Home / 2008 / luglio

Archivi mensili: luglio 2008

CUBA E LE SANZIONI DELL'UNIONE EUROPEA

DI SALIM LAMRANI Il 23 giugno 2008, dopo aspre discussioni, l’Unione Europea ha deciso di eliminare definitivamente le sanzioni politiche e diplomatiche contro Cuba in vigore dal 2003 e sospese dal 2005. Imposte a La Havana in seguito alle pressioni esercitate da Washington, tali sanzioni ufficialmente trovavano giustificazione a causa della “situazione dei diritti umani”. In realtà, l’Unione Europea (UE) era soprattutto preoccupata dal sistema politico, economico e sociale della nazione caraibica e si allineava docilmente sulla posizione d’ingerenza statunitense. …

Leggi tutto »

ECOLOGIA UMANA – UNA NUOVA ERA GEOLOGICA PER LA TERRA

DI MIKE DAVIS The Nation 1. Arrivederci all’Olocene La crudele competizione in corso tra i mercati dell’energia e del cibo, amplificata dalla speculazione internazionale in beni e terre agricole, è solo un modesto presagio del caos che potrebbe presto crescere esponenzialmente dalla convergenza tra consumo delle risorse, ostinata disuguaglianza e cambiamento climatico Il nostro mondo, il nostro vecchio mondo, quello che abbiamo abitato per 12 mila anni, è giunto al termine, anche se nessun giornale nordamericano o europeo ha già …

Leggi tutto »

IL SEGRETO DEL PICCO PETROLIFERO E DELL'ESERCITO AMERICANO

DI MIKE STATHISThe Market Oracle Quelli di voi che non credono nella teoria del picco del petrolio [teoria del Peak Oil n.d.r.] dovrebbe prima assicurarsi di averla capito fino in fondo. Secondo questa teoria, dopo che una riserva è stata estratta per metà del suo volume totale, la produzione inizia a livellarsi o a rimanere costante per un periodo di tempo indeterminato. A un certo punto (non prevedibile) la produzione comincia ad avere un declino costante di durata variabile (anche …

Leggi tutto »

CHI VUOLE UNA TURCHIA DESTABILIZZATA?

DI SIRO ASINELLIRinascita E’ di 18 morti e oltre 150 feriti l’ultimo bilancio dell’attentato dinamitardo che alle 21,45 (le 20,45 in Italia) della giornata di domenica ha colpito il quartiere Gungeron, sul lato europeo di Istanbul. Secondo il governatore della città Muammer Guler è convinto che si tratti di un “attentato terroristico”, mentre ricadono i sospetti sul Pkk, mentre i curdi separatisti negano. Un bilancio incerto sino alla fine quello delle vittime del duplice attentato che domenica ha scosso Istanbul, …

Leggi tutto »

VENERDI' DI REPUBBLICA – GLI SCOOP DI JORDI LA NOSTRA INVIDIA

DI MAURIZIO MATTEUZZI Il Manifesto Chapeau a la Repubblica, anzi al Venerdì di Repubblica. In metà anno ha fatto una serie di scoop strabilianti. In sequenza: il 18 gennaio un incontro-intervista con Gabriel Garcia Marquez a Cartagena, notoriamente non facile da avvicinare; il 9 maggio un’intervista al venezuelano Hugo Chavez nel palazzo di Miraflores a Caracas; il 6 giugno un’intervista «in un luogo segreto della foresta amazzonica» con i due leader massimi delle Farc dopo la morte di Tirofijo, Alfonso …

Leggi tutto »

LA MORTE DI INTERNET LIBERO E' IMMINENTE

DI KEVIN PARKINSONGlobal Research Il Canada sarà il banco di prova Negli ultimi 15 anni, più o meno, come società abbiamo avuto accesso a più informazioni che mai nella parte di storia che definiamo moderna, grazie ad internet. Ci sono approssimativamente 1 miliardo di utenti nel mondo e teoricamente ciascuno di essi può comunicare in tempo reale con gli altri del pianeta. Internet è stata di gran lunga la conquista tecnologica più importante del Ventesimo secolo e come tale è …

