Home / 2006 / gennaio

Archivi mensili: gennaio 2006

GEORGE WALKER BUSH: I LIMITI DI UNA VISIONE INCOMPLETA

Il bushismo alla prova della complessa realtà del mondo DI HICHEM BEN YAICHE Lo si sarà capito: George W.Bush e la sua squadra non modificheranno le loro analisi sulla situazione in Irak ed in Israele-Palestina. Non lasciamoci ingannare da questa illusione ottica: essi non sono prigionieri di una “bolla” che gli impedirebbe di vedere in faccia la realtà. Al contrario, essi sanno tutto di tutto. Ma quel che si può dire, è che gli scenari geopolitici per il Medio-Oriente, immaginati …

Leggi tutto »

IL MIGLIOR ALLEATO DI WASHINGTON ?

DI JAMES PETRAS Il 14 gennaio 2006 Veronica Michelle Bachelet è stata eletta alla presidenza del Cile con un margine del 54 percento contro il 46 percento e con un 40 percento di astensioni, soprattutto da parte di giovani sotto i 30 anni. A capo di una coalizione di due partiti cosiddetti “socialisti”, i Cristianodemocratici e i Radicali, la sua vittoria elettorale è stata acclamata da un vasto spettro politico che va dal governo Bush al presidente Chavez, compresi i …

Leggi tutto »

9/10/01 : ON THE EVE OF DESTRUCTION

1) The Northern Alliance Leader, Ahmed Shah Massoud , is buried – paving the way for installation of an oil company company executive , Hamid Karzai. The likey perps : British intelligence and Pakistan’s ISI 2) The head of Pakistani intelligence arrives in Washington on this day , after wiring 100k to Mohamed Atta. An asset of British intelligence , Omar Saeed Sheikh, facilitates the transaction. 3) Sir David Manning ,Tony Blair’s top foreign policy advisor, meets with Deputy Sec. …

Leggi tutto »

COINCIDENZE DAVVERO POCO CASUALI

DI PIERO PUSCHIAVO La scorsa estate è deceduto Wim Duisenberg, primo governatore della Banca Centrale Europea. Per la cronaca una sola cosa è certa: la data del decesso, il 31 luglio 2005. Le cause rimangono ancora oscure e nessuno, a quanto pare, si è preoccupato di indagare. Secondo fonti ufficiali, il banchiere sarebbe stato trovato morto ai bordi della piscina della sua villa nel sud della Francia e la morte sarebbe da attribuirsi, genericamente, ad un malore. Secondo le dichiarazioni, …

Leggi tutto »

LO STATO DELL'IMPERO, 2006

DI JAMES PETRAS Nel 2005 l’economia degli USA ha resistito a tutti i principi conosciuti delle teorie economiche: a dispetto dell’alto grado di disavanzo, di un bilancio deficitario mostruoso, il fallimento di una guerra e importanti scandali politici che hanno coinvolto gli assistenti del Presidente, il dollaro si è rafforzato rispetto all’Euro e allo Yen, l’economia è cresciuta del 3.4 % e tutte le più importanti compagnie finanziarie hanno registrato profitti. Sembra che l’economia americana sfidi la legge di gravità, …

Leggi tutto »

LA DEVASTAZIONE CHE INFLIGGIAMO: DAL VIETNAM ALL'IRAQ

Due lettere da veterani del Vietnam sui “danni collaterali” in Iraq DI TOM ENGELHARDT Quasi due settimane fa, ho pubblicato un pezzo di Michael Schwartz, “Una ricetta per la Carneficina”, sulla natura brutale delle “regole di ingaggio” americane nei combattimenti aerei in Iraq e sulla risultante proliferazione di vittime civili irachene. È successo che il pezzo ha suscitato violenti ricordi in diversi veterani del Vietnam, che hanno scritto intense risposte a Tomdispatch – queste colpiscono tanto che ho scelto le …

Leggi tutto »

