Home / 2005 / febbraio

Archivi mensili: febbraio 2005

BUSH E CAMUS SULLA LIBERTA'

“Pareva tanto dannatamente sicuro di sé, vedete” Di GARY LEUPP Lo sappiamo che ci sono molti ostacoli e sappiamo che la strada è lunga. Albert Camus lo ha scritto, “La libertà è una corsa a lunga distanza.” Siamo impegnati in quella corsa per tutta la sua durata — e c’è ragione di essere ottimisti. L’oppressione non è l’onda del futuro; è la disperata tattica di alcuni uomini che guardano indietro. Le nazioni democratiche crescono in forza perché ricompensano e rispettano …

Leggi tutto »

IL GRILLO DELLE VERITA'

I politici sono superati: non ci rappresentano più. Solo il web ci può salvare. Io non voglio votare pro o contro Fassino. Voglio votare pro o contro Scaroni, Tronchetti Provera, Romiti, perché è questa gente che mi cambia la vita…. DI ANDREA SCANZI Nel 1991, un sondaggio Abacus attestò che Beppe Grillo era il comico più famoso d’Italia. Oggi, a giudicare dai Palasport puntualmente pieni, non molto è cambiato. Eppure Grillo non fa più televisione. Da molto tempo. Niente più …

Leggi tutto »

POLITICS AND THE LANGUAGE

George Orwell, collected essays. (How, decadence of language, can be an instrument at service of totalitarianism and regimes.) Most people who bother with the matter at all would admit that the English language is in a bad way, but it is generally assumed that we cannot by conscious action do anything about it. Our civilization is decadent, and our language—so the argument runs—must inevitably share in the general collapse. It follows that any struggle against the abuse of language is …

Leggi tutto »

L’AMERICA ED IL SUO NUOVO CUORE DI TENEBRA

Le comodità ci hanno reso tutti dei codardi silenziosi DI JOHN KAMINSKI …il potere assoluto corrompe in modo assoluto – Lord Acton La sola cosa che un uomo possa tradire è la sua coscienza – Joseph Conrad “Lo facciamo perché possiamo” ha detto il militare compiaciuto. E con questa filosofia, la macchina da guerra corporativa americana cerca di trascinare il mondo alla tomba. Mi rimbombano ancora nelle orecchie le parole dell’ex generale e di recente Segretario di Stato Colin Powell: …

Leggi tutto »

PRODI, FUORI IL PROGRAMMA

DI URIEL E’ buffo come la politica ti arrivi addosso anche se non hai la TV. Leggo in giro le ultime dichiarazioni da parte dell’ Innominato. A sentire lui, l’Italia sarebbe in “Bonus” perchè, anche se strapiena di debiti, ha un capitale pari ad 8 volte il PIL e uno stile di vita tra i piu’ elevati d’Europa. Ora, che questa sia una boiata pazzesca non c’e’ motivo di spiegarlo, e dubito che l’ Innominato non lo sappia. Ma allora …

Leggi tutto »

RICHARD OXMAN: ''L'OSCAR AI TEMPI DI GUERRA''

DI BIANCA CERRI Sta per iniziare la battaglia per aggiudicarsi gli Oscar del cinema, che verranno consegnati questa notte, a cavallo tra il 27 ed il 28 febbraio. Per l’occasione, ci siamo avventurati in un’analisi sull’industria di Hollywood, attraverso un’intervista esclusiva che Richard Oxman ha concesso a Reporter Associati. Oxman, cattedra di storia della cinematografia alla Reugers University, è una delle persone più qualificate a guidarci nei meandri della nobile arte. Mr. Oxman: per quale motivo, persino in un’epoca come …

Leggi tutto »

10 NO AI TERMOVALORIZZATORI

NO ai crimini contro l’umanità, smentiamo le tante bugie sui termovalorizzatori!!! Noi del SavutoAntagonista, a sostegno della popolazione di Campagna, continuiamo ad urlare i nostri 10 no ai termovalorizzatori: 1. nuocciono gravemente alla salute. Nelle complesse e spesso sconosciute reazioni chimiche di combustione, materiali leggermente tossici producono cancerogeni e derivati altamente tossici, come diossine e furani. Numerose pubblicazioni smentiscono la più grossa e pericolosa bugia: quella che i termovalorizzatori sicuramente non fanno male. L’esposizione al cadmio può provocare patologie polmonari …

Leggi tutto »

STEPHEN ADLEY, CONSIGLIERE DELLA SICUREZZA NAZIONALE

L’amministrazione Bush II Sconosciuto al grande pubblico, Stephen Hadley ha condotto una brillante carriera all’ombra di Brent Scowcroft e di Condoleezza Rice. Avvocato d’affari condannato per truffa, diviene poi consigliere del primo fabbricante mondiale d’armi, Lockeed Martin. Egli forma il candidato George W. Bush, redige la nuova dottrina nucleare, prepara la creazione del dipartimento di Sicurezza della patria, supervisiona gli ingressi nella NATO e “vende” l’invasione dell’Iraq. Fedele: egli protegge Bush padre dallo scandalo dell’Irangate e Bush figlio dalle menzogne …

Leggi tutto »

CHE FINE HA FATTO IL SOGNO AMERICANO?

