Home / 2007 / giugno

Archivi mensili: giugno 2007

L'ETICA DEI NUOVI OPULENTI. FARE SOLDI CON OGNI MEZZO

DI MASSIMO FINI Il Gazzettino Siamo circondati da un’opulenza vistosa, esibita, sfacciata, volgare e offensiva, ribadita ed enfatizzata ogni giorno dai media, che mortifica e umilia noi del ceto medio che nel frattempo, per quanti sforzi di lavoro si facciano, tendiamo inesorabilmente ad essere risucchiati nel gorgo dei “nuovi poveri”. È un’opulenza di cui, sempre più spesso, si fa fatica a capire origini o ragioni e che ha poco o nulla a che fare con la ricchezza borghese di un …

Leggi tutto »

UCRAINA: E' TINTINNAR DI BAIONETTE?

DI FILIPPO BOVO Riflessioni Globali L’Ucraina è divisa, spezzata, contesa fra un fronte filoatlantico incarnato da Yushenko (e in passato anche dalla Timoshenko) e da un fronte filorusso coagulato intorno a Janukovic. Il paese rischia davvero la spaccatura geografica e politica, fra l’ovest che guarda all’UE e agli USA e l’est che guarda alla Russia. E’ il frutto di una storia che vede l’Ucraina, esattamente come altri stati nati dalla fine dell’Unione Sovietica, disegnata in maniera piuttosto arbitraria sulle cartine …

Leggi tutto »

LA POLITICA DEL POTERE TRADITA: COME I NEOCON HANNO FRAINTESO MACHIAVELLI

DI FIRMIN DEBRABANDER Counterpunch Si è detto che gli ormai famigerati Neo-Con devono molto al tenebroso principe della dottrina politica, Machiavelli. In effetti, essi invocarono i classici argomenti machiavellici nel fare pressioni per le operazioni militari in Afghanistan ed Iraq: dobbiamo muovere guerra ai terroristi e non attendere che siano loro a farci visita; dobbiamo essere estremamente aggressivi per riaffermare il nostro potere e la nostra indipendenza economica; dobbiamo rafforzare l’immagine, appannata dopo l’11 settembre, che non siamo una nazione …

Leggi tutto »

ARMI BIO-ELETTROMAGNETICHE

A CURA DI: THE INSTITUTE OF SCIENCE IN SOCIETY Un sistema di armi che opera alla velocità della luce, che può uccidere, seviziare e assoggettare senza essere individuata. Harlan Girard L’arma finale Le armi elettromagnetiche agiscono alla velocità della luce; possono uccidere, torturare e schiavizzare; ma la maggior parte della gente ne ignora l’esistenza, perché tali armi operano in segreto e non lasciano tracce fisiche. Le armi elettromagnetiche sono state testate sugli esseri umani a partire dal 1976. Frammentando per …

Leggi tutto »

BUSINESS SCHOOLS: FABBBRICHE DI REPLICANTI CLONATI

DI EUGENIO BENETAZZO Dove pensate siano osannate le teorie economiche su cui si basa la globalizzazione, che centri universitari pensate si siano fatti portavoce di quelle delocalizzazioni produttive che stanno affossando il nostra paese e lo stanno conducendo alla morte economica in seguito ad una emorragia di posti di lavoro. Guardatevi molto bene, mamma e papà, prima di iscrivere vostro figlio in uno di questi atenei universitari che si definiscono la culla dell’eccellenza accademica, quando in realtà non sono altro …

Leggi tutto »

I PADRONI DEI MEDIA

10 MEGA GRUPPI CONTROLLANO STAMPA, RADIO E TV NEGLI USA E INFLUENZANO L’AMERICA LATINA ERNESTO CARMONA Argen Press Dieci mega società posseggono o controllano i grandi mezzi di informazione degli Stati Uniti: stampa, radio e televisione. Questi dieci imperi controllano, inoltre, il vasto settore affaristico del divertimento e della cultura di massa, che abbraccia il mondo editoriale, la musica, il cinema, la produzione e la distribuzione di contenuti televisivi, sale teatrali, Internet e parchi di divertimento tipo Disneyworld, non solo …

