Home / 2008 / dicembre

Archivi mensili: dicembre 2008

ITALIA DE PROFUNDIS

DI GIUSEPPE GENNA «Era, dunque, l’estate improduttiva e faticosa del 2007, ma già da due anni io sto male, da due anni io non mi riposo, non ci sono vacanze, ma soggiorni nella calura brevi, inappaganti. Ci avviciniamo al luogo del racconto. Stanno fondando un nuovo partito. I periodi glaciali che non conducono a nulla di nuovo spaventano. Gli italiani appaiono indifferenti al clima psichico. Da vent’anni la loro collettività è entomologica, termitica. Questo nuovo partito sostituisce i rimasugli rosastri …

Leggi tutto »

MENTRE GAZA VIENE DISTRUTTA OBAMA TACE E GIOCA A GOLF

DI JASON DITZ Antiwar.com Mentre il bilancio delle vittime nella striscia di Gaza continua a crescere rapidamente, la reazione iniziale del presidente entrante Barack Obama di “ nessun commento immediato” si è trasformata senza soluzione di continuità in una politica ufficiale di no comment, punto e basta. Mentre Obama e famiglia continuano a godersi una lussuosa vacanza alle Hawaii, la sua attenzione sembra molto più focalizzata sulle sue partite a golf piuttosto che sulla crisi in politica estera che sembra …

Leggi tutto »

PERCHE’ NON RIUSCITE A RIBELLARVI PIU’ A NULLA: LA “SINDROME DI STANFORD”

FONTE: BRUNOTTO588 (BLOG) Come immaginate voi l’ Inferno ? ……………………………… Università di Stanford ( California ), Agosto 1971: lo psicologo Philip Zimbardo ( che guardacaso ce l’ ha quell’ espressione un po’ luciferina che evoca in modo inquietante il nostrano La Russa, n’ est-pas ? ) recluta con un annuncio su un giornale e seleziona 24 studenti ” sani, intelligenti, benestanti ed appartenenti alla classe media, psicologicamente normali e senza nessun precedente violento” a prendere parte a uno studio psicologico …

Leggi tutto »

PREDIZIONI PER IL 2009

DI SHARON ASTYK Di questo scrivo un po’ in anticipo, quest’anno – mancano un paio di settimane ai “Giorni dell’Indipendenza” [1], e prevedo un bel po’ di clamore quando le consuete previsioni di fine anno cominceranno a bombardarci. Così ho pensato di tagliare la testa al toro e di fare le mie adesso. Ma prima: come mi è andata l’anno passato? (Guardate, solo perché l’anno scorso ne ho imbroccata qualcuna giusta non vuol dire che dobbiate prendere per oro colato …

Leggi tutto »

QUESTO MONDO MISERABILE E' IN SILENZIO

DI IBRAHIM EBEID al-moharer.net In questi giorni, il mondo occidentale giudeo-cristiano fa finta di celebrare la nascita di Gesù di Nazaret mentre i nostri popoli, in Iraq e in Palestina, vengono massacrati dalle stesse persone che affermano di credere nel “re della pace”. Pace sulla terra trasformata in inferno sulla nostra parte di terra. Gli Stati Uniti e i loro alleati tirapiedi stanno commettendo crimini di genocidio contro gli iracheni e i palestinesi. Come altro potremmo chiamarlo se non genocidio, …

Leggi tutto »

LA MIA BREVE RISPOSTA ALLA DISINFORMAZIONE SIONISTA

DI KHALED AMAYREH Uruknet Hamas ha scrupolosamente osservato il cessate il fuoco, invece Israele il 13 Novembre ha per la prima volto rotto la tregua uccidendo sei palestinesi. 49 palestinesi ma nessun israeliano sono morti durante la tregua. Gli agenti dell’Hasbara [propaganda n.d.t.] sionista stanno affermando che l’attuale impeto genocida di Israele a Gaza è una “guerra contro Hamas” e che essa si è resa necessaria solamente per il lancio di razzi palestinesi su Israele. Questa è una grande bugia. …

