Home / 2005 / marzo / 23

Archivi giornalieri: 23 Marzo 2005 , 21:55

L’ormai scomparsa economia americana

Trasferire l’innovazione all’estero…e tutto il resto DI PAUL CRAIG ROBERTS Un paese non può definirsi superpotenza senza essere all’avanguardia nei settori tecnologicamente avanzati; già mentre scrivo la superiorità tecnologica americana sta svanendo. Il tutto è cominciato nel momento in cui le aziende tecnologiche americane hanno cominciato ad affidare all’estero le proprie produzioni. Oggi ci troviamo nella situazione in cui aziende americane vendono prodotti fabbricati in Asia sotto il loro marchio americano. Gli ideatori di questo sistema, e i loro apologeti, …

Leggi tutto »

CON LA CONTINUA CADUTA DEL DOLLARO LA NUOVA VALUTA IMPERIALE

PUO’ DIVENTARE LO YUAN CINESE DI FRANZ SCHURMANN Un secolo fa la sterlina inglese, allora al suo massimo, assieme alle altre valute collegate attraverso le colonie, regnava incontrastata su tutto il mondo. Però mezzo secolo dopo era seriamente indebolita a causa della seconda guerra mondiale, mentre il dollaro diventava la prima valuta mondiale. Oggi, dopo un altro mezzo secolo, è la volta dell’America di abbandonare la potenza del dollaro in favore di un’altra valuta imperiale? La circolazione delle valute imperiali …

Leggi tutto »

IL DIRITTO ALLA MORTE NATURALE

DI MASSIMO FINI Ai vecchi tempi Terri Schiavo avrebbe reso l’anima a Dio quindici anni fa quando un precocissimo infarto, dovuto molto probabilmente a una feroce cura dimagrante che aveva portato il suo peso da 90 chili per un metro e sessanta d’altezza a 50, le ha leso le funzioni cerebrali. Aveva 26 anni. Da allora è tenuta in vita artificialmente, in un’ospedale della Florida, con una sonda gastrointestinale che la nutre. Poiché i medici non volevano saperne il marito …

Leggi tutto »

DOPO LA GUERRA VIENE IL CANCRO

Le informazioni raccolte per un progetto di ricerca tedesco sull’uso di munizioni all’uranio impoverito in Iraq mostra che quando le donne irachene temono per la salute dei loro bambini, lo fanno per un buon motivo. Dopo due guerre dove sono stati bruciati pozzi di petrolio, bombardate fabbriche chimiche ed usate munizioni radioattive, le donne irachene, quando partoriscono non chiedono per prima cosa se è un bambino o una bambina ma se è normale o deforme. Il numero di casi di …

Leggi tutto »