Home / 2005 / aprile

Archivi mensili: aprile 2005

UK – IL PRIMO MINISTRO E' UN CRIMINALE DI GUERRA

Come Chamberlain negli anni 30, Blair è il pacificatore – “appeaser”* – di un pericoloso potere globale. Dovrebbe essere in prigione, piuttosto che trovarsi in procinto di affrontare una elezione. DI RICHARD GOTT Tony Blair è stato il peggior primo ministro dai tempi di Neville Chamberlain, una figura con la quale condivide un cero numero di caratteristiche significative. Chamberlain era un politico sicuro di sé e arrogante in maniera suprema, un eccellente oratore e un uomo profondamente religioso che affermava …

Leggi tutto »

MITI E REALTA' DELL'IMPERO USA

DI JAMES PETRAS Mito n. 1 Gli USA hanno un deficit commerciale enorme con la Cina, pari a 162 miliardi di dollari nel 2004. Realtà: L’affermazione trova due obiezioni principali: 1) quasi la metà del “deficit commerciale” è a favore delle aziende USA multinazionali che dalla Cina esportano nel mercato interno americano; 2) Le espressioni Cina e USA non rappresentano delle realtà, in quanto le transazioni commerciali avvengono all’interno di una rete mondiale o “impero”, dove l’aumento delle ‘esportazioni’ e …

Leggi tutto »

GIULIANA SGRENA CRITICA LA COSPIRAZIONE USA, E CHIEDE

AGLI USA E ALLL’ ITALIA DI LASCIARE L’ IRAQ Intervista a Giuliana Sgrena DI AMY GOODMAN Durante la sua piu’completa intervista finora rilascianta negli Usa, la giornalista Giuliana Sgrena critica il rapporto del Pentagono che assolve i soldati americani che aprirono il fuoco sulla sua macchina, ferendola e uccidendo uno dei piu’alti ufficiali dell’ Intelligence italiana. La Sgrena dice,” E’ importante che gli americani facciano pressione sul proprio governo affinche’ dica la verita’. Perche’ e’ nell’ interesse degli americani, la …

Leggi tutto »

I DIRITTI UMANI VISTI DALLA CASA BIANCA

Per gli Stati uniti «libertà» e «democrazia» vogliono dire soltanto elezioni. Sanità e istruzione Anch’essi sono garantiti dalla dichiarazione universale dei diritti dell’uomo. Ma a Washington non sembrano abbastanza importanti DI WILLIAM BLUM Per gli Usa «democrazia» equivale solo a «elezioni». Lavoro, cibo e diritto alla casa non rientrano nell’equazione. Dal 1959 l’America latina è stata testimone di una terribile serie di violazioni dei diritti umani – torture, desaparecidos, squadroni della morte, massacri di massa – perpetrate dai governi El …

Leggi tutto »

PERCHE' VALLANZASCA ADESSO MERITA LA GRAZIA

DI MASSIMO FINI Lettera aperta al presidente Ciampi Al Presidente della Repubblica Italiana, Carlo Azeglio Ciampi Signore, è col dovuto rispetto che mi permetto di inviarLe questa lettera aperta per segnalare alla sua attenzione la domanda di grazia che nei giorni scorsi Renato Vallanzasca, detenuto nel carcere di Voghera, condannato a quattro ergastoli e a 260 anni di reclusione, ha inoltrato alle Autorità competenti, non tanto -mi è parso di capire – perché speri in un accoglimento favorevole, ma per …

Leggi tutto »

QUESTO PAPA E' UNA DISGRAZIA PER IL MONDO E PER GLI EBREI

Un dirigente ebreo denuncia la scelta del cardinale Ratzinger come nuovo Papa. DEL RABBINO MICHAEL LERNER Secondo il rabbino Lerner sin da quando era in servizio con l’esercito nazista in Germania, attraverso il suo ruolo di capo delle forze che hanno annullato gli aspetti libertari del Vaticano II e hanno eliminato o ridotto al silenzio i suoi componenti più creativi (compreso i teologi tedeschi Eugene Drewermann e Hans Kung, il brasiliano Leonardo Boff, e numerosi altri eminenti pensatori sudamericani) a …