Il modello americano: per anni il mondo ha sognato di copiare lo stile di vita americano. Ma oggi gli altri paesi trovano esempi migliori in casa propria. DI ANDREW MORAVCSIK Fino a non molto tempo fa il sogno americano era anche una desiderio mondiale. Gli americani non erano i soli a considerarsi il faro della civiltà, lo pensavano anche gli altri. Gli europei dell’est si sintonizzavano su Radio Free Europe, gli studenti cinesi avevano costruito una copia della statua della …

Leggi tutto »

UN ANIMALE DI NOME HOMO

DI ANDREA CESANELLI L’essere umano è un animale terreno esattamente come tutti gli altri. Nasce, vive, muore ed è guidato dagli stessi istinti degli altri animali. Questo è evidente a chiunque guardi se stesso in modo concreto e realistico, e si rapporti, sempre in modo concreto e realistico, agli altri animali terreni. La differenza tra l’animale terreno Homo Sapiens Sapiens e gli altri animali terreni sta tutta nella evoluzione dell’organo cerebrale. La specie umana si è evoluta e caratterizzata per …

Leggi tutto »

NON C'E' POSTO PER LE VITTIME

Le persone che hanno perso i loro cari in attacchi terroristici hanno deciso di riunirsi. Ma una sola sala non li contiene tutti. DI ANNA POLITKOVSKAJA Per la prima volta nella storia della Russia a Mosca si sono riunite le persone che hanno perso i loro cari negli attentati terroristici del periodo putiniano e coloro che durante questo periodo sono rimasti ostaggi. I promotori dell’iniziativa sono gli ex ostaggi del Nord- Ost. La data dell’incontro è stata il 15 febbraio. …

Leggi tutto »

I FASTI DEL CMIM (CORO MEDIATICO INDIPENDENTE MONDIALE)

DI GIULIETTO CHIESA George W.Bush non sarà un’aquila, ma bisogna riconoscergli (a lui o ai suoi consiglieri, primo tra tutti Paul Wolfowitz) una notevole sagacia propagandistica. In meno di quindici giorni ha fatto credere al mondo intero (quello occidentale, l’unico che rientri, seppure a fatica, nel suo orizzonte) di avere vinto le elezioni irachene e di avere con-vinto gli alleati europei della sua buona disposizione verso di loro (dopo averli brutalmente schiaffeggiati nel corso del suo primo (si fa per …

Leggi tutto »

UCCIDERE IL MESSAGGERO

DI JEREMY SCAHILL Uno dei più importanti dirigenti dell’informazione via cavo, Eason Jordan della CNN, è stato costretto a dimettersi dopo aver partecipato ad un dibattito al Forum dell’Economia Mondiale a Gennaio. In un momento di rara sincerità, sembra che Jordan abbia detto che i militari degli Stati Uniti avevano preso di mira una dozzina di giornalisti che erano stati uccisi in Iraq. I commenti hanno provocato una tempesta su Internet, fomentata dai sostenitori di Destra, che hanno condotto Jordan …

Leggi tutto »

ESORCISMI

DI LORENZO GALBIATI Dunque, vediamo. Il principino Harry, figlio di Carlo di Inghilterra, si presenta a una festa in divisa nazista con una bella svastica al braccio; la nobiltà e i benpensanti inglesi si scandalizzano; l’ondata di indignazione oltrepassa la Manica e arriva nel continente. In Europa il più sensibile al riprovevole gesto principesco è il commissario Franco Frattini, che si fa promotore di un’iniziativa volta a proibire in tutta l’Unione l’esposizione del simbolo della svastica; alcuni parlamentari popolari di …

Leggi tutto »

IL PIANISTA DELLA PALESTINA

DI OMAR BARGHOUTI   Mentre guardavo il film Il Pianista, sono stato colpito dalle similitudini tra il trattamento degli Ebrei Polacchi da parte degli occupanti Tedeschi ed il trattamento dei Palestinesi da parte degli Israeliani. Ma quando sono giunto alla scena in cui soldati Tedeschi costringono musicisti Ebrei a suonare per loro ad un posto di blocco, ho pensato tra me e me: ” questo i soldati israeliani non l’hanno ancora fatto ai Palestinesi.” Sfortunatamente, mi sbagliavo. Lo scorso Novembre, …