Leggi tutto »

ENTRAMBE LE VIE

DI JAMES HOWARD KUNSTLER Clusterfuck Nation Mi sembra che la situazione in Iraq si possa definire tutto tranne che una guerra. E comunque, non a questo punto. Chiamiamolo un progetto non riuscito di costruire una nazione, un’occupazione fallita, un lavoro di politica rovinato, un casino. Tutte le fazioni politiche USA, dalla sinistra alla destra, fanno un disservizio al pubblico nel parlare di guerra, perché non corrisponde a quello che facciamo lì. Siamo coinvolti in Iraq perché non vogliamo nemmeno pensare …

Leggi tutto »

CONTRO L’USO DEVASTANTE DELL’URANIO DEPLETO

DI ALBERT SCHOTT Mondialisation.ca Informazione sui lavori del World Depleted Uranium Centre Il Male Un uomo – era ancora del tutto inoffensivo – Spiegò i quanti (impresa difficile!). Un secondo, che esplorava l’universo, studiò la relatività. Un terzo suppose, ancora innocente, Che l’uranio celasse un segreto. Un quarto non poté resistere all’idea Della fissione nucleare. Un quinto – pura attività scientifica – Scatenò l’energia atomica. Un sesto – parimenti in buona fede – Volle sfruttarla, ma a fini pacifici. Erano …

Leggi tutto »

LEADER… DE CHE ?

A CURA DI: CLORO AL CLERO Si fa un gran parlare. Ma de che? Di Veltroni, il sindaco di Roma che presiederà quel guazzabuglio di ulivo reimpastato che è il Partito Democratico. Embe? Sto discorso di Veltroni che ha elettrizzato tutti. A volte m incazzo con me stessa, perchè determinati entusiasmi che leggo in giro, alcuni dei quali veramente emblematici, non riesco a provarli, con tutta la buona volontà. Italia per le “riforme”, Italia ed Europa per i “ggiovani” (i …

Leggi tutto »

PERCHE’ SICKO DI MICHAEL MOORE E’ IL DOCUMENTARIO CHE OGNI AMERICANO…

…DOVREBBE VEDERE DI MIKE ADAMS Newstarget Il disastroso sistema sanitario americano sta trascinando il paese a capofitto verso un collasso economico pressoché certo. Ormai quasi ogni cittadino deve affrontare ristrettezze finanziarie o la bancarotta a causa dei costi crescenti delle cure sanitarie: la gente comune, i datori di lavoro, i governi locali e perfino il governo federale. Le aziende multinazionali stanno abbandonando gli Stati Uniti a causa dei costi della salute, portando via con sé lavoro e produttività economica. Nel …

Leggi tutto »

007 GOLDMAN

DI MARCO G.PELLIFRONI TruciliSavonesi.it Solo lo Stato ha il diritto di stampare moneta. Abdicando a tale diritto, lo Stato diventa servitore e i suoi amministratori servi di chi tale diritto ha usurpato, cioè i banchieri. C’è di che rallegrarsi: Gianni Letta, il “Richelieu della politica italiana”, il paziente e fine tessitore nell’ombra delle più grandi operazioni diplomatiche trasversali degli ultimi lustri, finalmente ha fatto una scelta di campo: è entrato a far parte della esclusiva cerchia del potere finanziario, diventando …

Leggi tutto »

ADESSO, CHI E' PAZZO? IL WASHINGTON POST RIVELA GLI ORRORI…

… DEL CONTROLLO MENTALE GOVERNATIVO A CURA DI: WONKETTE – THE D.C. GOSSIP Ricordate la nostra corrispondente speciale Nadine e le sue bizzarre affermazioni di abusi sessuali su robot da parte dei legali porno-satanici di Dick Cheney che combattono per l’eredità di Sandra Day O’Connor? Un’altra preoccupante notizia è comparsa per e-mail questo fine settimana, proprio quando il Washington Post ha pubblicato una lunga, pazza storia sulle migliaia di persone convinte di essere delle vittime del controllo Mentale del governo. …