Leggi tutto »

115 ATLANTISTI CONTRO LA RUSSIA

La tragedia di Beslan ha dato luogo nella stampa occidentale, da settembre 2004, ad un’intensa campagna di propaganda mirante ad accreditare l’idea che la Russia sia ridiventata un paese totalitario. Un manifesto che riprende questa retorica sotto forma di lettera aperta è stato pubblicato a ottobre 2004 da tutta la stampa occidentale. I suoi firmatari vi sviluppano un discorso che ricorda quello di Ronald Reagan in merito all’“impero del male” sovietico. Con la loro voce, riflettono la volontà dei neo-conservatori …

Leggi tutto »

LA CHIESA E IL RELATIVISMO CULTURALE

DI DAVIDE POCCHIESA Ratzinger si dice in contrasto acerrimo con il relativismo culturale. Innanzitutto, con relativismo si intende ogni concezione filosofica che considera la realtà non conoscibile in se stessa ma soltanto in relazione alle particolari condizioni in cui i suoi fenomeni vengono osservati, e non ammette perciò verità assolute nel campo della conoscenza o principi immutabili in sede morale. Nello specifico, il relativismo culturale nasce con gli inizi del 1900. Fino ad allora si credeva che esistessero popoli con …

Leggi tutto »

IL NEW YORK TIMES IN FALLUJAH

E questo lo chiamate normale? DI MIKE WHITNEY Seattle, Washington “le cose sono quasi tornate alla normalità, qui. Abbiamo insegnanti e libri. Le cose stanno migliorando.” New York Times del 26-03-05 “Vital signs of a Ruined City Grow stronger in Fallujah” “sapevo che non avrei mai più potuto alzare la mia voce contro la violenza degli oppressi nei ghetti senza aver prima parlato chiaramente al più grande fornitore di violenza nel mondo oggi: il mio stesso governo” Reverendo Martin Luther …

Leggi tutto »

JFK e 9/11

SORPRENDENTI IRONIE, INTERESSANTI SOMIGLIANZE E CURIOSE COINCIDENZE PER DUE EVENTI SOSPETTI di Douglas Herman (A). Quindici minuti dopo che JFK fu assassinato, la polizia di Dallas diramò un comunicato riguardo ad un sospetto che corrispondeva all’esatta descrizione di Lee Harvey Oswald, sebbene Oswald non fosse né implicato nel fatto né fosse mai stata trovata la sua arma. Nei momenti successivi agli attacchi del 9/11, un passaporto bruciacchiato presumibilmente appartenente ad un dirottatore islamico fu trovato vicino alle rovine del WTC. …

Leggi tutto »

IL CAPITALISMO DELLE DISGRAZIE

DI NAOMI KLEIN L’estate scorsa, durante i sonnellini pomeridiani, la dottrina Bush della guerra preventiva ha fatto un altro balzo in avanti. Il 5 agosto 2004 la Casa Bianca ha creato un nuovo ufficio (Office of the Coordinator for Reconstruction and Stabilization, Ufficio del coordinatore per la ricostruzione e la stabilizzazione) con a capo l’ex ambasciatore in Ucraina Carlos Pascual. Il suo compito è di elaborare piani “post conflitto” per 25 paesi al momento non in conflitto. Secondo Pascual l’ufficio …

Leggi tutto »

I PERICOLI DEL PENSIERO.

