Home / 2005 / novembre

Archivi mensili: novembre 2005

LA FILOSOFIA DELL’ INGANNO

Le menzogne dei neoconservatori: da Leo Strauss a Scooter Libby DI JOHN WALSH Come osservava I.F. Stone (1) in una famosa frase, tutti i governi mentono, ma ce ne sono alcuni che mentono più di altri. E il regime neoconservatore di Bush racconta frottole come se fosse il nostro cibo spazzatura quotidiano. Da dove nasce una simile propensione a mentire? Motivi ve ne sono molti, tuttavia non è abbastanza noto quanto i neoconservatori credano nella menzogna per principio. E’ “nobile” …

Leggi tutto »

ED E’ DI NUOVO CAMBOGIA

Provocando la Siria DI CONN HALLINAN Siamo all’alba di un’indagine ONU, che coinvolge una serie di ufficiali siriani e libanesi nell’assassinio di Rafiq Hariri, ex Primo ministro del Libano: il governo Bush chiede sanzioni internazionali e si lascia sfuggire cupe allusioni sulla guerra. Non ufficialmente, però, gli Stati Uniti sono già in conflitto con la Siria. Negli ultimi sei mesi, gli U.S. Army Rangers ed i reparti speciali Delta Force hanno varcato i confini della Siria , teoricamente per impedire …

Leggi tutto »

How our governments use terrorism to control us

Tim Howells | November 29 2005 The sponsorship of terrorism by western governments, targeting their own populations, has been a taboo subject. Although major scandals have received cursory coverage in the media, the subject has been allowed to immediately disappear without discussion or investigation. Therefore the appearance this year of two major studies of this subject is a welcome breakthrough, and provides essential reading for anyone struggling to understand the events of September 11, 2001 and the post September 11 …

Leggi tutto »

SENTENZE OPPORTUNE

L’assoluzione del magrebino Daki DI MASSIMO FINI Allora il giudice milanese Clementina Forleo non era una mezza matta o addirittura una simpatizzante della jihad, come strillò scandalizzata, la destra quando lo scorso gennaio assolse Mohammed Daki e altri due magrebini dall’accusa di “terrorismo internazionale”, pur condannandoli per altri reati, quali la ricettazione di passaporti falsi e la alterazione di documenti ad uso di immigrati clandestini. La terza Corte d’assise d’Appello di Milano ha infatti confermato la sentenza di primo grado, …

Leggi tutto »

IL CASO DI AMIR PERETZ

Socialismo nazionale contro capitalismo globale DI GILAD ATZMON La recente elezione di Amir Peretz a presidente del Partito Laburista israeliano è molto più significativa di quanto molti commentatori sembrano voler ammettere. Per la prima volta il Partito Laburista è guidato da un ardente leader della classe operaia. Peretz è un uomo relativamente giovane cresciuto in un quartiere di case popolari a Sderot, località fatiscente nel sud di Israele, costruita soprattutto per gli ebrei di origine araba negli anni ‘50. A …

Leggi tutto »

EGREGIO DIRETTORE HO LETTO CON INTERESSE…

Riceviamo e volentieri pubblichiamo DI EUGENIO CALIA Egregio Direttore ho letto con interesse l’articolo di fondo apparso in prima pagina sul Corriere della sera il 23-11-05 a firma di Francesco Giavazzi. Se me lo consente avrei delle osservazioni da fare. L’articolista ha presentato un quadro economico USA, in cui afferma che l’aumento del prezzo del petrolio (ma c’erano degli “esperti” analisti che solo un anno e mezzo fa, affermavano che il greggio si sarebbe assestato sui 30 dollari al barile) …

Leggi tutto »

