO DELLA LUNA marcodellaluna.info Voi lo vedete, un valente e stimato imprenditore a fare società con un imprenditore di cattiva reputazione, pieno di debiti, in pericolo di insolvenza, che lavora con macchinari superati, tecnologie obsolete, e dipendenti infidi? Nel lungo corso della presente crisi finanziaria ed economica, da molte parti si indica l’integrazione politica dei paesi europei e la messa in comune dei debiti pubblici come cura dei mali odierni e prevenzione di quelli futuri. Ma solo un manipolatore …

Leggi tutto »

PALESTINA: RICONOSCIMENTO DI UNO STATO

DI JOHN V. WHITBECK english.aljazeera.net Un avvocato e autore internazionale analizza la qualità e la quantità di Stati che riconoscono la Palestina Il 17 dicembre la Bolivia ha ufficialmente riconosciuto la Palestina con i confini che le spettavano nel 1967 (tutta la striscia di Gaza, la Cisgiordania e Gerusalemme Est). Il riconoscimento da parte della Bolivia porta a 106 il numero degli Stati membri dell’ONU che riconoscono lo Stato della Palestina, la cui indipendenza è stata proclamata il 15 novembre …

Leggi tutto »

EFFETTO DOMINO DELLA FINANZA EUROPEA

GRECIA→ IRLANDA → PORTOGALLO → SPAGNA → ITALIA → INGHILTERRA → ? DAL WASHINGTON’S BLOG E’ oggi di dominio comune il fatto che ci sia un potenziale effetto domino conseguente al contagio del debito sovrano europeo all’incirca in questo ordine: Grecia > Irlanda > Portogallo > Spagna > Italia > Inghilterra Se qualche persona ha iniziato a occuparsi dell’argomento già da più di un anno, altri si sono invece accorti della questione in ritardo (da una ricerca su Google risulta …

Leggi tutto »

BLUES IRACHENO …UNA LETTERA APERTA AGLI IRACHENI

DI LAYLA ANWAR An Arab Woman Blues Devi sapere, non sei tu che mi fai andare avanti, è l’Iraq. È la memoria collettiva, la coscienza collettiva che mi fa continuare… non tu. Tu sei una finzione di un popolo. Mi ferisce ammetterlo pubblicamente, ma è la verità. Io non sono un idiota. Capisco le persone e da dove vengono … Conosco il dolore e conosco l’apprensione, la paura, stare in silenzio.. Questo non è minimizzare le ferite né seppellire le …

Leggi tutto »

SCUOLA PUBBLICA: CHI L'HA UCCISA E PERCHE' ?

DI GIANLUCA FREDA Blogghete!! Coloro che, come il sottoscritto, si trovano a lavorare nel mondo della scuola, provano spesso la sensazione di essere capitati all’interno di una istituzione sopravvissuta alla propria funzione e al proprio ruolo. Si viene a scuola tutte le mattine, da insegnanti o da allievi, come ci si recherebbe al tempio di una divinità antica, di cui sacerdoti e fedeli ricordano le prescrizioni rituali, ma non le promesse di crescita spirituale, né il significato che la partecipazione …

Leggi tutto »

TAMBURI DI GUERRA RISUONANO DI NUOVO IN ISRAELE

DI ILAN PAPPE mondoweiss.net Risuonano di nuovo tamburi di guerra in Israele e il motivo è che l’invincibilità stessa di Israele è messa in discussione. Nonostante la retorica trionfalistica nei vari reportage commemorativi dei media, due anni dopo l’operazione denominata “Cast Lead”, (in italiano, operazione “Piombo Fuso”) il senso che ne esce è che quella campagna sapeva molto di fallimento come lo era stata la seconda guerra in Libano nel 2006. Sfortunatamente nello Stato Ebraico leaders, generali e il pubblico …

Leggi tutto »

I SICARI DELL'ECONOMIA GLOBALE

DI BRUNO AMOROSO ilmanifesto.it Nel suo editoriale su La Repubblica del 19.12.2010 Eugenio Scalfari ci informa sull’esistenza di una Cupola finanziaria che gestisce le principali speculazioni mondiali. La sua fonte è il New York Times, che conferma quanto aveva già letto in Marx tempo prima. Da qui alcune sue deduzioni – di Eugenio Scalfari s’intende – sulle quali è bene soffermarsi. La prima, sulla quale concordo, è che le speculazioni non riguardano solo singoli faccendieri e neanche gli Hedge Fund, …

Leggi tutto »

