Home / ComeDonChisciotte / WINDOWS 10, LA VERA JADE HELM
15129-thumb.jpg

WINDOWS 10, LA VERA JADE HELM

DI GORDON DUFF

veteranstoday.com

Che gioco malato è mai questo!

E’ ormai una settimana che uso Windows 10. Visto che nessuno sta dicendo il vero su questa mostruosità, vi parlerò direttamente di alcune delle cose che stanno realmente accadendo su questo “brillante e perfetto sistema operativo”.

L’immagine di cui sopra è relativa ad un crash di Internet Explorer, che non si apre senza una rimozione seguita da una re-installazione di Windows 10 che, come se non bastasse, ha disabilitato anche il “drag and drop” ed il “copia e incolla” su Skype, che è peraltro un programma della stessa Microsoft.

Se disponete di un sistema Windows 7, tutto quello che Windows 10 vi darà sarà costituito dagli schermi bloccati, dai continui e complicati riavvii, dagli stacchi della spina elettrica (o dalla rimozione delle batterie, come su un telefono della Samsung), da un adware maligno ed infine da un computer che non è in grado di prendersi cura di se stesso.

Windows 10 vi darà un nuovo browser, “Edge”, che non è in grado di copia-incollare e che non funziona con WordPress e con molti altri programmi assolutamente vitali. Sembrerebbe essere come Google Chrome, ma manca di alcune delle sue caratteristiche e non ha alcun add-on disponibile.

In poche parole, non avrete alcun controllo su “Edge” e nessuna possibilità di poterlo utilizzare bene. “Edge”, semplicemente, è un programma simile a Google Chrome, ma caricato di molto adware.

Perché dovreste avere un browser “sottile” quando, ad ogni nuova schermata, troverete adware a sufficienza da farvi pensare che, per abboccare, dovreste essere così stupidi da fare clic finanche sulle “esche” di Newsmax o dell’Huffington Post?

E che dire sull’assistente “Cortana”? “Cortana” ha una risposta per tutto. Vi porta prima su “Edge” e poi su “Bing Search”, il peggior motore di ricerca al mondo, peggiore finanche di www.zioneocon.com, l’autentica peggior spazzatura di Google.

Basta un colpo di tosse nei pressi del vostro computer e finirete su Bing a leggere pagine e pagine di adds su quale sia la miglior medicina per la tosse.

Per quanto riguarda le funzioni di gestione e di riparazione, Microsoft si sta muovendo in direzione del mondo Apple, nascondendo il sistema di “Ripristino della Configurazione di Sistema” sotto un oscuro link del “Pannello di Controllo”. In compenso, è più facile trovare le “funzioni di riparazione” che cancellare i dati o disinstallare le “applicazioni”, programmi per cui avete speso migliaia di dollari.

Si tratta di un’enorme truffa.

Vi ho già detto che Windows si blocca continuamente? Oh sì, lo fa e poi come! Anche l’idiotissimo Control-Alt-Delete non funziona. Anche Task Manager non funziona mai e qualunque programma può concludersi in qualsiasi momento con un bel: “non risponde” – che richiede un riavvio forzato che si può ottenere solo staccando la spina.

Fino ad ora mi è capitato di doverlo fare oltre 30 volte.

La “game performance”, comunque, è impressionante. La grafica è superba, e questo è degno di nota. Per quanto riguarda tutto il resto, diciamolo chiaramente, “No”.

Se poi utilizzate il computer per lavorare, con questo nuovo programma la Microsoft vi dice, in pratica, di andare dalla Apple. Non potete fidarvi di Windows 10 per il vostro lavoro on-line!

Da rilevare che sto usando una macchina basata sulla game-quality AMD/Nvidia , con un alimentatore enorme, tonnellate di ram, 6 processori e una scheda-madre di livello militare.

Ci sono voluti 5 tentativi per installare Windows 10, con i primi quattro che sono stati necessari solo per chiedermi qual’è il mio codice-seriale di Windows 7, perché il sistema rifiutava quello giusto. Al quinto tentativo Windows 10 non ha chiesto più niente ed ha fatto un’ottima installazione la cui qualità, però, si è continuamente deteriorata, giorno dopo giorno.