Leggi tutto »

LA GUERRA CHE SI PREPARA

DI VINCENT PRESUMEY Le grand soir Una crescita mortifera Le esigenze di valorizzazione del capitale sono più che mai distruttrici. Per questo la realtà della crescita mondiale da qualche anno non è affatto una buona notizia e non sancisce il miglioramento delle condizioni di vita per la maggior parte dell’umanità, bensì il suo deterioramento. La crescita in questione si basa, da una parte, sull’intensificazione del ricavo di plus valore in vari paesi di cui uno è l’elemento decisivo di questo …

Leggi tutto »

IL NAZIFASCISTA GANDHI

A CURA DI: CLORO AL CLERO Dal Blog di Multietnico, uno scritto di Gandhi del 1937, in cui esprime posizioni antisemite, di chiaro sapore nazifascista. Infatti è noto che Gandhi, nonostante abbia la storia che ha avuto, nascondeva un odio irrazionale per gli ebrei e negava al loro popolo il diritto di avere una Patria. Non è senza esitazione che mi arrischio a dare un giudizio su problemi tanto spinosi. L’analogia tra il trattamento riservato agli ebrei dai cristiani e …

Leggi tutto »

MAGDI ALLAM O IL GOLPE MORBIDO

DI GIANLUCA BIFOLCHI Uruknet Il fatto che l’Occidente abbia scelto senza riserve di fare di Mahamoud Abbas il simbolo delle speranze della giovane democrazia palestinese, benché sia agli ordini di Ehud Olmert e Condoleeza Rice, e benché i Palestinesi abbiano dimostrato in libere elezioni di preferirgli gli arcirivali di Hamas, potrebbe indurre a ritenere che la nozione di democrazia ha un significato diverso a seconda che si tratti del modo di decidere le cose a casa nostra o a casa …

Leggi tutto »

RON PAUL PRESENTA L'H.R. 2755 PER ABOLIRE LA FEDERAL RESERVE

A CURA DI: PICASSO DREAMS “Se la nostra nazione può emettere un’obbligazione in dollari, può anche emettere una cambiale in dollari. L’elemento che rende buona un’obbligazione, rende buona anche una cambiale. La differenza fra l’obbligazione e la cambiale è che l’obbligazione lascia che i mediatori di denaro raccolgano due volte la quantità dell’obbligazione e un 20% supplementare, mentre la valuta non paga nessuno eccetto coloro che contribuiscono direttamente in qualche modo utile. È assurdo dire che il nostro paese può …

Leggi tutto »

EURO GLOBALISTI: CHIUNQUE RESISTA ALLA UE E' UN TERRORISTA

DI STEVE WATSON Prison Planet Grandi manovre per rinforzare il potere della UE programmata per questa settimana Le manovre per demolire la sovranità nazionale ed amplificare il potere della UE molte, molte volte di più attualmente sono in pieno fervore mentre coloro che mettono persino in dubbio la centralizzazione sono stati bollati come ‘terroristi’. Come riportato ieri dal Sunday Express, (1) ad una conferenza stampa a Siena il presidente italiano Giorgio Napolitano ha detto che “coloro che sono anti-UE sono …

Leggi tutto »

LA RETE MONDIALE DELLE BASI USA

Le basi del terrore dei popoli o le maglie di una rete che imprigiona l’umanità DI JULES DUFOUR Mondialisation.ca Il controllo delle attività umane, economiche, sociali e politiche mondiali è assicurato sempre più dagli Stati Uniti d’America (USA) la cui volontà di dominio si esprime in una strategia di interventi diretti ed indiretti continui per orientare le norme degli affari mondiali in funzione dei loro interessi. Il Rapporto Globale 2000, pubblicato nel 1980, presentava lo stato del mondo evidenziando le …

Leggi tutto »

