Home / 2007 / aprile

Archivi mensili: aprile 2007

DANIEL PIPES E L'OPZIONE SPIACEVOLE (I)

DI SHERIF EL SEBAIE Salamelik Daniel Pipes, membro di vari think tank neoconservatori come il Washington Institute for Near East Policy e il Project for a New American Century (PNAC), è uno dei più rabbiosi agitatori anti-musulmani negli Stati Uniti. Ha fondato il Middle East Forum, il cui scopo è di “promuovere gli interessi americani” attraverso pubblicazioni, attività di ricerca, di consulenza, di coinvolgimento dei media e di istruzione pubblica e in seguito è stato designato da George Bush a …

Leggi tutto »

UCCIDERE DOLCEMENTE

DI CRISTOFORO BARBATO ExtraTerrestre (Nuova Scienza, Nuova Coscienza) ( Due “vecchi” articoli di Cristoforo Barbato, recentemente segnalati sul sito La Mia Notizia: Uccidere Dolcemente e Alterazione Mentale). Dagli anni ’60 ad oggi, i programmi finalizzati all’annichilimento psichico del nemico, militare e civile ebbene il diffondersi di armi ad onde di frequenza, bioenergetiche o psicotroniche sia stato a lungo ignorato dai mezzi d’informazione, negli ultimi decenni scienziati e ricercatori hanno scritto volumi e prodotto documentazioni sugli sviluppi e sull’impiego di sistemi …

Leggi tutto »

TAXI: I GIOCHINI DI BANKITALIA, DELL'ANSA E RUTELLI PER CREARE UN MONOPOLIO

DI CLAUDIO GIUDICI Movisol – Movimento Internazionale per i diritti civili – Solidarietà Nell’Occasional Paper n. 5 di febbraio [1] BankItalia ha ancora una volta dato prova della sua strumentalità ai poteri forti, piuttosto che al Bene Comune. Il documento, infatti, è tornato utile ai mass media per denunciare la timidezza della riforma Bersani nel settore dei taxi e del noleggio con conducente (n.c.c.). Com’è tipico della maggior parte dei rapporti utilizzati dalle lobbies che controllano i mass media, lo …

Leggi tutto »

LA GUERRA DELLE PAROLE

Il popolo statunitense è diventato la vittima incosciente dei suoi stessi guerrieri dell’informazione. DI MICHAEL CARMICHAEL Mondialisation.ca Con la precisione militare di un ingranaggio d’orologio, gli statunitensi sono diventati le vittime incoscienti dei loro stessi guerrieri dell’informazione. Gli effetti accecanti di questa arma da guerra lasciano i cittadini disorientati dal deliberato mascheramento dei fatti. Mentre le spinte propagandistiche USA sono presumibilmente concepite per fuorviare i nemici, troppo spesso esse tornano indietro, per affondare le loro radici mortali nel profondo della …

Leggi tutto »

LA ROULETTE RUSSA E LA GUERRA ALL'IRAN

DI ALI FATHOLLAH-NEJAD Global Research I motivi più reconditi di chi trarrà profitto da una potenziale guerra all’Iran – e i suoi rischi Una guerra con l’Iran sarebbe catastrofica. Non è certamente una valutazione improbabile quella espressa dal Ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, l’11 aprile. Ma l’ex Ministro della Difesa di Mosca non è l’unico che nel suo paese suggerisce un imminente attacco nucleare degli Stati Uniti all’Iran, poichè lo scenario per la guerra è stato già preparato. Gli …

Leggi tutto »

IL CRISTIANESIMO E L'EUROPA

DANIELE SCALEA Rinascita Nazionale Il tema delle presunte “radici giudaico-cristiane” dell’Europa sembra ormai passato di moda (assieme alla relativa costituzione europea), ma non ha perduto la sua enorme importanza. La valenza di tale questione non è solamente storica: uniamola alla “scristianizzazione dell’Europa” denunciata dal Papa, ed avremo un quadro più completo della situazione. Il processo di “de-cristianizzazione” del nostro Continente ha radici molto profonde, e risale come minimo al 1600 ed alle idee illuministe (come minimo, perché in realtà la …