Ve l’ho già detto che il sistema si è bloccato sullo “schermo bianco” quando sono tornato su Vista?

Il vecchio Internet Explorer è ancora vivo e vegeto in Windows 10, ma è quasi impossibile da trovare. Funzionava molto meglio di “Edge”.

Scoprirete che molti programmi, giochi o altro, dovranno essere utilizzati in “modalità compatibile” con Windows 10. Ma c’è un problema: il “compatibility mode” su Windows 10 non funziona. Ed inoltre non c’è alcun programma per la risoluzione dei problemi.

Vi interessa sapere che i problemi del sistema audio e del microfono sfidano qualsiasi possibilità di soluzione? Windows 10, se utilizzate qualsiasi funzione di registrazione, disabilita il suono – problema che al momento non può essere risolto nemmeno da professionisti qualificati.

Non è finita. Non c’è assolutamente alcun supporto, di qualsiasi tipo esso sia, per Windows 10.

Ci vogliono letteralmente ore ed ore, ad un tecnico esperto, per trovare gli accorgimenti necessari ad eliminare i difetti che escono fuori su Windows 10, in misura sempre maggiore ogni volta che lo utilizzate.

Il mio consiglio è di concedere a Microsoft alcuni mesi perché possa riparare Windows 10, sperando che, nel frattempo, un esercito di utenti faccia sentire la propria voce nei riguardi di quell’autentico imbroglio costituito dall’adware di “Edge” e “Cortana”.

Pensate a quanti soldi sono stati pagati per far tacere la stampa su quest’argomento!

Tuttavia, anche con Windows 10 il mio computer funziona infinitamente meglio del mio Samsung Note “smartphone”.

Mai fidarsi dei tecno-esperti di Internet, che vendono la loro anima per un biglietto aereo ed una camera d’albergo.

Ehi, non potete lamentarvi di Windows 10, potete averlo gratuitamente! Se avete acquistato Windows 8 o un computer che lo aveva già incluso … bè, peggio per voi. Se avete Windows 7 troverete che il sistema è stato sabotato, negli ultimi mesi, per aiutare la “migrazione” guidata verso l’adware infetto di Windows 10.

E poi, di nuovo … ricordate Vista? E Millennium?

Lo sapevate che ci sono ancora milioni di utenti di XP in tutto il mondo, che utilizzano l’ultimo sistema operativo veramente funzionante di Microsoft?

Se è vero che Internet è una fogna – e lo è senz’altro – allora Microsoft ha forse ragione. Forse ce lo meritiamo davvero Windows 10 … oppure no?

Gordon Duff, Senior Editor – Veterans Today

Fonte: www.veteranstoday.com

Link: http://www.veteranstoday.com/2015/08/08/windows-10-the-real-jade-helm/

8.08.2015

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org a cura di FRANCO

Nota del Traduttore. Jade Helm, per saperne di cosa si tratta si può dare un’occhiata, fra gli altri, a questo sito: https://en.wikipedia.org/wiki/Jade_Helm_15_conspiracy_theories

Pubblicato da Davide

  • sotis

    Io uso windows 10 da qualche giorno e devo dire che va benissimo. Non ci sono tutte quelle problematiche denunciate dall’articolista che deve esser un uomo Apple, L’unica cosa che mi è successa è che ho dovuto ricaricare l’antivirus. Capirai che sforzo. Se l’articolista dice così ed è in buona fede può darsi che non capisca un cazzo di PC.

  • Mattanza

    Oltretutto a parte win7 mi pare TUTTI gli altri anche appena usciti avevano vari bug e problemini…poi li han stabilizzati, il 7 è inespugnabile.

  • Toussaint

    In Inglese, un articolo di Gregg Keizer sullo stesso
    argomento. Qui il Link Originale:
    http://www.computerworld.com/article/2968288/microsoft-windows/windows-10-makes-diagnostic-data-collection-compulsory.html [www.computerworld.com]

    WINDOWS 10 MAKES DIAGNOSTIC
    DATA COLLECTION COMPULSORY

    Microsoft has expanded its diagnostic data collection with Windows 10,
    making mandatory what had been a voluntary telemetry program.

