Home / ComeDonChisciotte / TI FARO' MANGIARE PER QUALCHE MESE
11739-thumb.jpg

TI FARO' MANGIARE PER QUALCHE MESE

DI RITA PANI
r-esistenza-settimanale.blogspot.it/

Berlusconi, ospite in esterna nel programma in diretta su Rete4 di Paolo Del Debbio, ieri, giovedì 9 maggio in fascia serale, ha promesso ad una donna e ad una coppia, versanti in condizioni economiche molto critiche, un aiuto in denaro (cit.) “per non avere problemi per qualche mese”.

Sapete cosa? Ogni volta che vedo questo piccolo mondo infame sguazzare nella melma in fondo al barile, mi dico: “L’apoteosi!”, poi il giorno dopo mi sveglio e ammetto: “Ah! No, non era ancora abbastanza.”
Leggo sui giornali di San Francesco da Arcore, che ha miracolato due famiglie in TV (la peggiore delle sue TV) e che con un miracolo da portafoglio è riuscito a trasformare le lacrime di disperazione, in lacrime di gioia.

E Lui disse: “Signora, le darò quanto sufficiente per non avere problemi per qualche mese.”Le nubi in cielo si aprirono lasciando passare i caldi raggi del sole. E svanirono i quattro anni di galera, inflitti dalla giustizia dell’uomo. E svanirono anni e anni di devastazione e ruberie. E si cancellarono con una sola promessa, anni di abbruttimento, di mafia, di appalti truccati, di sanità depredata, di miseria umana, di bambine violate ma ben retribuite, di ricatti e ricattatori, di devastazione socioculturale.

Alla vigilia dell’ennesima vergognosa battaglia della criminalità di stato contro la magistratura, in questo paese che continua forsennatamente a girare al contrario, la miseria umana si trasforma in oltraggio, senza che nessuno senta l’impeto di ribellarsi.
Noi, altrettanto forsennatamente, continuiamo a sentirci nauseati e distrutti.

Lo show televisivo, seguendo le regole del pietismo che fa spettacolo, regala l’ennesimo sogno, l’ennesima piccola invidia, che dà la speranza ai piccoli uomini e alle piccole donne miserabili di sognare di poter essere un giorno, miracolati dall’elemosina di un vecchio debosciato, che donerà alla povertà meno di quanto abbia mai dato a una sua puttana per una serata.

Fino a quando ci sarà anche solo un miserabile, che si presterà ad essere vittima di un debosciato, e carnefice di sé stesso, svilendosi al punto di essere strumento di propaganda, per mistificare la realtà italiana, non ci sarà alcuna speranza per noi, per il nostro oggi, e per il futuro nostro e dei nostri figli.

Non c’è alcun senso per nessuna battaglia, per nessuna lotta civile, in un paese in cui si è perso anche il significato della parola dignità.
Non sono sicura che le signore in difficoltà vedano il danaro promesso dal criminale bugiardo – è uso a promettere e non mantenere – ma nel caso questa volta decida davvero di darlo, spero che ogni euro speso possa bruciarle la mano. Spero che per ogni euro le strozzi in nodo della vergogna che dovranno provare sapendo che si sono vendute al pari delle puttane che quel mostro di plastica e materiale tossico, ha pagato prima per sollazzarsi, e che paga ancora – senza limite di tempo – per non essere ricattato, per non essere sputtanato, per non essere ancora condannato.

Ma la soddisfazione maggiore la provo pensando che, anche il giorno in cui la promessa non sia mantenuta, nessuno glielo farà rivendicare in TV.

Accettare danaro da chi ha contribuito così pesantemente ad impoverirci tutti quanti, è forse un atto più criminale di tutti quelli che possiamo immaginare. Mi piacerebbe scrivere ancora una volta vergognatevi! Ma gente così, che vende sé stessa per un pezzo di pane ammuffito in diretta tv, cosa sia la dignità o la vergogna, non lo saprà mai. Sicuramente andranno anche a Brescia, a sputare sullo stato per 10 euro e un panino.

Si fotta questo paese di merda.

Rita Pani (APOLIDE)
Fonte: http://r-esistenza-settimanale.blogspot.it/
11.05.2013

Pubblicato da Davide

  • vraie

    tutto vero; purtroppo l’Italia è piena di Berlusconi che delinquono(!?), ognuno al proprio posto, e vi sono sempre più numerose (!?) le Rita Pani che hanno scoperto il fatto (forse non solo con rif. a Berlusk.!) …. ma, per ora, non succede altro.

  • Tauk

    Chi glielo spiega a Rita che quelli erano figuranti strapagati dal kaimano?

  • Simulacres

    Quando la miseria e la fame la fanno da padrona, si può scorgere negli esseri umani quel che si scorge osservando la superficie di galleggiamento di una fossa biologica: la Verità!
    Gravi dalle grevi puzze, grossi topi, carogne e stronzi di cui tutti sentiamo parlare, ma che restano sempre nella stabilità disperante del loro contenuto umano, coagulato in una ubriachezza di massa.

  • albsorio

    Per fortuna me lo sono perso il miracolo TV. Dicevo ieri ad un amico che l’Italia è il Paese dei miracoli… i comunisti prima erano coglioni adesso alleati a Silvio… uhm… a pensarci bene forse sono gli elettori che devono fare giustizia in cabina elettorale… per non essere coglioni 🙂

  • tamerlano

    Vale anche il contrario però, Berlusconi prima era il male assoluto ora è, di fatto, un alleato…

  • iVi

    La maggioranza assoluta degli elettori pdl sono tali per un solo motivo: votano il male minore………e pensano a gentaglia come questa blogger quando parlano di male maggiore…………….la chiusura del pezzo evidenzia le carenze “affettive” dell apolide (una no-global ma pro-clandestini e ho detto tutto), nonchè il malcelato razzismo antiitaliano della nostra.