Leggi tutto »

COME GLI STATI UNITI FINANZIANO ORGANI DI STAMPA IN TUTTO IL MONDO

DI JEREMY BIGWOOD Reseau Voltaire Le campagne interne di propaganda, come “il fiasco dei guru del Pentagono”, risultano esposte al pubblico scherno. I grandi mezzi di comunicazione hanno fatto largo uso di alti ufficiali per scrivere “analisi” sul conflitto in Iraq. Poi però si è scoperto che avevano legami con i “contrattisti” del Pentagono medesimo con l’interesse nella prosecuzione della guerra. Sotto il radar fermenta anche un altro scandalo giornalistico: il governo USA finanzia i mezzi di comunicazione e i …

Leggi tutto »

IL LIBRO VERDE DI SACCONI: CHI NON LAVORA NON OSI MANGIARE

DI CARLO GAMBESCIA Veniamo subito al sodo. Crediamo che le critiche dell’opposizione e del sindacato al cosiddetto decreto anti-precari siano sicuramente giuste. Tuttavia riteniamo pure che si tenda a scambiare l’albero con l’intera foresta. E quale sarebbe la foresta? Presto detto: il Libro Verde di Sacconi, Ministro del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali. A dire il vero l’opposizione di centrosinistra si è scagliata contro l’ipotesi di innalzalmento dell’età pensionale ventilata nel documento. Il che non è sufficiente. Qui …

Leggi tutto »

11 SETTEMBRE, LA VIOLENZA DELLO STATO NELLO STATO

E LA SPERANZA DELLA POLITICA IN INTERNET (PARTE II) DEL PROF. PETER DALE SCOTTGlobal Research Le azioni dello Stato nello Stato come intrighi all’interno del consenso per il dominio globale. Molti critici di sinistra della politica estera americana tendono a sottolineare la sua sostanziale coerenza nel tempo, a partire dagli Studi su Guerra e Pace per la pianificazione del dopoguerra del Council on Foreign Relations (CFR), negli anni 40, attraverso i piani del Segretario della Difesa Charles Wilson, degli anni …

Leggi tutto »

FIGLI DI UN DIO MINORE

DI CARLO BERTANI Sono le 10 e 15 della mattina quando saliamo ai binari, affardellati di valige, per sistemare mio figlio sul treno per Venezia. Sono le 10 e 15 di un giorno di Luglio sulle rive di un altro mare, quello di Savona. La stazione è strapiena e frotte di ragazzi e ragazze – tutti zaino e calzoncini corti – aspettano un treno che li farà partire o tornare dalle vacanze. Un gruppo di giovani tedeschi scherza in cerchio, …

Leggi tutto »

IL RITORNO DEL PRINCIPE

DI SOLANGE MANFREDIPaolo Franceschetti Blog Un libro fondamentale che consiglio vivamente di leggere, a tutti coloro che vogliono capire il meccanismo “osceno” e criminale del potere. Riporto alcuni passi tratti dal libro nella speranza di indurre i più a leggerlo interamente, e cercando, al contempo, di dare un’idea, a chi non ama la lettura, della realtà del potere. Disinformazione“Tutti noi siamo ciechi dinnanzi ad uno dei fenomeni più importanti delle nostre vite: il reale funzionamento della macchina del potere…si tratta …

Leggi tutto »

PERCHE' NON POSSO SOSTENERE BARACK OBAMA

DI JOSHUA FRANK Counterpunch Quattro anni fa, quando il sentimento contro l’amministrazione Bush aumentò, tutta la sinistra si strinse ben stretta intorno a John Kerry, tenendo cara la vita. I critici la chiamarono la sindrome “chiunque ma non Bush” ma sarebbe stato più adatto “nessuno eccetto Kerry”. Virtualmente ogni causa progressista, dal lavoro all’ambiente, era stata cooptata in modo da assicurare più o meno lo stesso. Non fu esercitata alcuna pressione su Kerry a cambiare, ed infatti non lo fece. …

