Home / ComeDonChisciotte / VIRUS LETALE IN UCRAINA : 20 MORTI E 200 IN OSPEDALE
15964-thumb.jpg

VIRUS LETALE IN UCRAINA : 20 MORTI E 200 IN OSPEDALE

FONTE: ZEROHEDGE.COM

Nel bel mezzo del cosiddetto “cessate il fuoco” in Ucraina, i bombardamenti ancora continuano in molte regioni, come scrive la Donbass news agency, che denuncia anche che più di 20 soldati ucraini sono morti e oltre 200 sono ricoverati in ospedale per un virus mortale chiamato “California Flu”, apparentemente diffusosi da un laboratorio USA nei pressi della città di Kharkov.

Più di 20 soldati ucraini sono morti e oltre 200 sono stati ricoverati in ospedale in un breve periodo di tempo a causa di un nuovo virus letale, che risulta immune a qualsiasi medicinale. L’intelligence della Repubblica popolare di Donetsk ha denunciato che un virus – il Californian Flu – si è diffuso dallo stesso luogo in cui erano state effettuate delle ricerche sullo stesso virus.

Il laboratorio si trova vicino alla città di Kharkov e alla base degli esperti militari USA.

Il Vice-Comandante dell’esercito di Donetsk Army, Eduard Basurin, informa sui rischi epidemici di questo virus.

Di fuga di un virus letale in Ucraina si era scritto per la prima volta il 12.1.2016:

“Secondo il personale medico dell’unità AFU (truppe ucraine) tra il personale militare ucraino attualmente sul campo si è registrata una quantità record di malattie.

I medici hanno registrato che il virus sconosciuto produce dei sintomi di febbre alta che non può essere controllata con nessun medicinale e che nel giro di due giorni può portare ad effetti letali.

Finora per effetto di questo virus sono morte più di 20 persone in servizio, cosa che è stata accuratamente tenuta nascosta – per evitare qualsiasi pubblicità – da parte del comando AFU ” ha dichiarato Basurin nel suo rapporto giornaliero sulla situazione.

Il focolaio del virus mortale continua secondo la nota del 22.1.2016 del Vice-Commander sull’epidemia :

“Continuiamo a registrare fatti nuovi che dimostrano un aumento di epidemie con infezioni respiratorie acute tra i militari ucraini.

Solo dall’inizio di questa settimana oltre 200 militari ucraini sono stati portati negli ospedali civili e militari di Kharkov e di Dnepropetrovsk. E’ importante ribadire che l’intelligence della DPR aveva già riferito in precedenza su ricerche in corso in un laboratorio privato in località Shelkostantsiya, a 30 km dalla città di Kharkov, con il coinvolgimento di esperti militari degli Stati Uniti. Secondo le nostre informazioni, è da quests località che si è propagato il micidiale ceppo influenzale californiano” ha detto Basurin.

Sembra non siano solo i militari ad essere colpiti da questa influenza, come riporta Radio Free Europe si tratta di una epidemia influenzale che si sta diffondendo per tutta la città di Kramatorsk in Ucraina orientale – e il conflitto latente rende la situazione ancora più pesante.
I medici non sono in grado di identificare il ceppo esatto del virus, perché il laboratorio di cui avrebbero bisogno per le analisi si trova oltre le linee del fronte separatista controllato da Donetsk

Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte comedonchisciotte.org e l’autore della traduzione Bosque Primario

Pubblicato da Bosque Primario

  • AlbertoConti

    Quando la nuland distribuiva biscotti in piazza era come quei maniaci che adescano i bambini con le caramelle per strada. Questo è solo un primo assaggio delle prevedibili conseguenze.

  • geopardy

    Non c’è niente da fare, se ciò rispondesse a realtà, sarebbe l’ennesima
    dimostrazione che gli Usa sono lo stato più pericoloso di tutti i tempi.
    Kharkov sta molto vicina al confine russo.
    Sperino gli Usa, se la notizia fosse realmente come viene riportato, nonostante l’atroce realtà che si profilerebbe in quella zona dell’Ucraina, che l’epidemia non oltrepassi eventualmente quel confine.

  • giannis

    Gli USA da due anni hanno il completo controllo dell’ ucraina , apparte le due repubbliche separatiste , probabilmente il virus e’ causa loro , lo hanno diffuso per testare la velocita’ di diffusione e quanto e’ mortale

  • Eshin

    Fa ricordare un caso anni indietro, mai chiarito  

    Sempre in Ucraina siamo. 

    INFLUENZA UCRAINA: L’OMS RINTRACCIO’ GLI STESSI RECETTORI DELLA SPAGNOLA DEL 1918
    Nonostante le disperate dichiarazioni delle autorità, dei medici e degli esperti biologi ucraini, l’OMS ci aveva messo del tempo per ammettere la verità, ovvero che una patologia stava uccidendo in maniera orribile in Ucraina concludendo che non esisteva una mutazione particolare del virus H1N1 diffuso in tutto il mondo nel 2009.
    In Ucraina si era presentata un’epidemia con terribili complicazioni polmonari con frequente decesso per numerose emorragie nell’apparato respiratorio. La chiamarono peste polmonare o influenza da polmoni neri, che uccise indiscriminatamente sia persone di costituzione sana e robusta che soggetti più a rischio, e sopratutto tra i 20 e i 60 anni di età. L’Ucraina fu presto sotto legge marziale, alcune regioni ad ovest furono messe in quarantena, le autorità chiesero aiuto all’OMS e nessuno, NESSUN telegiornale, nessuna agenzia italiana d’informazione parlarono di ciò che stava succedendo in Ucraina.
    L’OMS dichiarò inizialmente, pur sottolineando la propria tranquillità in merito, che il virus H1N1 si era ricombinato, che in Ucraina ed in Norvegia era in atto una sindrome respiratoria acuta (particolarmente letale, che distrugge i polmoni), e aveva ammesso che si è notato un mutamento di un particolare recettore con il quale il virus si lega alle cellule dell’ospite. Il dato preoccupante era che si trattava del D225G, lo stesso ‘legante’ dell’influenza spagnola del 1918, famosa come la più letale pandemia di sempre.

    Ne diede notizia Russia Today

    VIDEO


    Seconda parte di questo articolo

    http://www.nogeoingegneria.com/timeline/progetti/guerra-biologica-efficienza-letale-a-basso-costo/

  • Gtx1965

    ah si si… non farmi bestemmiare…!!! bravo giannis…

  • Gtx1965

    grazie Eshin…

  • Truman

    A me torna in mente che i nativi nordamericani (i cosiddetti “indiani” dei film western) furono sterminati usando il virus del vaiolo. Il più riuscito genocidio che io conosca.