Leggi tutto »

ISRAELE ARRESTA MADRI E MOGLI DEI PRIGIONIERI POLITICI PER FARLI CONFESSARE

DI MUSTAFA SABRE Palestine News Network Kawthar Nofal ha riferito a PNN [Palestine News Network] che l’intelligence israeliana ha iniziato ad arrestare le madri e le mogli dei prigionieri politici palestinesi per estorcere delle confessioni. Nofal, nota come Umm Said in base a suo figlio maggiore, ha detto che l’idea è di minacciare il prigionieri facendo del male ai loro cari. L’intelligence israeliana vuole informazioni, e otterrà ciò che vuole, vero o inventato, ha detto candidamente domenica la donna proveniente …

Leggi tutto »

LA CIA STA TENTANDO DI UCCIDERE HUGO CHAVEZ ?

DI CHRIS CARLSON Information Clearing House “Voglio uccidere quel figlio di puttana”, ha dichiarato il capitano della Guardia Nazionale venezuelana, Thomas Guillen, in una telefonata registrata alla moglie. Durante la conversazione, mandata in onda lo scorso mese sulla tv di stato venezuelana, il capitano ha rivelato il piano, elaborato assieme al padre, per uccidere il presidente Hugo Chávez. Il giorno seguente, il capitano e suo padre, Ramon Guillén Dávila, generale ritirato, sono stati arrestati e incarcerati per aver cospirato contro …

Leggi tutto »

IL CONTROLLO DEL PENSIERO

DI BOJS Zret Blog Agli uomini sfugge quello che fanno da svegli (Eraclito) Nel primo di questa mia serie di dieci articoli abbiamo parlato di alcuni segreti di Tesla e di come queste “nuove” tecnologie siano state testate tramite apparecchiature elettroniche domestiche per controllare i pensieri, i comportamenti e la coscienza degli uomini (vedi Tesla: il libro–denuncia). Nel secondo abbiamo parlato delle sperimentazioni chimico-biologiche sulle popolazioni civili (vedi Le armi chimiche e biologiche – La popolazione della Terra è il …

Leggi tutto »

LA DEMOCRAZIA ISRAELIANA E’ SOLO PER GLI EBREI?

DI SONJA KARKAR Counterpunch Verrà il giorno in cui Israele dovrà dichiarare da che parte sta: è “uno Stato per gli ebrei di tutto il mondo” come si definisce, o uno Stato per tutti i suoi cittadini, sia ebrei che non ebrei? Sino a oggi Israele è riuscito a convincere il mondo occidentale che esso è l’unica democrazia della regione, ma si dimentica di aggiungere che questa democrazia funziona solo per i cittadini ebrei. Questo è il dilemma: Israele non …

Leggi tutto »

SCALFARI, QUELLA VUOTA PIENEZZA DI SE'

DI MASSIMO FINI Il Giornale Una volta chiesi a Montanelli un giudizio su Eugenio Scalfari. «Non è dei nostri», rispose senza esitazione il grande Indro, intendendo dire che non è un giornalista. Il suo stile è orripilante: ciceroniano, ore rotundo, privo di capacità di sintesi, involuto, avvocaticchio, retorico, pomposo, magniloquente, sussiegoso, oracolare. E corrisponde perfettamente all’uomo. In un libro senile, Incontro con io, con ambizioni penosamente filosofiche, ha scritto: «Ho finalmente raggiunto la pienezza di me». Non osiamo immaginare, perché …

Leggi tutto »

STORIE E STORIELLE

DI CARLO BERTANI “Che farai Pier da Morrone? Sei venuto al paragone…” Jacopone da Todi, Laude. Ci sono momenti nei quali la storia accelera improvvisamente: qualcuno li definisce “svolte strategiche”, altri più semplicemente “passaggi storici”, altri ancora “eventi epocali”, ma la sostanza non cambia. Ciò che è avvenuto oggi – 26 aprile 2006 – entra a pieno titolo nella storia: non a caso tutte le agenzie internazionali l’hanno riportato in prima pagina e – non altrettanto a caso – tutte …