DESAPARECIDOS ALL’AMERICANA

DI DAYA GAMAGE Asian Tribune 39 persone scomparse in nome dell’antiterrorismo In quello che, ad oggi, è il resoconto più dettagliato, le sei maggiori organizzazioni per i diritti umani hanno pubblicato all’inizio del giugno 2007 i nomi e i dettagli di 39 persone che si crede siano tenute segretamente prigioniere degli Usa e di cui non si sa attualmente dove si trovino. Il resoconto fa i nomi anche dei parenti di sospetti che sono a loro volta detenuti in prigioni …

Leggi tutto »

LA TIRANNIA E IL ‘MILITARY COMMISSION ACT’

DI JACOB G. HORNBERGER The Future of Freedom Foundation Nell’episodio tre di Star Wars, in risposta all’atto del senato che garantisce estesi poteri al cancelliere Palpatine, Padme dichiara, “Ecco come muore la libertà: in mezzo a scroscianti applausi”. Lo stesso si potrebbe dire del Military Commissions Act (MCA) [“legge sulle commissioni militari” n.d.t.] che è stato recentemente approvato dal Congresso—questo è il modo in cui finisce la libertà, con o senza applausi. Nonostante il fatto che il MCA ha ricevuto …

Leggi tutto »

PRESIDENZIALI USA: 14 CANDIDATI SU 19 APPOGGIANO L’OCCUPAZIONE ISRAELIANA

A CURA DI PRESS ESC Secondo un sommario politico pubblicato dal Council on Foreign Relations, 14 candidati presidenziali Usa su 19 hanno promesso di continuare l’appoggio americano all’occupazione israeliana dei territori palestinesi, e cinque di loro si sono spinti sino ad appoggiare la ‘barriera di sicurezza’ che divide Israele dalla Cisgiordania e che è stata condannata come illegale dalla Corte Internazionale di Giustizia. I democratici Mike Gravel, Dennis Kucinich e Bill Richardson insieme al candidato repubblicano Ron Paul sono gli …

Leggi tutto »

LABORATORIO PER UN MONDO FORTIFICATO

DI NAOMI KLEIN The Nation Gaza nelle mani di Hamas, con militanti mascherati seduti sulla poltrona del presidente; la West Bank sull’orlo del collasso; accampamenti dell’esercito israeliano allestiti frettolosamente sulle alture del Golan; un satellite spia sopra Iran e Siria; la guerra con Hezbollah a un tiro di schioppo; una classe politica rovinata dagli scandali che fronteggia la totale perdita di fiducia da parte dell’opinione pubblica. A prima vista, sembra che le cose non vadano bene per Israele. Ma ecco …

Leggi tutto »

IL PICCO DI PRODUZIONE DEL PETROLIO

DI EUGENIO BENETAZZO Cercherò di spiegarvi con termini molto semplici questo argomento, sottolineando la criticità che caratterizza questo fenomeno per il momento storico in cui viviamo. Con il termine picco di produzione massima del petrolio si vuole individuare un’epoca temporale nella storia della civiltà umana in cui il quantitativo di greggio complessivamente estratto in tutto il pianeta inizia progressivamente a diminuire, lentamente anno dopo anno. Questo significa che se oggi vengono estratti in tutto il mondo 80 milioni di barili …

Leggi tutto »

A PROPOSITO DEI COMMENTI SULLA MIA LETTERA A PRIEBKE

DI MAURO MANNO Vi ringrazio di aver pubblicato la mia lettera su Priebke. Ho letto i commenti. Se desiderate potete pubblicare una mia risposta alle critiche e un approfondimento del tema. Con fierezza rivendico il mio collocamento morale e politico nell’area dove storicamente sono maturati gli ideali che dovrebbero essere dei partiti, degli intellettuali e delle donne di sinistra. Mi riferisco agli ideali di giustizia sociale, uguaglianza, libertà, difesa dei deboli e degli oppressi, rivolta contro i potenti e i …

Leggi tutto »

