Home / ComeDonChisciotte / THINK TANK LANCIA UN ALLARME SULLO SCONTRO TRA NATO E RUSSIA

THINK TANK LANCIA UN ALLARME SULLO SCONTRO TRA NATO E RUSSIA

DI STEPHEN LENDMAN

lewrockwell.com

L’European Leadership Network ELN un Think Tank di Londra [gruppo di esperti impegnato nell’analisi e nella soluzione di problemi politici, economici e militari] rilascia il suo nuovo report intitolato: “Preparandosi al peggio: le esercitazioni militari della NATO e della Russia aumentano le probabilità di una guerra in Europa?”.

Avverte del pericolo delle esercitazioni di guerra che stanno portando ad uno scontro tra le potenze nucleari. “Ogni esercitazione viene vista dagli avversari come una provocazione che innesca una dinamica di sospetti e imprevedibilità” riferisce Ian Kearns dell’ELN.

“Ognuno si concentra sul valore deterrente delle grandi esercitazioni, ma c’è l’altro lato della medaglia che consiste nel fattore rischio. I politici devono mostrare maggior giudizio e moderazione quando è il momento di ridimensionare quella che potrebbe essere una spirale crescente di esercitazioni”.

Washington continua ad aumentare il rischio di un conflitto diretto. Le provocatorie esercitazioni militari vicino ai confini russi fanno rischiare l’impensabile. Così come l’impero di basi americane, in zone che non le appartengono, specialmente quelle che circondano Russia e Cina.

La NATO sottomessa agli USA minaccia la pace mondiale. I pazzi a Washington, determinati a un cambio di regime, aumentano il rischio di una possibile guerra nucleare.

Le affermazioni dell’Alleanza orwelliana, come quella qui sotto fatta il 12 agosto, nascondono quello che sta davvero succedendo:

“Le esercitazioni militari della NATO sono intese a migliorare la sicurezza e la stabilità dell’Europa. Tutte le sue attività sono proporzionate, difensive e pienamente in linea con i nostri impegni internazionali”.

Falso! Le esercitazioni della NATO vicino i confini russi sono provocative – in preparazione di un attacco. Mosca effettua le esercitazioni difensive nei propri territori – senza minacciare nessuno.

Afferma la NATO: l’Alleanza “è stata chiara sull’intenzione di non attaccare la Russia. Per oltre due decenni, abbiamo cercato di costruire una relazione di cooperazione. Ma la Russia ha modificato con la forza i suoi confini, continuando a supportare i separatisti in Ucraina e minacciando di posizionare missili nucleari vicino ai confini dell’Alleanza”.

Falso! Washington detta le politiche della NATO. Ha imposto una serie di sanzioni illegali alla Russia, costringendo le nazioni europee a fare altrettanto, danneggiando le loro economie.

Le azioni ostili degli ufficiali americani mostrano che l’America cerca un conflitto, non cooperazione. La Russia non ha cambiato i suoi confini con la forza. Ha agito per risolvere il conflitto in Ucraina, usando qualsiasi azione difensiva necessaria a contrapporsi all’aggressività americana.

La NATO ha mentito dicendo che “ha incrementato la sua presenza (nell’est Europa) per potenziare la difesa collettiva”. La NATO, sottomessa agli USA fin dall’inizio, è stata un’alleanza per attaccare, non per difendere.

La sua aggressività rappresenta la più grande minaccia alla pace mondiale. La Russia al contrario fa di tutto per preservarla. Mosca non minaccia né attacca altri paesi.

L’America dichiara infinite guerre a nemici inventati che non minacciano nessuno. Dà più importanza alla violenza e all’instabilità. Spende più di tutti gli altri paesi messi insieme per fare guerre e sostenere le politiche militari.

Il report dell’ELS, in modo assurdo, accusa la Russia di istigare pericolose politiche del rischio calcolato che sono risultate in seri incontri ravvicinati tra le sue forze e quelle della NATO … negli ultimi 15 mesi”.

Verità: Le esercitazioni provocatorie della Nato vicino ai confini russi aumentano le politiche del rischio calcolato a livelli pericolosamente alti. Washington ha la piena responsabilità di spingere verso un possibile conflitto. La Russia prepara, in modo responsabile, misure difensive da rendere effettive se necessario .

Da un lato, la sua massima priorità è mantenere la pace mondiale, evitando la guerra. Dall’altro lato, farà tutto il necessario per la difesa nazionale.

L’ELN ha ragione quando dice che “la NATO si sta preparando per un possibile conflitto”, ma ha torto quando insinua che sia Mosca a volerlo.

La Russia vuole la pace e la stabilità nel mondo, cooperazione fra tutti gli stati, e nessuno che interferisca negli affari interni degli altri – mentre la specialità degli USA è quella di violare senza ritegno leggi internazionali.

Le accuse alla Russia sono l’opposto della realtà. Le affermazioni riguardo la sua minaccia militare sono pura fantasia.

L’America, al contrario, è un aggressore mondiale, un prepotente di storiche proporzioni – sempre in guerra in multipli teatri per espandere il suo impero, rischiando una guerra mondiale e un possibile conflitto nucleare in grado di porre fine alla vita sulla terra.

Stephen Lendman

Fonte: www.lewrockwell.com

Link: https://www.lewrockwell.com/2015/08/stephen-lendman/is-nato-going-to-war-on-russia/

13.08.2015

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di KOKO

Pubblicato da Davide