    Windows 10 includes a telemetry and diagnostics service that cannot be
    fully disabled. In earlier editions of the OS — including Windows 7, 8 and 8.1
    — Microsoft’s data gathering was optional. Users had to agree to join the
    "Customer Experience Improvement Program," or CEIP, for telemetry to
    be collected and sent to the Redmond, Wash. company from those operating
    systems. And if users changed their mind, they could stop it.

    Microsoft kicked off CEIP with Windows Vista in late 2006. According to
    the CEIP  documentation [www.microsoft.com], the data collected
    is used "to improve the products and features customers use most often and
    to help solve problems." CEIP harvests data from both Microsoft’s own
    software, including the operating system, and from "third-party
    applications that interact with Microsoft products."

    The broad swath of data collected by CEIP includes everything from how
    often the USB port on the device was used to where Web browsers were directed.

    In Windows 10, the equivalent of CEIP is compulsory.

    Dubbed "Feedback & diagnostics," the feature in Windows 10
    and Windows 10 Pro — the two SKUs (stock-keeping units) bundled with new devices
    and used by all consumers and many businesses — is not only on by default but
    cannot be completely deactivated without a dangerous trip into the Windows
    Registry.

    Feedback & diagnostics comes with three settings in Windows 10 Home
    and Windows 10 Pro: Basic, Enhanced and Full. The latter is the default
    setting, and the one that Microsoft tags as "Recommended" in the OS’s
    settings panel.

    FAQ [windows.microsoft.com] explains what
    each of those settings means, at least in general terms.

    Microsoft describes Basic as collecting "data that is vital to the
    operation of Windows," and to prove that, requires it as a minimum before
    serving the device with updates via Windows Update. "But some apps and
    features may not work correctly or at all" with Basic, the company warns.

    The other settings collect an increasing amount of data from a Windows
    10 PC. Enhanced, for example, logs such things as "how frequently or how
    long you use certain features or apps and which apps you use most often."
    Meanwhile, Full switches on other data gleaning, including advanced diagnostics
    "that collect … such [things] as system files or memory snapshots, which
    may unintentionally include parts of a document you were working on when a
    problem occurred."

    In return for the data harvesting, Microsoft promises benefits,
    including "an enhanced and personalized Windows experience," although
    it does not define what that is.

    Windows Insiders, those who have opted in to Microsoft’s preview
    program, have their devices automatically pegged to the "Full"
    setting, which they cannot change.

    Feedback & diagnostics can be disabled by editing the Windows
    Registry, the finicky database where the OS stores configuration settings.
    Because a single mistake can corrupt the Registry enough to make the device
    unbootable, editing is usually done only by advanced and power users. There are
    several sources online for instructions on how to switch off the service; use a
    search string such as disable ‘Windows 10’ diagnostics to locate
    them.

    In June, Microsoft also updated Windows 7 Service Pack 1 (SP1) and the
    April 2014 Windows 8.1 Update — the supported versions of those editions —
    with the same diagnostics and telemetry service used in Windows 10. In the
    accompanying support document, Microsoft said
    that the new technology collected data only on systems owned by CEIP
    participants.

    But CEIP usage is widespread in Windows 7 and 8.1: The program is
    enabled by default if the device owner had relied on the express settings
    configuration at first boot, a habit for most. Only by using the custom
    configuration settings were people able to deselect the data aggregation. However,
    users could switch off CEIP at any later time.

    Microsoft took a similar, but not identical approach with Windows 10.
    After an upgrade to the new OS, or the first time a new device with the OS is
    run, the express setting pane says Windows 10 will "send error and
    diagnostic information to Microsoft." Going with the defaults sets
    telemetry to "Full."

    But unlike with Windows 7 or 8.1, in Windows 10 a user who chooses
    custom settings to turn telemetry to "Off" isn’t stymying diagnostics
    data collection. Instead, the choice reduces the amount of information
    Microsoft harvests from "Full" to the "Enhanced" level.

     

                           

     

  • blucircle

    Ubuntu no? 

