Home / ComeDonChisciotte / TRE OVVI SEGNALI CHE L’INTERO SISTEMA STA CAMBIANDO

TRE OVVI SEGNALI CHE L’INTERO SISTEMA STA CAMBIANDO

DI SIMON BLACK

sovereignman.com

Quando ero un ragazzino nei primi anni ’80 gi Stati Uniti erano la superpotenza dominante indiscussa del mondo.

Il dollaro Americano ispirava ammirazione: sull’indice degli scambi il dollaro era ai massimi storici, non era mai stato così forte.. e non lo è stato più da allora.

La forza del dollaro era sostenuta da qualcosa di tangibile: l’economia Americana era forte, il debito basso, i tassi d’interesse ben sopra lo zero.

Ricordo che guardavo Ronald Reagan alla TV dire a Michael Gorbachev ed al resto del mondo che era il momento di buttare giù il muro che separava Berlino Ovest.

E pochi anni dopo successe per davvero, l’Unione Sovietica collassò, lasciando gli USA come unico vincitore della guerra fredda.

Il potere geopolitico, economico, finanziario e militare degli USA non aveva avversari, e non ne avrebbe avuti per diversi anni a venire.

Adesso è tutta un’altra storia. L’intero sistema sta cambiando.

E mentre gli USA possono anche essere ancora la maggiore potenza mondiale, questa potenza perde pezzi per strada, giorno dopo giorno.

Qui tre esempi importanti a cui abbiamo appena assistito nel corso di appena le ultime poche settimane:

1) La forza internazionale dominante nel Medio Oriente è oggi… la Russia:

Abbiamo assistito ad abbondanti proclami forti sulla Siria da parte del Governo USA in questi ultimi anni, tra cui promesse di intervento forte nel caso in cui Assad avesse “passato il limite”.

E Assad l’ha passato, usando il gas Sarin sulla popolazione, ha passato la “linea rossa” che Obama sosteneva avrebbe prodotto un intervento armato USA.

Una risposta che non c’è mai stata.

Al contrario Vladimir Putin si è messo a sostenere attivamente il regime Siriano, bombardando unilateralmente obiettivi ISIS nella regione.

E nel frattempo il Governo Cinese ha ordinato alle sue navi da guerra di fare rotta sulla Siria.

Mentre l’Iran ha appena testato un nuovo sistema di lanciamento a lungo raggio, qualcosa che violerebbe di parecchio i termini del tanto decantato accordo sul nucleare.

Tutto ciò va chiaramente contro gli interessi del Governo USA ma, come possiamo vedere, non possono farci niente.

Gli USA potrebbero anche avere il potenziale bellico più letale al mondo, ma anche la forza di combattimento più temibile non ha mordente se il Governo va in bancarotta e non può più farla funzionare effettivamente.

2) La Cina ha lanciato il suo nuovo, competitivo, sistema bancario internazionale:

Per oltre sette decadi il sistema bancario USA ha influenzato l’intero sistema bancario mondiale. I pagamenti bancari per tutti gli scambi internazionali, pure dal Bangladesh al Brasile, passano dal sistema bancario USA a New York, e sono regolati in dollari USA.

Ma gli USA hanno abusato della loro posizione di fiducia troppe volte.

E la Cina s’è stancata, così, qualche anno fa hanno iniziato a lavorare a un sistema alternativo che non include nessun passaggio dagli USA per effettuare pagamenti. E’ chiamato il Sistema Cinese per i pagamenti internazionali (CIPS) ed è stato lanciato lo scorso giovedì.

Fino ad adesso il CIPS è in fase di testing, 11 banche su 19 che lo usano sono Cinesi (e nazionalizzate). Ma molte grosse banche, in particolare in Europa, si sono già dette d’accordo ed hanno applicato per usarlo.

Se avrà successo, il CIPS sarebbe capace di portare via considerevoli fette di mercato al sistema bancario USA, togliendo a banche e governi stranieri qualunque ragione di continuare a detenere dollari Americani e buoni del Tesoro USA.

3) Una rivoluzione di portata storica nel sistema finanziario globale:

Sette anni fa i governatori delle banche centrali del mondo coordinavano le loro mosse per stabilire tassi di interesse allo 0%, o persino negativi e far saltare fuori dal nulla milioni di dollari, yen, renmimbi etcetc

Circa nello stesso periodo è stata inventata la tecnologia per pagamenti digitali nota come Bitcoin.

Il Bitcoin rappresenta un sistema del 21esimo secolo per conservare i propri risparmi fuori dal sistema finanziario convenzionale, come oro digitale.

Da allora la tecnologia è sempre più utilizzata, generando nuovi modi di pensare e una rivoluzione digitale nella finanza.

La tecnologia rende ormai realistica l’eliminazione delle banche come intermediatori finanziari, sostituendole con un intermediario ipercentralizzato che garantisce sui tuoi soldi.

La cosiddetta “fintech”, o compagnie di tecnologia finanziaria sono all’avanguardia su questi trends.

Si può oggi inviare e ricevere fondi, trasferire del denaro a livello internazionale, scambiare valute estere, prendere a prestito, investire i propri risparmi, in maniera migliore, più rapida e più economica che mai, e tutto ciò senza servirsi di una banca.

Le banche sono state tra le istituzioni più potenti al mondo per almeno sette secoli.

Ma questo dominio è adesso a rischio di essere scavalcato dalle nuove tecnologie che crescono a ritmo molto più sostenuto di quanto le banche non possano.

Circa sei anni fa le compagnie di Fintech Zazoo e BitX si unirono per creare un nuovo prodotto che consente ai clienti di caricare carte prepagate virtuali con delle criptovalute (come bitcoin) e usare le carte per l’acquisto di prodotti online.

La tecnologia sostanzialmente crea un ponte tra il vecchio ed il nuovo sistema finanziario, suggerendo chiaramente che una rivoluzione finanziaria è in atto.

Questi citati sono tutti chiari segni che il sistema sta cambiando. La vecchia struttura del mondo, un sistema dominato dal governo USA, le banche USA e il dollaro USA è arrivato al capolinea.

Gli USA sono in declino. Il Governo USA è carico di debiti. Il sistema finanziario basato negli USA sta perdendo il suo dominio. Le stesse istituzioni bancarie stanno perdendo importanza.

Non sono cattive notizie, ma straordinarie opportunità.

La Storia dimostra che queste cose sono necessarimente soggette a cambiamento. Nessuna nazione mantiene all’infinito il primo posto nel mondo. Nessuna valuta di riserva internazionale dura all’infinito.

Piuttosto che restare nostalgici dei vecchi sistemi conviene abbracciare i nuovi ed educarsi a capire che cosa sta accadendo.

Simon Black

Fonte: www.sovereignman.com

Link: http://www.sovereignman.com/trends/three-obvious-signs-the-entire-system-is-changing-17990/

12.10.2015

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di CONZI

Pubblicato da Davide