  • valis

    L’indignazione virtuosa è la peggiore delle sventure umane.

  • sandrez
  • Reginald_DeC

    E già che c’è le spieghi anche che Ruby non è esattamente una bambina, ma un altro tipo di soggetto molto ben retribuito! Da queste parti bambina si dice putèla, Ruby è una putèla secondo voi?

    A volte mi chiedo, con le risorse stratosferiche impiegate per incastrare il Berlu arrapato, non si poteva forse blindare un migliaio di veri violatori di bambine?

    Ah già quelli non danno fastidio agli scaimanati-indignati.

    (Obbligatorietà dell’azione penale HAHAHAHAHAHA)
    (Magistratura indipendente HAHAHAHAHAHAHAHA)

  • Roma

    Come al solito, come in tutti gli scritti degli anti(qualcosa) noto solo fiele, rabbia, violenza, insoddisfazione, invidia e frustrazione. Ho scritto anti(qualcosa) e non antiberlusconiani, perchè sta gentaglia qui sará sempre contro qualcosa, avranno sempre un nemico da voler annientare, ci sará sempre qualcuno che la pensa diversamente da loro e, quindi, visto che loro non hanno argomentazioni, usano solo la violenza (in questo caso verbale, ma se possono anche fisica). Non c’è niente da fare, sono zucche vuote. Mi sento però di dare un consiglio alla Sig.ra Pani che mi sembra un pò stressata da questo antiberlusconismo che la rode: “si faccia qualche buona trombata”.

  • qasiqasi

    silvio santo subito!

  • FreeDo

    Nel tuo commento ravviso le stesse deficienze cognitive facilmente ipotizzabili in quel pacioccone della foto che ostenta con tanta fierezza quel cartello-confessione.

  • FreeDo

    Le argomentazioni ci sono, sei tu che non le vedi. Prova a fare uno sforzo: rifletti sul concetto di Dignita’. E se ancora non avverti neanche un minimo bisogno di riconsiderare un po’ piu’ seriamente cio’ di cui si parla nel post, allora il Vuoto che vivi e’ abissale.

  • Highlangher

    banca rasini, nessuno si ricorda il nome del direttore? si, quella banca che riciclava i soldi di cosanostra… ecco, si, il padre di questo nano pedofilo, appunto, e allora di cosa vi stupite adesso?

  • andyconti

    Il problema e’ Berlusconi o i finti avversari che adesso ci si sono alleati ufficialmente?

  • Roma

    So cos’è la dignità. Me l’hanno insegnata i miei genitori, mio padre faceva l’operaio e mia madre la casalinga. Con poco hanno tirato su un figlio (io) e l’hanno fatto studiare. E sempre con dignità, rimanevano indietro loro per sperare di garantire un futuro migliore al proprio figlio. I miei genitori non hanno mai cercato la casa popolare, o il posto all’Arsenale, o da bidella al politico di turno (perchè anche allora funzionava così, non c’era Berlusconi, ma in tutto il mondo ha sempre funzionato e sempre funzionerà così, ed è questo che le zucche vuote non capiscono, anzi, fanno finta di non capire). E non cercavano piaceri per DIGNITA’. Io sono laureato, e nella mia vita ho pagato lavorativamente perchè ho sempre detto quello che penso, per DIGNITA’, quella che mi hanno insegnato i miei genitori. Quella che invece sfoggia la Sig.ra Pani, non è dignità, ma “puzza al naso”. La Sig.ra Pani si sente culturalmente superiore alla cultura nazional-popolare rappresentata da Berlusconi e dal berlusconismo. “Giammai mischiarsi con quei trogloditi” sembra che dica la Sig.ra Pani. Altro che dignità, quella è semplicemente la manfestazione della superbia e della presunzione di superiorità culturale propria di tutta la sinistra, ed in particolare modo della sinistra col culo al caldo. Mi piacerebbe sapere cosa fa la Sig.ra Pani; mi mangio il cappello se non lavora in un ministero o a scuola o all’agenzia delle entrate.

  • micky67

    verissimo….tanto più che che questi erano sicuramente figuranti!mi chiedo però:se non fossero stati figuranti,ma persone veramente disperate,con quale diritto la signora che ha scritto l’articolo lancia contro di loro anatemi degni di Savonarola?penso che la disperazione vada provata e vissuta tutti i giorni prima di passare al giudizio!!

  • MrStewie

    Sig. Pani, se intende indignarsi di Berlusconi, la prego di mettersi in fila. Farà carriera, a patto che però non si indigni di altro. Non supererà mai Travaglio o Santoro, però. Ne sia consapevole.

  • Truman

    Quelli del PdL accettano denaro da Berlusconi.
    Quelli del PD pagano due euro a testa per scegliere Bersani premier.
    Poi PD e PdL governano insieme.

    Non sono sicuro su quale dei due partiti sia più disonesto, ma sono sicuro su quale ha gli elettori più scemi.

  • MrStewie

    Questa delle primarie a pagamento è fantastica: ma porcoddue! Noi siamo il paese del voto di scambio! “Votami e vedrai ti darò il posto di lavoro; votami e vedrai che non ti farai male” (cit.). Nel secondo dopo guerra i contadini nel bolognese scrivevano rozze lettere al partito comunista dove patteggiavano il loro voto con bisogno giornalieri che il partito avrebbe potuto esaudire. Oggi, dai 2 euro per votare Bersani. Davvero un berlusconiano è più cretino??