Leggi tutto »

LA MILITARIZZAZIONE DELLA NEUROSCIENZA

DI HUGH GUSTERSON Global Research Abbiamo già visto questa storia: il Pentagono s’interessa ad un’area scientifica in rapida espansione e il mondo ne è cambiato per sempre. E non per il meglio. Durante la II Guerra Mondiale, il campo scientifico era la fisica nucleare. Per paura che i nazisti stessero lavorando ad una bomba atomica, il governo americano si concentrò sul proprio progetto per arrivarci prima. Il Progetto Manhattan era così segreto che il Congresso non sapeva a cosa servissero …

Leggi tutto »

CONFESSIONI DI UN AGUZZINO

DI JOHN CONROY Chicago Reader La storia dello specialista addetto agli interrogatori dell’esercito americano Tony Lagouranis Tony Lagouranis non corrisponde al tipo di persona che può sbagliare nell’eseguire gli ordini. Ha vissuto una vita indipendente, senza essere vincolato dal desiderio di un avanzamento professionale, dell’approvazione dei superiori, addirittura di una casa confortevole. Un libero pensatore, che negli anni del college si è fatto una cultura con le grandi opere della civiltà occidentale , e si è laureato in lingue classiche. …

Leggi tutto »

LA PISTOLA FUMANTE DELL’11/9 E’ SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI

DI JOSEPH SMITH opednews.com Guardiamo in faccia la realtà, se gli attacchi dell’11-9 fossero stati “legittimi”, sarebbero stati accompagnati da “legittime” affermazioni e dichiarazioni di responsabilità. Non si mette in piedi il più spettacolare attacco “terroristico” della storia, specialmente contro obiettivi estremamente simbolici, e poi ci si nasconde. Non si affrontano le spese, guai, rischi ecc. del compiere il più audace attacco “terroristico” della storia mondiale, solo per lasciare che un drappello di frivoli sostenitori del governo dicano al mondo …

Leggi tutto »

RUOLO DELL'ACQUA NELLA POLITICA ISRAELIANA DI OCCUPAZIONE DELLA PALESTINA

DI ANDRE’ ROUSSEAU Mondialisation Il Vicino Oriente è una terra arida. Se ci si limita alle tre regioni dove il problema dell’acqua si pone in modo preponderante, Giordania, Israele e Territori palestinesi, si constata che lo sfruttamento reale delle risorse per soddisfare la domanda attuale, è molto vicino, anzi superiore, a ciò che è effettivamente disponibile. Così, nel 1994, il consumo d’acqua in Israele supera i 2000 milioni di metri cubi l’anno, quando le risorse rinnovabili non eccedono i 1500 …

Leggi tutto »

PREPARARSI AL COLLASSO. TRE COSE CHE POTETE FARE

DI CAROLYN BAKER CarolynBaker.org Mick Winter, membro di DryDipstick.com e BeyondPeak.com, ha scritto una guida estremamente pratica, intitolata Prepararsi al Picco del petrolio: Tre cose fattibili per prepararsi al picco del petrolio, ai cambiamenti climatici ed al crollo economico. Prima di entrare nel merito della recensione di questo realistico manuale di sostenibilità e sopravvivenza, è necessario ricordare due cose: in primo luogo, il libro di Winter non è un libro solo sul picco del petrolio e le sue conseguenze. I …

Leggi tutto »

IL 25 APRILE. RIFLESSIONI SUL CONCETTO DI MEMORIA STORICA

DI CARLO GAMBESCIA Quando giunge la celebrazione del 25 Aprile è d’obbligo interrogarsi sulla memoria storica degli italiani, purtroppo ancora divisa. Il tema è delicato, ma non ci si può sottrarre. Prima però è necessario fare una premessa. Non è facile parlare di memoria storica. Dal momento che si tratta di un concetto “ponte”, posto nello spazio tra due universi memoriali: quello individuale e collettivo. Dal punto di vista individuale la memoria riguarda il mondo soggettivo, i ricordi privati e …