MICHAEL MOORE: l’11-9 POTREBBE ESSERE UN COMPLOTTO INTERNO

DI AARON DYKES Jones Report Ha discusso delle esplosioni negli edifici, ha chiesto ‘cento angolazioni’ diverse dei video del Pentagono e nuove indagini – “Non ci hanno detto nemmeno metà della verità” Il vincitore dell’Oscar Michael Moore ha risposto ad alcune domande riguardanti la verità sull’11-9 durante un’anteprima a New York del suo nuovo documentario SICKO. I nostri giornalisti sono stati inizialmente evitati da Moore ma successivamente ha deciso di avvicinare i reporters di We Are Change.org/ Infowars.com per una …

Leggi tutto »

LA NATO: DA GLADIO AI VOLI SEGRETI DELLA CIA

DI OSSAMA LOFTY Reseau Voltaire La manipolazione delle democrazie europee Compiere attentati contro civili, in modo da creare un clima di paura, e poi imputarli ai propri avversari politici per screditarli è una vecchia ricetta dei servizi segreti anglosassoni. Questa tecnica di destabilizzazione, adattata alla globalizzazione, è sempre attuale. Per iniziativa del Réseau Voltaire, cinquanta esperti provenienti da una dozzina di paesi si sono riuniti a Parigi per studiare la similitudine tra la “strategia della tensione”, iniziata durante la Guerra …

Leggi tutto »

9/11 SYNTHETIC TERROR. MADE IN USA

DI ALCENERO ComeDonChisciotte “9/11 Synthetic Terror. Made in USA”, (“La Fabbrica del Terrore”, Arianna Editrice) è uno dei più apprezzati libri d’oltreoceano sull’ 11 Settembre. Ed è un libro che qui in Italia dovrebbe essere letto con molta attenzione dal momento che l’autore, Webster Griffin Tarpley, si è fatto le ossa studiando il terrorismo di stato proprio a casa nostra. Era il 1978 quando il membro della DC (e vice ministro degli interni) Giuseppe Zamberletti chiese a Tarpley, giovane giornalista …

Leggi tutto »

IL MANTRA DI BUSH: ABBIATE PAURA, ABBIATE MOLTA PAURA

DI JOSEPH L. GALLOWAY McClatchy Newspapers Al Congresso i democratici si torcono le mani, arrotano i denti e si lamentano che non potevano far nient’altro che soccombere e votare per il rifinanziamento della guerra in Iraq. Dopo tutto, il furbastro George W. Bush li aveva chiusi in un angolo e loro non avevano voti per controbattere la sua proposta. Balle. Avevano solo da far passare con urgenza un progetto di legge finalizzato a iniziare – e finire – il completo …

Leggi tutto »

NOUS SOMMES TOUS DES ASSASSINS

Da Gaza a Nahr el Bared: soluzione finale? DI FULVIO GRIMALDI Mondocane Fuorilinea Il titolo del famoso film del 1952 di Andrè Cayatte contro la pena di morte (le grandi mattanze Usa non erano ancora incominciate) calza alla perfezione. C’è qualcuno all’interno del nostro orizzonte che si può chiamare fuori? Adesso assassini dei palestinesi sono diventati loro stessi e la racaille borghese arabo-occidentale tira un sospiro di sollievo: finalmente si possono sotterrare le proprie complicità – e i propri sensi …

Leggi tutto »

LA LEGGE GAYSSOT E' UNA REGRESSIONE GIURIDICA DI MOLTI SECOLI

SILVIA CATTORI intervista JEAN BRICMONT Reseau Voltaire Professore di Fisica Teorica alla Università Cattolica di Lovanio, in Belgio, Jean Bricmont è anche scrittore. E’ un acceso difensore della libertà d’espressione, quali che siano le idee difese, fino a che non cadono nell’insulto o nella diffamazione. Egli ritorna sulla censura come mezzo di oppressione dei deboli e di potere per i potenti, come nel caso del dibattito sulle caricature di Maometto e cita il caso Chomsky, la legge Gayssot e il …

Leggi tutto »