NELLA TERRA DEI TROLL (RECLAMA TERRE COMUNI VIRTUALI)

DI GEROGE MONBIOT guardian.co.uk/ Troll [1] organizzati stanno imprigionando la rete. È ora di reagire. Sono l’equivalente online delle ‘enclosure riots’ [lett. rivolte di recinzione, proteste sociali contro la recinzione privata di terre comuni nell’Inghilterra del XVI sec., ndt]: mucchi di fieno in fiamme, recinti che crollano per le proteste dei contadini inglesi che stanno perdendo i propri diritti sulle terre. Quando MasterCard, Visa, Paypal e Amazon hanno tentato di chiudere Wikileaks fuori dalle terre comuni virtuali, un esercito di …

Leggi tutto »

MANIPOLAZIONE DELLA COSCIENZA SOCIALE ATTRAVERSO I MASS MEDIA

DI SAIDA ARIFKHANOVA onlinejournal.com L’informazione è una parte importante nella vita degli uomini moderni. Nella vita moderna l’informazione diventa un elemento sempre più significativo assieme all’istruzione; il modo in cui la gente interagisce con l’informazione definisce in buona parte il loro livello d’esistenza. Nel XXI secolo il possesso di informazione e istruzione determina lo status di una persona moderna nella società. Assieme all’ambito dell’istruzione, l’informazione determina gli ambiti del lavoro e dell’economia ed influenza la sfera della politica statale. La …

Leggi tutto »

MARCHIONNE QUI' IN ITALIA E’ IN BUONA COMPAGNIA

DI EUGENIO ORSO pauperclass.myblog.it A questo punto le mezze parole, le ipocrisie, le parafrasi e tutto l’impianto letterario-sintattico-lessicale del “voglio ma non posso” dirlo con chiarezza non regge più. Marchionne non è altro che un bieco sfruttatore globalista, uno spietato contractor ad alto livello e uno schiavista lasciato libero di agire, in questo paese e in altri, da governicchi asserviti agli agenti storici di quel capitalismo marcio che ci tiene in pugno, e che sembra destinato a dominare l’inizio del …

Leggi tutto »

I DIABOLICI SEGRETI DELLA RAND CORPORATION

DI PAUL JOSEPH WATSON .globalresearch.ca Il Nuovo Ordine Mondiale: un insider svela i diabolici segreti della Rand Corporation. Al giornalista e autore di origine cubana Alex Abella è stato consentito l’accesso esclusivo all’interno della RAND Corporation per visionare i loro archivi. Ciò che ha scoperto è stato un complotto guidato da scienziati pazzi, comportamentisti e generali intenzionati a far scoppiare la terza guerra mondiale e nel mentre a derubare il popolo americano. Una volta era scettico riguardo alle teorie del …

Leggi tutto »

DIECI TREND PER IL 2011

DI GERARD CELENTE lewrockwell.com Dopo i tumultuosi anni della Grande Recessione, una persona mal ridotta potrebbe desiderare per il 2011 un ritorno a tempi più generosi e sereni. Ma non è quello che prevediamo. Al contrario, i frutti dell’attività – e dell’inattività – governativa ed istituzionale matureranno in tendenze impreviste. Le tendenze che abbiamo individuato in precedenza, e che abbiamo messo a decantare per qualche tempo, giungeranno a maturazione nel 2011… e non risparmieranno nessuno, in qualunque parte del mondo …

Leggi tutto »

PI STATO MENO MERCATO

DI JOHN KLEEVES centroitalicum.it/ La leggenda del capitalismo e del libero mercato Dimenticate Marx e pensate ex novo al Capitalismo. Cosa si intende per Capitalismo? Un’economia di libero mercato, il quale lasciato a sé stesso e senza interventi statali permette la creazione di grandi ricchezze concentrate. Si intende questo, eppure se ci pensiamo vediamo che con un mercato veramente libero non potrebbero affatto crearsi grandi ricchezze concentrate: con un mercato veramente libero non potrebbe esserci il Capitalismo! Il fatto è …

Leggi tutto »

NUOVI CABLE DIVULGATI: IL PAPA “SUPPORTA SILENZIOSAMENTE” GLI OGM

DI RADY ANANDA countercurrents.org Appena ieri è stato rilasciato un cable del 19 novembre 2009 che indica Papa Benedetto XVI come sostenitore di cibi geneticamente modificati; anche se lui non lo ammetterà mai pubblicamente. Un cable del giugno 2009 dall’ ambasciata vaticana negli Stati Uniti ha confermato il rifiuto del Pontefice di prendere una posizione sugli alimenti geneticamente modificati, che è stata verificata nel dicembre 2010 da un portavoce del Vaticano. Comunque, questo ultimo cable racconta una storia diversa: “Collegando …