Anonimo 13 aprile 2005. Non conosco l’autore, il pezzo mi è stato inviato da un amico di Ottawa. Probabilmente si tratta di un americano che ha discusso recentemente una tesi di dottorato. – Paul Harris Axis of Logic Columnist. Tutto è cominciato così, in modo innocente. Mi sono messo a pensare durante le feste, così, qualche volta, giusto per divertimento. Però, inevitabilmente, un pensiero tira l’altro e così ben presto ho cominciato a pensare anche quando non ero in compagnia. …

Leggi tutto »

DR. DAVID KELLY – TUTTE LE PROVE PORTANO AD UN ASSASSINIO

Il dott. Kelly, uno dei maggiori esperti di armi per il governo britannico, espose il caso per la conquista dell’Iraq, dipingendolo come una collezione di bugie. Disse la verità sul falso dossier contenente le prove contro l’Iraq. Il più importante uomo del governo britannico e il servizio di Intelligence scrissero e firmarono un falso dossier di prove contro l’Iraq, ma grazie al dott. Kelly adesso tutto il mondo ne è a conoscenza. Kelly sapeva che la sua vita come pure …

Leggi tutto »

LA MORTE DI RAFIK HARIRI

A chi giova la destabilizzazione del Libano? L’assassinio di Rafik Hariri ripropone lo spettro della guerra civile o dell’invasione straniera in Libano. Come gli attentati che si sono succeduti a Beirut, mira a destabilizzare il paese ed a colpire la Siria. Ma quali interessi persegue questo gioco? Il giornalista rumeno Vladimir Alexe propone degli elementi per rispondere. Gli Stati Uniti, che hanno posto l’Iran e la Siria nell’elenco degli Stati di cui vogliono “cambiare il regime” nel 2005, hanno reagito …

Leggi tutto »

IL MILLENARISMO E LA POLITICA MONDIALE

DI MAURIZIO BLONDET Nel gennaio 2002, il servizio postale privato americano UPS recapitò un pacco all’indirizzo sbagliato. La persona che lo aprì, un ignaro cittadino di Staten Island, New York, vi trovò: tessere d’identità falsificate di agenti della DIA (Defense Intelligence Agency, il servizio segreto militare), falsi certificati di nascita e tessere della Sicurezza Sociale (che in Usa vengono spesso usati come carte d’identità); diversi documenti parimenti falsificati che identificavano il portatore come membro delle Multinational Forces and Observers Mission …

Leggi tutto »

''Imagine'' e il Corano. Ascoltare Lennon a Istanbul

La Turchia, cerniera tra Occidente e Oriente, dove Maometto convive con lo Stato secolarizzato di Kemal Ataturk. Spesso senza troppe domande DI MICHAEL DICKINSON Anche dopo vent’anni di permanenza a Istanbul, continuo a lamentarmi quando il richiamo del muezzin mi scuote bruscamente dal sonno alle cinque del mattino. Mi rigiro nel letto e aspetto che finisca per poter sonnecchiare altre due ore, per poi essere richiamato all’ordine dalla sveglia, a un’ora meno indecente. Tuttavia, da quando il mondo musulmano ha …

Leggi tutto »

LA BRIGATA LEGGERA AUSTRALIANA VA ALLA CARICA IN IRAQ

Nella Valle della Morte cavalcarono i cinquecento australiani (1), ai diretti ordini di New York. Poi sarà la volta dei cavalleggeri statunitensi, alla carica nella Palestina occupata, per salvare gli ebrei. DI JOE VIALLS Come molti lettori avranno notato, tutte le nazioni della terra (a eccezione di America e Gran bretagna) stanno ritirando le loro forze di invasione illegale dall’Iraq sovrano, e rifiutano ogni ulteriore appoggio alla criminale “Coalizione dei Volenterosi” di Wall Street. Be’, QUASI tutte le nazioni della …

Leggi tutto »

STALINISMO PAPALISTA

Il Vaticano ha scelto il capo degli inquisitori DI MARC COOPER Dopo due giorni di incontri a porte chiuse ecco le ultime notizie dal Politburo del Vaticano. I drappi rossi della loggia segreta si aprono su piazza e alle masse in attesa viene letto il seguente comunicato: “Compagni! Le forze dell’umanesimo degenerato, dell’individualismo decadente, della omosessualità lasciva, del femminismo opportunista e del pensiero critico senza fondamenti hanno ricevuto un colpo mortale dopo che il Presidio dei Cardinali del Popolo ha …

