Home / Archivi etichette: M5S

Archivi etichette: M5S

M5S: il fine giustifica ancora i mezzi?

grillo europa alde

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Certo, la proposta di Grillo per traslocare dal gruppo antieuropeista EFDD (Europe of Freedom and Direct Democracy Group) al gruppo dei liberali e democratici l’ALDE (Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l’Europa), ha gettato sconcerto tra le file del Movimento e sui social, soprattutto per il fatto che nemmeno gli europarlamentari erano stati avvisati. Infatti Marco Zanni dice sulla sua pagina Facebook: «Apprendo dal Blog di Beppe Grillo che oggi, domenica 8 gennaio, si vota …

Leggi tutto »

Golpe ?

Foto LaPresse - Guglielmo Mangiapane
24/09/16 Palermo ITA
Cronaca
Primo giorno di 'Italia 5 Stelle' la festa nazionale del Movimento 5 Stelle che si svolge per la prima volta sul prato del Foro italico di Palermo.
Nella foto: Beppe Grillo e Davide CasaleggioPhoto LaPresse - Guglielmo Mangiapane
24/09/16 Palermo ITA
News
Opening day at the 5-Star Movement national meeting in Palermo, Sicily.
In the picture: Beppe Grillo with Davide Casaleggio

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it La notizia del passaggio al gruppo liberale, a Bruxelles, del M5S non ha stupito soltanto i simpatizzanti o gli stessi deputati europei, ha destabilizzato l’universo grillino in Italia che si sono scoperti, da domani, alleati in Europa col gruppo di Mario Monti. C’è da dire che le regole europee richiedono l’affiliazione ad un gruppo politico, pena la quasi “scomparsa” dal panorama parlamentare, ossia diritti d’intervento, votazioni e roba del genere. Con questa scusante, potremmo approvare la …

Leggi tutto »

Grillo ha deciso di “suicidarsi”. Chiedetevi: a chi conviene?

grillo farage

DI MARCELLO FOA Il Cuore Del Mondo Eh già, c’è chi decide di suicidarsi buttandosi giù da un ponte. E chi prendendo le decisioni sbagliate nel momento più sbagliato, dimostrando una miopia politica così clamorosa da chiedersi se sia davvero solo il frutto di un errore di valutazione o se invece non sia voluta, con estrema e raffinata perfidia, per distruggere il Movimento 5 Stelle. Mettiamo in fila gli elementi. Il M5S ha combattutto una battaglia durissima contro il sistema; …

Leggi tutto »

Perché no al reddito di cittadinanza

reddito di cittadinanza o reddito minimo garantito 339643

DI ALDO GIANNULI aldogiannuli.it A quanto pare, dopo il M5s, Sel, il Pci (già Partito dei comunisti italiani) ora anche Berlusconi si pronuncia a favore del reddito di cittadinanza. Tanta convergenza appare un po’ sospetta, vi pare?  Magari varrebbe la pena di chiedersi se tutti intendano la stessa cosa. Tutti fanno riferimento “all’Europa” ma in Europa esistono sistemi abbastanza diversi e l’indicazione chiarisce poco. Qui non vogliamo passare in rassegna le diverse soluzioni adottate, ci limiteremo solo ad alcune osservazioni …

Leggi tutto »

Fake News: dacci oggi il nostro virus quotidiano

raggi giunta insediamento

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Seratona a Otto e mezzo (La7) … infatti mentre madame Bilderberg diceva che il M5S stava perdendo 2 punti percentuali nei sondaggi e sarebbe stato sotto il Partito Democratico, il Fatto Quotidiano smentiva clamorosamente riportando i sondaggi Index Research, rilevanti che il M5S perde è vero 2 punti percentuali, scendendo al 30,4%, ma resta attualmente il primo partito, mentre il Partito Democratico paga ancora l’effetto del referendum e le divisioni arrivate fin dentro l’assemblea, quindi resta paralizzato al 28,5%. …

Leggi tutto »

Dilettanti allo sbaraglio

raggiconsigliocomunale

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it Un referendum vinto con il vento in poppa, sbaragliando gli avversari di sempre: uno dichiaratamente ostile, l’altro nemico sì…ma con un occhio di riguardo per gli elettori, da conquistare. Poi, un governo squalificante e squalificato, degno di un bassissimo impero o della peggior operetta d’avanspettacolo. E’ tutto troppo facile, troppo semplice guadagnarsi il consenso quando l’avversario è disperato ed annichilito come lo è il PD, come lo sono l’altra metà del parlamento, orfani di un Berlusconi …

Leggi tutto »