Leggi tutto »

11 SETTEMBRE, LA VIOLENZA DELLO STATO NELLO STATO

E LA SPERANZA DELLA POLITICA IN INTERNET (PARTE I) DEL PROF. PETER DALE SCOTTGlobal Research Lo “Stato nello Stato” e l’11/9 L’inimmaginabile – che elementi appartenenti allo Stato cospirassero insieme a dei criminali per uccidere civili innocenti – è divenuto non solo immaginabile, ma anche un luogo comune nell’ultimo secolo. Un esempio significativo è stata l’Algeria francese, dove elementi dissidenti delle forze armate francesi, opponendosi ai piani del generale De Gaulle per l’indipendenza algerina, si sono organizzati nella Organizzazione Segreta …

Leggi tutto »

L'ORIZZONTE DEGLI EVENTI

DI JAMES HOWARD KUNSTLER Clusterfuck Nation Esiste un particolare momento che tutti i quaranta-cinquantenni conoscono bene: è il momento in cui Willy Coyote, tutto preso dall’estasi dell’inseguimento, supera il bordo della mesa e, mentre ancora si lecca i baffi e si sfrega le zampe pregustando un arrosto di Beep Beep, si rende conto di essere sospeso in aria da nulla più che la velocità della rincorsa. Il suo ghigno si trasforma in una smorfia di mortificazione. Diventa di un verde …

Leggi tutto »

IL PAESE CHE MIRA ALL’AUTARCHIA ENERGETICA

JEAN-PIERRE STROOBANTS Le Monde “Mir hunn energie !” Lo slogan – “Abbiamo l’energia!” – è ovunque, a Beckerich. Sulle facciate, sui documenti ufficiali, nella testa dei concittadini di Camille Gira, il sindaco ambientalista. Questo cinquantenne che ribolle di idee e progetti ha fissato un obiettivo per il suo comune rurale, sito nella regione occidentale del Granducato del Lussemburgo: l’autarchia energetica. Affidare ai 2700 abitanti la gestione dei loro approvvigionamenti, “anziché dipendere dagli sceicchi arabi”, come lui sostiene? È da un …

Leggi tutto »

NUCLEARE FRANCESE UNA FUGA DIETRO L'ALTRA

DI MARCO CEDOLIN Tricastin, Romans – Sur – Isere, Saint Alban e ancora Tricastin. Nelle centrali nucleari francesi si susseguono le fughe radioattive e per la quarta volta negli ultimi 20 giorni è scattato l’allarme rosso in un impianto transalpino, in un periodo già molto travagliato per l’atomo europeo dopo l’incidente accaduto ai primi di giugno in Slovenia nella centrale nucleare di Krsko ed i 4 incidenti registrati in Spagna a luglio in soli 12 giorni nella centrale nucleare di …

Leggi tutto »

LA SCIENZA NELL'ERA DEL NEOLIBERISMO

DI DANIEL AMITIl Manifesto «La difesa autoritaria di un concetto ideale di scienza, escludendo altri modi di conoscere, serve come copertura perfetta per un sistema sempre più in crisi, sempre più violento» Gli argomenti popolari più usati per difendere la scienza e il suo ruolo sono: a. Che l’attività umana chiamata «Scienza» abbia un significato chiaro, univoco e immutabile, e che quando ci si riferisce alla scienza, oggi ci si riferisca a una tradizione gloriosa, permanente e ben definita; b. …

Leggi tutto »

IL PARADOSSO DEL NOSTRO TEMPO

DEL DR. BOB MOORHEAD Information clearing house Il paradosso del momento storico in cui viviamo è che abbiamo edifici più alti, ma tolleranza più bassa; autostrade più ampie, ma punti di vista ridotti; spendiamo di più, ma abbiamo meno; compriamo di più, ma ne godiamo di meno. Abbiamo case più grandi, ma famiglie più piccole; siamo più agiati, ma abbiamo meno tempo; abbiamo più lauree, ma meno buon senso; sappiamo di più, ma abbiamo meno giudizio; siamo più esperti, ma …

