Home / 2008 / agosto

Archivi mensili: agosto 2008

LA GUERRA CON LA RUSSIA E' GIA' IN PROGRAMMA

DI PAUL CRAIG ROBERTS Global Research La totale incapacità dei media americani di offrire una cronaca veritiera dei fatti, fa seriamente riflettere. La popolazione degli Stati Uniti, che mostrano i muscoli con le armi nucleari e perseguono una politica di egemonia mondiale, è tenuta all’oscuro – in realtà subisce un lavaggio del cervello – su quanto riguarda i più pericolosi ed importanti avvenimenti del nostro tempo. Il potere della Lobby ebraica è un fattore “chiave” che induce a tenere nell’ignoranza …

Leggi tutto »

BUONE NOTIZIE DALLA PALESTINA, OVVERO UN EBREO IN MENO

DI ISRAEL SHAMIR The truth seeker Due imbarcazioni, di nome Free Gaza e Liberty, guidate da una quarantina di attivisti da tutto il mondo, hanno raggiunto sane e salve le coste dell’assediata Gaza. Sono passate attraverso il blocco navale presidiato dagli Israeliani e hanno portato un messaggio di speranza, e perfino qualche approvvigionamento per gli assediati. La conclusione dell’audace impresa era ben lungi dall’essere ovvia e scontata; circa vent’anni fa infatti, un simile tentativo finì in catastrofe. Nel 1988 l’Organizzazione …

Leggi tutto »

ESERCITO RUSSO: “C’ERA UN CITTADINO USA TRA I COMMANDOS GEORGIANI”

A CURA DI RUSSIA TODAY Un portavoce dell’esercito russo ha rivelato giovedì [28 Agosto] che un passaporto Usa è stato trovato in un edificio dell’Ossezia del Sud occupato dalle truppe Georgiane. Dopo che le truppe di interposizione russe avevano sgombrato l’edificio pesantemente difeso, hanno scoperto all’interno un passaporto appartenente a un texano di nome Michael Lee White. Il vice capo di stato maggiore russo Anatoly Nagovitsyn giovedì ha mostrato fotocopie del passaporto ai media durante una conferenza stampa. “Vi era …

Leggi tutto »

IL PETROLIO? NON E' BIO

DI ROBERTO VACCAIl Sole24 Ore L’origine del petrolio e del gas naturale non è biologica: risale alla formazione del mantello e della crosta terrestre. I giacimenti a profondità di alcuni chilometri, si formarono da petrolio e da gas che da masse profonde filtrarono in alto. Ora le riforniscono dopo l’esaurimento. Le prospettive per l’avvenire sono epocali. Dovremo effettuare ricerche e indagini raggiungendo livelli profondi in molte aree per ottenere dati sicuri. Il processo per cui giacimenti esauriti sono riforniti da …

Leggi tutto »

LA REALTA' COLPISCE ANCORA

DI JAMES KUNSTLER Clusterfuck Nation La debole risposta Americana alle affermazioni di potere della Russia nel Caucaso, in Asia Centrale, non poteva essere più appropriata, dal momento che le nostre pretese di influenza in quella parte del mondo sono diventate ridicole. Gli Stati Uniti hanno tratto vantaggio dalla temporanea confusione in Russia, durante i dieci anni di intervallo dal collasso sovietico, instaurando un governo cliente in Georgia, completo di consulenti militari, vendite d’armi e con la promessa aggiuntiva di poter …

Leggi tutto »

REUTERS, HOLLYWOOD

DI GIANLUCA FREDA Blogghete! La policy di Dada non mi consentirebbe di pubblicare fotografie truculente come quelle che seguono. Quando lo faccio comunque, sfidando le regole, mi arriva di solito una mail molto cortese in cui mi si spiega che le mie foto sono state rimosse per violazione delle norme della community. Spero che in questo caso Dada faccia un’eccezione. Anche perché, come sto per spiegare, è probabile che queste foto siano truculente solo all’apparenza. Si tratta invece, con 99 …