‘ISRAELE PROVO’ AD UCCIDERE BIN LADEN NEL’96’ – MI6 E CIA LO PROTESSERO

La Reuters riferisce che Il servizio segreto israeliano Mossad ed una controparte straniera arruolarono una confidente di Osama bin Laden per uccidere il leader di al Qaeda nel 1996 ma il piano precipitò a causa di una disputa politica ha riferito giovedì un quotidiano. Il Mossad, ha affermato il quotidiano israeliano Yedioth Aharonoth citando fonti dei servizi di sicurezza, si mise sulle tracce di bin Laden mentre aiutava gli agenti americani ed egiziani ad indagare sull’ attentato, da parte di …

Leggi tutto »

IL NUOVO FASCISMO

DI WILIAM RIVERS PITT “ I dogmi di un tranquillo passato sono inadeguati al turbolento presente. La situazione è irta di difficolta’, e noi dobbiamo esserne all’altezza. Perche’ cio’ che abbiamo di fronte e’ qualcosa di nuovo, percio’ dobbiamo pensare in modo nuovo, ed agire in modo nuovo. Dobbiamo liberare noi stessi dalla schiavitu’, ed allora potremo salvare il nostro paese.“ – Abraham Lincoln Dite “fascismo” a chiunque incontrate, e rievocherete immagini di elmetti da minatore, di tacchi alti nazisti …

Leggi tutto »

COME L’ IRAN RIUSCIRA’ A REAGIRE

L’apparato bellico iraniano pronto allo scontro DI KAVEH L. AFRASIABI Secondo alcuni mezzi d’informazione, gli Stati Uniti e Israele starebbero prendendo in considerazione l’ipotesi di operazioni militari contro l’Iran, e l’Iran non sta perdendo tempo nell’organizzare le sue contromosse nel caso in cui l’attacco si verifichi. Si sono appena concluse, in cinque delle province sudoccidentali dell’Iran, esercitazioni combinate aria-terra durate una settimana. Queste manovre hanno in qualche modo affascinato gli osservatori stranieri, i quali hanno descritto come “spettacolare” l’enorme spiegamento …

Leggi tutto »

LA BORSA PETROLIFERA IRANIANA E' UNA MINACCIA DIRETTA CONTRO IL DOLLARO

DI MIKE WHITNEY Dissident Voice L’amministrazione Bush non permetterà mai che il governo iraniano apra una borsa petrolifera iraniana basata sull’euro. Se ciò dovesse accadere centinaia di miliardi di dollari rifluirebbero negli Stati Uniti con l’effetto di schiacciare il biglietto verde e affondare l’economia. Ecco perchè Bush & Co, vogliono fare la guerra all’Iran. Si tratta puramente e semplicemente di difendere l’attuale sistema mondiale e la sua moneta di riserva: il dollaro. L’accusa che l’Iran si stia preparando a sviluppare …

Leggi tutto »

L'ITALIA DEI PAPI GAY E DEI FRATI STUPRATORI SI PREPARA AL GOVERNO DRAGHI

DI CLAUDIO LANTI Il settimanale L’Espresso ha rivelato che il papa Paolo VI era gay e che era ricattato dal presidente della Repubblica Giuseppe Saragat. Mentre il frate francescano Fedele Bisceglia, redentore di pornostar, che preferisce trombarsi le suore, ne ha stuprate alcune in compagnia degli amici e le ha filmate. Per giustificarsi ha proclamato “Erano brutte e grasse”. Ma Papa Montini, come apprendiamo dalla stampa Usa, fece anche di peggio quand’era segretario di stato della Santa Sede alla fine …

Leggi tutto »

PERCHE' HAMAS HA VINTO ?