GLOBALIZZAZIONE CAPOLINEA DELL’OCCIDENTE

Intervista a Massimo Fini DI ANDREA ACCORSI Fini, gli ultimi immigrati clandestini scampati a un naufragio in Sicilia hanno detto di inseguire il “sogno italiano” dopo aver visto i nostri programmi alla televisione. Possibile che si imbarchino in una impresa così rischiosa solo per averci visto in tv, come fecero gli albanesi più di dieci anni fa? “Bisogna fare una distinzione tra la prima invasione albanese all’inizio degli anni Novanta e quello che succede ora. Indubbiamente i primi albanesi furono …

Leggi tutto »

GLI ISPANOAMERICANI E LA GUERRA

di ROBERTO LOVATO Jessica Sanchez costituisce una pressante minaccia per le forze militari statunitensi. Per un Pentagono che risente della stagnazione dell’arruolamento e un’amministrazione decisa a dichiarare una “guerra globale al terrorismo,” il fatto che questa cittadina messicana piccoletta e con regolare permesso ed altri come lei decidano o meno di entrare nell’esercito ha delle implicazioni geopolitiche enormi. Il Pentagono sta spendendo centinaia di milioni di dollari per scoprire tutte le informazioni possibili sulla Sanchez ed altri giovani ispanoamericani: cosa …

Leggi tutto »

JOHN PILGER – Consiglia il World Wide Web

DI JOHN PILGER Se volete conoscere la verità sull’Iraq, unitevi ai milioni di persone che hanno rifiutato i silenzi dei mass media, scrive John Pilger DI JOHN PILGER La scrittrice indiana Vandana Shiva fa appello alla “rivolta della conoscenza sottomessa”. La rivoluzione è già in corso. Nel tentativo di dare un senso ad un mondo pericoloso, milioni di persone stanno abbandonado le fonti d’informazione e notizie convenzionali per sostituirle con il World Wide Web, convinte che il giornalismo dei mass …

Leggi tutto »

Eliminare i dubbi per l’11 settembre

Di Wayne Madsen I funzionari al vertice dell’amministrazione Bush e, in misura minore, di quella Clinton, hanno bloccato innumerevoli attività dei servizi segreti e delle forze di polizia che avrebbero potuto prevenire sia gli attacchi dell’11 settembre sia, 11 mesi prima, quello ai danni della nave da guerra USS Cole. Questi sottoscrittori e ferventi supporter del Progetto per un Nuovo Secolo Americano (PNAC) per la dominazione globale da parte degli Stati Uniti hanno deliberatamente interferito con progetti segreti della CIA, …

Leggi tutto »

IL PREZZO DELLE MENZOGNE E IL MERITO DELLA VERITA’

DI JOHN KAMINSKI La maggior parte delle persone non si rende conto che ciò che gli altri dicono dipende da colui per il quale lavorano Proprio ora siamo diventati una nazione ignorante Walter Cronkite, 10 gennaio 2005, Larry King Show Eric Hoffer aveva ragione. La prima cosa che le persone libere fanno è mettersi in catene. Questa è la domanda che devi porti: Qual è il vero prezzo di tutte le menzogne? Le menti sveglie risponderebbero immediatamente: “Due miliardi di …

Leggi tutto »

Il Virus dell’AIDS: Made in USA?

Di Jerry Mazza Online Journal Contributing Editor 26 ottobre 2005 – Vuoi proprio dire che l’ AIDS (Sindrome da Immunodeficienza Acquisita) non e’ stata originata da una scimmia che ha morso sul di dietro un nero Africano? Ci stai mentendo ancora Zio Sam? Penso di si. Infatti, il 29 luglio del 1969, solo pochi giorni dopo che il Dipartimento della Difesa chiese al Congresso 10 milioni di dollari in fondi per la ricerca di “un agente patogeno biologico sintetico, una …

Leggi tutto »

LA VITA CONTINUA TRA LE MACERIE DI FALLUJAH

DI DAHR JAMAIL San Francisco, California – Un anno dopo che la “Operation Phantom Fury”, guidata dagli Stati Uniti, danneggiò o distrusse 36.000 case, 60 scuole e 65 moschee a Fallujah, in Iraq, i residenti della città continuano a soffrire per la mancanza di indennizzi, per una ricostruzione lenta e per alti tassi di malattia. Il centro studi per i diritti umani e la democrazia (SCHRD) (1), con sede a Fallujah, stima che il numero di persone uccise nella città …