Leggi tutto »

NOTE SULLA MERCIFICAZIONE DEL REALE

DI TRUMAN BURBANK Comedonchisciotte.org Il consumatore non va mai in vacanza Se il normale lavoratore, grazie a secoli di lotte sindacali, ha visto riconosciuto il diritto a vacanze pagate, il consumatore non ha alcun diritto del genere. Anzi le cosiddette “vacanze” sono solitamente il periodo dell’anno più impegnativo per il consumatore. Più che mai emergono i doveri della religione consumistica: spendere in modo adeguato al proprio ceto sociale, anzi fare di più e distinguersi nello spendere, visitare luoghi lontani dove …

Leggi tutto »

IL MOMENTO UNIPOLARE DEGLI USA: IN CAUCASO FINISCE LA GRANDE ILLUSIONE

DI PINO CABRAS Caucaso 2008: un punto di svolta.La grande stampa non se n’è accorta subito, ma la guerra caucasica dell’agosto 2008 è uno degli eventi più importanti degli ultimi vent’anni. Segna un passaggio molto delicato, per molti spiazzante.Dopo l’11 settembre 2001 fu recitato il mantra del “nulla sarà come prima”. La formula andrà rispolverata, magari in modo più giudizioso.Non potranno essere più “come prima” né l’autopercezione dell’Occidente atlantista, né la valutazione che questo mondo dà della Russia putiniana, né …

Leggi tutto »

ALITALIA, VICENDA SIGNIFICATIVA MA NON ISOLATA

DI GIANFRANCO LA GRASSA Ripensare Marx Non sono un tecnico e inoltre non ho sufficienti elementi a disposizione per discutere nei particolari la vicenda Alitalia. D’altronde, per capire bene i risultati dell’operazione in corso occorre del tempo, alcuni mesi e forse nemmeno basteranno. Alcune considerazioni più generali, e politiche, si possono però fare, magari lasciando spazio ad ipotesi, che tuttavia non mi sembrano cervellotiche. Intanto, appare secondo me del tutto evidente che la soluzione scelta non è in ogni caso …

Leggi tutto »

AL DI LA' DEL PICCO

DI MICHAEL KLARE London Review of Books Contrariamente allo “shock” petrolifero degli anni Settanta, l’attuale crisi energetica è destinata quasi certamente a durare a lungo. Probabilmente nessuno dei frettolosi rimedi proposti da politici e guru dell’economia – trivellare i mari e le aree naturali protette, dare un giro di vite contro chi specula sulle materie prime, fare pressioni sui membri dell’Opec per incrementare la produzione – riuscirà a portare a qualche risultato. Negli anni 1973-’74 e 1979-’80, ciò che accadde …

Leggi tutto »

LA GRANDE ILLUSIONE

DI PAUL KRUGMAN New York Times Fino ad ora, nonostante il ruolo della Georgia come importante corridoio per il trasporto del petrolio, le conseguenze economiche della guerra nel Caucaso sono state decisamente ridotte. Ma mentre stavo leggendo le ultime cattive notizie mi son trovato a chiedermi se questa guerra sia un presagio, un segno che la seconda età della globalizzazione potrebbe trovarsi a condividere il destino della prima. Se vi state domandando a che cosa io mi riferisca, ecco quello …

Leggi tutto »

DAVIDE E GOLIA ?

DI RIXON STEWART The Truthseeker David Icke ha trascorso gli ultimi 15 anni in modo molto reddittizio. Parlando a vaste platee di tutto il mondo si è fatto un nome discutendo dei padroni occulti di questo pianeta: la Commissione Trilaterale, i Bilderbergers, gli Illuminati e cose simili. Almeno in teoria, dovrebbe aver fatto bene i suoi conti. Purtroppo per lui tutto questo potrebbe essere alla fine giacchè Icke ha appena avuto una lite con il deputato al Parlamento Britannico, David …

Leggi tutto »