Leggi tutto »

SIRIA: UN OSTACOLO IMPREVISTO

Quei missili Strelets che la Russia ha venduto alla Siria DI VICTOR LITOKVINE Durante la sua conferenza stampa del 15 Febbraio 2005, il generale Sharon ha espresso le sue inquietudini a proposito della vendita di missili russi alla Siria. Israele, che continua ad occupare le aziende agricole del sud del Libano e il Golan siriano, teme che queste armi siano in parte destinate al movimento di resistenza Hezbollah, che qualifica «terrorista» e d’altra parte siano utilizzate per respingere Tsahal (esercito …

Leggi tutto »

LA STRAGE DI VERONA: GESTO INCONSULTO? LA VERITÀ È ALTRA

Un filo rosso sangue lega la strage di Verona di febbraio 2005 alla banda della Uno bianca ed a molti delitti recenti. Il quadro che emerge da tutto l’assieme è coerente e decisamente inquietante. I due giovani poliziotti freddati a Verona durante un servizio di pattugliamento non potevano immaginare che dentro quell’auto, in una fredda notte di febbraio 2005, oltre al corpo di una povera giovane ucraina ci fosse un “terminator”, una spietata macchina addestrata per uccidere. Già si parla …

Leggi tutto »

PARLANDO CON IL NEMICO

All’interno del dialogo segreto tra gli Stati Uniti e gli insorti in Iraq – e cosa i ribelli vogliono DI MICHAEL WARE L’incontro segreto sta avendo luogo nelle viscere di una base a Baghdad, un palazzo lugubre, austeramente sorvegliato, posto nella green zone controllata dagli Stati Uniti. Il negoziatore iracheno, un componente di mezza età del vecchio regime di Saddam Hussein e rappresentante massimo della sottoscritta rivolta nazionalista, siede a un lato del tavolo. E’qui per parlare a due membri …

Leggi tutto »

ISRAELE, LIBANO E IL PROCESSO DI PACE

DI NOAM CHOMSKY Il Libano è stato la vittima del conflitto arabo-israeliano per oltre mezzo secolo. Nel 1948, e ancora nel 1967, è stato considerato la discarica dei palestinesi che fuggivano, o che venivano cacciati dall’esercito israeliano La Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo (10 dicembre 1948), ribadita in modo esplicito nella risoluzione dell’ONU n. 194, approvata all’unanimità il giorno successivo, e ribadita ogni anno, ha riconosciuto loro diritto di tornare nel proprio paese, o di ottenere in cambio un’adeguato indennizzo. …

Leggi tutto »

L'IMPOSSIBILE RICONCILIAZIONE

DI GIULIETTO CHIESA Tutti i media occidentali hanno celebrato la “riconciliazione” tra Bush e l’Europa, tra l’America e l’Europa, la ripresa delle relazioni euroatlantiche, eccetera eccetera. Chi lo ha fatto – e sono gli europeisti convinti – dicendo che il presidente Usa ha finalmente riconosciuto che l’Europa è ormai un gigante mondiale, un co-protagonista, cioè sottolineando che gli Stati Uniti sono venuti a Canossa… E c’è stato chi lo ha fatto, al contrario, mettendo in risalto che l’Europa ha finalmente …

Leggi tutto »

E' "EBREO" IL NUOVO ORDINE MONDIALE ?

DI HENRY MAKOW Iniziamo con dare una definizione di “Nuovo ordine mondiale.” Lo scopo del Nuovo ordine mondiale è il desiderio dei grandi banchieri del mondo di tradurre il loro ampio potere economico in istituzioni globali permanenti per il controllo politico e sociale. Il loro potere è basato sul loro monopolio sul credito. Usano l’accreditamento del governo per stampare i soldi e richiedono al contribuente di pagare miliardi per il loro interesse. Le banche centrali come la Federal Reserve fingono …

Leggi tutto »

IL RAPIMENTO DI GIULIANA SGRENA NELLE PAROLE DI HAMID MIR*

Ringraziamo gli autori del contributo inviatoci DI ROBERTO SAVIANO E SERGIO NAZZARO Secondo il tuo parere perché è stata rapita Giuliana Sgrena ? “Giuliana Sgrena è stata rapita a causa della presenza di truppe italiane in Iraq. Sta pagando il prezzo della politica del governo italiano. Io penso che i rapitori siano ribelli Sunniti, e sono certi che lei non sia una spia e che è contro la guerra in Iraq. Il governo italiano non ha fatto niente di serio …

Leggi tutto »