Leggi tutto »

SI PU PARAGONARE IL DEBITO PUBBLICO DEI PAESI

DETTI « IN VIA DI SVILUPPO » CON QUELLO DEI PAESI DEL NORD ? DI DAMIEN MILLET, ERIC TOUSSAINTComité pour l’Annulation de la Dette du Tiers Monde Sebbene ci sia una differenza enorme nell’entità, c’è una prima similitudine nell’evoluzione temporale. Il debito pubblico dei paesi in via di sviluppo e quello dei paesi del Nord sono entrambi esplosi nel corso degli anni ’70. Al Nord, la recessione generalizzata degli anni 1973-1975 ha obbligato i poteri pubblici a indebitarsi per rilanciare …

Leggi tutto »

LA RINASCITA DEL NAZIONALISMO NELL’UNIONE EUROPEA

DI STEFAN STEINBERGWorld Socialist Web Site L’ultimo episodio della crisi del debito Europeo ha mostrato la nascita della piu’ seria divisione nella storia dell’Unione Europea. Gli editorialisti e i commentatori economici stanno pubblicamente speculando sul collasso della moneta del Continente, e solo un paio di settimane fa, il Cancelliere Tedesco Angela Merkel ha dichiarato che un fallimento dell’Euro significherebbe la fine della stessa Unione Europea. L’astiosita’ dei leader Europei sul futuro del Continente ha toccato l’apice con la critica fatta …

Leggi tutto »

L'EURO: DA ALTERNATIVA AL DOLLARO A BUSINESS DELLA POVERT

FONTE: COMIDAD.ORG Il ministro dell’Economia Tremonti ha rilanciato i facili entusiasmi dei suoi supporter della “destra antagonista” ripresentando alla Germania la proposta degli “Eurobond”, cioè di titoli emessi allo scopo di sostenere l’euro attraverso un impegno dell’Unione Europea nel suo complesso. La proposta si è qualificata da sé come un nonsenso, dato che è apparsa come andare da uno che ti abbia appena rifiutato di garantirti una cambiale per chiedergli di garantirti addirittura un mutuo. Il governo tedesco ha avuto …

Leggi tutto »

SCEGLI IL TUO RUOLO

DI GIANLUCA FREDA Blogghete!! Su “ Comedonchisciotte” un lettore che si firma Tellavelde ha scritto, in risposta al mio ultimo articolo, il seguente commento. Ciò che il lettore afferma è molto stimolante e ben argomentato (oltre che ben scritto), del che lo ringrazio: Per commentare questo scritto di Gianluca Freda prendo spunto da un’affermazione di Caterina (caterinazanivan). La seguente: «La rivoluzione non è piu’ quella che si fa scendendo in piazza a manifestare e scontrandosi, o meno, con la polizia. …

Leggi tutto »

LA VOSTRA AGENDA E’ PRONTA PER LA FINE DEL MONDO ?

DI PETER LEE counterpunch.org C’è la possibilità che le invettive e la prolissità scaturite alla conferenza sul clima di Cancun riflettano una credenza, ampiamente condivisa ma taciuta, che le chance di un’azione coordinata a livello globale per ridurre le emissioni di gas serra siano praticamente a zero. La chiave, quindi, diventa quella di ridurre i problemi finanziari dei grandi paesi in via di sviluppo, trovando modi per disattendere gli autentici problemi e la vera sofferenza di quelli piccoli e vulnerabili. …

Leggi tutto »

IL DELIRIO SADICO DEGLI OBIETTORI DI COSCIENZA

DI VERONICA cloroalclero.com E’ da un pezzo che non scrivo su questo blog. Adesso però ho qualcosa da raccontarvi se avete voglia di leggere. A settembre scorso ho scoperto di aspettare il mio secondo bambino. Che grande gioia, dopo tre anni dalla nascita di Michele, il mio primogenito. Ho iniziato ad entrare nell’ottica di una vita con due pargoli, organizzazione familiare e del lavoro…insomma niente di particolare, niente che non riguardi chiunque in situazioni similari. I mesi sono passati e, …

Leggi tutto »