DI MICHELGUGLIELMO TORRI Cari amici, così Hamas ha vinto le elezioni legislative in Palestina. I nostri media si strappano i capelli e ci propongono interviste illuminanti. Ho appena sentito il giornale radio delle 8,45: sono stati intervistati un giornalista di Ha’aretz e il noto ideologo neocon Daniel Pipes. Evidentemente, il ventaglio delle possibili interpretazioni passa fra una sinistra, rappresentata da un giornalista israeliano, e una destra, rappresentata da un neoconservatore americano. Quest’ultimo ha fatto un’affermazione rivelatrice (di cui, però, solo …

Leggi tutto »

PRIMA DI COLOMBO: REVISIONISMO ED ILLUMINISMO

DI KIM PETERSEN “1491 New Revelations of the Americas Before Columbus” di Charles C. Mann “Quanto sarebbe stato grandioso, il tumulto, se le civiltà indiane fossero sopravvissute nel loro splendore!” Charles Mann La lodata Dichiarazione di Indipendenza del 1776, rispecchiando il pregiudizio pieno di orgoglio dei suoi firmatari, insultava le popolazioni [1] originarie di Turtle Island (nel lago Erie, in Ohio N.d.t.), definendole come “indiani selvaggi e spietati”. Per aprire il “Nuovo Mondo” alla colonizzazione, si considerava necessario demonizzare gli …

Leggi tutto »

OPERAZIONE VERDUN: UNA CITTA' TRASFORMATA IN PRIGIONE

DI DAHR JAMAIL E ARKAN HAMED Tradotto dall’inglese in italiano da Mirumir, membro di Tlaxcala, la rete di traduttori per la diversità linguistica ([email protected] ). Questa traduzione è in Copyleft. SINIYAH, Iraq – Gli abitanti di Siniyah, un villaggio a 200 km a nord di Baghdad, sono infuriati per il muro di sabbia lungo una decina di chilometri costruito dall’esercito americano per tenere sotto controllo gli attacchi da parte dei ribelli. “La nostra città è diventata un campo di battaglia,” …

Leggi tutto »

NON E' IL CASO DI DISPERARE

I segni del cambiamento climatico non confermano che siamo giunti al punto di non ritorno. DI TONY JUNIPER Le affermazioni piuttosto avvilenti di James Lovelock, pubblicate su queste pagine lunedì scorso, (The Independent, 17 gennaio 2006. NdT) e cioè che è stato raggiunto il punto di non ritorno per quanto riguarda i cambiamenti climatici, ha avuto un effetto deprimente su chi si accingeva a consumare la prima colazione. Anche se sono d’accordo sull’opportunità di ricorrere a questo tipo di sveglia …

Leggi tutto »

IMMINENTE IL COLLASSO DELL'ECONOMIA STATUNITENSE

SiberNews Media Team Nel tentativo di stabilire un impero mondiale che domini su ogni nazione del pianeta, gli Stati Uniti hanno esaurito i loro fondi per finanziare tale espansione ed ora si trovano di fronte ad un imminente collasso finanziario. Tutto indica che il 2006 segnerà la fine dell’America. Consideriamo questi cinque punti importanti: 1) Gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e Israele stanno preparando un attacco all’Iran. La ragione principale è di impedire all’Iran di vendere il proprio petrolio …

Leggi tutto »

LA GUERRA IN IRAQ

In questa sezione abbiamo raccolto alcune tra le analisi e cronache più significative riguardo l’invasione e l’occupazione dell’Iraq.

Leggi tutto »

UNA STORIA IMPORTANTE CHE NON AVETE VISTO!

DI STEPHEN P. PIZZO NewsForReal.com Non ho idea del perché questa storia non fosse su tutte le prime pagine di ogni quotidiano e all’inizio di ogni telegiornale, ma non c’era. La storia, che io sappia, è apparsa solo su una prima pagina. Ed era sul giornale che ha tirato fuori la notizia, The Wall Street Journal. Che voi siate tra la crescente maggioranza degli Americani che pensa che Bush stia facendo un orribile lavoro o un membro della striminzita minoranza …

Leggi tutto »