UN CALCIO NEL SEDERE

DI SHEILA SAMPLES E’ un peccato che Bush non capisca quello che succede nel mondo che così arrogantemente crede gli appartenga. Il suo viaggio in Europa è un malcelato tentativo di pretendere aiuto per la prossima invasione dell’Iran. Un’invasione, secondo l’ex ispettore dell’ONU Scott Ritter, che Bush ha già approvato e che scatterà nel prossimo giugno 2005. Anche se i principali mezzi di comunicazione si rifiutano ostinatamente di indagare o di riportare una notizia così importante, Ritter, rivolgendosi il 19 …

Leggi tutto »

I GIORNALISTI E LA GUERRA AMBIGUA

DI MASSIMO FINI La notizia più importante di ieri non è il discorso di George W. Bush, col quale il presidente Usa, rivolgendosi agli europei dichiara, con molta retorica e un pizzico di ingenuità, che “nessuna potenza sulla terra ci dividerà mai” (in realtà nulla è più legato agli inevitabili mutamenti portati dall’inesorabile cammino della Storia delle alleanze internazionali) e afferma l’indissolubile amicizia fra Stati Uniti ed Europa purché, naturalmente, questa ultima si assoggetti agli interessi e ai progetti americani, …

Leggi tutto »

UNA PRESENTAZIONE DI COMEDONCHISCIOTTE

DI TRUMAN BURBANK ComeDonChisciotte In risposta ad un altro sito di informazione che ci chiedeva una breve descrizione di quello che vuole essere il nostro sito Comedonchisciotte, abbiamo preparato una descrizione. Con l’occasione abbiamo cercato di chiarire un po’ anche a noi stessi quello che facciamo, perchè spesso un sito internet si forma da solo in base alla sua storia, ai suoi redattori, agli utenti. Serve quindi ogni tanto distaccarsi dall’attenzione spasmodica al mondo circostante, dalla disperata ricerca di brandelli …

Leggi tutto »

LA RICE E IL NUOVO PARADIGMA NERO

DI ERIN AUBRY KAPLAN Il mese della celebrazione della storia del popolo nero è sopra di noi e sembra già che pesi una tonnellata. Non ho mai compreso completamente il concetto di relegare al mese di febbraio – che come ogni comico nero sottolinea è il mese più corto dell’anno – perché sembra sempre che valga meno un omaggio di una segregazione, un sostituto perenne per l’incorporazione della storia nera dentro la più vasta narrativa americana esposta nei testi scolastici, …

Leggi tutto »

L’AMERICA NON E’ PIU’ LA “NAZIONE INDISPENSABILE”

DI MICHAEL LIND Durante il suo secondo discorso inaugurale, intriso di zelo evangelico, G.W. Bush ha dichiarato: “Oggi l’America parla nuovamente ai popoli del mondo..” Però i popoli del mondo, a quanto pare, non la stanno a sentire. Sta infatti emergendo un mondo nuovo, la cui struttura viene ideata in Asia e in Europa, con incontri a cui gli americani non sono stati invitati. Prendiamo per esempio l’Asean Plus Three (APT) che unisce i paesi membri della Association of Southeast …

Leggi tutto »

The Evolution of Revolution – Part II: Where Flags Do Not Rise

By Manuel Valenzuela Humanity and the Tribe From the heaven’s above and in space beyond, outside the dimensions of Earth’s rounded surface, where one can almost grasp the stars and the darkness that is the universe, contemplating and exploring the vastness of an energy not fathomable by primitive minds, a small yet lively planet can be witnessed revolving around its axis, divided into day and night, going about its daily existence, exhibiting its cloud cover and vast oceans, its green …

Leggi tutto »

L’ASSASSINIO DI HARIRI ASSECONDA I PIANI DI WASHINGTON

DI MIKE WHITNEY Per cercare di capire chi ha eliminato Rafik al-Hariri non bisogna andare troppo lontano, basta andare a Baghdad dove è in costruzione una ambasciata USA dal costo di 1 miliardo e mezzo di dollari. La nuova ambasciata, la più grande del suo genere nel mondo, darà lavoro a 1.800 dipendenti e costituirà il centro nervoso dell’attività politica ed economica americana. Che cosa c’entra con la morte di Hariri? Serve a dimostrare che gli USA stanno costruendo un …

Leggi tutto »

SCUOIATI VIVI

Gli allevamenti di animali da pelliccia in Cina Scuoiati vivi Quando recentemente degli agenti in incognito hanno fatto irruzione negli allevamenti Cinesi, hanno scoperto che molti animali sono ancora vivi e lottano in modo disperato mentre vengono pestati o scuoiati. Una volta appesi per gli arti inferiori o per la coda, gli operai iniziano a tagliare e quindi a scuoiare la pelliccia partendo da una zampa e intanto, l’arto rimasto libero scalcia e si contorce. Gli operatori calpestano con forza …

Leggi tutto »