IL DEBITO

DI BIFO Rekombinant Sull’Herald del 2 agosto un articolo di David Brooks intitolato “Missing Dean Acheson”. Sottotitolo: “Il nostro nuovo mondo pluralistico ha dato origine a una globosclerosi, incapacità di risolvere un problema dopo l’altro.” Il tema è quello della impossibilità di decidere. Brooks ricorda con nostalgia i bei tempi in cui il gruppo dirigente americano prendeva decisioni sulla base dei suoi interessi e li imponeva senza tante storie, con le buone o con le cattive (generalmente con le cattive) …

Leggi tutto »

LA MISTERIOSA LETTERA DI SARKOZY

FONTE: MOON OF ALABAMA (Questo pezzo si basa principalmente su due post tratti dal blog Moon of Alabama) I russi si sono ritirati dalla Georgia nel territorio dell’Ossezia meridionale e dell’Abkhazia, o nei loro pressi, rispettando le linee di peacekeeping concordate nel 1990 e tenendo avamposti nei porto di Poti e nei pressi di Senaki, a qualche chilometro da Poti, così come sulla strada principale che taglia quasi a metà il paese e collega la città con Gori. Il motivo …

Leggi tutto »

LA NATIVITA' DEL BUDDHA A LADAKH

DI ISRAEL SHAMIR The Truthseeker Un lungo serpente scendeva velocemente dalla montagna: centinaia di monaci correvano lungo un sentiero lastricato curvo dal monastero posto in cima verso i vasti terreni di polo a valle, dove l’intera popolazione di Leh si era riunita per celebrare la Nascita del Budda. Monaci forti e muscolosi dai copricapo gialli e dalle vesti color arancione erano accompagnati da contadini, popolazione cittadina, monelli di ogni genere, macchine e bestiame. I terreni di polo con bandiere e …

Leggi tutto »

SULL’ARTICOLO DI IGNACIO RAMONET “LE TRE CRISI”

DI JUAN LUIS RODRIGUEZ Rebelion Nel suo articolo su Le Monde Diplomatique e Rebelión, Ignacio Ramonet (nella foto) elenca tre crisi dell’attualità: la crisi finanziaria, la crisi energetica e la crisi alimentare. Credo che siano la stessa cosa, carissimo Ignacio. È la crisi del potere economico sulle popolazioni. Sui cittadini. È un’unica crisi: la crisi che sopportano le persone che subiscono gli effetti degli immensi accumuli di denaro che circolano dal settore immobiliare al settore energetico, passando dall’industria alimentare, con …

Leggi tutto »

WAG THE DOG: COME NASCONDERE IL COLLASSO ECONOMICO

DI ELLEN BROWN webofdebt.com “Perchè venite da me? Sono nello show business” “La guerra é show business, per questo motivo siamo qua.” – dal film Wag the Dog (uscito in Italia col titolo “Sesso & Potere”, 1997) Appena la settimana scorsa, Fannie Mae e Freddie Mac avevano annunciato perdite record e, cosi come loro, la maggior parte delle società che offrono servizi finanziari. Disoccupazione in aumento, l’aggravarsi della crisi dovuta ai pignoramenti, il budget statale nel caos e ovunque gravi …

Leggi tutto »

GUERRA NEL CAUCASO: FINE DELLA PANTOMIMA

DI ALESSANDRO LATTANZIO Aurora Le conseguenze dell’aggressione della Georgia di Saakhshvili contro la Repubblica Autonoma dell’Ossezia del Sud saranno ampie, tanto da ripercuotersi a livello mondiale. La spudorata e palesemente falsa propaganda agitata dai mass media occidentali contro Mosca, che viene presentata come l’orso imperialista della Guerra Fredda (e anche dei tempi precedenti), serve principalmente a cercare di nascondere, presso il pubblico mondiale, le responsabilità dell’inizio di questa ennesima Guerra d’Agosto, ma serve anche a capovolgere la sconfitta sul terreno, …

Leggi tutto »