I DIECI FILM CHE SPIELBERG DEVE ANCORA FARE

Immagina se fossimo in un universo parallelo nel quale Hollywood dà agli arabi e ai musulmani un’equa opportunità. Ecco dieci film (tutti basati su storie vere) che stanno giusto aspettando la magia di Spielberg. DI MAS’ OOD CAJEE “Munich”, l’ultimo film del magnate di Hollywood Steven Spielberg (da oggi nelle sale italiane ndr), si concentra sugli sforzi di Israele per vendicarsi dell’uccisione dei suoi atleti nei Giochi Olimpici a Monaco del 1972. Nonostante il conflitto israelopalestinese sia adattissimo per ispirare …

Leggi tutto »

PALESTINA, E ADESSO? ALCUNE RIFLESSIONI

DI GILAD ATZMON Anche se le conseguenze della vittoria di oggi di Hamas non sono ancora visibili, è indubbio che i rusultati delle elezioni abbiano rivelato una fondamentale informazione sulla Palestina e il mondo arabo: *Democrazia = Islam Ancora una volta l’Occidente e soprattutto gli angloamericani devono prendere atto dell’evidenza: nel mondo arabo democrazia significa Islam. A meno che uno non sia particolarmente islamofobico non dovrebbe essere un problema. Ma chiaramente ci sono troppe persone che odiano l’Islam sia a …

Leggi tutto »

LA DEMOCRAZIA TOTALITARIA

DI STEPHANIE MCMILLAN All’età di dieci anni, Stephanie McMillan (nella foto) decise che sarebbe diventata una fumettista, e spese buona parte della scuola elementare leggendo i Peanuts e copiandone i personaggi. La scuola superiore portò gli inizi di un risveglio politico, e scrisse il suo primo articolo per il giornale della scuola sui rischi di una guerra nucleare. Ha lavorato per molti anni su temi come i diritti riproduttivi, i diritti dei migranti, la brutalità della polizia e l’anti-imperialismo. Stephanie …

Leggi tutto »

I GANGSTER E I SILENZI

DI GIULIETTO CHIESA Dick Cheney ha avuto un moto d’impazienza, qualche settimana fa, di fronte alla sensazione provocata in Europa dalle rivelazioni delle «carceri segrete» della Cia. «Non facciamo le mammolette – ha detto in sostanza -. L’11 settembre 2001 ha cambiato la storia del mondo. Non ve ne eravate accorti?». Ha ragione. Lui sa benissimo che è così. Lo sa meglio di chiunque altro al mondo, probabilmente. Invece il mondo è pieno di ingenui (veri e finti) pronti a …

Leggi tutto »

BIOTERRORISMO – CI SI PREPARA A COMBATTERE LA PROSSIMA GUERRA

  DI DAVID A. RELMAN, M.D. (Traduzione di Bettio Curzio di Soccorso Popolare di Padova) Gli Stati Uniti sono preoccupati per la minaccia di bioterrorismo – per la potenzialità dell’avvelenamento delle forniture di latte con tossine botuliniche, per la ipotetica disseminazione di vaiolo da parte di terroristi auto-contagiatisi, per la possibilità di diffusione massiccia di spore di antrace attraverso aerosol nelle metropolitane, ed anche per la rievocazione dello spettro di un uso malefico del virus ricombinato dell’influenza del 1918. Queste …

Leggi tutto »

IL MASSACRO DI OTTOBRE AD AL QAIM: ZONA DI UCCISIONI INDISCRIMINATE

DI SABAH ALI Dedicato alle Nazioni Unite, al Consiglio di Sicurezza e alla comunità internazionale CON FOTO A distanza di alcuni mesi dagli eventi, pubblichiamo uno straordinario reportage dall’Iraq occupato sull’attacco statunitense all’area di Al Qaim. Le drammatiche testimonianze dimostrano inequivocabilmente chi siano i primi terroristi in questa guerra. L’autrice, Sabah Ali, è una giornalista irachena che scrive sotto pseudonimo (maschile) per timore di rappresaglie. Abbiamo dovuto posticipare il nostro viaggio ad Al-Qaim e Haditha molte volte per 2 settimane. …