Leggi tutto »

LE TERRIFICANTI SOMIGLIANZE TRA IL 1929 E IL 2008

DI WILL BAGLEY The Prairie Dog Press Vedere Wall Street e il mercato immobiliare americano crollare negli scorsi 10 mesi non ha ispirato molta fiducia nella nostra meravigliosa economia del libero mercato o nei pirati che la gestiscono. Avendo da poco lottato con cause e conseguenze della Grande Depressione ho trovato l’attuale naufragio ecomomico non semplicemente sinistro, ma realmente terrificante. Il lavoro di storico è qualcosa di scoraggiante. Nessuno sembra imparare alcunchè dalla storia – questo è abbastanza palese – …

Leggi tutto »

RIDERE DI TE

DI ANNAMARIA MANZONI Liberazione Zoo, circhi, sagre, sono contesti in cui gli animali vengono tenuti imprigionati, costretti in condizioni incompatibili con la loro natura, obbligati a performances estranee alle loro inclinazioni, allo scopo esclusivo di divertire il pubblico. Il fenomeno non è di poco conto se si considera che in Italia i circhi sono circa 300, che gli zoo vanno aumentando pur nelle forme di zooparchi, che hanno ancora luogo annualmente un migliaio di sagre di Paese dove, ad un …

Leggi tutto »

CHE COS'E' L'INFLAZIONE? QUALCHE RIFLESSIONE SOCIOLOGICA

DI CARLO GAMBESCIA Che cos’è l’inflazione? E soprattutto da un punto di vista sociologico? Cerchiamo di capirlo insieme. Come un terremoto l’inflazione apre voragini sociali, inghiotte classi e ceti, distrugge patrimoni, stati, imperi. Nella Roma vincitrice di Cartagine elevò i Cavalieri, prestatori di denaro, e iniziò a erodere le laute rendite del patriziato. Nel tardo Impero, il problema di pagare le truppe, attraverso successive riduzioni del contenuto metallico delle monete, rovinò i Cavalieri, ormai “imborghesitisi” e il notabilato provinciale, oppresso …

Leggi tutto »

CASTRONERIE VARIE

DI ANTONELLA RANDAZZO Nel nostro paese esistono diversi personaggi che si ergono a denunciare gli aspetti più paradossali della nostra politica. Queste persone appaiono oneste e autorevoli, ma analizzando meglio i contenuti delle loro argomentazioni emerge che accanto a molte cose vere, ci sono anche contenuti mistificati, non detti o travisati. L’effetto è quello di far apparire il nostro paese peggiore di ciò che è, come se la classe politica rispecchiasse i cittadini. Inoltre, questi personaggi, facendo leva sulle naturali …

Leggi tutto »

OBAMA E’ UN FALCO

DI JOHN PILGER New Statesman “Continuo a dire che Gerusalemme sarà la capitale di Israele”. Lo ha affermato il candidato democratico Barack Obama a Sderot, nel sud di Israele, dove ha tenuto una conferenza stampa con il ministro degli Esteri, Tzipi Livni. [Repubblica del 23 Luglio] Nel 1941 l’editore Edward Dowling scrisse: “I due più grandi ostacoli alla democrazia negli Stati Uniti sono, in primo luogo la diffusa illusione tra i poveri che abbiamo una democrazia e, in secondo luogo, …

Leggi tutto »

RAPPORTO SUL COLLASSO DELL'ECONOMIA USA

DI RICHARD C. COOK Global Research Con le notizie economiche della settimana del 14 luglio, la continua crisi dei mutui, l’inizio dei fallimenti bancari, l’annunciata riduzione di organico della General Motors, lo scivolone del Dow-Jones al di sotto di quota 11,000, stiamo assistendo al collasso continuo dell’economia statunitense. Anche i ricchi stanno diventando nervosi, mentre risuonano le grida d’allarme per una sospensione d’emergenza dello “short selling” [scommettere al ribasso n.d.t.]. Ciò che sta succedendo realmente è che l’economia produttiva dei …

