Home / ComeDonChisciotte / STA ARRIVANDO LA TEMPESTA PERFETTA ? DIPENDE…
13560-thumb.jpg

STA ARRIVANDO LA TEMPESTA PERFETTA ? DIPENDE…

DI PAOLO CARDENA’

vincitorievinti.com

Gli ingredienti sembrano esserci tutti, o quasi.

Quali sono?

1) I mercati hanno corso molto e molte asset class sono in bolla.

2) L’Argentina dovrebbe fare default, anche se penso che l’impatto di questo evento dovrebbe essere limitato. Salvo quanto segue.

3) Mettiamoci anche che un numero non del tutto indifferente di banche europee navigano in cattive acque, solo per usare un eufemismo (vedasi il Banco Espirito Santo in Portogallo, ma anche altre).

4) Ci sono inoltre diverse crisi geopolitiche in giro per il mondo che, se dovessero peggiorare, impatterebbero in modo più significativo sulla crescita di importanti aree del mondo, trascinando al ribasso proprio quelle economie che si mantengono a galla grazie alle esportazioni (leggasi Italia).

5) L’Eurozona si trova ancora in piena crisi. Tant’è che viene definita “Il buco nero” della crescita mondiale”

6) I paesi meridionali dell’Eurozona (non solo loro, a dire il vero) sono alle prese con debiti pubblici oggi assai meno sostenibili di quanto lo fossero qualche anno fa.

7) In aggiunta, l’attività economica in molte aree dell’Eurozona rimane assai debole, con paesi alle prese con forti spinte disinflazionistiche o in conclamato stato di deflazione, che rendono ancora più difficile la possibilità di ricondurre i debiti pubblici verso sentieri di maggiore sostenibilità.

8) il Fmi, la scorsa settimana, ha ridotto le previsioni di crescita dell’economia mondiale, dimezzando le previsioni di crescita dell’Italia (0.3%) e tagliando severamente quelle degli Stati Uniti (-1.1% rispetto alla precedente stima). Oltre al FMI anche altre istituzioni stanno rivedendo al ribasso le rispettive previsioni di crescita.

9) La Fed continua con la riduzione degli stimoli monetari e, condizioni economiche permettendo, non è affatto escluso che abbandoni anche la politica dei tassi prossimi allo zero in tempi più solleciti rispetto a quelli previsti.

10) Questo, evidentemente, impatterebbe in senso negativo anche sul costo del debito dei paesi fortemente indebitati, determinando ulteriori stress per i conti pubblici fortemente traballanti (leggasi Italia, e non solo).

Cosa manca, ancora?

Mancano una serie di dati economici (più o meno) negativi delle principali economie mondiali, tali per cui possa essere offerta ai mercati la sensazione che le quotazioni attuali non sarebbero sostenute da validi fondamentali economici. In questo caso, aspettatevi il diluvio. E le prossime settimane saranno cruciali per capirlo.

Paolo Cardenà

Fonte: www.vincitorievinti.com

Link: http://www.vincitorievinti.com/2014/07/sta-arrivando-la-tempesta-perfetta.html

28.07.2014

Pubblicato da Davide

  • mago

    Preparatevi,quella del 2008 era solo una scampagnata…

  • Stodler
    State tutti tranquilli, noi abbiamo renzi. Ma soprattutto un buon 90% della popolazione che crede che il problama sia lo stipendio dei politici e il loro numero. SIAMO IN UNA BOTTE DI FERRO.
  • albsorio

    Basta guardare il valore euro/dollaro per capire che se solo NSA intercetta qualche cenno di rivolta nel Circo €uropa ti stoncano.

  • Georgios

    Supponiamo che io sia dotato di una straordinaria capacità: quella di ipnotizzare tutta la popolazione del pianeta. Cosi, ogni sera, nello stesso momento in cui la gente sta a seguire lobotomizzata i miei programmi d’ipnosi, io scendo in cantina e continuo a stampare, non dei soldi, ma dei pezzi di carta ai quali do dei nomi stravaganti, come, bond, asset, CDS etc che poi associo a delle parole tipo mercati, crisi, stress test, bolla, capitalizzazione, crescita e decrescita e cosi via, collegando il tutto a dei concetti economici di difficile comprensione per "lo spettatore medio". Particolare cura riservo alla parola default il cui vero significato, dato che e’ noto a qualcuno, tento di collegare con le parole fallimento e disgrazia. Infine, il risultato di questa mia elaborazione mistificatrice, viene incorporato nella terapia d’ipnosi per la serata successiva.

    E’ chiaro che non tutte le parole che uso sono senza significato, ma molte lo sono, per cui alla fine nessuno e’ capace di avere le idee chiare perché non si può concettualizzare sulla base di astrazioni metafisiche.

    Alla fine, un giorno, che ho chiamato "giorno della grande crisi", svelo il grande segreto all’umanità: il pianeta si salverà solo se voi mi pagherete con i vostri soldi (cioè quelli che non stampavo) per il valore che ho arbitrariamente assegnato a queste carte. E siccome il vostro denaro non basterà, mi dovrete cedere i vostri risparmi (che vi ho convinto che sono degli investimenti sulle carte che stampavo), le vostre case, le vostre strade, porti e aeroporti, i vostri mari, laghi e fiumi, le vostre industrie, le vostre scuole, i vostri ospedali etc etc. Pare però che neanche questo sarà sufficiente perciò faremo un accordo speciale che riguarderà i vostri figli, mogli e mariti ma anche gli organi vitali di cui questi, come organismi viventi (espressione che sostituirà il vecchio termine "persona umana"), sono dotati. Alla fine anche voi stesso sarete incluso in questo accordo di eterna collaborazione. Da socio.

    Quello che voglio dire e’ che quest’articolo, non dico che lo fa di proposito, ma usa la logica tipica del banchiere. La prospettiva che questo mare di carta straccia a cui si dà il nome generale di "titoli" o di "asset" possa avere la fine della carta igienica usata non si accenna neanche. L’unica impressione che rimane e’ del tipo "Mamma mia, siamo fregati per davvero".

    Non si canta neppure quel vecchio slogan "Come mai, come mai…", un po lagnoso a dir la verità ma comunque contestatore, sostituendo alla parola "operai" una nuova che si adatta meglio alla situazione. Che so… "fessi"?

  • Vocenellanotte

    Allora il problema è solo di tipo tecnico? E ditelo subito senza fare arrovellare la gente su ‘sta crisi!

  • adriano_53

    Incommentabile.

  • ROE

    Non è tempesta. È imperialismo globale http://cambiailmondo.files.wordpress.com/2013/07/imperialismo_globale_collanaa4.pdf [cambiailmondo.files.wordpress.com]