Leggi tutto »

IL CANONE RAI ? E' ILLEGITTIMO

DI CARMINE R.VIOLA Il canone Rai è illegittimo, non illegale. La differenza è notevole e fondamentale: legale si riferisce semplicemente alla legge; legittimo si riferisce al diritto. Se è vero che la legge ha la funzione di legittimare, la logica aggiunge: “a condizione che essa rappresenti il diritto”. Quando non lo rappresenta è intrinsecamente e moralmente nulla. Il diritto non è figlio della legge, ma è esattamente il contrario. La legge è pura espressione del potere mentre il diritto appartiene …

Leggi tutto »

IL VERO BERSAGLIO DEI BOMBARDAMENTI AMERICANI IN PAKISTAN

Incursione militare L’8 e il 13 gennaio 2006 gli Stati Uniti hanno bombardato il loro alleato pakistano col pretesto di voler eliminare il “numero 2 di Al Qaeda” Al Zawahiri. Da allora, il Pakistan è stato destabilizzato da importanti manifestazioni per denunciare intrighi considerato che i bombardamenti, in realtà, fanno parte della repressione etnica che gli Stati Uniti conducono nel paese per mantenere il controllo della dittatura del generale Musharraf sull’area ricca di gas del Baluchistan. La stampa occidentale si …

Leggi tutto »

PAKISTAN, ARABIA SAUDITA E 11 SETTEMBRE

DI JAMES RIDGEWAY Lo scorso weekend, da San Antonio, Bush ha difeso il programma di intercettazioni della NSA (1), affermando “Ci hanno attaccato in passato, se possono ci attaccheranno ancora, e faremo tutto ciò che possiamo per fermarli”. Per essere educati, questa è una affermazione parecchio bizzarra proveniente dal Presidente la cui amministrazione, prima dell’ 11 settembre, ha ripetutamente ignorato un avvertimento dopo l’altro di un imminente attacco terroristico. Ma in effetti è chiaro che l’amministrazione sapeva che saremmo potuti …

Leggi tutto »

VIVERE AL DI SOPRA DEI PROPRI MEZZI

La generosità delle compagnie che controllano le carte di credito (CCC: Credit Card Companies) DI CHRISTOPHER BRAUCHLI Avendo più credito che soldi, si può girare il mondo (Johann Wolfgang von Goethe, Claudine von Villa Bella – 1776) Il fatto di criticare le “credit card companies” (CCC) per i loro sforzi tesi ad ottenere la modifica della legge fallimentare americana è all’ordine del giorno, ma certamente scorretto. Invece che criticare dovremmo ringraziarle per tutto ciò che hanno fatto per i consumatori. …

Leggi tutto »

'PIANO DI ATTACCO GLOBALE' CON OPZIONE NUCLEARE

DI WILLIAM ARKIN Nota dell’editore di Global Research: Questo incisivo articolo di William Arkin sulla dottrina della guerra nucleare dell’Amministrazione Bush è stato pubblicato nel maggio 2005, e sintetizza il meccanismo col quale verrebbe condotto un attacco nuleare contro l’Iran o la Corea del Nord. Questi piani di guerra che riguardano gli Stati Uniti, Israele e la Turchia per un attacco nucleare all’Iran sono al momento in stato di preparazione e sono stati anche approvati dalla NATO. Durante l’estate scorsa, …

Leggi tutto »

Collapse of U.S. Economy Imminent

Written by SiberNews Media Team Sunday, 22 January 2006 In its attempt to establish a world empire dominating every nation on the planet, the U.S. has exhausted its ability to finance the expansion and the country now faces imminent financial collapse. From all indications, it looks like 2006 will spell the end for America. Consider these five important points: Point #1 The U.S., Great Britain and Israel are preparing to attack Iran. As it appears the main reason for invading …

Leggi tutto »