    No virus, no driver, non cracca mai, e se hai qualche problema i forum sono pieni di soluzioni. Bisogna solo imparare ad usare ad usare il terminal.
    Usare ancora windows è anacronistico e da pirla!
  • clausneghe

    Hai fatto bene a dirmelo, Gordon!

    E’ da un paio di settimane che windows mi fracassa le palle con "Installa gratis il nuovo sistema windows 10" (che poi non si capisce se è proprio gratis, perchè poi in piccolo ti scrivono che "potrebbero essere addebitati i costi della connessione"..
    Mi tengo il mio sette, odio le complicazioni e gli stop della pagina..
    Scarpa vecia no fà mal al piè, si dice.
  • Eshin

    So di chi ha passato momenti simili all’ autore. Io sarò tra gli ultimi ad aggiornare, per vari motivi..

    Come risolvere il riavvio continuo di Windows 10

    Un aggiornamento cumulativo di Windows 10 ha mandato in crash parecchi computer. Ecco perché e come risolvere il problema

  • s_riccardo

    Ho abbastanza anni per aver iniziato con windows 1.0.

    Programmavo con dbIII e compilavo con clipper. Certo ne sono passati anni e "bachi" delle varie release. Mi sono trovato bene con win XP che supportava i miei programmi in EXE. Attualmente per non impazzire sono passato alla Apple (dopo anni di Ubuntu) per cambiare anche hardware. Mi trovo ultrabene e non lo cambierei per nessuna cosa al mondo. 
  • uomospeciale

    Mah!….Io di problemi, non ne ho avuto nessuno.
    Ho in casa 2 fissi auto costruiti più il portatile,
    tutti e tre con un dual boot di  ubuntu+ windows 7 per via  di alcuni giochi e programmi compatibili solo con windows.

    Li ho aggiornati tutti a ubuntu + windows 10 senza alcun problema, anzi ha fatto tutto da solo scaricandosi e installandosi   automaticamente al posto di windows 7, io mi sono limitato a dare l’Ok e ad andarmene a letto, la mattina dopo windows 10 l’ho trovato già installato e configurato.

    L’unica cosa che mi ha lasciato perplesso è Cortana.
    Nel senso che tende a diventare un po’ troppo impicciona, e non si fa abbastanza i cazzi suoi.

     

  • temuchindallaCina

    A parte che il commento è smaccatamente pro Apple (vedi anche le critiche contro Samsung, ma che c’entra se stai parlando di Windows?), è chiaro a tutti, che installare subito un nuovissimo sistema operativo è da pazzi, io sono rimasto al 7 e mi trovo benissimo, prima di arrivare a installare il 10 ce ne vorrà di tempo!

  • Hamelin

    Come si sono permessi di usare Cortana l ‘IA di Master Chief?

    Semplicemente per il fatto che questo programma ha installato un IA che fa profiling bisognerebbe starci alla larga come se fosse la peste .

  • Mattanza

    Certo, poi giochi a Planetside 2 con Ubuntu, vero?

  • PinoRossi

    Imbecille pagato da Apple.

    6 processori e scheda grafica fuori standard, e installa un sistema operativo appena uscito. Chiunque si occupi minimamente di informatica, sa che un sistema va installato solo al secondo service pack, visto che oggi il beta-testing lo fanno gli utenti.
    Coglione, te li meriti i riavvii continui.
  • PinoRossi

    Si. Invece Apple non le fa queste cose? 

    Lo dico da utente Apple. E’ il corporate world che è malato. E noi diamo addosso alla Chiesa Cattolica, unica voce in grado di farsi sentire che non sia emanazione di un consiglio di amministrazione.
  • blucircle

    Se non hai un c…. da fa. non sapevo cos era prima che lo nominassi.

  • andriun

    Cortana è una donna anche se virtuale: pretendere che non sia impicciona mi suona un po’ esagerato. E’ facile piuttosto che per non urtare troppo la sensibilità delle donne e per rispettare la famosa parità, nonchè approfittando della presenza degli effeminati, non è detto che già in un prossimo futuro, non venga creato anche un Cortano. Decadenza per decadenza. 