Leggi tutto »

Holy Warriors

Cardinal Ratzinger handed Bush the presidency by tipping the Catholic vote. Can American democracy survive their shared medieval vision? By Sidney Blumenthal 04/21/05 “Salon.com” – – President Bush treated his final visit with Pope John Paul II in Vatican City on June 4, 2004, as a campaign stop. After enduring a public rebuke from the pope about the Iraq war, Bush lobbied Vatican officials to help him win the election. “Not all the American bishops are with me,” he complained, …

Leggi tutto »

Discorso di Piero Calamandrei agli studenti milanesi

Piero Calamandrei (1889-1956) Discorso agli studenti milanesi (1955) La Costituzione non è una macchina che una volta messa in moto va avanti da sé. La Costituzione è un pezzo di carta, la lascio cadere e non si muove: perché si muova bisogna ogni giorno rimetterci dentro il combustibile; bisogna metterci dentro l’impegno, lo spirito, la volontà di mantenere queste promesse, la propria responsabilità. Per questo una delle offese che si fanno alla Costituzione è l’indifferenza alla politica. È un po’ …

Leggi tutto »

Il disturbo delle agenzie di spionaggio viene da Fort Meade

L’orecchio dell’America sulla guerra al terrore tormentato da morale basso e fallimenti dirigenziali di Wayne Madsen Fin’ora, ben poco e’ stato riportato su come le disastrose politiche di intelligence dell’amministrazione Bush abbiano condizionato l’agenzia di sicurezza nazionale (National Security Agency – NSA). Secondo alcuni interni della NSA, il capo dell’agenzia di intelligence per la raccolta di messaggi (SIGINT) e’ stato tormentato da faide interne, da fallimenti della direzione e da pressioni politiche esterne, che hanno assillato altre agenzie di intelligence …

Leggi tutto »

L'IMPERO ACCELLERA

DI GIULIETTO CHIESA Metti insieme i dettagli ed ecco emergere il ritratto della situazione, sempre più netto con il passare dei mesi, sempre più inquietante. Il secondo mandato di George Bush sarà come il primo, più duro del primo. L’Impero non solo non dà segni di volersi fermare a riflettere, ma procede, anzi accelera; travolge chi si contrappone… Condoleeza Rice, il nuovo segretario di Stato, torna in Europa per la seconda volta in pochi mesi. Come un’Erinni infuriata mette piede …

Leggi tutto »

LATOUCHE: " LO SVILUPPO E' SEMPRE INSOSTENIBILE"

Parla l’economista “eterodosso” francese , fondatore del Movimento antiutilitarista Latouche: “Lo sviluppo è sempre insostenibile” DI BENETTA ALEDDA Sin dagli anni Settanta l’economista “eterodosso” Serge Latouche constata il fallimento del progetto occidentale di sviluppo in Africa. Nel 1981 fonda con Alain Caillé il “Mauss” (Movimento Antiutilitarista nelle Scienze Sociali). Oggi non risparmia le sue critiche a chi vorrebbe aggiungere una dimensione etica all’economia senza metterne in discussione i fondamenti. E loda l’Argentina per aver ripudiato il debito. Il suo ultimo …

Leggi tutto »

THE ANTI-EMPIRE REPORT, No. 19

DI WILLIAM BLUM La democrazia – o sono le forze militari americane?—in marcia. Non capisco tutto questo parlare delle azioni americane in Iraq e Afghanistan che sembra abbiano ispirato un cosiddetto movimento democratico nel Medio Oriente. Beh, in realtà, lo capisco benissimo. La gente cerca disperatamente di trovare qualcosa di buono in tutto quell’orrore che si è abbattuto sulla regione a causa degli interventi americani, qualcosa che li rassicuri che la loro nazione non sia poi così nel torto, dopotutto, …