Leggi tutto »

DAL LOW COST ALLA DECRESCITA COME VIVREMO COL PETROLIO OLTRE I 200 DOLLARI

DI GIAMPAOLO FABRIS La Repubblica Il greggio a 200 dollari. Il greggio a 300 dollari. Cosa significherebbero scenari tanto devastanti per i consumi? Apocalittici ma non impossibili, almeno il primo. Per il secondo ricordo soltanto che era comunque fra le provocazioni del World Economic Forum di quest’anno. Con il greggio a 200 dollari lo scenario non è difficile da prevedere: basta estrapolare i meccanismi che i consumatori hanno messo a punto in questi anni per confrontarsi con una congiuntura così …

Leggi tutto »

CASI D’INTELLIGENCE – VITE ESEMPLARI

FONTE: BYEBYEUNCLESAM Sonia Mancini, quarant’anni, livornese. Tenente della Riserva selezionata dell’Esericito Italiano, da oltre cinque mesi a Baghdad è il capo dell’ufficio Affari Pubblici nella missione NATO di addestramento delle forze di sicurezza irakene. In tale veste, è la portavoce del generale di divisione Paolo Bosotti, vice comandante della missione. Dopo un corso di addestramente della durata di due mesi, svolto presso la Scuola di Applicazione ed Istituti di Studi Militari a Torino, ora fa parte del gruppo degli “esperti …

Leggi tutto »

NON POSSO PENSARE A UN MONDO DIVERSO DALL'ATTUALE

DI UGO BARDI Aspo Italia Tempo fa, Luca Mercalli mi ha raccontato di un dibattito che aveva avuto con non so più quale assessore a proposito del proposto aeroporto di Ampugnano, vicino a Siena. All’assessore che sosteneva la necessità di “sviluppo” e quindi dell’aeroporto, Mercalli aveva fatto notare che il mondo stava cambiando rapidamente e che la crisi dei combustibili fossili avrebbe reso inutili anche gli aeroporti esistenti, figuriamoci farne di nuovi. Al che, dopo vari ragionamenti, l’assessore aveva sbottato …

Leggi tutto »

SEPARATI DALLA LEGGE

DI TONI O’LOUGHLIN The Guardian Con la scusa della sicurezza ai palestinesi è proibito vivere in Israele con mariti o mogli aventi cittadinanza israeliana. Mentre il vice premier israeliano Yishai è “preoccupato che giovani ragazzi palestinesi si mischino con giovani ragazze ebree”. La luna di miele di Morad Asonah è terminata bruscamente quando è tornato a casa in Israele con sua moglie Abir e ha scoperto che a loro, e a migliaia di altre coppie di arabi israeliani e palestinesi, …

Leggi tutto »

LA CRISI ENERGETICA: UNA SVOLTA PER L'UMANITA'

DI RUDO DE RUIJTER Ricercatore indipendente Per oltre 150 anni la disponibilità di energia è costantemente aumentata e la popolazione mondiale ha conosciuto una vera e propria esplosione demografica. Adesso stiamo entrando in un’era di crescente scarsità energetica e di riduzione del numero di abitanti. Se vogliamo continuare a prosperare, la nuova era esige nuovi principi economici, tra cui una riforma del sistema bancario che i membri del Parlamento possono imporre se ne hanno la volontà. I prezzi del petrolio …

Leggi tutto »

L'UCCISIONE DI RICCARDO RASMAN

DI VALERIO EVANGELISTI Carmilla Online Le sue foto sono strazianti. Una specie di bambino troppo cresciuto, con gli occhi grandi e chiari, ingenui, e un perenne mezzo sorriso sulle labbra, lo stesso che aveva da piccolo. Un “ragazzone” triestino di 34 anni (pesava 120 chili, era alto 1,85), per testimonianza di tutti mite e gentile, un po’ goffo, incapace di fare del male. Era afflitto da “sindrome schizofrenica paranoide”, che lo aveva colpito dopo il servizio militare nell’aeronautica, e gli …

Leggi tutto »