Leggi tutto »

PERCHE' L'ITALIA NON SARA' MAI LA GRECIA

DI CARLO BERTANI Nonostante la cappa di silenzio mediatico che ha circondato e circonda la Grecia, molti si sono resi conto che la rivolta greca non è stata un “furore” di pochi esaltati e nemmeno una manfrina abilmente orchestrata dal Palazzo. E neppure una rivoluzione tentata o fallita.I fatti avvenuti in Grecia sono stati una rivolta spontanea – attizzata sì dall’assassinio di un ragazzo – ma proposta all’attenzione della Grecia e del Pianeta poiché la situazione economico/politica del Paese sta …

Leggi tutto »

BOYCOTT ISRAEL – BOICOTTIAMO ISRAELE

DI CLORO AL CLERO Quando andate al supermercato controllate la provenienza dei prodotti che acquistate. Se il codice a barre riporta il numero 729 non comprateli. C’è la crisi economica: cominciate a fare i tagli su coloro che spendono soldi per sganciare, per esempio, 100 tonnellate di bombe sulla testa di gente inerme in due giorni. Non c’è possibilità di dialogo con i sionisti (e con chi li sostiene). Nonostante piu’ fonti dicano che quest’ operazione “piombo fuso” che prevede …

Leggi tutto »

EINE KLEINE NACHT MURDER – COME I LEADER ISRAELIANI UCCIDONO IN CAMBIO DI VOTI

DI GILAD ATZMON Palestinethinktank Per capire l’ultima devastante spedizione omicida degli israeliani contro Gaza bisogna comprendere a fondo l’identità israeliana e il suo odio innato verso chiunque non sia ebreo, l’odio verso gli arabi in particolare. Questo odio è contenuto nel curriculum israeliano, viene predicato dai leader politici e sottinteso dalle loro azioni. E’ veicolato da categorie culturali, perfino all’interno della cosiddetta “sinistra israeliana”. Sono cresciuto in Israele negli anni ’70, gli individui della mia generazione oggi sono in Israele …

Leggi tutto »

LA BOLLA PIU’ GRANDE DELLA STORIA

NOURIEL ROUBINI La Stampa Il sistema finanziario del mondo ricco si sta dirigendo verso un crollo. Per la prima volta in settant’anni si è avuto paura di una corsa indiscriminata a ritirare i depositi dalle banche, mentre il sistema bancario «ombra» – agenti, prestatori di mutui non bancari, strumenti strutturati di investimento, hedge funds, fondi monetari di mercato e società di private equity – sta correndo rischi sulle sue passività a breve termine. Dal lato dell’economia reale, tutte le economie …

Leggi tutto »

UNA DECISIONE SBAGLIATA DALLE CONSEGUENZE DEVASTANTI

DI HEINRICH KREMER Estratto: Capitolo 1 de “La Rivoluzione Silenziosa della Medicina del Cancro e dell’Aids – Nuove conoscenze fondamentali sulle vere cause della malattia e della morte confermano l’efficacia della terapia biologica di compensazione” 20 anni di abuso di gas di azoto come stimolante sessuale e le sue conseguenze apparentemente misteriose Nel 1960, la Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti, ente addetto al controllo e all’autorizzazione di prodotti alimentari, farmaci e cosmetici, prese una decisione sbagliata dalle …

Leggi tutto »

GAZA: LA STRAGE DI HANUKKAH

DI MIGUEL MARTINEZKelebek Quello che stanno facendo a Gaza, la ciliegia rosso sangue sulla torta dopo due anni di embargo e bombardamenti, lo sapete tutti. Sabato scorso era una delle festività più sacre del calendario ebraico – lo Shabbat di Hanukkah. Per poter compiere la strage di Gaza, Ehud Barak ha dovuto chiedere una dispensa speciale dai rabbini. Non so perché sia stata scelta una data così particolare, per un attacco preparato da ben sei mesi, come rivela Haaretz. Lo …