  • marcoferro

    io ho windows 7 ho risolto il problema semplicemente non facendo più scaricare gli aggiornamenti. aggiorno solo adobe. non ci capisco molto ma una volta scaricai tanti aggiornamenti e il pc andò in tilt, lo schermo era blu e tante cose erano sparite. allora li cancellai tutti e ho bloccato tutto. basta aggiornamenti perche non sai cosa ti metteno dentro.

  • makkia

    Perché pagato da Apple, visto che afferma di usare hardware AMD (che Apple non usa) e sistemi operativi Microsoft?
    Inoltre dice che nel mondo c’è ancora un sacco di Windows XP (verissimo), figuriamoci di Win7 (lo standard negli uffici).
    Tutto tranne che propaganda Apple.

    Fra l’altro un "hard core gamer" ci fa solo il brodo con una macchina Apple.

    6 processori stanno su un singolo chip: sta usando un normalissimo Six-core della AMD, sono in giro dal 2010 (gli Xeon di Intel sono esacore anche da prima ma quelli sì che sarebbero fuori-standard in un PC).

    Dove hai letto che è una scheda grafica "fuori standard"? Le schede da gaming consumano un botto (ecco perché l’alimentare sovradimensionato, in caso avessi da ridire anche su quello), ma a parte quello sono più stabili: proprio perché costose le testano di più e fanno in modo che funzionino. Le top di gamma sia di AMD che di NVIDIA sono pronte per Win10 da un pezzo. E infatti lui dice che i games sono praticamente l’unica cosa che gli va da paura.

    Stesso discorso per le mainboard top.

    Le sue argomentazioni sono precisamente quelle:
    1- non ostante un hardware decisamente di qualità, Win10 fa i botti.
    2- Microsoft VORREBBE adottare la filosofia Apple, che a lui NON piace e che consiste nel togliere più possibile il controllo all’utente, il quale dovrebbe lasciarsi coccolare da "mamma Apple", che sa meglio di lui cosa gli serve e cosa no.

    A quello che dice Gordon Duff, io aggiungo che non mi fido di nessuno dei due (Apple/Microsoft) ma che Microsoft ha una tradizione di forzare l’utente ad adottare tecnologie che si rivelano fasulle e costose, anche a costo di complicarti la vita. Apple invece i soldi te li ha già levati (e tanti) quando compri le macchine e ti tratta da stupido pur di renderti tutto facile, per dimostrarti che hai speso bene i tuoi quattrini.

    La cosa che hanno in comune è che ti sottraggono il controllo della tua macchina. Apple lo fa di più di Microsoft, e Duff contesta che Microsoft sta rincorrendo Apple sotto questo aspetto (negativo).

    Non ha suggerito da nessuna parte che vuole passare ad Apple.

    Anche l’annotazione su Samsung NON è contro Android per spingere Apple.
    I Note fanno cagare per la ridicola implementazione del riconoscimento della scrittura con penna (o stilo che dir si voglia). Tecnologia che Apple NON intende implementare, al momento.

    Sul fatto che non si installa un SO appena uscito avresti anche ragione. Se non fosse che ci fa un report che potrebbe tornarci utile se stessimo pensando a comprare/ci regalassero una macchina nuova, dove te lo danno come unica opzione.

  • makkia

    BOOM!
    Seven è passabilmente robusto, ma ha le sue belle debolezze di base che non sono affatto trascurabili. Ed è uscito di produzione troppo presto, adesso si limitano a manutenerlo e non ha speranze di raggiungere una vera maturità.

    In confronto 98 e XP avevano avuto il tempo di crescere, e quando erano arrivati alla SE (Second Edition, per 98) e alla SP3 (Service Pack 3 per XP) erano delle vere rocce, ben sedimentate (purtroppo rocce con muffe e licheni, visto il tempo che ci avevano messo a maturare, ma sulla robustezza Seven non è lontanamente così stabile).