Leggi tutto »

ATTACCHI KAMIKAZE – LA STORIA SEGRETA DELLE OPERAZIONI MILITARI USA IN IRAQ

DI JOE QUINN Signs of the Times In Iraq, gli “attacchi kamikaze” sono qualcosa di giornaliero e vengono strumentalizzati dai media propagandistici del governo statunitense per convincere il mondo che le truppe americane hanno ancora molto lavoro di “libertà e democrazia” da portare avanti nel paese. Ma se si trattasse di una copertura per qualcosa di diverso? Leggete questo estratto di un articolo del luglio 2006: La violenza può portare alla spartizione di Baghdad UK Telegraph 22/07/2006 Secondo voci raccolte …

Leggi tutto »

ISMAELE E LA STRAGE AL VIRGINIA TECH

DI SHERIF EL SEBAJE Salamelik In questo paese delle meraviglie che è l’Italia, i cosiddetti “Mezzi di Informazione” sono riusciti a trasformare una strage che non aveva niente a che vedere con l’Islam in una strage islamica. Alcuni giorni fa, un kamikaze – apparentemente integrato nella società che lo accoglieva – ha commesso una strage con motivazioni anti-sistema occidentale. Negli Stati Uniti, uno studente sud coreano di 23 anni – Cho Seung-hui – ha ucciso a sangue freddo 32 studenti …

Leggi tutto »

L’OLOCAUSTO COME PATRIMONIO POLITICO

DI AMIRA HASS Ha’aretz Il cinismo inerente all’atteggiamento delle istituzioni dello Stato ebraico verso i sopravvissuti all’Olocausto non è una novità per coloro che sono nati e vivono tra di essi. Siamo cresciuti assistendo all’enorme divario tra la presentazione dello Stato di Israele come il luogo per la rinascita del popolo ebraico e il vuoto che esiste per ogni sopravvissuto all’Olocausto e per la sua famiglia. La “riabilitazione” personale dipendeva dalle circostanze di ciascuna persona: quelle più forti contro le …

Leggi tutto »

CIBO PER ANIMALI RITIRATO DAL MERCATO: COSA STA MANGIANDO IL TUO GATTO ?

DI MICKEY Z. Onlinejournal Smascherare i preconcetti mediatici spesso ci porta a scorgere delle omissioni. Per esempio, considerate il modo in cui è stato trattato dai media il recente allarme dovuto al ritiro di cibo per animali domestici. Lo scrittore del Los Angeles Times, Kimi Yoshino ha redatto un articolo (“Il ritiro del cibo per animali domestici allarma i padroni”) datato 19 Marzo, che ha avuto un ampia diffusione. Grazie a quell’articolo (che era compatibile con quasi tutte le versioni …

Leggi tutto »

SEUNG-HUI CHO, UN CASO DI CONTROLLO MENTALE?

DI PAUL JOSEPH WATSON Prison Planet La sua letale precisione e delle inquietanti rivelazioni suggeriscono un coinvolgimento esterno nel massacro avvenuto in Virginia. Un cocktail da lavaggio del cervello, di Prozac e videogiochi violenti, ha contribuito alla carneficina. Che crediate o no che egli fosse sotto l’influenza di entità esterne Seung-Hui Cho era un assassino controllato mentalmente, il fatto è che il lavaggio del cervello culturale tramite videogiochi violenti e droghe psicotrope ha contribuito direttamente, come in tutti questi casi, …

Leggi tutto »

IT'S THE REAL THING

DI JEFF WELLS Rigorous Intuition (v. 2.0) – What You Don’t Know Can’t Hurt Them. He drank Coca-Cola, he was eating Wonder Bread Ate Burger Kings – he was well fed — Bob Dylan [Clean Cut Kid] Voglio davvero lasciar perdere questo argomento, e probabilmente anche voi vorreste che lo facessi, ma sfortunatamente ho ancora un po’ di cose di cui lagnarmi prima di passare oltre. Forse avrete già visto questo: il trailer de The Ultimate Con (“il documentario sull’11 …

