Home / 2005 / giugno

Archivi mensili: giugno 2005

SULLO SCRITTORE POLACCO KAPUSCINSKI

DI IGNACIO RAMONET Ebbi il privilegio di trovarmi, venerdí 17 giugno, nella universitá Ramon Llull di Barcellona, dove fu nominato dottore honoris causa il giornalista e scrittore polacco Ryszard Kapuscinski. Lo conosco e lo ammiro da numerosi anni. Ebbe la gentilezza di invitarmi ad assistere alla cerimonia insieme ad altre personalitá che hanno sempre difeso il suo lavoro, come Maria Cordón, che si occupó della direzione, insieme a Joaquin Estefanía, della sezione di opinione de “El Pais” nella sua epoca …

Leggi tutto »

FUTURO SPAZIALE DELLA CINA: CONSEGUENZE PER LA SICUREZZA USA

DI PHILIP C. SAUNDERS Il volo spaziale, con personale a bordo, effettuato dalla Cina nell’Ottombre 2003 è prova evidente dei risultati raggiunti dal paese nello sviluppo della tecnologia spaziale. Benchè tale tecnologia non sia a livelli avanzati, la Cina differisce dagli altri paesi in via di sviluppo per il suo programma spaziale che è ad ampio raggio. Si va dalla progettazione di satelliti ad attività di lancio. La Cina produce satelliti per conto suo e collabora scientificamente e commercialmente con …

Leggi tutto »

AD HARBIN LA NUOVA CINA DIVORA LA VECCHIA RUSSIA

Viaggio al confine con l’ex impero sovietico, nella Manciuria che da povera è diventata simbolo di un’economia in aggressiva espansione. Milioni di abitanti, di luci, di auto: è partito l’assalto al grande Nord   DI GIULIETTO CHIESA HARBIN. Sulle banconote da cento yuan della Repubblica Popolare Cinese campeggia Mao Tsetung. Otto di questi biglietti, all’incirca, da tempo immemorabile (per i criteri della new economy) fanno un dollaro americano. E, nonostante tutti gli sforzi di Bush perché lo yuan venga rivalutato …

Leggi tutto »

LE PERSONE FANTASMA

Questa folle venerazione per la guerra e’ davvero un caso in cui incolpiamo gli altri della nostra stessa colpa, della nostra paura ancestrale per la morte proiettati verso l’esterno dentro al mondo DI JOHN KAMINSKI Chi e’ il terzo che cammina sempre accanto a te? Quando conto, ci siamo solo tu ed io insieme Ma quando guardo avanti lungo la strada bianca C’e’ sempre un altro che cammina accanto a te Scivola ravvolto in un ammanto bruno, incappucciato Non so …

Leggi tutto »

LA SVEGLIA SUONA

DI DAHR JAMAIL Dopo la sessione finale del tribunale sull’Iraq, la giuria di coscienza ha rilasciato le sue raccomandazioni. Spedirò l’articolo che ho scritto al riguardo più tardi, fornendo dettagli maggiori. Ora aggiungerò – come prefazione ad una lettera che ho appena ricevuto da un Iracheno, il quale mi ha chiesto di farla girare tra gli Americani – quanto è stato detto oggi, in breve: “Le raccomandazioni fatte dalla giuria includono la richiesta di un ritiro immediato ed incondizionato di …

Leggi tutto »

RIAPRIAMO GLI ARCHIVI DI NORIMBERGA

DI ANWAAR HUSSAIN A Norimberga, ai primi dell’ottobre 1945, le quattro nazioni accusatrici, gli Stati Uniti, la Gran Bretagna, la Francia e la Russia, presentarono un capo di accusa contro 24 uomini e sei organizzazioni naziste. Dei 24 accusati solo 21 furono presenti al processo. Le accuse riguardavano non soltanto lo sterminio sistematico di milioni di persone ma anche l’ideazione e la programmazione della guerra in Europa. Alla fine 12 imputati furono condannati all’impiccagione, 3 all’ergastolo, 4 a pene di …

Leggi tutto »

UNA GUANTANAMO CHE FA PAURA

DI ERIC MARGOLIS La settimana scorsa Duncan Hunter, presidente di una potente commissione sulle forze armate, è apparso in TV per ribattere contro le accuse di Amnesty International a riguardo del “gulag dei nostri giorni” che si trova a Guantanamo, Cuba. La sua brutta figura mi ha fatto venire in mente mio padre che quando era presidente della Elgin Watch Co., avendo avuto a che fare con molti rappresentanti del Congresso, li chiamava “venditori di auto usate di Biloxi.” Hunter …