Leggi tutto »

LA CINA E LA CRISI FINANZIARIA

DI ANDREW HUGHESGlobal Research Con le ondate di distruzione causate dal crollo finanziario globale è arrivato un significativo momento di riflessione obbligatoria. Se tale disastro ha investito il pianeta, quali lezioni si possono trarre per smantellare il meccanismo che lo ha causato in primo luogo? I rimedi proposti dai governi in tutto il mondo non stanno funzionando come conferma ogni reale indicatore economico. L’eterna influenza corruttrice dei soldi nelle politiche e disegni del governo non ha fatto altro che garantire …

Leggi tutto »

LAVORARE CON PASSIONE

DI GIORGIO FONTANA Il primo amore Un paio di mesi fa, sono andato alla libreria Hoepli (*) per un colloquio di lavoro. Il direttore mi ha spiegato che stavano cercando alcune persone per uno stage di sei mesi, 400 euro al mese. “E poi?”, ho chiesto. E poi, uno fra questi quattro o cinque stagisti, il più bravo e meritevole, avrebbe forse avuto l’occasione di entrare come commesso a tutti gli effetti – a tempo determinato, s’intende. “Lo trovo assurdo”, …

Leggi tutto »

URGENTE: BOMBE SU GAZA

DI CARLOS LATUFF Come se mettere un milione e mezzo di persone a rischio di morte per fame non fosse sufficiente, Israele ha sferrato oggi un brutale attacco sul Gaza, uccidendo più di 200 persone e ferendone 750, tra cui donne e bambini. Ancora una volta prego voi lettori, miei fratelli e sorelle nell’arte, di diffondere questi disegni. Riproduceteli in poster, giornali, riviste, zines, blog, ovunque. Facciamo sentire in tutto il mondo la voce della gente di Gaza. Grazie, in …

Leggi tutto »

SABATO 27 DICEMBRE 2008: IL BOMBARDAMENTO SU GAZA

“A suon di musica festeggerei ciò che la forza aerea israeliana sta facendo”. Queste sono le parole pronunciate ad Al Jazeera da Ofer Shmerling, un funzionario della difesa civile israeliana, mentre venivano diffuse le immagini dell’ultimo massacro israeliano. Poco tempo prima, caccia F-16 ed elicotteri Apache, forniti ad Israele dagli USA, avevano sganciato più di 100 ordigni su decine di postazioni nella striscia di Gaza, occupata da Israele, uccidendo almeno 195 persone e ferendone centinaia. Molte di queste postazioni erano …

Leggi tutto »

UN ANALISTA: UN TERZO DELLE BANCHE POTREBBE CROLLARE NEL 2009

DI PAUL JOSEPH WATSON Prison Planet Ralph Silva ha dichiarato alla CNBC che migliaia di banche affronteranno un fallimento o saranno costrette a una fusione L’analista finanziario Ralph Silva della TowerGroup ha detto alla CNBC questa mattina che si aspetta che non meno di un terzo delle banche fallirà nel 2009 e che qualcosa come un migliaio di banche potrebbe crollare se non partecipa a una fusione. Silva ha detto che solo cinque o sei banche globali hanno sufficienti fondi …

Leggi tutto »

HAROLD PINTER, 1930-2008

“Dove e’ andata a finire la nostra sensibilita’ morale?” Harold Pinter e’ morto ieri (24 dicembre N.d.r.) di cancro a 78 anni. E’ stato uno dei grandi drammaturghi del ventesimo secolo, e nelle sue commedie The Homecoming, The Birthday Party, e Old Times, ha colto l’incessante e ambivalente conflitto, la ricerca affannosa di un legame personale significativo, e l’intricata controscena dell’emozione e della memoria, che si celano nell’intimo del dilemma umano. Pinter e’ anche stato una delle grandi voci morali …

Leggi tutto »