Leggi tutto »

ESECUZIONE SOMMARIA DI UN COMBATTENTE PALESTINESE DA PARTE DI ISRAELE

A CURA DEL PALESTINIAN CENTRE FOR HUMAN RIGHTS Nel pomeriggio di martedì 17 aprile 2007, le Forze di Occupazione Israeliane (IOF) hanno eseguito la condanna a morte extra giudiziale di un membro delle Brigate dei Martiri di al-Aqsa (un braccio armato del movimento di Fatah) vicino alla città di Jenin nella Cisgiordania settentrionale. Le IOF gli hanno sparato dopo averlo arrestato. Secondo indagini condotte dal PCHR [Palestinian Centre for Human Rights], approssimativamente alle 12.30 di martedì un’unità mobile sotto copertura …

Leggi tutto »

LA STRAGE DI VIRGINIA TECH E PSICOFARMACI

DI LUCIANO GIANNAZZA Medicinenon Il Chicago Tribune riporta che Cho Seung Hui, lo sparatore del Virginia Tech che ha ucciso 32 suoi compagni in un raptus omicida, stava prendendo anti depressivi. Non è la prima volta che un raptus omicida conclusosi in una strage in altre scuole è stato collegato al consumo di antidepressivi. L’atroce sparatoria di Colombine, fra altre, è avvenuta otto anni fa, e gli sparatori anche in quel caso prendevano antidepressivi. E’ un caso che dei ragazzi, …

Leggi tutto »

TERREMOTI FINANZIARI

DI MOGAMBO GURU The Daily Reckoning A dire la verità, non sono d’accordo con l’idea che solo i ricchi possano permettersi di comprare oro. Quando vedo l’enorme quantità di denaro che la classe media ed i poveri spendono in spazzatura ogni anno, dico: “E volete farmi credere che con tutti quei soldi non riescano a comprarsi una misera mezza oncia d’oro all’anno? O un po’ d’argento? Hahaha! Non fatemi ridere!” La questione importante è che l’oro è “il rifugio del …

Leggi tutto »

GRUPPO IRACHENO 'SI SEPARA' DA AL-QAEDA

A CURA DI: AL JAZEERA Al-Shammari: Al-Qaeda ha un’agenda diversa da quella dell’Esercito Islamico in Iraq Uno dei principali gruppi armati iracheni ha confermato una separazione da al-Qaeda, secondo un portavoce dell’organizzazione dissidente. Giovedì, Ibrahim al-Shammari ha detto ad Al Jazeera che l’Esercito Islamico in Iraq ha deciso di disunirsi da al-Qaeda in Iraq dopo che i suoi membri erano stati minacciati. “All’inizio, avevamo a che fare con Tawhid e l’organizzazione della Jihad, che si sono trasformate in al-Qaeda in …

Leggi tutto »

IDENTITA’ NAZIONALE: IL NEMICO CINESE

DI RAFFAELE RAGNI Rinascita Nazionale Da quel tragico 11 settembre, ci hanno abituati allo scontro di civiltà, reale o immaginario, col mondo islamico. Dopo la rivolta della chinatown a Milano, che è la prima del genere in Italia, sorge una domanda: esiste anche una minaccia cinese alla sicurezza e all’identità nazionale? La risposta è sì, esiste un nemico cinese, ma non sono gli immigrati. In genere i cinesi sono lontani dallo stereotipo del migrante tanto caro alla sinistra ed a …

Leggi tutto »

UNA PRASSI CRIMINALE

DI VICHI Palestina Libera! Qualche tempo fa ho definito l’esercito israeliano per quello che è nella realtà, un esercito di vili ed assassini, e il mio articolo – ripreso in un gruppo di discussione su Yahoo – ha attirato le reprimende della famigerata banda di fanatici di informazionecorretta.com, secondo i quali gli episodi di utilizzo di civili palestinesi come scudi umani sarebbero “non provati o condannati” e, dunque, l’intero articolo costituirebbe una gratuita “diffamazione”. Ora, chi abbia mai avuto a …

Leggi tutto »