Leggi tutto »

L'ALIBI CINESE

DI ANDREA FANTONI Quando si mettono il libero scambio e la concorrenza al di sopra di ogni altra cosa, elevando il mercato a divinità suprema che regola e gestisce tutte le umane relazioni, si rischia poi che questa perversa spirale che abbiamo messo in moto ci si ritorca contro, proprio come in quei film di fantascienza dove le macchine si ribellano agli uomini superbi e ambiziosi che le hanno costruite. Per quanto riguarda la nostra grassa e opulenta società occidentale, …

Leggi tutto »

QUELLO CHE GLI USA VOGLIONO DALL'IRAN

DI EHSAN AHRARI Il Presidente George W Bush è stato molto critico verso le elezioni presidenziali Iraniane, che sono culminate nella scelta tra il pragmatico religioso Ayatollah Hashemi Rafsanjani e il conservatore Mahmud Ahmadinejad. Bush potrebbe non essere l’unico critico sulla questione. Questa comunque non è l’unica ragione per cui Iran e Stati Uniti non si piacciono a vicenda. Infatti, l’assenza di democrazia potrebbe essere la ragione di fondo per cui queste nazioni così frequentemente mostrano reciproca irritazione e fastidio. …

Leggi tutto »

TRIBUNALE MONDIALE SULL'IRAQ, TESTIMONIANZA PER LA SESSIONE FINALE

DI DAHR JAMAIL Vi ringrazio molto per avermi invitato alla sessione finale del tribunale mondiale sull’Iraq. Sono andato in Iraq per la prima volta nel novembre del 2003 quale cittadino americano frustrato quanto terrificato da quel che il mio governo non eletto stava facendo. Sono andato per riportare la situazione reale in quanto mi sentivo profondamente afflitto dal “giornalismo” fornito dai media delle corporation. A quel tempo, da scalatore di montagne frustrato dell’Alaska, non avrei mai creduto di trovarmi a …

Leggi tutto »

PECHINO SPIAZZA L'AMERICA PROPRIO CON LA GUERRA ASIMMETRICA

Acquisto a sorpresa nel mercato petrolifero Usa DI MAURIZIO BLONDET Basta scorrere le annate di Parameters, la rivista dell’alta scuola militare Usa, per vedere che il concetto di “guerra asimmetrica” vi è discusso e trattato di continuo. Da decenni il pensiero strategico americano sa che la guerra asimmetrica sarà il conflitto del futuro, ne studia le insidie, si prepara a combatterla. Perciò è con stupore che si constata il sorpreso allarme della Casa Bianca per l’ultima mossa di Pechino: l’offerta, …

Leggi tutto »

LA GUERRA CON L’IRAN E’ GIA’ COMINCIATA

DI SCOTT RITTER Gli americani, assieme al resto del mondo, si stanno accorgendo della sconfortante verità che il presidente G. Bush non solo ha mentito loro per quanto riguarda le armi di distruzione di massa (la scusa con la quale nel marzo 2003 è iniziata l’invasione e l’occupazione dell’Irak) ma anche sul percorso che li ha portati in guerra. Il Presidente Bush ha dichiarato agli americani in data 16 ottobre 2002: “Non ho ordinato l’uso della forza. Spero che l’uso …

Leggi tutto »

AD HAITI LA POLIZIA CONTINUA A UCCIDERE

by Haiti Information Project Port au Prince, Haiti (HIP) – La Polizia Nazionale di Haiti (PNH) ha lanciato un’altra sanguinosa incursione nelle povere vicinanze dell’attuale capitale di Haiti. L’ ONU ha rifiutato di commentare l’ operazione che si presume abbia portato alla morte di 3 persone e quattro feriti. I residenti di Bel Air, un luogo abituale di ritrovo per i dimostranti che chiedono il ritorno del presidente Jean-Bertrand Aristide, sono finiti sotto il fuoco delle armi questa mattina quando …

Leggi tutto »

SIAMO TUTTI COMPLICI DEI TORTURATORI, MA COSA POSSIAMO FARE?

