Home / ComeDonChisciotte / UN'ALTRA TEORIA DELLA COSPIRAZIONE CHE DIVENTA FATTO REALE. CLUSTER DI BANCHE CENTRALI INVESTE 29 TRILIONI DI DOLLARI NEL MERCATO

UN'ALTRA TEORIA DELLA COSPIRAZIONE CHE DIVENTA FATTO REALE. CLUSTER DI BANCHE CENTRALI INVESTE 29 TRILIONI DI DOLLARI NEL MERCATO

zerohedge.com

Altra “teoria della cospirazione” che diventa “fatto reale” come scrive The FT .

Un gruppo di investitori delle banche centrali è diventato il principale operatore sui mercati azionari mondiali”. Il rapporto, che sarà pubblicato questa settimana su Official Monetary and Financial Institutions Forum (OMFIF), la Gazzetta monetaria e finanziaria, conferma i 29.1 trilioni di dollari di investimenti sul mercato, in mano a 400 istituzioni del settore pubblico di 162 paesi, che “potrebbero potenzialmente contribuire a surriscaldare i prezzi degli asset.”

Secondo alcune fonti l’ Amministrazione statale cinese del Foreign Exchange è diventata “L’ente pubblico che detiene il maggior valore di titoli azionari al mondo” – ma abbiamo il sospetto che la FED si classifichi subito dopo – le banche di tutto il mondo cercano di diversificare i loro affari e “contano sul potere monopolistico del dollaro”.

Il che ci fa pensare, ma a che servono i Form 13Fs che la Banca Centrale deve presentare al Governo? (Non li controlla nessuno?)

Mentre molti credevano che questi investimenti fossero “possibili”, si stava già buttando, ai piedi di un altro attore irrazionale non-economico, l’ultima eccedenza di scorte che è servita per alimentare la macchina del buy-back delle corporate. Tuttavia, come scrive The FT , quello che abbiamo ipotizzato già da molti anni (vedi i dati su death cross of irrationality, il crollo dei volumi, la mancanza di impegno, e naturalmente la minor credibilità dei responsabili della pianificazione centrale) … ora è ufficialmente vero

Le banche centrali di tutto il mondo, tra cui quella Cinese, hanno investito indiscutibilmente in azioni, visto che i bassi tassi di interesse hanno colpito i loro redditi, come risulta da uno studio fatto su 400 istituzioni del settore pubblico globale.

“Un gruppo di investitori delle banche centrali è diventato il maggior operatore sui mercati azionari mondiali”, dice un rapporto che sarà pubblicato questa settimana sulla Gazzetta monetaria e finanziaria Forum Institutions (Omfif), un gruppo di ricerca e consulenza della banca centrale e avverte che questo trend “potrebbe potenzialmente contribuire al surriscaldamento dei prezzi degli asset”.

Il rapporto, visto dal Financial Times, individua in 29.1 trilioni di dollari gli investimenti sul mercato, tra cui quelli in oro, effettuati da 400 istituzioni del settore pubblico di 162 paesi.

L’Amministrazione statale cinese del Foreign Exchange è diventata “il maggior detentore di titoli azionari nel settore pubblico mondiale “, come sostiene il rapporto è un aspetto “parzialmente strategico” perché “contrasta il potere monopolistico del dollaro” e riflette le ambizioni finanziarie globali di Pechino.

In Europa, le banche centrali svizzere e danesi sono tra quelle che investono in azioni. La Banca nazionale svizzera ha una quota di investimento che arriva a circa il 15% del patrimonio netto. L’ OMFIF cita Thomas Jordan, il Presidente della BNS : “Stiamo investito in scorte di grande, media e piccola capitalizzazione nei mercati sviluppati di tutto il mondo”. Il portafoglio azionario della banca centrale danese registrava un valore di circa 500 milioni di dollari alla fine dello scorso anno.

Per saperne di più leggere qui

Detto ciò, Buona Fortuna a tutti con la “eccitante” e inconvenzionale politica monetaria.

Ne avremo bisogno.

Fonte: http://www.zerohedge.com

Link: http://www.zerohedge.com/news/2014-06-15/cluster-central-banks-have-secretly-invested-29-trillion-market

15.06.2014

Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte comedonchisciotte.org e l’autore della traduzione Bosque Primario.

Pubblicato da Bosque Primario