CRIMINI DI GUERRA A GAZA

DA INFOPAL Israele ha scelto il momento opportuno per bombardare: l’ora di uscita dei bambini dalle scuole Gaza – Infopal. Circa 200 morti e 300 feriti: questo è il bilancio attuale (ore 14, ora locale) degli attacchi aerei israeliani in corso contro la Striscia di Gaza. L’aviazione da guerra israeliana sta bombardando diverse sedi delle forze di sicurezza palestinesi a Gaza. E’ un vero massacro! Sul terreno ci sono già 200 morti e centinaia di feriti, ma il bilancio è …

Leggi tutto »

ORA DATEVI, DIAMOCI, DA FARE.

DI PAOLO BARNARD Ho già scritto più volte che viviamo disperatamente nella trappola tesaci dalle destre finanziarie 35 anni fa. Tutti noi, specialmente le sinistre. La riassumo in pochissime parole: ci hanno fatto passare dall’Era dei Diritti, all’Era della Contrattazione sul Grado di Abolizione dei Diritti, dove essere di sinistra significa solo lesinare qualche rimasuglio di Diritto nel dialogo con loro. Ci hanno reso Plausibile l’Inimmaginabile. Esempio: la privatizzazione dell’acqua, o la precarizzazione del lavoro – essendo entrambi elementi essenziali …

Leggi tutto »

LA FEDERAL RESERVE PREPARA LA SCENA PER UN'IPERINFLAZIONE IN STILE WEIMAR

DI F. WILLIAM ENGDAHL Global research 15 dicembre, 2008 In merito ad una richiesta proveniente da un importante servizio americano di informazione finanziaria la Federal Reserve si è seccamente rifiutata di rivelare i destinatari degli oltre 2.000 miliardi di dollari dei contribuenti americani in prestiti di emergenza e di rivelare i beni che la banca centrale sta accettando come collaterale. I loro avvocati sono ricorsi alla scusa fantasiosa che tutto questo è stato fatto per proteggere i “segreti commerciali”. Il …

Leggi tutto »

LA PRIMAVERA SOCIALE DI TETTAMANZI E IL TERRORISMO DI RATZINGER

Riceviamo e volentieri pubblichiamo DI RITA PENNAROLA Dopo secoli di progressivo distacco dai bisogni primari del suo popolo, la sfera più altolocata della Chiesa comincia a scendere per davvero sulla terra, questo Natale, sembra accorgersi che esiste un grande vuoto, e da troppo tempo. Un vuoto nel quale lavorano in silenzio intere generazioni di preti coraggio, uomini e donne impegnati nel servizio agli altri, religiosi o laici, che incarnano il cristianesimo evangelico e con la loro parola, tradotta in fatti …

Leggi tutto »

GAZA: LA FAME PRIMA DELLA TEMPESTA

DI SAMEH A. HABEEBElectronic Intifada Gaza – I politici israeliani, in questo periodo che precede le elezioni, stanno promettendo, come vuole la politica israeliana, di sferrare un duro colpo contro Gaza. Eppure, ogni famiglia di Gaza è già sotto assedio. A Gaza si possono trovare soltanto visi frustrati, arrabbiati e pallidi. Se fate visita alla mia casa non troverete energia elettrica, mentre il mio vicino non ha più gas. Un altro vicino è in cerca di acqua potabile, dato che …

Leggi tutto »

LE PREMONIZIONI DELLA GRANDE CRISI

DI PINO CABRAS Megachip Si sprecano le parole di sorpresa per la Grande Crisi in corso. Se ne parla il più delle volte come di un evento improvviso e imprevedibile. In realtà c’era già chi riusciva a intravedere il tracollo, anche senza andare a spulciare le vecchie carte americane dei soliti ottimi Nouriel Roubini e Joseph Stiglitz. Prendiamo ad esempio il compianto Paolo Sylos Labini. In un appassionato intervento a un convegno della Cgil nell’ormai lontano 2002 il grande economista …