Leggi tutto »

MENU’ DI CARNE SELVATICA

Legami tra fame, ricchezza e commercio internazionale DI SUSAN MILIUS Nel mercato di un grande magazzino, una dozzina di venditori mostrano tavole di carne affumicata ammucchiate una sull’altra, con prezzi che vanno dai 5 agli 8 dollari ogni libbra (1 libbra = 454 grammi ca.). I venditori rispondono volentieri a domande riguardanti la loro merce, che proviene da scimmie, piccole antilopi e roditori come il trinomio swinderiano (Il trinomio swinderiano è l’equivalente italiano di ‘cane rat’, e deriva dal termine …

Leggi tutto »

UN PAPA TEDESCO

DI IDA MAGLI Sebbene fossero molti coloro che davano come possibile successore di Wojtyla il Cardinal Joseph Ratzinger, io ritenevo che non sarebbe stato nominato proprio perché tedesco. Mi sbagliavo: malgrado sia io a sapere meglio e più di qualsiasi altro che l’unica cosa che i governanti d’Europa perseguono è l’Impero Europeo, ritenevo che la nomina di un Papa tedesco avrebbe rivelato con eccessiva evidenza una realtà davvero scomoda, ossia che la leadership dell’Europa è nelle mani della Germania. Pensavo …

Leggi tutto »

CALIPARI, JOHN NEGROPONTE SAPEVA (E HA AGITO)

L’ambasciatore Usa ha contrastato l’intelligence italiana DI GIGI MALABARBA* Il generale Mario Marioli, numero due del Multinational Corps Iraq, nella sua testimonianza di fronte ai magistrati sostiene che il 4 marzo non ha informato la catena di comando americana dell’azione in corso per la liberazione di Giuliana Sgrena: è la verità, ma solo una parte della verità. Tengo a precisare, dato l’incarico parlamentare che ricopro, in particolare nei confronti della Procura della Repubblica di Roma, che sulla vicenda che ha …

Leggi tutto »

I DUE VOLTI DELLA COCA-COLA

Non sempre la CocaCola è buona come sembra. Una raccolta di due articoli che mostrano come essa sia un brutale datore di lavoro. La Coca Cola non può nascondere il suo crimine in Colombia http://www.killercoke.org/crimes-isidro.htm Isidro Segundo Gil, operaio di una fabbrica di imbottigliamento per la Coca-Cola in Colombia, fu ucciso sul posto di lavoro da forze armate paramilitari [il 5 Dicembre 1996]. I suoi bambini, che adesso sono costretti a vivere nascosti con i parenti, capiscono fin troppo bene …

Leggi tutto »

GORDON ENGLAND, UN MERCANTE DI CANNONI AL PENTAGONO

Il nuovo “numero 2” del Pentagono, Gordon R. England, non è un ideologo come il suo predecessore Paul Wolfowitz, ma un uomo d’affari. Ha ristrutturato e re-indirizzato la General Dynamics, vittima del disarmo nei primi anni ‘90, e ne ha fatto il 4° fornitore delle forze armate statunitensi. Dovrebbe spingere gli interessi dell’impresa, in occasione della prossima guerra, a sfavore della Raytheon e della Northrop Grumman. Più che mai, il complesso militare-industriale impone la sua politica a Washington. Il presidente …

Leggi tutto »

“L’EPICA LOTTA PER IL PREDOMINIO MONDIALE”

La guerra globale degli USA per impadronirsi delle risorse energetiche mondiali. DI NIGEL H MAUND Panoramica La guerra per le materie prime è fondamentale per la conquista dell’egemonia politica mondiale e per la stessa sopravvivenza economica degli USA, in qualità di unica iperpotenza, oltre a risultare determinante per convincere il resto del mondo a modellarsi sul suo esempio. Un’eventuale contrapposizione culturale, economica e politica non solo mette a rischio l’attuale egemonia USA ma può trasformarsi in una sfida della nascente …

Leggi tutto »