LA SCIENZA AL SERVIZIO DELLA GUERRA

DI RUDOLF HANSEL Mondialisation. Ca La scienza ha lo scopo di proteggere, non di annientare la vita L’umanità, a ragione, si aspetta dalla scienza che essa aiuti a risolvere i problemi urgenti come la guerra, la povertà, la fame, la malattia e l’ingiustizia sociale, quando invece sempre più scienziati vendono il loro sapere, le loro abilità, e spesso anche la loro anima, al complesso militare-industriale e mediatico. Si allontanano talmente dal loro lato umano che aiutano a perfezionare i mezzi …

Leggi tutto »

AFRICAMAAT.COM: LA NOSTRA VOCAZIONE

FONTE: AFRICAMAAT Il sito africamaat.com ha per vocazione la divulgazione della storia scientifica del continente africano e la valorizzazione delle scoperte e invenzioni effettuate da personalità di ascendenza africana nel mondo. Divulgare la storia africana: Perché? Il nostro metodo è essenzialmente rivolto a dimostrare che è profondamente arbitrario escludere sistematicamente l’Africa nera dalla storiografia universale quando si tratta di scienze (matematica, geometria, architettura, astronomia…), di invenzioni (scrittura e tecnica della scrittura, navigazione, medicina, agricoltura…), di riflessioni umane (filosofia, spiritualità…) e …

Leggi tutto »

LO SCIPPO: CONSIDERAZIONI SULLA GUERRA TRA RUSSIA E GEORGIA

DI ISRAEL SHAMIR The Truthseeker Gli americani volevano tastare il terreno della reazione russa? Un tipo svelto aveva pensato che un portafoglio fosse stato lasciato incustodito, e ha provato a scipparlo. Ma, per sua sfortuna, è stato fermato dal muscoloso proprietario del portafoglio. Questa potrebbe essere una buona descrizione del tentativo di Saddam Hussein di scippare il Kuwait. Si adatta anche alla guerra per l’Ossezia del sud. Il presidente Georgiano Saakashvili aveva pensato di potersi prendere l’Ossezia del sud mentre …

Leggi tutto »

ENNESIMA CRISI DI MERCATO O COLLASSO DEL SISTEMA ECONOMICO?

DI DANNI SCHECHTER Alternet Nonostante siano raddoppiati i pignoramenti dei beni ipotecati, e i prezzi del gas e degli alimenti salgano alle stelle, nei quotidiani d’informazione e a Washington si parla solo di business. La domanda che è sorta alla fine dello scorso luglio, quando sono state confiscate altre due banche, è: stiamo per essere inghiottiti in un ulteriore crollo del nostro sistema economico o possiamo fare in modo di limitarne i danni o addirittura di aggirare il problema? Sappiamo …

Leggi tutto »

LA IV FLOTTA AFFONDO’ L’IMPERO

DI ATILIO A. BORON Rebelion Si, la IV flotta ha colato a picco Impero, il libro di Michael Hardt e Antonio Negri (nella foto), dimostrando una volta di più, che le repliche della storia sono impietose con le mode intellettuali che al loro tempo brillavano com indiscutibili o inespugnabili. La tesi nefasta che quegli autori proponevano: pensare che esistesse “un impero senza imperialismo” è rimasta sepolta sotto i fatti. Che riposi in pace. Un po’ di storia Si potrebbe sostenere: …

Leggi tutto »

UNA STORIA DI POLACCHI E PREGIUDIZI

DI PETER WILBY The Guardian Sul Daily Mail di martedì scorso [5 agosto 2008, n.d.t.], la lettera principale, firmata Federazione dei Polacchi in Gran Bretagna, aveva come titolo “I polacchi si sentono perseguitati”. L’autore, Wiktor Moszczynski, si lamentava che le “notizie dei quotidiani enfatizzano gli aspetti negativi della presenza polacca nel Regno Unito”. I polacchi sono stati collegati ai problemi nel Servizio Sanitario Nazionale e nelle scuole, alla disoccupazione tra i britannici, allo spaccio di droga, agli stupri e ad …