  • mediterraneo

    Sono ormai piu’ di 10 anni che uso Linux con ubuntu-debian ,e ne sono soddisfatto , ma per comodita’ lo uso in coppia (dual boot ) con windows ,prima il 7 e ora ho installato la  8.1 , e va meglio sul portatile appena comprato ,( su 7 crashavano un bel po’ di app : firefox, vlc ,ecc ) ,nel 99  % dei casi uso linux , ma purtroppo devo usare dei files con Macro per office ,che su libreoffice e prima openoffice non se li cagava proprio , della Apple non ne voglio neanche sentir parlare :paghi un botto l hardware e anche nei telefonini non sono molto personizzabili come piace  me : con i cellulari android che ho avuto nn ce n’e’ stato uno che non abbia subito un bel ROOT  e rom nuove personalizzate dalle comunity : quindi PER ME  molto meglio android
    E come diceva qualche utente prima di me : aspettiamo eventualmente un SP per installare winzozz 10 🙂 . Saluti

  • makkia

    No. Ne fa altre.
    Altrettanto mortifere per la tua privacy, e odiose in vari modi, ma diverse dalle  cose che fa Microsoft.
    Rifletti solo su questo: Microsoft è software che vuole controllare il tuo hardware, Apple HA GIA’ il controllo sul tuo hardware e sul tuo software dal momento che lo disimballi.
    Apple si comporta come Mao Tse Dong, Microsoft come Pinochet.

    Lo dico come utente Apple e Atari degli anni d’oro (gli ’80) e Microsoft da quando è emerso dalla paleoinformatica (aka Windows95).

  • makkia

    Il che è l’eterno problema di GNU/Linux: è fatto da nerd per i nerd.

    Finché non abbandoneranno la mentalità che "anche se non fa tutto quello che dovrebbe fare un PC è comunque superiore", rimarrano nella loro bella nicchia da übermenschen informatici a darsi le pacche sulle spalle fra i soliti quattro gatti.

    La "p" di PC significa che deve servire alle persone comuni, non agli smanettoni con la scritta "Acque di Fiuggi" sui vetri degli occhiali.

  • Eshin

    Distruggi Windows 10 Spionaggio [www.ilsoftware.it]

    Microsoft usa le “condizioni sulla privacy” di Windows 10 per arrogarsi il “diritto” di spiare i file degli utenti in qualsiasi momento. La cifratura del disco con Windows 10 dà una chiave anche a Microsoft.

    Quindi Windows è da considerarsi malware anche sotto il profilo della sorveglianza.

    http://www.gnu.org/proprie…/proprietary-surveillance.it.html [www.gnu.org]


  • sandrez
  • GioCo

    Da quando Microsoft uscì con il suo MS-DOS nei lontani anni ’80, consentendo l’accesso ai computer "professionali" o personal computer e quindi a un uso non ludico del computer, iniziando di fatto l’era del "Home Computer" e digitale per la massa e per un uso "d’ufficio", cioè di lavoro, non ha mai cambiato il segno di profonda ambiguità (satanica) sotto cui era nato.
    Dalla fondazione dei "Campus Microsoft", specie di lager lavorativi dove il "fenomeno" della competizione e del "premio al migliore", era esasperato a un eccesso psico-socio-patico, fino alle azioni commerciali della neonata azienda, partita da un gruppetto di Nerd che il mito vuole abbiano iniziato in un Garage o Cantina la loro avventura, subito sabotato dall’ultimo arrivato nel gruppetto (un certo "Guglielmo Cancelli") e studiata per essere un caso in economia di transiltterazione di azioni militari strategiche e di intelligence in campo economico e tecnologico, fino al cumulo quasi da fantascienza di denunce da parte di praticamente qualsiasi altra azienda minimamente importante del pianete, che porteranno l’azienda ad affittare stabilmente un palazzo di avvocati per difendersi, da sempre il colosso del software americano ha rappresentato il cuore della democraiza tecno-demoniaca.
    Gli stessi, identici straca%%o di problemi, erano del DOS, di tutti i suoi successori e sono rimasti in W10 perfettamente identici. La Microsoft non credo quindi batta ciglio di fronte a cotanta imbecille e perfettamente intule critica.
    Per quanto rigurda la raccolta di notizie di privati cittadini e la diffusione commerciale coercitiva uni-direzionale di questo pacco tecno-frenico cadevericamente rinnovato a ogni giro come uno zombie di Resident Evil (voluto, seguito, pianificato, supportato scientemente dalle agenzie di intelligence e qui vorrei davvero qualcuno tra la massa di dementi che imperversa provasse a dire il contrario) cosa c’è da aggiungere oltre che alle mucche e ai porci non si da "roba buona" ma merda reciclata? Cos’altro dire se non che è obbligatorio accontentarsi, perché "l’alternativa è la caverna", alias esclusione dal "paese dei balocchi" detta anche "progresso" o in modo ancora più suadente "benessere"?
    Davvero qualche testa tecno-demente può credere che vi sia alternativa magari in una "Mela Verde", offerta dalla seconda bestia dell’Apocalisse (il Sig. Gates comprò la Apple a suo tempo come "privato cittadino" evitando così l’anti-trust)?
    La verità è che la tencologia serve a rendere impossibile il bene comune e obbligatorio il bene individuale, solo che c’è un problema, il gioco è quello delle sedie: finché la musica suona e si balla, ci si diverte, tutto va bene, poi improvvisametne la musica smette e per chi sta in piedi c’è solo la pattumiera che si spalnca come la fauci della bestia sul futuro dei deboli. Ma chi è seduto è tentuto per regola a non portare pena per i rifiuti, quanto a ignorarli, deriderli o massacrarli. A scelta, perchè siamo in demonio-crazia. Con una postilla, solo chi ignora è fatto oggetto del marchio della colpa. Così alla fine non rimane che il succo nero, denso, distillato, dell’animo umano.