Leggi tutto »

LA MIA ESPULSIONE DA ISRAELE

DI RICHARD FALK (Inviato Onu per i diritti umani) – The Guardian Quando sono arrivato in Israele come rappresentante delle Nazioni Unite sapevo che vi potevano essere dei problemi all’aeroporto. E c’erano. Il 14 Dicembre sono arrivato all’aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv per svolgere il mio incarico di relatore speciale per le Nazioni Unite sui territori palestinesi. Stavo conducendo una missione che aveva lo scopo di visitare la Cisgiordania e Gaza per preparare un rapporto sull’osservanza da parte di …

Leggi tutto »

“QUELLA VOLTA LI’ CHE AVEVO 25 ANNI”

 DI GIORGIO GABER E SANDRO LUPORINI Ora basta con la finzione. Io ho 50 anni siamo in pieno 2000 e mi domando che eredità stiamo lasciando ai nostri figli ? Forse in alcuni casi un normale benessere ma non è questo il punto Voglio dire c’è un’ idea, un sentimento, una morale, una visione del mondo ? No, tutto questo non lo vedo. Allora ci saranno sicuramente delle colpe. Si, il coro della tragedia greca: “… I figli devono …

Leggi tutto »

INTERVISTA A DANIELE LUTTAZZI: VITA DURA PER I TROPPO LIBERI

Intervista raccolta da Federico Zamboni La Voce del Ribelle Fatto fuori dalla Rai, da Mediaset e da La7. Altri si atteggerebbero a martiri della satira: lui tira dritto come sempre. E riempie i teatri. Partiamo dalla stretta attualità: negli Usa hanno eletto Obama e i media magnificano l’evento, come se i guasti del passato fossero definitivamente alle spalle e ci attendesse una rinascita generale. Come minimo occidentale. Forse addirittura planetaria. Ti associ anche tu all’euforia generale? L’euforia generale è dovuta …

Leggi tutto »

LA DISPUTA DI ALICE E BABBO NATALE

DI MIGUEL MARTINEZKelebek Babbo Natale, il golem buono e trasversale del consumo natalizio, è una figura demoniaca dei nostri tempi, che contribuisce alla deformazione e al pervertimento di solito irrimediabile delle più giovani generazioni. Se si osa dire questa banale verità, si viene accusati di voler privare tali giovani generazioni della magia dell’infanzia. Vorrei proprio sapere cosa avrebbe di magico questa sorta di facchino per conto della GD (Grande Distribuzione), la cui magia consiste nel far comparire merci; cosa avrebbe …

Leggi tutto »

L’AFFARE MADOFF: UNA GUIDA PER L’ANTISEMITA PERPLESSO

DI ISRAEL SHAMIR L’antisemita riflessivo non riesce a capire come considerare l’affare Madoff. Si deve gioirne o rammaricarsene? A leggere i giornali ebraici, verrebbe da pensare che gli “antisemiti” – cioè la stragrande maggioranza del genere umano secondo alcune fonti ebraiche (“Grattate un goy e troverete un antisemita”) – stiano esplodendo dalla gioia. Bradley Burston si entusiasma su Haaretz: “Per il convinto antisemita, Natale è arrivato presto quest’anno. Il nuovo Babbo Natale degli antisemiti si chiama Bernard Madoff. E’ la …

Leggi tutto »

PRIMA VOTA. LE DOMANDE FALLE DOPO

DI WILLIAM BLUM Killing hope Prima vota. Le domande falle dopo Ok, togliamo di mezzo le ovvietà. È stata una cosa storica. Varie volte mi è venuto un nodo alla gola, mi venivano le lacrime agli occhi, anche se non ho votato per lui. Per la quarta volta di fila ho votato per Ralph Nader. Durante gli ultimi otto anni ogni giorno quando ascoltavo le notizie alla radio mi assicuravo di essere vicino all’apparecchio, così da poter cambiare canale rapidamente …

Leggi tutto »