Se il nostro governo utilizza le informazioni estorte a queste creature allora siamo noi che agitiamo le fruste. DI ROBERT FISK Siamo tutti complici per questi vili atti di tortura, ma che cosa possiamo fare? Se il governo utilizza le informazioni estorte a queste creature allora siamo noi che agitiamo le fruste. Conservo ancora gli appunti sulla tortura presi da un uomo che sapeva tutto sull’argomento, si tratta di un mio amico druso che nel 1980, durante la guerra civile …

Leggi tutto »

CENSURA

DI DAHR JAMAIL Finalmente, la sessione culminante del tribunale mondiale sull’Iraq è vicina. Come testimone ho rilasciato interviste a molti giornali ed oggi ho incontrato i reporter di uno dei quotidiani turchi più diffusi, il Yen Safak Newspaper. Lascierò anonimi i reporter, per ragioni che capirete presto. Il giornale ha tradotto in turco e pubblicato vari miei articoli, in particolare quelli che riguardavano il recente massacro di Fallujah. Il reporter che mi stava intervistando oggi mi ha detto che il …

Leggi tutto »

''Libertà e civiltà nascono dal basso''

Intervista a: Howard Zinn Howard Zinn, professore emerito di scienze politiche alla Boston University, è uno di quegli americani che incarnano un’America diversa di quella rappresentata dai Bush e dai loro elettori. Un «radical», attivo e informato, autore di una ventina di volumi, il più famoso dei quali è un manuale scolastico di storia, A People’s History of the United States (1980), rivolto a ragazzi dai tredici ai diciassette anni. In questo libro – che ora arriva in Italia pubblicato …

Leggi tutto »

España-Estados Unidos-Colombia: Una alianza estratégica paramilitar

Por Hugo Gómez Lo mismo que el anterior Presidente Aznar, pero desde la perspectiva imperial europea, el gobierno de Rodríguez Zapatero ha hecho de la intervención en Colombia una opción especialísima de su política exterior. El Ministro de Justicia español Juan Fernando López Aguilar, en su reciente visita a Washington, donde se entrevistó con el Fiscal General del Estado y el director del FBI, Robert Mueller; y con el Fiscal colombiano, anunció el lanzamiento de “ un eje tripartito, triangular, …

Leggi tutto »

INCONTROVERTIBLE PROOF OF AMERICAN HOSPITALITY AT CAMP DELTA

DEFENDING GUANTANAMO: SECRETARY RUMSFELD RELEASES INCONTROVERTIBLE PROOF OF AMERICAN HOSPITALITY AT CAMP DELTA Statement by the Defense Secretary SECRETARY RUMSFELD: Folks, I’m going to keep this as short and sweet as a Tootsie Pop. Recently, I’ve been hearing a whole lot of nincompoop foreigners – and even a few American nincompoops – talking a whole lot of don’t-know-diddly-squat about what it’s like for those Muslamian loonybirds who are LUCKY enough to be at Camp Delta – snuggling in the warm …

Leggi tutto »

Le banche come mezzo per combattere la rivolta

In Messico stanno tagliando i fondi alle organizzazioni che appoggiano gli zapatisti. Nelle ultime settimane si è aperto un nuovo fronte di conflitto per una delle più importanti e conosciute organizzazioni che sostengono il movimento zapatista: ha avuto grossi problemi con la banca, e il loro lavoro rischia di essere ostacolato dal blocco dei movimenti bancari. Numerose organizzazioni non governative nel Chiapas sudamericano collaborano con il governo autonomo zapatista. Alcune aiutano nella formazione di personale medico, altre nella costruzione e …

Leggi tutto »

IL MEMORIALE DI DOWNING STREET

PROVE SCHIACCIANTI CHE NON POSSONO ESSERE IGNORATE DI DAVID SWANSON E JONATHAN SCHWAR Il cosiddetto memoriale di Downing Street, rivelato dal Sunday Times di Londra sin dal 1 maggio 2005, ha dominato i mezzi di informazione inglesi e i lettori di Internet in America. Il memoriale è costituito dal resoconto ufficiale di un incontro segreto avvenuto il 23 luglio 2002 fra il primo ministro inglese Tony Blair e il suo gabinetto, avente per oggetto l’Irak. E’ difficile sopravalutare l’importanza di …

Leggi tutto »