Leggi tutto »

COLUMBUS DAY*: GRANDI BUGIE E IMPERIALISMO USA

DI ROXANNE DUNBAR-ORTIZ La maggioranza delle persone pensa che la guerra sponsorizzata dagli Usa contro i Sandinisti (che viene semplicemente chiamata, “la Guerra dei Contras” ) avvenisse a nord del confine occidentale del Nicaragua e Honduras ed a sud del confine con il Costa Rica. Ma c’era un terzo fronte della guerra, nella regione più indigena a nord-est del Nicaragua. Negli stessi anni [ottanta] l’amministrazione Reagan iniziò a sponsorizzare la controinsurrezione contro il governo Sandinista del Nicaragua, gli Stati Uniti …

Leggi tutto »

DIMMI COSA CONSUMI E TI DIRO' CHI SEI

DI NICOLAS RIOU da Libération del 31 Ottobre 2005 Gli oggetti e i prodotti, scelti sempre più per il beneficio psichico che apportano, compensano i deficit d’identità. Che ci piaccia o no, la società del consumo sta cambiando. Il desiderio di consumare è ancora forte, ma oggi la fonte del desiderio è diversa da quella che caratterizzava le decadi passate. Gli anni ’60 rappresentavano la prima epoca della società del consumo, in cui i prodotti corrispondevano a bisogni reali. La …

Leggi tutto »

OH MY GOD, ITALIA

Economia malata. A rischio crollo. E una classe politica inadeguata. Sia a destra che a sinistra. Alla vigilia della pubblicazione sull’Economist di un’impietosa analisi del ‘sistema Italia’, ecco la diagnosi del direttore Bill Emmott DI ANNALISA PIRAS Ultima in Europa per crescita, al 47 posto nel mondo, accanto al Botswana, per competitività, col terzo debito pubblico più alto del pianeta… Un paese in caduta libera a rischio tracollo economico. Ma anche un Paese che si prepara alle politiche dell’anno prossimo …

Leggi tutto »

LA DOTTRINA MONROE ED IL VENEZUELA

DI CORT GREENE “Ma quest’uomo è un grandissimo pericolo per gli Stati Uniti, quella è la nostra sfera d’influenza e non possiamo lasciare che ciò accada. Noi abbiamo la Dottrina Monroe. Abbiamo anche altre teorie che sono già state rese note. Senza discussioni egli rappresenta un nemico per il nostro Sud America perché controlla un immensa riserva di petrolio. Abbiamo la capacità di farlo fuori ed è il momento di farla valere.” Le dichiarazioni del reverendo Pat Robertson in cui …

Leggi tutto »

YOSFIYA: I NAZISTI DEL 21 SECOLO SONO QUI

DI SABAH ALI CON FOTO Quelli che seguono le notizie sull’occupazione americana dell’Iraq potrebbero essere familiari con un termine usato nei media quasi due anni fa: il Triangolo della Morte, un’area a sud di Baghdad che consta di tre città relativamente piccole: Yosfiya, Mahmoodiya e Latifiya. Ovviamente non ha nulla a che fare con la morte; al contrario è situata in una delle zone più verdi, più belle e pacifiche dell’Iraq, piena di frutteti ed orti, dove il Tigri e …

Leggi tutto »

LA CRIMINALITA' BIOCHIMICA DEL POTERE STATUNITENSE

DI CARMINE R. VIOLA La circostanza che più indigna e deprime è la complicità, dichiarata o di fatto, del mondo con la più potente criminocrazia che la storia conosca e che si presenta come fautrice di democrazia e di giustizia analogamente a come i più incalliti criminali gridano la propria innocenza o ragione anche quando hanno le mani fatte di sangue. Il termine criminocrazia non è una voce “colorita” ma la definizione scientificamente esatta d una realtà che conta ormai …