    Salve a tutti. Sono tornato e vi letto con piacere in questi giorni. Ora mi sfogo, dato che mi ero dato un voto di silenzio fint’anto che il mio viaggio all’estero fosse continuato.
    Aah, che bella l’Irlanda, terra ossigenata che ha dato i natali ai ceppi più puri del popolo Celtico, cioè quai fanatici guidati dai Saggi Druidi che pigliavano ad ca%%um gente da immolare ai loro Dei nei modi più atroci, impalamento incluso.
    Ho deciso così che odio l’Irlanda e gli Irlandesi, salvo poi dovermi redimere per via di un altro voto dedicato alla vita e all’umanità. Non posso odiare nemmeno i vermi, anche se la tentazione di mettere un anglofono qualsiasi sotto tale categoria è adesso rinnoavata con forza titanica.
    Anche perchè la tencofrenia parla una lingua, quella digitale e (più importante) anglo-centrica.
    Cioè il volgo dei barbari, quelli che scoreggiano, pisciano e caccano su tutto quello che considerano un gradino sotto Odino. E tu, utente utonto del ca%%o sei tra questi. Se non lo sapevi, sappilo.

  • Aironeblu

    Io resto ancora un po’ con XP… Da quando Bill Gates in persona l’estate scorsa ne ha annunciato la fine dell’assistenza Microsoft, consigliando di "comprarsi un computer nuovo, costano poco oggi" e passare a Windows 8… Non ho avuto dubbi, rimando a dopo, molto dopo, il passaggio a "Windows Insider".

  • 1Al

    Windows 10 fondamentalmente è la conclusione del progetto Palladium partito anni fa con Windows 7. È nato per tracciare e spiare l’utente in modo completo, non per nulla è l,unico sistema operativo al mondo a contenere un keylogger al suo interno, in grado di registrare ogni azione dell’utente, come per esempio la scrittura di messaggi o email, come tutto ciò che si può vedere o ascoltare. In definitiva Windows 10 è un grosso e invadente spione che vi siete messi in casa. Personalmente rimango a W7 e W 8.1 in dual boot, con Tor come browser preferito. Internet Explorer l’ho disattivato. Windows 10 lo evito accuratamente, infatti non ho installato nessun aggiornamento prerequisito per il successivo aggiornamento a Windows 10, evitando tra l’altro, la comparsa di fastidiosi messaggi di aggiornamento.

  • makkia

    Per una volta hai inanellato una sfilza di inesattezze, oltre direttamente ad alcune sciocchezze.
    Fior da fiore, ti suggerisco umilmente di interessarti a quello che ha da dire un certo Richard Stallman.