Lasciate la politica iraniana agli iraniani

Alimentare la diffidenza tra Iran e Stati Uniti di Roger Howard Immaginate la vostra reazione se, durante le elezioni presidenziali di novembre, i mullah iraniani si fossero improvvisamente lanciati in un sermone di critiche contro il sistema democratico americano e avessero diffuso il loro messaggio attraverso le nostre televisioni e radio affinché tutti noi lo ascoltassimo: la democrazia negli Stati Uniti, avrebbero protestato probabilmente i mullah, è un processo corrotto che si è largamente determinato attraverso i donatori più ricchi, …

Leggi tutto »

LA BUGIA DEL SECOLO

“Tutta la guerra è basata sulla menzogna” — Sun Tzu, The Art of War Non c’e’ niente di nuovo in un governo che mente al proprio popolo per iniziare una guerra. Senza dubbio la maggior parte della gente preferisce vivere in pace che in una sanguinosa guerra, perciò ogni governo che brama per iniziare una guerra di solito mente ai propri cittadini per creare l’illusione che questi supportino la guerra e per farla sembrare l’unica possibile soluzione accettabile.

Leggi tutto »

RITORNO ALLA LIRA

DI SAVINO FRIGIOLA I risultati delle votazioni sui referendum di Francia ed Olanda, la messa in mora da parte della UE nei confronti dell’Italia, per lo sforamento del debito pubblico di oltre il 3 % rispetto al PIL, la presa di coscienza della stagnazione, divenuta vera e propria recessione economica nazionale, stanno mettendo in fibrillazione tutto il mondo politico ed economico. L’interpretazione più accreditata in merito al rigetto dello statuto europeo, da parte dei due Paesi che hanno votato, è …

Leggi tutto »

SIAMO CIRCONDATI

Lontano dalla nostra linea editoriale il presente articolo rende però molto bene l’idea sull’attuale paranoia americana La redazione Ovvero, come te la cavi con il Cinese? DI CRAIG ROBERTS Sun Tzu, l’antico filosofo guerriero Cinese che viene spesso citato dalle nostre istituzioni militari, scrisse: “Qualcuno che non è a conoscenza dei progetti del vicino non dovrebbe allearsi con lui.” Questa citazione mi è ritornata in mente ieri, mentre stavo camminando tra gli scaffali di un nuovo negozio a buon mercato, …

Leggi tutto »

UN EX MEMBRO DELL'AMMINISTRAZIONE BUSH AFFERMA:IL CROLLO DEL WTC

FU PROBABILMENTE UNA DEMOLIZIONE CONTROLLATA ED UN LAVORO “INTERNO” DI GREG SZYMANSKI Un ex economista del dipartimento del lavoro, che servì durante il primo mandato presidenziale di Bush, crede ora che la ricostruzione ufficiale sul crollo del WTC sia ‘fasulla’ e ritiene più probabile che sia stata una demolizione controllata a distruggere le Torri Gemelle e l’adiacente edificio n° 7. “Se una demolizione ha distrutto tre grattacieli e il World Trade Center l’11 settembre, allora la possibilità che si sia …

Leggi tutto »

L'ANNESSIONE DI CANADA E MESSICO

Il Consiglio per le Relazioni Estere medita l’abolizione delle frontiere, includendo Canada e Messico nella Fortezza America [Trascrizione di un servizio della CNN del 10 giugno 2005] DOBBS: La sicurezza delle frontiere è probabilmente la questione cruciale, nella lotta contro il terrorismo dell’islamismo radicale. Ma le nostre frontiere rimangono permeabili. Tanto permeabili che l’hanno scorso tre milioni di immigrati clandestini, quasi tutti provenienti dal Messico, sono entrati in questo paese. E’ incredibile, ma adesso una commissione sponsorizzata dal Consiglio per …

Leggi tutto »

Il disastro del Columbia nel 2003: la madre di tutti i presagi per il 2004

ED OLTRE DI HECTOR CARREON Los Angeles, Alta California Il primo gennaio 2004 segnerà la fine di un anno tumultuoso per il mondo e l’inizio di un futuro davvero incerto per l’intera umanità. C’è stato un avvenimento, all’inizio dell’anno scorso, che ha rappresentato non solo il segnale d’inizio dei terribili eventi che stanno ora accadendo in Iraq, ma anche un inquietante presagio per ciò che accadrà nel 2004 e negli anni a venire. Questo avvenimento si è realizzato il primo …

Leggi tutto »