Leggi tutto »

FOSFORO BIANCO WP, DAISY CUTTERS (TAGLIA MARGHERITE – BOMBE A FRAMMENTAZIONE),

URANIO DEPLETO DU, BOMBE TERMOBARICHE, BOMBE A GRAPPOLO, NAPALM…GLI STATI UNITI USANO ARMI DI DISTRUZIONE DI MASSA WMD CONTRO I CIVILI DI DIRK ADRIAENSENS (Traduzione di Curzio Bettio di Soccorso Popolare di Padova) “Gli atti illeciti e le lesioni subite da tutti coloro che sono stati coinvolti nelle guerre, civili e truppe di ogni schieramento, mostrano il supremo disprezzo degli USA per il diritto internazionale umanitario fin dalla Seconda Guerra Mondiale. Se questa guerra mette in evidenza qualcosa, questo è …

Leggi tutto »

LA NUOVA STRATEGIA DEI NEOCONSERVATORI

Comitato americano per un’Europa forte DI THIERRY MEYSSAN Le carte europee sono state completamente stravolte dopo la bocciatura del Trattato costituzionale europeo pronunciata dalla Francia e dall’Olanda e dopo le elezioni legislative in Germania. Thierry Meyssan svela le analisi dei neoconservatori statunitensi e la loro nuova strategia per l’Europa. Imparando la lezione dagli avvenimenti che hanno agitato l’Europa negli ultimi 10 anni, i neoconservatori hanno deciso di stravolgere i loro programmi che inizialmente prevedevano di: (1) dispiegare le forze armate …

Leggi tutto »

LA NAZIONE DELINQUENTE

DI KOLDO Così titolava Richard Duboff un suo straordinario lavoro che un amico mi ha mostrato e che mi pare molto utile per capire l’ipocrisia morale di cui il governo statunitense è stato, ieri ed oggi, insuperabile maestro. Dalla pubblicazione di questo lavoro sono ormai passati quattro anni e per alcuni dei “delitti” raccontati in questa relazione si sono aggravati colpe e colpevoli; nuove convenzioni e nuovi accordi sono stati ignorati, rifiutati o impugnati; nuove risoluzioni riguardanti l’embargo a Cuba …

Leggi tutto »

'ISRAELE POSSIEDE LA BOMBA ATOMICA ED E' PER QUESTO MOTIVO

CHE PUO’ ESERCITARE L’APARTHEID SENZA TIMORE’ Intervista esclusiva a Mordechaï Vanunu DI SILVIA CATTORI Ingegnere al centro di Dimona, Mordechaï Vanunu rivelò al Sunday Times nel 1986 l’esistenza del programma nucleare militare israeliano. Rapito in Italia dal Mossad quando aveva appena preso contatti coi giornalisti britannici e prima che il loro articolo venisse pubblicato, fu giudicato a porte chiuse e imprigionato per diciotto anni. Nonostante gli fosse vietato di avere contatti con la stampa, Mordechaï Vanunu ha risposto alle domande …

Leggi tutto »

HADITHA: IL CANCELLO DEL FIUME… CHE CONDUCE ALL'INFERNO

DI SABAH ALI (INTRODUZIONE DI DAHR JAMAIL) CON FOTO In Iraq è in corso un’enorme operazione militare Usa, questa volta chiamata “cortina di ferro”, che prende nuovamente di mira l’area di Al-Qa’im. Mentre domani sarà l’anniversario dell’inizio del massacro a Fallujah, l’esercito Usa continua con determinazione nel combattere casa per casa tra le piccole dune di Husaybah, vicino ad Al-Qa’im.