Leggi tutto »

TEORIA ECONOMICA ALLA DERIVA

[Un antropologo che volesse scrivere un libro sulle sopravvivenze magiche e superstiziose nel cuore della società postmoderna dovrebbe dedicare un capitolo alle credenze riguardanti la fiducia nel cosiddetto “libero mercato”, da porre tra il capitolo sull’astrologia e quello dei devoti di Padre Pio. Mentre si esaltano scenari tecnocratici e ci si compiace per la fine delle ideologie, si pone ogni cura ad inculcare una visione del meccanismo economico che ha poco a che fare con la realtà e i criteri …

Leggi tutto »

L'ORIENTE HA I SUOI LUMI

DI AMARTYA SEN Carmilla Online Le nozioni di giustizia, diritto, amore per il prossimo sono solo «occidentali»? Il Nobel Amartya Sen sostiene di no In un mondo in preda alle peggiori atrocità, la possibilità di utilizzare la ragione rappresenta sempre una speranza, e ciò è facile da capire. La ragione ci può aiutare a prendere coscienza dei nostri errori e a fare in modo di non ripeterli. L’autore giapponese Kenzaburo Oe, per esempio, teorico e visionario della società, sviluppa con …

Leggi tutto »

ABBONDANZA O CARESTIA: PRODUZIONE DI CARNE E FAME NEL MONDO

DI MARK HAWTHORNE OpEdNeews Nel Newseum di Washington è esposta una foto straziante, scattata da Kevin Carter nel 1993, di un bambino sudanese raggomitolato sul terreno, con il ventre gonfio dalla sindrome di Kwashiorkor e le gambe tanto esili da non poterlo sostenere: a rendere il quadro maggiormente inquietante l’immagine dell’avvoltoio appollaiato a pochi passi da lui. Questa fotografia, che è valsa all’autore il premio Pulitzer, è il simbolo del prezzo che i paesi sottosviluppati del mondo pagano per le …

Leggi tutto »

INSOSPETTABILI GATEKEEPERS

DI ANTONELLA RANDAZZO Letteralmente il termine “Gatekeeping” significa “la custodia al cancello”, ovvero la possibilità di esercitare un controllo attraverso criteri che favoriscono alcune notizie su altre.In termini professionali il gatekeeping comprenderebbe “tutte le forme di controllo dell’informazione che possono determinarsi nelle decisioni circa la codificazione dei messaggi, la diffusione, la programmazione, l’esclusione di tutto il messaggio o di sue componenti… le esigenze organizzativo-strutturali e le caratteristiche tecnico-espressive di ogni mezzo di comunicazione di massa (in quanto) elementi cruciali nel …

Leggi tutto »

TERAPIA IN AGGUATO

DI DANIELE MINERVA L’Espresso Uno studio utilizza l’acido zolendronico, già usato per le neoplasie delle ossa, nella lotta al cancro al seno. Con ottimi risultati. Parla l’oncologo che ha diretto lo studio. Colloquio con Michael Gnant Se uno studio clinico europeo, e per di più indipendente, va nella sessione plenaria del maggiore congresso dell’oncologia mondiale, l’attenzione è d’obbligo. Se poi a presentarlo è un giovanottone austriaco di cui nessuno ha mai sentito parlare prima, scatta anche la curiosità. Michael Gnant …

Leggi tutto »

ATTACCARE L’IRAN PASSANDO PER L’OSSEZIA DEL SUD

DI STEPHEN KINZER The Guardian Il conflitto tra Russia e Georgia potrebbe essere la scusa che l’amministrazione Bush cercava per bombardare l’Iran? Un editore per cui un tempo lavoravo mi disse che quando i suoi genitori e i suoi nonni discutevano le notizie del giorno a cena finivano inevitabilmente per chiedersi l’un l’altro: “è una cosa buona per gli ebrei?”. “Che si trattasse di una guerra o di un terremoto o dell’atterraggio dell’uomo sulla luna si arrivava sempre a quella …

Leggi tutto »