Referendum per l’uscita dall’euro: una risposta urgente per sfidare il sistema

di battista referendum euro grillo 2

DI ROSANNA SPADINI e FRANCESCO COLONNA comedonchisciotte.org Gli arditi della tastiera si sono scatenati tout court sul web ed hanno rovesciato un vaso di Pandora di insulti e improperi alla notizia che Alessandro di Battista, definito da Giovanni Minoli un giovanotto “un po’ esaltato”, avesse avuto l’ardire di fare l’ennesima proposta indecente del referendum per l’uscita dall’euro. Però come dice Aldo Giannuli sul suo blog, il referendum sull’euro si potrebbe fare e il M5S avrebbe ragione a proporlo. … Infatti sarebbe …

Leggi tutto »

Dibattistanomics e antifascismo. Per un 2017 di confusione

dibattista esulta

FONTE: SENZASOSTE.IT Uscita dall’ Euro ma non dall’UE tramite referendum consultivo, reddito di cittadinanza e molto altro. Per ora nel programma di volontà di governo dei 5 stelle c’è molta confusione. E nel frattempo per governare da soli c’è l’assalto agli elettori di destra L’intervista di Minoli a Di Battista, condotta dall’ex giornalista di Rai 2 per mettere in difficoltà il proprio interlocutore, in effetti qualcosa di inaccettabile lo fa venire fuori. Ad esempio, la solita riduzione dell’antifascismo, da parte …

Leggi tutto »

Il Patto Cazzaroni

(ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images)

DI ALESSANDRA DANIELE carmillaonline.com Il Cazzaro ha passato la campagna referendaria a promettere che in caso di sconfitta si sarebbe ritirato dalla politica. Naturalmente non l’ha fatto. Indovinate perché. Vi do un aiutino. Perché è un cazzaro. È rimasto qualcuno che creda ancora alle parole di Matteo Renzi? A questo punto c’è persino da chiedersi se si chiami davvero Matteo Renzi. Invece di rendere conto della disfatta, mercoledì scorso ha liquidato la direzione del suo partito con un surreale comizietto …

Leggi tutto »

Nella palude post-referendum c’è una vittima sacrificale: non certo Renzi, ma … Grillo

beppecomico

DI ROSANNA SPADINI comedonchiscitte.org Il day after è arrivato e certo non abbiamo creduto alle lacrime da lumacone di Renzi, e nemmeno alle sue promesse da baro … al sabbatico per un anno di meditazioni Zen, o al ritiro definitivo dalla politica, oppure ancora alle elezioni anticipate.  Con l’Italicum vincerebbero i 5 Stelle, quindi bisogna modificare la legge, perché i bari non rispettano le regole democratiche valide per tutti, ma le cambiano e le modulano secondo le proprie esigenze. La …

Leggi tutto »

Ecco il prossimo governo e quando si vota

renzi pietro grasso

DI GUFO BOSCHI megachip.globalist.it Non ci saranno elezioni a breve termine, non prima dell’estate del 2017. Più probabilmente questa legislatura giungerà alla sua normale conclusione nel 2018, al massimo con qualche mese di anticipo. La legge elettorale che sarà predisposta sarà un proporzionale con sbarramento e premio di governabilità (non di maggioranza) per la lista più votata, o, in ogni caso, una formula elettorale simile a questa. Dal punto di vista politico significa che l’unica vera governabilità possibile, nel futuro …

Leggi tutto »

Grillo ha bisogno di Pizza, altro che storie

pizzarotti grillo

  DI PINO CABRAS megachip.globalist.it Caso Pizzarotti: un errore della nomenklatura pentastellata che il M5S rischia di pagare a caro prezzo, tagliando fuori voci democratiche e creative. Mi posso permettere di parlare con molta libertà del Movimento Cinque Stelle, nell’ora in cui questo perde Federico Pizzarotti, proprio lui, il suo primo sindaco di una città capoluogo, con tanto di saluto finale sprezzante di Beppe Grillo. Mi posso permettere tanta libertà perché ho combattuto contro i giudizi ingiusti che per anni …

Leggi tutto »

VOGLIA DI POGROM FRUSTRATA

beppestalin

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it Non è tanto difficile capire cosa sta accadendo a Roma: è decisamente incomprensibile, invece, comprendere l’atteggiamento dei vertici del M5S. Sembra di rivedere film già visti, situazioni che s’accavallano nel tempo in un dejà vu senza fine: è sul tappeto un problema irrisolto nella politica italiana, ossia stabilire quando un politico od un amministratore sia da considerare colpevole. E’ (almeno) dai tempi di Prodi-Berlusconi che ci trasciniamo questo fantasma, e non riusciamo a scalfirlo di un’unghia. …

Leggi tutto »