Leggi tutto »

THE ANTI-EMPIRE REPORT N° 27

DI WILLIAM BLUM Influenza aviaria e capitalismo Prepararsi alla minacciata pandemia influenzale aviaria e combatterla già sarebbe abbastanza dura nelle migliori circostanze. Ma le circostanze che gli Stati Uniti devono affrontare includono la realtà che il paese, più di ogni altro sulla terra, è una proprietà privata. È su aziende che dobbiamo fare affidamento per produrre praticamente tutte le medicine e i vaccini necessari. Le aziende, tuttavia, hanno bisogno di incentivi finanziari, magari dello stato che paga la maggior parte …

Leggi tutto »

IL CONSOLIDAMENTO DELLA NORMA GLOBALE D'IDENTITA'

DI JOHN MEASOR e BENJAMIN J. MULLER Tecnologie biometriche nella politica estera e nazionale Negli anni trenta la città spagnola di Guernica diventò il simbolo di morte e distruzione gratuite. Negli anni novanta Grozny fu crudelmente rasa al suolo dai russi, e rimase in rovine. Il momento indimenticabile di brutalità e di sterminio sistematico è Falluya. Jonathan Steele e Dahr Jamail,’ This is our Guernica’ The Guardian, 27 aprile 2005 (i) Prenderanno loro le impronte digitali, si scannerizzeranno le retine …

Leggi tutto »

LA CONTROVERSIA TRA CHOMSKY ED IL GUARDIAN

Una controversa, ma interessante intervista a Chomsky sul Guardian e le sue reazioni. Intervista di Emma Brockes a Noam Chomsky D: Prova rimorso per aver sostenuto quelli che affermano che il massacro di Srebrenica fu un’esagerazione? R: Il mio solo rammarico è di non averlo fatto abbastanza energicamente. DI EMMA BROCKERS Malgrado sia convinto che la maggior parte dei giornalisti siano degli inconsapevoli sostenitori dell’imperialismo occidentale, Noam Chomsky, il radicale dei radicali, accetta di incontrarmi nel suo ufficio di Boston. …

Leggi tutto »

GIORDANIA: UN MODELLO PER LA BALCANIZZAZIONE DEL MEDIO ORIENTE ARABO

DI KURT NIMMO Secondo il Re Giordano Abdullah II, “ Il crimine che è accaduto non ci spingerà a diventare uno stato di polizia, ma ci sarà un equilibrio fra libertà e sicurezza nel modo che più sia gradito alla popolazione ed ai nostri ospiti.” Ospiti, certamente, poiché essi portano profitto, ma non sono soggetti alla monarchia. In Giordania, secondo Amnesty International, “ una varietà di soggetti politicamente sospetti che sono spesso arbitrariamente arrestati” sono vittime di “prolungate detenzioni senza …

Leggi tutto »

CENSURATO!

Project Censored presenta le 10 più grandi notizie che i media mainstream hanno censurato negli ultimi anni DI CAMILLE T. TAIARA Appena quattro giorni prima delle elezioni presidenziali del 2004, una prestigiosa rivista medica britannica ha pubblicato i risultati di uno studio rigoroso condotto dal dottor Les Roberts, un ricercatore di tutto rispetto. Roberts è giunto alla conclusione che circa 100.000 persone sono morte dall’invasione ed occupazione dell’Iraq. Molti erano bambini. Ma questa notizia non ha occupato la prima pagina …

Leggi tutto »

UNO STORICO IN GALERA UN'ASSURDITA'

DI MASSIMO FINI Lo storico inglese David Irving è stato arrestato la settimana scorsa a Graz, in Austria, perché nel 1989 «aveva negato in pubblici discorsi l’Olocausto». E in base a una legge, che esiste in Austria, Germania e Francia, negare l’Olocausto è un reato. In Austria Irving rischia una condanna a vent’anni di reclusione. Amos Luzzatto, presidente dell’Unione delle comunità ebraiche, giustifica il provvedimento. «Credo che sia sbagliato porre la questione in astratto, come se fossimo davanti a una …

Leggi tutto »