INGHILTERRA: LA CONTROVERSA VENDITA DELLE FORESTE

ALLETTA LE SOCIETÀ DI BIOCARBURANTI DI MARK JANSEN The Ecologist Raggiunto l’accordo col governo per la vendita delle foreste, gli analisti industriali prevedono che buona parte di esse potrebbe venire smantellata dalle compagnie energetiche per la produzione di biocarburanti. Gli elettori sono molto legati alle foreste. La notizia del progetto di mettere in vendita le foreste statali, elaborato dalla Commissione Forestale, ha diffuso il timore del proliferare di villaggi vacanze e campi da golf. Il governo si è affrettato a …

Leggi tutto »

BARNARD, IL PIU' GRANDE CRIMINE IL POTERE DEMOLISCE GLI STATI

DI ROBERTO SANTILLI abruzzoweb.it Intervista a Paolo Barnard LONDRA – Il ritorno schiacciante delle élite assolutiste in cabina di comando è l’argomento al centro del saggio “Il più grande crimine”, pubblicato dal giornalista e scrittore Paolo Barnard sul suo sito Internet. Sessanta pagine di nomi, cognomi, dettagli politici, sociali ed economici su ottant’anni di storia in Occidente, con particolare attenzione all’Europa della moneta unica. Una moneta non più sovrana come quelle nazionali, ma che va presa in prestito: caratteristica che …

Leggi tutto »

GLI IRREFRENABILI ANNI ‘30

DI ROBERT SKIDELSKY crisis–economica.blogspot Il vertice del G-20, che si è appena concluso a Seul, è terminato senza alcun accordo né sulle valute né sul commercio. Cina e Stati Uniti si sono mutualmente accusati di manipolare deliberatamente le proprie monete per ottenere un vantaggio commerciale. Gli obiettivi fissati dal vertice di Doha sul commercio globale sono in stallo e, nonostante tutte le dichiarazioni sui rischi di nuove guerre commerciali o tra monete, in realtà queste guerre sono già cominciate. Anche …

Leggi tutto »

GENERAZIONE RABBIA

DI MAURIZIO MAGGIANI ilsecoloxix.it Ho manifestato i miei sdegni e i miei aneliti per le strade d’Italia dal 1968 al 1977. Ho smesso di farlo a Bologna, una bella mattina di fine estate quando, arrivato in ritardo al corteo delle “mitiche” giornate contro la repressione, lo lasciai sfilare da cima a fondo senza trovare dove inserirmi, senza riconoscermi in nessuno dei gruppi, delle facce, degli slogan, degli abbigliamenti. Ero diventato troppo vecchio per quella roba, o troppo prudente, o troppo …

Leggi tutto »

NEUROMARKETING NEGLI STATI UNITI. PUBBLICIT PER IL CERVELLO.

DI SAÚL LANDAUProgreso Semanal La lunga recessione ha ridotto i consumi, come farà, adesso, la “business community” (un ossimoro, dal momento che ogni azienda cerca di distruggere i propri concorrenti) a vendere le sue porcherie alle persone che ha licenziato, ovvero i potenziali acquirenti? I pubblicitari, – l’avanguardia della “business community” – devono in qualche modo portare il “mercato” verso questi consumatori, senza soldi né credito (idioti!). I portavoce di destra della “business community” hanno licenziato gli operai che un …

Leggi tutto »

CADERE IN AVANTI: LA PERDITA DI DIREZIONE DELL’ AMERICA

DALLA FINE DELLA GUERRA FREDDA DI GONZALO LIRA gonzalolira.blogspot.com Vi sentite come se steste spingendo qualcosa di pesante e inamovibile, una porta pesante, per esempio, o forse una macchina bloccata in un fosso, e tutto ad un tratto, la cosa che stavate spingendo bruscamente cede? Che accade allora? Ebbene, cadete in avanti, naturalmente. Soprattutto se state spingendo da un bel po’: eravate così decisi a spingere la cosa, la macchina bloccata nel fosso, la pesante porta che non si muoveva, …

Leggi tutto »

FONDO ORDINARIO DI RICERCA 2010 SPESE MILITARI E REGALI A ISRAELE

DI MARCELLO SORDO facebook.com Segnalo atti del Senato del 3 e 7 dicembre sul Fondo ordinario alla ricerca: Si evince che grandi somme di denaro saranno veicolate dalle casse della ricerca per scopi militari (compreso l’asse con Israele che l’Italia va rafforzando) e per l’energia nucleare (“Dà indi conto delle novità del provvedimento, prima tra tutti l’esplicitazione delle assegnazioni straordinarie tra le quali quelle finalizzate ad attività internazionali. Ciò consente a suo giudizio un’analisi più di dettaglio rispetto al passato …

Leggi tutto »